Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Coronavirus in Italia, ultime notizie di oggi in tempo reale | Covid 19

Tutte le ultime notizie sul Coronavirus in Italia in tempo reale: news, approfondimenti, bollettini su vittime, contagi e guariti dal Covid 19 giorno per giorno

Di Redazione TPI
Pubblicato il 2 Apr. 2020 alle 06:00 Aggiornato il 2 Apr. 2020 alle 14:09
0
Immagine di copertina

Coronavirus in Italia, ultime notizie oggi in tempo reale | News Covid 19

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – In Italia, come nel resto del mondo, da metà marzo è piena emergenza Coronavirus. Tantissimi i contagiati, i ricoverati, le vittime e i guariti. Per combattere il virus, il Governo italiano ha disposto la quarantena per tutti i cittadini e il blocco di quasi tutto il Paese. Alcune industrie comprese. In questo articolo trovate tutte le ultime news sul Coronavirus in Italia.

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 2 APRILE 2020

Di seguito le ultime news sul Coronavirus di oggi, 2 aprile 2020:

Ore 13,50 – Presidente regione Lombardia, Fontana: “Contagi in linea, a breve discesa”

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha dichiarato nel corso del consueto punto stampa sull’emergenza Coronavirus che “è un altro giorno positivo perché stiamo assistendo a questo procedere in linea senza aumenti rispetto ai giorni precedenti. Si sta verificando quello che i nostri esperti hanno previsto, che si inizi a giorni la discesa”. Il governatore ha poi replicato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Il premier, che è un fine giurista, deve darmi due risposte: 1 come faccio io che non ho titoli a bloccare un diritto costituzionale protetto; 2 anche se l’avessi disposta con che forze dell’ordine avrei potuto chiudere zona rossa? Tentativo di scaricare. Noi a Conte abbiamo chiesto la zona rossa, nel comitato tecnico il nostro rappresentante ha insistito. È inutile che cerchi di scaricare su di noi”.

Ore 13,00 – Morto primo detenuto in Italia per Coronavirus – “Prima o poi doveva accadere ed è purtroppo accaduto. È deceduto all’ospedale civile di Bologna il primo detenuto per Coronavirus. Si tratta di un ristretto del circuito ad alta sicurezza, ricoverato qualche giorno fa in stato di detenzione e poi ammesso agli arresti domiciliari a seguito del trasferimento in terapia intensiva. Era italiano, aveva 76 anni e pare fosse affetto da altre patologie”: a riferire della morte del primo detenuto italiano per Covid-19 è Gennarino De Fazio della Uilpa polizia penitenziaria nazionale.

Ore 12,30 – Superati i 500mila casi in Europa

In Europa i casi di Coronavirus hanno superato quota 500 mila, secondo un bilancio fornito dalla Afp.

Ore 6,50 – Rezza (Iss): “Rischioso aprire alcune aree prima di altre”

Per Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, non ha senso riaprire prima in alcune zone del Paese: “Guarderei alle chiusure – ha spiegato l’epidemiologo in una intervista a Repubblica – a parte che forse avrei fatto alcune zone rosse in più in Lombardia, quando sono stati presi i provvedimenti per tutta Italia di certo hanno frenato la corsa del virus al centro-sud. Invece nei pochi giorni che alcune regioni del nord sono state chiuse e le altre no abbiamo visto le fughe da quelle aree. Per questo forse riaprire in modo scaglionato può non essere efficace”.

Ore 6,00 – Si pensa alla fase 2

Ieri il premier Giuseppe Conte ha detto che, una volta terminata l’emergenza, avrà inizio una cosiddetta “fase 2”, ovvero un periodo di allentamento graduale e di convivenza con il virus. Sino a quando non verrà trovato un vaccino, infatti, il pericolo di un’ondata di ritorno del Coronavirus sarà sempre alto. L’idea degli esperti è dunque quella di cercare di tenere il più possibile sotto controllo il Covid-19, isolando subito eventuali nuovi focolai per evitare di ritrovarsi nella stessa situazione del 21 febbraio scorso. (Tutti i dettagli)

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 1 APRILE 2020

Di seguito le ultime news sul Coronavirus di oggi, 1 aprile 2020:

Ore 20,20 – Conte: “Prorogate misure fino al 13 aprile”

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato in conferenza stampa la proroga delle misure fino al 13 aprile prossimo, come già anticipato dal ministro della Salute Roberto Speranza dopo la riunione di lunedì 30 marzo con il Comitato Tecnico Scientifico. Qui la diretta

Ore 18 – Il bollettino della Protezione Civile

Secondo quanto riferito dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli in Italia ci sono 80.572 contagiati (+ 2.937 rispetto a ieri), 13.155 morti (+ 727) e 16.847 guariti (+1.118) per un totale di 110.574 casi registrati. Il totale dei ricoverati con sintomi è di 28.403, mentre i pazienti in terapia intensiva sono attualmente 4.035. In isolamento domiciliare ci sono invece 48.134 persone. I tamponi effettuati oggi sono stati 34.455.

Ore 15,00 – Mattarella: “Periodo travagliato, lo supereremo assieme”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si rivolge agli italiani sul sito del Quirinale, rispondendo a tutti coloro che si sono rivolti a lui in questo “periodo travagliato”. Il presidente “nell’impossibilità di rispondere personalmente a tutti coloro che a lui si rivolgono, li ringrazia molto ed esprime a ciascuno la sua personale vicinanza in questo periodo cosi travagliato della storia della nostra Repubblica, nella certezza che supereremo, assieme, questo difficile momento”.

Ore 14,50 – Governo valuta rinvio amministrative in autunno

Il governo sta valutando il rinvio delle elezioni regionali e amministrative a causa dell’emergenza Coronavirus. A dirlo, secondo quanto riporta l’Ansa, è stato il premier Giuseppe Conte, nell’incontro con le opposizioni a Palazzo Chigi.

Ore 11,00 – Conte: “Ritorno alla normalità graduale e in sicurezza”

Il premier Giuseppe Conte nel corso dell’incontro con i partiti dell’opposizione che si è tenuto a Palazzo Chigi: “Il comitato tecnico scientifico ci invita a non abbassare la guardia. Dobbiamo programmare un ritorno alla normalità che deve essere fatto con gradualità e deve consentire a tutti, in prospettiva, di tornare a lavorare in sicurezza. Valorizzeremo ulteriormente i protocolli di sicurezza. Questo è il nostro impegno”.

Ore 9,35 – Speranza conferma: “Restrizioni fino al 13 aprile”

Nel corso dell’informativa in Senato, il ministro della Salute Roberto Speranza ha confermato tutte le misure restrittive anti Coronavirus fino al 13 aprile.

Ore 7,00 – Rezza (Iss): “Contagio zero a maggio? Troppo ottimistico”

“Contagio zero entro i primi di maggio? Mi sembra troppo ottimistico”. Queste le parole di Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, ai microfoni di Radio 2. “Questa ipotesi è il risultato di un modello che per quanto possa essere serio non so se tiene conto del fatto che il virus potrebbe continuare a circolare nei nostri paesi con focolai epidemici che scoppierebbero di volta in volta. Sarebbe bello arrivare a casi zero, ma non credo che questo sia uno scenario plausibile”.

Ore 7,00 – Ministro Lamorgese: “Speriamo di poter andare in vacanza questa estate”

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, nel corso del programma DiMartedì, ha dichiarato: “Mi sembra che la situazione sia abbastanza stabile rispetto ai giorni scorsi, ciò ci fa bene sperare per i prossimi giorni. Spero che quest’estate potremo andare in vacanza”. Leggi la notizia.

Ore 6,00 – Riapertura scaglionata regione per regione?

Secondo La Repubblica, a Palazzo Chigi si sta prendendo in seria considerazione l’ipotesi di valutare un’apertura (non prima di metà aprile) regione per regione dal momento che l’azzeramento dei casi di Coronavirus dovrebbe variare, secondo i calcoli effettuati dagli esperti, da regione a regione. Tra la prima regione che dovrebbe registrare zero casi, il Trentino Alto Adige il cui azzeramento dei contagi è previsto il 6 aprile, e l’ultima, la Toscana il 5 maggio, c’è un mese di differenza: ecco perché prende piede nell’esecutivo l’idea di scaglionare le aperture.

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 31 MARZO 2020

Di seguito le ultime news sul Coronavirus di oggi, 30 marzo 2020:

Ore 21,20 – I decessi globali superano i 40.000

I dati raccolti dai ricercatori della Johns Hopkins University mostrano che almeno 40.636 persone sono morte in tutto il mondo, mentre 174.019 persone sono guarite dopo essere state infettate. Il totale dei casi è 823.479 in tutto il mondo. Gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei tremila morti. Con oltre il 40 per cento di tutti i decessi, l’epicentro è New York con oltre 1.329 vittime. In California morto un 17enne: non aveva assicurazione medica.

Ore 20,30 – Consulta, la presidente Marta Cartabia positiva al test per il Coronavirus

La presidente della Corte costituzionale Marta Cartabia, dopo alcuni sintomi, è stata sottoposta al test del Coronavirus ed è risultata positiva. Lo comunica l’ufficio stampa di Palazzo della Consulta, spiegando che, al momento, la presidente “gode di buone condizioni generali e si trova in isolamento presso la sua abitazione di Milano”.

Ore 20,00 – Calabria, si dimette il capo della Protezione Civile

Il capo protezione Civile Calabria Domenico Pallaria si è dimesso. Il dirigente, durante un incontro con un giornalista di Report, aveva ammesso di non sapere cosa fosse un ventilatore polmonare, strumento indispensabile per la cura in terapia intensiva dei pazienti più gravi affetti dal Coronavirus. (Qui la notizia)

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione civile

In Italia ci sono 77.635 contagiati (+2.107 rispetto a ieri), 12.428 morti (+837) e 15.729 guariti (+1.109 ) per un totale di 105.792 casi registrati. Il totale dei ricoverati con sintomi è di 28.192, mentre i pazienti in terapia intensiva sono attualmente 4.023. In isolamento domiciliare ci sono invece 45.420 persone. I tamponi effettuati oggi sono stati 29.609.

Ore 16,00 – Arrivati a Malpensa primi 250 ventilatori e 600 mila mascherine dalla Cina

Arrivato questa mattina a Milano Malpensa un volo dalla Cina organizzato da Farnesina e Ambasciata Italiana a Pechino che trasporta i primi 250 ventilatori polmonari e le 600 mila mascherine acquistati e donati da Snam. Lo ha annunciato l’amministratore delegato di Snam, Marco Alverà.

Ore 15,40 – Carceri, Garante: “Meno di 20 detenuti positivi ma rischio alto”

Il numero di detenuti positivi al coronavirus è “estremamente contenuto, sotto le 20 persone”, ma la situazione “è potenzialmente a rischio di esplodere”.

Ore 14,51 – Iss: “Stiamo arrivando al plateau”

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro: “La curva ci mostra che sembra stiamo arrivando a una sorta di plateau, un dato che ci dimostra che le misure stanno funzionando. Declinandolo nelle tre aree, abbiamo quella a più alta circolazione al nord, una intermedia con alcune migliaia di casi e altre che sono con un numero contenuto di casi, a limitata circolazione”.

Ore 12,15 – Arcuri: “Acquistate 300 milioni di mascherine”

Il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri ha rivelato nel corso di una conferenza stampa nella sede della Protezione Civile che sono state acquistate “300 milioni di mascherine e a breve avvieremo una distribuzione concordata con le Regioni. Già ieri è stata consegnata una quantità sufficiente all’Ordine dei Medici. Arcuri, poi, ha rivelato che “da ieri il sistema moda produce 200mila mascherine al giorno” aggiungendo che l’Italia “sta facendo passi rilevanti” nella lotta all’epidemia di Coronavirus.

Ore 11 – Il ministro Boccia: “In settimana altri 140 medici e 100 infermieri da Centro e Sud arriveranno al Nord”

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia: “Entro questa settimana altri 140 medici e i primi 100 infermieri volontari arriveranno negli ospedali delle regioni del nord e nelle Marche che ne hanno fatto richiesta”, le sue parole a Radio Rai. “I volontari della nuova task force della Protezione Civile raggiungeranno entro venerdì Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Val d’Aosta, Emilia Romagna e Marche”.

Ore 10 – “Solo a Bergamo 100mila contagiati” 

“I numeri ufficiali non sono credibili. Si fanno tamponi solo ai ricoverati, ma solo a Bergamo stimiamo 100mila positivi non censiti su 1 milione di abitanti”: le parole di Mirko Tassinari, segretario dei medici di famiglia della provincia di Bergamo, in un’intervista a La Stampa. Secondo Tassinari, che sottolinea di essere “solamente un medico di base e non un professorone”, i ricoveri sono in calo “perché non c’è più posto in ospedale” e anche perché “non si ricovera più nemmeno con 85 di saturazione. Gestiamo a domicilio situazioni che due mesi fa avremmo ricoverato alla velocità della luce. Altrimenti non avremmo 1200 pazienti in ossigenoterapia domiciliare”.

Ore 8 – Trump: “Aiuti sanitari all’Italia” 

trump coronavirus
Credit: Chris Kleponis/CNP via ZUMA Wire)

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, durante la consueta conferenza stampa di aggiornamento sull’epidemia di Coronavirus negli Usa, ha annunciato l’invio di aiuti sanitari all’Italia per un totale di 100 milioni di dollari. Qui la notizia.

Ore 6,10 – Cosa succede nel mondo? La situazione

Si aggrava sempre di più il bilancio negli Stati Uniti. Secondo gli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University, il numero di casi di Coronavirus negli USA è il doppio di quelli registrati in Cina. I contagiati sono 161.807 contro gli 82.198 registrati in Cina. I decessi, invece, ammontano a 3.008 con oltre 400 vittime (486, il numero più alto registrato dall’inizio dell’epidemia) in appena 24 ore. Dal Regno Unito arriva la notizia che il principe Carlo è guarito. Il 71enne erede al trono “non è più in autoisolamento”, avendo completato i sette giorni di quarantena prescritti dalle norme britanniche, afferma una nota di Clarence House. I casi di Coronavirus nel mondo hanno superato quota 700mila e in Ungheria il presidente Orban ha ottenuto i pieni poteri. (Qui tutte le notizie di oggi dal mondo)

Ore 6,00 – Il 4 maggio la ripartenza?

Secondo quanto riporta oggi La Repubblica, la vera ripartenza in Italia potrebbe esserci per il 4 maggio. Dopo l’ufficializzazione da parte del ministro della Salute Roberto Speranza del prolungamento delle misure restrittive almeno fino a Pasqua, governo e Protezione Civile hanno iniziato a lavorare al dopo. (Qui l’articolo completo)

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 30 MARZO 2020

Di seguito le ultime news sul Coronavirus di oggi, 30 marzo 2020:

Il bollettino della Protezione civile

Secondo quanto riferito dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa delle ore 18, in Italia ci sono 75.528 contagiati (ieri erano 73.880, +1.648), 11.591 morti (ieri erano 10.779, +812) e 14.620 guariti (ieri 13.030,+ 1.590). I casi totali, quindi, sono arrivati a 101.739. Il totale dei ricoverati con sintomi è di 27.795, mentre i pazienti in terapia intensiva sono attualmente 3.981. In isolamento domiciliare ci sono invece 43.752 persone.

Coronavirus news, Fontana: “Linea contagi non è più in salita”

fontana

“Le indicazioni che mi arrivano è che stiamo proseguendo sulla buona strada. Stiamo mantenendo quella linea che non è più in salita e non è ancora in discesa, ma non stiamo andando avanti nella progressione” del contagio. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel punto stampa quotidiano sull’emergenza Coronavirus.

Incontro tra Papa Francesco e il premier Conte

Papa Francesco ha incontrato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in Vaticano. Al centro del colloquio tra il Pontefice e il premier l’emergenza Coronavirus in Italia.

ISS, Brusaferro: “Contagi in calo, importanti i dati di Pasqua”

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha parlato di un rallentamento dei contagi in Italia: “Assistiamo a un appiattimento della curva, non ci sono sono ancora segnali di discesa, ma va meglio. Le importanti misure che sono state adottate stanno mostrando i loro effetti”, le sue parole a La Repubblica. Per quanto riguarda la fine del lockdown, Brusaferro ha sostenuto che bisogna “arrivare fino a Pasqua e poi guardiamo i dati per stabilire come procedere”.

Coronavirus, ultime notizie – Conte: “Uscita dal lockdown sarà graduale”

coronavirus italia

Il lockdown dell’Italia non può durare a lungo, “è una misura molto dura economicamente”, dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che in un’intervistato dal quotidiano spagnolo ‘El Pais’ non indica i tempi del ritorno alla normalità ma si limita a dire che l’isolamento “non può essere prolungato troppo a lungo. Per le scuole e le università si può provare a introdurre modifiche. Anche per gli esami e le valutazioni di fine anno in modo da non far perdere agli studenti l’anno scolastico o l’esame universitario”. Ma, sottolinea, “è prematuro” dire quando terminerà il blocco: “Quando il comitato scientifico afferma che la curva inizia a scendere, possiamo studiare le misure di rallentamento. Ma dovrà essere molto graduale”.

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 29 MARZO 2020

Di seguito le ultime news sul Coronavirus di oggi, 29 marzo 2020:

Il bollettino della Protezione Civile

Sale a 73.880 il totale dei pazienti positivi al Coronavirus in Italia (+3815 rispetto a ieri). I guariti salgono a 13.030 (+646), mentre il totale di deceduti sale a 10.779 (+756 rispetto a ieri). Il numero dei casi totali in Italia sale a 97.689 (+5217). (Il bollettino completo)

Coronavirus, ultime notizie – Boccia: “Inevitabile prorogare le misure”

“Le misure in scadenza il 3 aprile inevitabilmente saranno allungate. I tempi li deciderà il consiglio dei ministri” sentito il parere del comitato scientifico e delle “categorie competenti”. E’ quanto ha affermato il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, intervistato da Maria Latella, per SkyTg24. “Parlare di riapertura è irresponsabile”.

Eurobond, Von der Leyen: “Non esclusa alcuna opzione in limiti trattato”

La presidente della Commissione europea “in questo momento non esclude nessuna opzione entro i limiti del trattato” per aiutare i paesi membri a fronteggiare le conseguenze economiche del Coronavirus. Lo si legge in una nota del portavoce della presidente della Commissione, Ursula von der Leyen. “Prendiamo atto del chiarimento fornito dalla Presidente della Commissione europea von der Leyen rispetto alle parole sbagliate sui coronabond”, replica in un tweet il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che aggiunge: “Ora la Commissione lavori davvero a tutte le opzioni possibili, nessuna esclusa. Non c’è tempo da perdere”.

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 28 MARZO 2020

Di seguito le ultime news sul Coronavirus in Italia di oggi, 28 marzo 2020:

Coronavirus news, Conte firma nuovo Dpcm: “4,3 miliardi ai Comuni per aiuti alle famiglie”

“Lo Stato c’è. Sappiamo che ci sono tante persone che soffrono, c’è chi addirittura ha difficoltà a comprare generi alimentari. Ho firmato il Dpcm, giriamo 4,3 miliardi ai Comuni e aggiungiamo 400 milioni con ordinanza della Protezione civile con il vincolo di utilizzare queste somme per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa. Qui i dettagli 

Coronavirus, ultime notizie: il bollettino di oggi

In Italia superati 10 mila decessi per Coronavirus e 70 mila contagi. I guariti: + 12 mila. Casi totali: + 92 mila. Il totale dei positivi ha superato quota 70 mila, arrivando a un totale di 70.065 (+ 3.651 rispetto a ieri). Aumentano i guariti, che salgono a 12,384 (+1.434), mentre i morti superano i 10 mila e arrivano al totale di 10.023 (+889 rispetto a ieri). In totale i casi di Coronavirus registrati in Italia sale a 92.472 (+5.974). Qui il bollettino completo

Direttore Oms: “Parole Mattarella straordinarie”

Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha lodato su Twitter l’intervento di ieri del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in cui ha fatto appello per fare fronte comune contro la pandemia di Covid-19. “Il presidente Mattarella ha parlato alla nazione con parole straordinarie, indicando all’Italia e all’Europa come procedere. Siamo a fianco dell’Italia che sta dando segnali positivi nella traiettoria dell’epidemia. E’ una lezione per il mondo intero”, ha scritto Tedros.

Le onoranze funebri di Bergamo si fermano

Da lunedì 30 marzo le onoranze funebri  della Bergamasca non lavoreranno più: “Abbiamo dato tutto, ora basta: ci fermiamo”. Lo ha annunciato il presidente della categoria nella Lia. (Qui l’articolo completo)

Coronavirus news, Papa: “La gente ha fame, è l’inizio del dopo”

papa francesco

“In questi giorni”, ha detto Papa Francesco all’inizio della messa a Santa Marta, “in alcune parti del mondo si sono evidenziate alcune conseguenze della pandemia. Una è la fame. Si comincia a vedere gente che ha fame perché non può lavorare, perché non aveva un lavoro fisso. Cominciamo a vedere già a vedere il dopo. Verrà più tardi ma comincia adesso. Preghiamo per le famiglie che incominciano ad avere bisogno per la pandemia”.

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 27 MARZO 2020

Di seguito le notizie sul Coronavirus in Italia di oggi, 27 marzo 2020:

Il bollettino della Protezione Civile

È di 66.414 positivi (+4.401), 9.134 morti (+919) e 10.950 guariti (+589) il bilancio giornaliero relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia. Il totale delle persone colpite dal Covid-19 in Italia fino ad ora è invece di 86.498 (+5.959). Tra i 66.414 attualmente positivi, 26.029 (+1.276) sono ricoverati con sintomi, 3.732 (+120) si trovano in terapia intensiva, mentre 36.653 (+3.005) sono in isolamento domiciliare. Oggi, purtroppo, si registra il record di decessi, ben 919, mentre tornano a diminuire i nuovi positivi. Leggi il bollettino completo.

Coronavirus news, Azzolina: “Finire scuola a luglio? Non vedo il motivo”

“Se la didattica a distanza funziona, come sta funzionando in buona parte del paese, non c’è assolutamente alcun motivo per prolungare le lezioni a luglio e agosto, in delle strutture scolastiche che non sono adatte ad affrontare il nostro clima estivo”. Lo ha affermato la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ospite di ‘La vita in diretta’ su Rai Uno. “Poi se ci sarà la necessità di riprendere alcuni apprendimenti per i nostri studenti, si farà in un secondo momento. Ma è irresponsabile fare degli scenari adesso, a maggior ragione se li facesse il ministro dell’Istruzione, perché noi dobbiamo guardare alla condizione sanitaria ed epidemiologica del paese con molta razionalità e lucidità e da lì assumere le decisioni che via via saranno necessarie per il mondo della scuola”.

Coronavirus news, Iss: “Letalità in Italia al 9 per cento, il 2% erano sani”

speciale tg1 coronavirus

“La letalità del Coronavirus in Italia è del 9,2 per cento, significativamente più alta della media mondiale”: è il dato che emerge dall’aggiornamento epidemiologico dell’Istituto Superiore di Sanità pubblicato oggi. Secondo lo studio, l’80 per cento dei decessi si è verificato in soggetti sopra i 70 anni. Nella fascia 30-39 anni si sono verificati solo lo 0,2 per cento dei decessi, l’1 per cento, invece, nell’età compresa tra i 40 e i 49 anni. Secondo l’Iss, la letalità così altra potrebbe essere giustificata dai seguenti aspetti: la tendenza a diagnosticare i casi più gravi, la struttura demografica diversa dalla Cina per soggetti over 70 e l’alta letalità in contesti fragili. Nel complesso, invece, il 2 per cento dei deceduti non presentava patologie, il 21,3 per cento ne aveva una, il 25,9 per cento due, il 50,7 per cento tre o più patologie.

Consiglio superiore di sanità: “Con dati attuali, inevitabile proroga misure”

“Se dovessimo decidere con i dati di oggi ritengo che sia inevitabile prolungare le misure. Non siamo in una fase marcatamente declinante, siamo in una fase di contenimento importante e incoraggiante, ma sarebbe contraddittorio proprio ora allentare le misure”. ​Lo ha detto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, nel punto stampa all’Iss.

Coronavirus, ultime notizie: autorizzati in Italia farmaci antimalarici e anti-Aids

Adesso è ufficiale: sono stati autorizzati in Italia i farmaci antimalarici a base di clorochina e idrossiclorochina. In Gazzetta ufficiale è stata inserita la possibilità per i medici di prescriverli ai pazienti affetti da Coronavirus: i farmaci sono a totale carico del Servizio sanitario nazionale. Sempre contro il Covid-19 è stata autorizzata anche la somministrazione delle combinazioni di farmaci anti-Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir, anche queste a totale carico del Servizio sanitario nazionale (La notizia completa).

Altri tre medici perdono la vita: il totale sale a 44

Continua ad allungarsi la lista dei decessi tra i camici bianchi per l’epidemia di Covid-19, aggiornata dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo): è deceduto a Bergamo il dottor Giulio Calvi. Il totale dei medici che hanno ad oggi perso la vita per contagio da nuovo coronavirus arriva dunque a 44. (Qui la notizia)

Morto capo scout di 26 anni

A Predappio, in Emilia-Romagna, un ragazzo di 26 anni è morto a causa del Coronavirus. Andrea Tesei – questo il suo nome – era un capo scout ed era molto conosciuto dalla comunità locale: dopo la comparsa dei primi sintomi era stato ricoverato in terapia intensiva, poi le sue condizioni erano apparentemente migliorate. (La notizia completa).

CORONAVIRUS, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 26 MARZO 2020

Di seguito le ultime news di oggi, 26 marzo 2020, sul Coronavirus in Italia:

Italia e Spagna bocciano il piano Ue

Trovata l’intesa finale, ma è di fatto una fumata nera quella di ieri al Consiglio europeo. Italia e Spagna hanno bocciato il piano sugli aiuti per fronteggiare l’emergenza. Alla fine si è trovato questo accordo: i governi della Ue si sono dati due settimane tempo per presentare nuove proposte per un’azione fiscale coordinata.

Coronavirus, ultime notizie: atterrata a Bergamo la task force di medici volontari

L’aereo con i medici volontari della task force voluta dal governo è atterrato questa sera all’aeroporto bergamasco di Orio al Serio. I volontari – che saranno smistati agli ospedali più in difficoltà – arrivano da Roma, Latina, Bari, Firenze, Cosenza, Potenza, Napoli, Vasto, Messina, Udine, Caserta e Perugia. Nelle prossime ore la delegazioni istituzionale incontrerà il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, e il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala.

Il bollettino della Protezione Civile

È di 62.013 positivi (+4.492), 8.215 deceduti (+712) e 10.361 guariti (+999), per un totale di 80.539 (+6.153) contagiati fino ad ora in Italia il nuovo bollettino diramato dalla Protezione Civile. Dei 62.013 attualmente contagiati, 24.753 (+1.641) sono ricoverati con sintomi, 3.612 (+123) sono in terapia intensiva, mentre 33.648 (+2.728) sono in isolamento domiciliare. Dopo quattro giorni consecutivi, torna ad aumentare il numero dei nuovi contagiati. Ieri, infatti, erano stati 3.491, l’altro ieri 3.612, mentre oggi tornano sopra i 4mila, precisamente 4.762. Aumentano nuovamente anche i decessi, 712, a fronte dei 683 registrati ieri. Il bollettino completo.

Coronavirus, ultime notizie: cambia nuovamente il modulo dell’autocertificazione

Coma preannunciato dal capo della Polizia Franco Gabrielli è cambiato nuovamente il modulo dell’autorcetificazione che permette di giustificare gli spostamenti all’interno del proprio comune, possibili, secondo le restrizioni anti Coronavirus, solo in alcune eccezione. Leggi la notizia completa e scarica il modulo qui.

Borrelli negativo al test

Angelo Borrelli negativo al tampone rino-faringeo per la ricerca di coronavirus. L’indagine epidemiologica si era resa necessaria a seguito dei sintomi febbrili avvertiti nella giornata di ieri dal Capo della Protezione Civile, che attualmente continua ad accusare un lieve stato influenzale e continuerà a lavorare dalla sua abitazione in costante contatto con il Comitato Operativo e l’Unità di Crisi. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà, come sempre, a garantire la massima operatività e a lavorare senza sosta sull’emergenza in atto. (Qui la notizia)

Coronavirus, ultime notizie: nel nuovo decreto c’è la possibilità di chiudere le frontiere

Il nuovo decreto legge, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, stabilisce la possibilità di limitare o vietare l’allontanamento e l’ingresso in territori comunali, provinciali o regionali, nonché rispetto al territorio nazionale.

coronavirus ultime notizie italia

Leggi anche: 1. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 2. Coronavirus, i numeri in Italia non tornano. Contagi troppo bassi e decessi troppo alti

3. La fiera del gelato di Rimini a gennaio e quegli stand di Wuhan e Codogno nello stesso padiglione (di Selvaggia Lucarelli) / Chapeau, Mario Draghi: hai spiegato ai tedeschi che col loro ottuso rigorismo, in questa battaglia si muore (di Luca Telese)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.