Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Reddito di cittadinanza, nuove modifiche con il passaggio alla Camera: giovedì 21 marzo il voto in Aula

Immagine di copertina

REDDITO DI CITTADINANZA NEWS –  Dal 6 marzo 2019 è possibile fare richiesta per il reddito di cittadinanza, la proposta simbolo del M5s.

Qui alcuni link utili sul reddito di cittadinanza:

Reddito di cittadinanza news | Ultime notizie

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

Aggiornamento 19 marzo. Le modifiche al “decretone” con il passaggio a Montecitorio: giovedì il voto, probabile la questione di fiducia. Il “decretone” su pensioni e reddito di cittadinanza è giunto in Aula a Montecitorio dopo il passaggio in Commissione, dove ha subito nuove modifiche: tra queste una novità importante è quella relativa al cambio dei requisiti per il riscatto agevolato della laurea. Il voto della Camera è stato fissato a giovedì 21 marzo e c’è un’alta probabilità che l’esecutivo ricorra alla questione di fiducia al fine di evitare ulteriori modifiche prima del nuovo passaggio in Senato e l’approvazione definitiva. Qui tutti i dettagli

Aggiornamento 13 marzo. Cinquecentomila domande. Ad oggi sono arrivate cinquecentomila domande per richiedere il reddito di cittadinanza. I dati sono stati forniti dall’Inps e dal ministero del Lavoro che hanno poi specificato quali sono le regioni dalla quali provengono il maggior numero di richieste. Intanto diverse critiche sono state sollevate da Confindustria e Confcommercio per quando riguarda le ultime modifiche all’impianto del sussidio. E in tanti si chiedono: in quanti sono in possesso dei requisiti per ottenere il reddito di cittadinanza? Qui tutti i dettagli

Reddito di cittadinanza news | Aggiornamento 12 marzo. Dimezzato il numero di navigator. La Conferenza delle Regioni ha ridotto il numero dei navigator, le nuove figure professionali che assisteranno i beneficiari del reddito di cittadinanza nella messa in pratica del Patto per il Lavoro, da 6mila a 3mila. Ad annunciarlo e spiegare le motivazioni che hanno portato a tale decisione è stato il presidente della Regione Liguria e vicepresidente del della Conferenza dei governatori Giovanni Toti. Qui tutti i dettagli

Aggiornamento 11 marzo. Reddito di cittadinanza, giunte finora 122mila domande: la Lombardia è prima per numero di richieste. Sono 122 mila le domande giunte per richiedere il reddito di cittadinanza, al via dal 6 marzo scorso. Secondo i dati del ministero del Lavoro, resi noti anche dal vicepremier Luigi Di Maio in un intervento nel corso della due giorni del M5s a Milano, il “Villaggio Rousseau”. Qui tutti i dettagli

Reddito di cittadinanza news | Chi ne ha diritto?

Chi si trova al di sotto della soglia di povertà assoluta: circa 5 milioni di persone.

Reddito di cittadinanza news | I requisiti

Per poter fare domanda – a partire dal 6 marzo – del reddito di cittadinanza è necessario essere in possesso di determinati requisiti, sia economici (quindi relativi al proprio reddito Isee) che relativi a cittadinanza e residenza.

Il RdC “viene erogato ai nuclei familiari in possesso cumulativamente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio” di:

  • cittadinanza italiana, di uno dei Paesi membri dell’Unione europea o anche di Paesi terzi (purché residenti in Italia continuativamente da 10 anni e in possesso di un permesso di soggiorno valido e purché venga presentata una certificazione dei redditi e dello stato di famiglia emesse dal paese di origine e tradotte e legalizzate in Italia);
  • un valore Isee fino 9.360 euro;
  • un patrimonio immobiliare (diverso dalla casa di abitazione) fino a 30 mila euro;
  • un patrimonio mobiliare fino a 6 mila euro per i single, incrementato fino a 10 mila euro per ogni altro componente il nucleo familiare, per la presenza di figli (1000 euro per ogni figlio successivo al primo)
  • un valore del reddito familiare inferiore a 6 mila euro annui
  • nessun autoveicolo immatricolato la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta ( o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti);
  • nessuna nave o imbarcazione da diporto;

>Qui tutti i requisiti Isee per accedere al reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza news | Il percorso previsto

Il Reddito di cittadinanza viene erogato per un periodo massimo di 18 mesi e la sua richiesta può essere rinnovata ma, in quel caso, il sussidio viene sospeso per un mese. Una volta presentata la domanda e ottenuto il beneficio economico, però, il ricevente ha un percorso da seguire al fine di essere inserito nel mondo del lavoro.

Tale percorso prevede:

  • la convocazione del beneficiario entro 30 giorni dal riconoscimento del sussidio per la stipula del Patto per il Lavoro o di Inclusione sociale;
  • l’obbligo di accettare almeno una di tre offerte di lavoro in linea con competenze e attitudini del beneficiario (con il voto sugli emendamenti del 26 febbraio l’obbligo scatta solo a fronte di una proposta salariale superiore di almeno il 10 per cento al sussidio, quindi superiore 858 euro)
  • entro i primi 12 mesi, la prima offerta di lavoro potrà arrivare nel raggio di 100 km – 100 minuti di viaggio. Se viene rifiutata la seconda offerta potrà arrivare nel raggio di 250 km. E se anche questa viene rifiutata, la terza offerta potrà arrivare da tutta Italia;
  • dopo il primo anno, anche la prima offerta potrà arrivare fino a 250 km, mentre la terza potrà arrivare da tutto il territorio nazionale;
  • dopo i 18 mesi tutte le offerte possono arrivare da tutto il territorio nazionale.
  • Per le famiglie con persone con disabilità, le offerte di lavoro non potranno mai superare i 250 km.