Me

Reddito di cittadinanza, ufficiale la lista degli acquisti consentiti: ecco le regole su cosa comprare e cosa no

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 28 Mag. 2019 alle 20:49 Aggiornato il 28 Mag. 2019 alle 20:55
Immagine di copertina

Reddito di cittadinanza decreto attuativo | Come usare la carta | Regole

Reddito di cittadinanza decreto attuativo – Finalmente è ufficiale. Il decreto attuativo del ministero del Lavoro guidato dal leader pentastellato Luigi Di Maio ha infatti definito una volta per tutte le regole per quanto riguarda le spese ammesse e quelle vietate da effettuare con la RdC Card, la carta su cui vengono accreditati i soldi del reddito di cittadinanza.

La scorsa settimana, infatti, era stata data notizia che il paniere di beni di cui è consentito l’acquisto era stato ampliato ed ora le nuove regole della famosa card gialla di Poste Italiane, definite di concerto con il ministro dell’Economia Giovanni Tria, sono state confermate e il decreto attuativo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

In sostanza, sono stati inseriti tra gli acquisti consentiti dei prodotti che inizialmente non rientravano assolutamente in questa categoria: parliamo ad esempio di elettrodomestici o prodotti di tecnologia o, ancora, di articoli di abbigliamento. Ed ora ne è quindi giunta la conferma: no a gioco d’azzardo, armi, materiale pornografico, acquisti per servizi finanziari o assicurativi e no a beni di lusso come gioielli, quadri, pellicce o leasing di barche e imbarcazioni da diporto.

Reddito di cittadinanza maggio 2019: ecco quando arriva il secondo pagamento

, invece, a smartphone e tablet, ai vestiti – ad eccezione degli accessori – o agli alcolici. Restano vietatissimi gli acquisti online su siti di e-commerce e quelli per abbonamenti a servizi di streaming.

I titolari della card elettronica dove mensilmente viene accreditato l’importo spettante, quindi, potranno utilizzare la card per procedere ai suddetti acquisti negli esercizi commerciali convenzionati e per pagare le utenze, l’affitto o il mutuo (per quanto riguarda chi non ha una casa di proprietà). Ricordiamo, inoltre, che l’importo caricato sulla card deve essere speso entro il mese successivo o subirà una decurtazione pari al 20 per cento e che, comunque, gli acquisti vietati verranno inibiti tramite un meccanismo di riconoscimento dei merchant category code (Mcc).

Reddito di cittadinanza, ecco il simulatore Inps per sapere quanto spetta del sussidio: come funziona?

Grande la soddisfazione, per quanto riguarda la possibilità per i beneficiari del reddito o della pensione di cittadinanza di procedere ad acquisti di elettronici, della Aires, associazione che riunisce le principali insegne del settore. “Siamo soddisfatti perché si è ristabilito un principio fondamentale: i prodotti elettronici non sono beni voluttuari o consumistici, ma strumenti fondamentali per la vita delle persone e delle famiglie, per l’inclusione sociale e anche per il reinserimento lavorativo”, è quanto infatti affermato da Andrea Scozzoli, presidente di Aires.

Il vertice dell’associazione ha inoltre specificato che “non sarà possibile effettuare acquisti online” per quanto riguarda questi articoli, ma anche che è invece “consentita la modalità clicca e ritira, cioè la prenotazione del bene sul web e il conseguente ritiro e pagamento nel punto vendita”.

Tutte le ultime notizie sul reddito di cittadinanza

Dentro il Rojava, guerra di Siria