Coronavirus in Italia, ultime notizie. Il bollettino: superati i 34mila morti, ora sono più degli attualmente positivi. Mini focolaio all’ospedale Niguarda di Milano

Le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 che ha colpito il nostro Paese

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 9 Giu. 2020 alle 06:27 Aggiornato il 9 Giu. 2020 alle 19:16
20
Immagine di copertina
Credits: Alberto Gandolfo/Pacific Press via ZUMA Wire

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi in tempo reale

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – È di 32.872 persone attualmente positive, 34.043 decessi e 168.646 guariti, per un totale di 235.561 casi l’ultimo bilancio relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia secondo il bollettino della Protezione Civile. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, martedì 9 giugno 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 19,15 – Arcuri: “Epidemia si neutralizza in parte del Paese” – L’epidemia di Covid in Italia “in queste ultime settimane appare reclinare e in qualche modo diminuire non soltanto nella sua portata ma anche neutralizzandosi in una parte importante del nostro territorio”. Lo ha detto il commissario all’emergenza, Domenico Arcuri, in audizione in Commissione Affari sociali della Camera.

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione civile – È di 32.872 persone attualmente positive (- 1.858 rispetto a ieri), 34.043 decessi (+79, di cui 32 però relativi alle scorse settimane in Abruzzo e conteggiati solo oggi) e 168.646 guariti (+2.062), per un totale di 235.561 casi (+283), il bilancio di oggi dell’epidemia di Coronavirus in Italia. Secondo il consueto bollettino diffuso dalla Protezione Civile, dei 32.872 attualmente positivi, 4.581 sono ricoverati in ospedale (-148), 263 necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva (-20), mentre 28.028 si trovano in isolamento domiciliare (-1.690). Per quanto riguarda i tamponi, oggi sono stati realizzati 55.003 test (ieri erano stati 27112, l’altroieri 49.478). Il rapporto tra tamponi positivi e tamponi effettuati oggi è allo 0,51 per cento (ieri era stato dell’1 per cento). Qui tutti i dettagli sul bollettino.

coronavirus bollettino oggi

Rimane stabile rispetto a ieri il numero dei nuovi positivi: 283 rispetto ai 280 di ieri. Ma i tamponi, oggi, sono stati esattamente il doppio: per questo motivo la percentuale di test positivi sul totale si è dimezzata. Dei 283 tamponi positivi di oggi, ancora una volta la maggior parte sono in Lombardia: 192 (il 67,8 per cento). C’è stato invece un incremento di 21 casi in Piemonte, 18 in Emilia Romagna, 23 nel Lazio. Le altre 16 Regioni hanno tutte meno di 10 casi: zero contagi invece si registrano nelle Marche, in Friuli Venezia Giulia, provincia di Bolzano, Sardegna, Val d’Aosta, Calabria. Individuati tre nuovi contagiati tra Molise e Basilicata, le regioni meno colpite e a lungo a zero contagi. Torna invece a salire leggermente il numero dei morti: 79 contro i 65 di ieri.

Ore 15,00 – Il lockdown ha tagliato la spesa media degli italiani – Secondo l’Istat nel 2019 la spesa media mensile delle famiglie italiane è stata di 2.560 euro mensili. Le stime poi mostrano il crollo durante il periodo delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19. Coldiretti: consumi a picco, torniamo indietro di 20 anni.

Ore 12,30 – Il bollettino dello Spallanzani – “In questo momento sono ricoverati presso il nostro istituto 82 pazienti. Di questi, 32 sono casi confermati Covid-19, di cui 18 attualmente ancora positivi al tampone, mentre 50 sono sottoposti ad indagini”. È quanto si legge nel consueto bollettino medico diffuso dall’ospedale Spallanzani di Roma in cui si sottolinea anche che “4 pazienti necessitano di supporto respiratorio”. Il nosocomio, inoltre, precisa che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture sono a questa mattina 471”.

Ore 10,00 – Mini focolaio all’ospedale Niguarda di Milano – Un mini focolaio di Coronavirus si è innescato nel reparto di Oncologia dell’ospedale Niguarda di Milano. A darne notizia è il Corriere della Sera, secondo cui il contagio sarebbe partito “dagli specializzandi, giovani studenti di medicina che sono stati i primi ad ammalarsi”. Poi “la malattia è stata trasmessa ad alcuni medici, infermieri (tra cui una caposala) e operatori socio sanitari”. Per questo motivo oggi e domani il reparto sarà chiuso per essere bonificato. Interpellati dal quotidiano, alcuni medici dell’ospedale hanno dichiarato che quello che è accaduto “va oltre la situazione specifica dell’ospedale, che sta prendendo tutte le contromisure necessarie: deve essere invece un monito molto più ampio per tutta la città, perché dimostra che la malattia non è affatto sparita, che la trasmissione si può ancora innescare in tempi rapidi e che quindi non bisogna allentare l’attenzione. Un monito importante anche per i ragazzi, che probabilmente stanno vivendo le prime settimane della Fase 2 con troppa leggerezza”.

Ore 9,30 – “Più giovani e meno gravi”: l’identikit dei nuovi contagiati – Sono “più giovani e meno gravi” i nuovi contagiati dal Coronavirus. Lo afferma Patrizio Pezzotti, esperto di Modelli matematici e Biostatistica, che coordina i report dell’Iss. Leggi la notizia completa.

Ore 8,00 – Milano: dopo 3 mesi riapre Pinacoteca di Brera – Dopo 3 mesi di chiusura riapre la Pinacoteca di Brera di Milano. “Un giorno speciale e simbolico – spiegano dalla galleria d’arte che rappresenta uno dei simboli della città meneghina – perché lo stesso giorno di 70 anni fa, il 9 giugno 1950, la Pinacoteca di Brera riapriva al pubblico dopo i bombardamenti dek 1943”.

Ore 6,00 – Roma, focolaio al San Raffaele: trovato il paziente 0 – Mentre i positivi del focolaio scoppiato nella clinica San Raffaele di Roma salgono a 41, l’indagine epidemiologica volta a trovare il cosiddetto paziente 0 potrebbe essere giunta a una conclusione. Secondo quanto ricostruito, infatti, il primo caso di Covid-19 all’interno della struttura risalirebbe a maggio e riguarderebbe un operatore sanitario della struttura. Non è ancora chiaro, però, dove l’operatore ha contratto il virus.  Intanto, nella giornata di ieri, lunedì 8 giugno, sono i partiti i test sierologici sui pazienti dimessi dalla clinica dal 18 maggio in poi e per i loro contatti stretti. L’obiettivo della regione Lazio è quello di effettuare 1800 test al fine di circoscrivere il più possibile il focolaio, che al momento comunque sembrerebbe essere sotto controllo. Dei 41 positivi al Coronavirus registrati finora, 24 sono riferiti a pazienti trasferiti, uno è un paziente deceduto, 9 sono dipendenti della struttura e 7 sono esterni.

CORONAVIRUS ITALIA – COSA È SUCCESSO IERI

Roma, focolaio all’ospedale San Raffaele: i positivi salgono a 37 – È salito a 37 il numero di positivi in relazione al focolaio scoppiato all’ospedale San Raffaele di Roma. Ieri, domenica 7 giugno, sono stati effettuati test a tappeto per tracciare la catena del contagio. Sono emersi alcuni nuovi positivi dopo i 31 iniziali: si tratta di parenti di pazienti della struttura. Da oggi verranno effettuati tamponi su tutti i pazienti dimessi e sui loro contatti, nel tentativo di individuare eventuali altri positivi.

Istat: Pil Italia -8,3% nel 2020, +4,6% nel 2021 – L’Istat prevede una marcata contrazione del Pil nel 2020 (-8,3%) e una ripresa parziale nel 2021 (+4,6%). Lo si legge nel report “Le prospettive per l’economia italiana nel 2020-2021” in cui si sottolinea anche che “quantificare l’impatto dello shock senza precedenti che sta investendo l’economia italiana è un esercizio connotato da ampi livelli di incertezza rispetto al passato, quando la persistenza e la regolarità dei fenomeni rappresentava una solida base per il calcolo delle previsioni”. Leggi la notizia completa.

Coronavirus Italia | Tridico (presidente Inps): “Cassa integrazione? Entro venerdì arriveranno a tutti” – In un’intervista a Repubblica, il presidente dell’Inps Pasquale Tridico ha parlato della situazione Coronavirus in Italia, con particolare riferimento alla Cassa integrazione, che tantissimi lavoratori nel nostro Paese stanno aspettando praticamente da due mesi. “Lo scriva: entro venerdì 12 giugno pagheremo tutte le 419 mila domande di cassa integrazione giacenti. Mi impegno a pagare l’arretrato in settimana. All’Inps ci sono lavoratori straordinari che si stanno facendo in quattro per dare una risposta a tutti”, ha assicurato. Poi ha aggiunto: “Stiamo notando un fortissimo calo delle richieste di Cig, stimiamo un meno 50 per cento. Un dato che mi dice che il Paese è ripartito. Finalmente”.

Il bollettino di oggi: 280 nuovi casi – È di 34.730 persone attualmente positive (-532 rispetto a ieri), 33,964 decessi (+65) e 166.584 guariti (+747), per un totale di 235.278 casi (+280), il bilancio di oggi dell’epidemia di Coronavirus in Italia. Secondo il consueto bollettino diffuso dalla Protezione Civile, dei 34.730 attualmente positivi, 4.729 sono ricoverati in ospedale (-135), 283 necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva (-4), mentre 29.718 si trovano in isolamento domiciliare (-393). Per quanto riguarda i tamponi, oggi sono stati realizzati 27112 test (ieri erano stati 49.478, l’altroieri 72.485). Il rapporto tra tamponi positivi e tamponi effettuati risale nuovamente: oggi è all’1 per cento (uno ogni 58 persone testate), ieri era stato dello 0,4 per cento (uno ogni 120 circa). Qui tutti i dettagli sul bollettino.

Leggi anche:

1. Azienda fallita ma licenziamenti vietati, il dramma degli esodati del Covid: “Noi, lavoratori sospesi, abbandonati dallo Stato” / 2. Test sierologici: il TAR della Lombardia annulla l’accordo tra il Policlinico San Matteo e Diasorin / 3. La mascherina al mare? L’immunologo Le Foche: “Non serve se c’è il rispetto delle distanze”

4. Isola di Ponza, arrivano le “Sentinelle del mare” per i controlli anti contagio Coronavirus / 5. Ragusa: “premio” di 1 euro per gli infermieri impegnati nell’emergenza Coronavirus / 6. Lombardia, i camici per i medici forniti dalla ditta della moglie di Fontana. Il caso

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

20
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.