Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Coronavirus nel mondo. Oms: “Pandemia tutt’altro che finita, a livello globale la situazione sta peggiorando”

Aggiornamenti in tempo reale dal mondo sull'epidemia da Covid-19

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 9 Giu. 2020 alle 06:26 Aggiornato il 9 Giu. 2020 alle 21:08
22
Immagine di copertina
Credits: EPA/Peter Foley

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – Sono stati superati i 7 milioni di casi nel mondo con il virus, che ha provocato più di 400mila vittime. Dopo l’Asia e l’Europa, l’epicentro dell’epidemia adesso è in America Latina. Qui le ultime notizie sul Covid-19 in Italia. Di seguito le ultime notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi martedì 9 giugno 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 21,00 – Ue: “Fake news da Russia e Cina per minare la democrazia” – “Alcuni paesi terzi, in particolare Russia e Cina, sono impegnati in campagne di disinformazione sul Covid 19 in Europa e a livello mondiale nel tentativo di minare il dibattito democratico, esacerbare la polarizzazione all’interno delle società e migliorare la propria immagine”. La denuncia arriverà domani, 10 giugno, dalla Commissione europea, che approverà la prima Comunicazione sulla disinformazione relativa al Coronavirus. Secondo la bozza, Bruxelles lancia un vero e proprio allarme contro le fake news promosse da paesi terzi con lo scopo di peggiorare l’impatto sanitario e sociale della crisi per minare la democrazia occidentale. Un pericolo talmente grande che l’Europa parla di “infodemia”.

Secondo Bruxelles, dietro all’infodemia c’è una regia di attori stranieri, in particolare Russia e Cina, che danno vita a vere e proprie campagne “mirate a minare la democrazia” indebolendo la credibilità delle “istituzioni europee, nazionali e regionali”. Si parla di “influenza malevola, manipolazione e interferenza per provocare danni”. Per questo la Commissione propone una serie di azioni mirate a “combattere il flusso di disinformazione e le operazioni di influenza malevola esterna con pratiche proattive e comunicazione positiva coinvolgendo governi, società civile e piattaforme”.

Ore 18,00 – Spagna, zero morti e pochi contagi – In Spagna anche oggi nessun decesso di persone contagiate dal Coronavirus e 84 nuovi contagi, in aumento rispetto ai 48 del giorno precedente. Il totale delle vittime resta a 27.136.

Ore 15,00 – La Grecia apre ai turisti italiani: “Via alle limitazioni da lunedì” – La Grecia apre all’Italia. Già da lunedì. “Il ministro Di Maio mi ha aggiornato sui dati in Italia nettamente migliorati. La Grecia toglie dal prossimo lunedì, in maniera graduale fino alla fine del mese, tutte le limitazioni nei confronti dell’Italia. Esprimo i sentimenti di solidarietà da parte del popolo greco al popolo italiano”. Così il ministro degli Esteri greco, Nikos Dendias, in conferenza stampa ad Atene con il titolare della Farnesina, Luigi Di Maio. 

Ore 14,00 – Spagna: mascherine obbligatorie fino a scomparsa del virus – In Spagna le mascherine rimarranno obbligatorie fino a quando il Coronavirus non sarà “definitivamente sconfitto”. Lo ha annunciato il ministro della Salute Salvador Illa.

Ore 13,50 – India: a New Delhi oltre 500mila casi di Covid-19 entro luglio – La capitale indiana, New Delhi, si aspetta di raggiungere 500mila casi di Coronavirus entro la fine di luglio, un bilancio moltiplicato di 20 volte in due mesi. Lo ha annunciato l’amministrazione locale. La megalopoli di 20 milioni di abitanti registra attualmente 874 decessi e 29.943 casi confermati.

Ore 12,00 – Oms: “Contagio da asintomatico molto raro” – È molto raro che un soggetto asintomatico possa trasmettere il Covid-19. È quanto sostiene Maria Van Kerkhove, direttore del team tecnico dell’Oms. “Dai dati che abbiamo, sembra ancora raro che una persona asintomatica in realtà contagi un altro individuo” ha spiegato Maria Van Kerkhove. “Abbiamo diversi rapporti di Paesi che stanno monitorando contatti molto dettagliati. Seguono casi asintomatici, i contatti continuano e finora non si trova alcuna trasmissione secondaria”. Leggi la notizia completa.

Ore 11,30 – Belgio: ieri 89 nuovi casi e 13 decessi – Il Belgio ha registrato 89 nuovi casi di Coronavirus, che portano il totale dei positivi a 59.437, secondo i dati pubblicati oggi dal ministero della Sanità. Nelle ultime 24 ore, inoltre, sono stati comunicati 13 decessi per un totale di 9.619 morti confermati o sospetti Covid-19.

Ore 11,00 – Cina: solo tre nuovi casi di Coronavirus – Nell’ultimo giorno in Cina sono stati registrati solo 3 nuovi casi di Covid-19, rispetto ai quattro del giorno prima. Si tratta di tre casi importati, di viaggiatori rientrati all’estero: due nella provincia sud-orientale di Canton e uno a Sichuan, nel centro del Paese. I casi totali di Coronavirus registrati in Cina ammontano così a 83.043, mentre i decessi restano fermi a 4.643.

Ore 9,20 – Studio Harvard: “Casi a Wuhan già a fine settembre” – Secondo uno studio condotto dalla Harvard Medical School, i casi di Coronavirus sono emersi a Wuhan già dalla fine di settembre. Il team di ricercatori, infatti, ha osservato, attraverso immagini satellitari, un aumento del traffico negli ospedale della città cinese a cui è corrisposto anche un boom di ricerche su internet sui sintomi strettamente associati al Covid-19. Leggi la notizia completa.

Ore 8,30 – Filippine: le scuole non riapriranno prima del vaccino – Le scuole delle Filippine non riapriranno fino a quando un vaccino contro il Covid-19 non sarà disponibile. Lo hanno annunciato le autorità di Manila, che hanno però assicurato la ripresa delle lezioni online alla fine di agosto.

Ore 06.30 – Oms: “Pandemia tutt’altro che finita, a livello globale la situazione sta peggiorando” – “Mi dispiace dirlo, perché tutti vorremmo non fosse così, ma la pandemia è tutt’altro che finita. Vediamo segnali positivi in alcuni Paesi, ma in altri dobbiamo dire che la risposta non è adeguata. Però è possibile intervenire, costruire questa risposta, le infrastrutture necessarie, anche formando il personale sanitario al meglio”. A dichiaralo è Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico per il coronavirus dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

“Sebbene la situazione in Europa stia migliorando, a livello globale sta peggiorando. Più di 100.000 casi sono stati segnalati in 9 degli ultimi 10 giorni. Ieri sono stati notificati oltre 136.000 casi, il massimo finora in un solo giorno”, ha aggiunto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Quasi il 75% dei casi di ieri proviene da 10 Paesi, principalmente nelle Americhe e nell’Asia meridionale. La situazione del Sud America è quella che ci preoccupa di più. La maggior parte dei Paesi della regione africana sta ancora registrando un aumento dei casi, con alcune segnalazioni in nuove aree geografiche, sebbene la maggior parte dei Paesi della regione abbia meno di 1.000 casi. Vediamo anche un numero crescente di contagi in alcune parti dell’Europa orientale e dell’Asia centrale. Allo stesso tempo, siamo incoraggiati dal fatto che diversi Paesi in tutto il mondo vedano segnali molto positivi. Ci troviamo da più di sei mesi in questa pandemia e non è il momento per nessun Paese di togliere il piede dall’acceleratore. Questo è il momento di continuare a lavorare sodo, sulla base della scienza e della solidarietà”.

Ore 06.00 – Superati i 700.000 casi in Brasile – Sono stati registrati oltre 700.000 casi di coronavirus in Brasile, secondo l’alleanza dei media del Paese perché il governo ha deciso di limitare l’accesso ai dati ufficiali. Solo il primo giugno i contagi nello Stato sudamericano erano 500.000. I morti, secondo Johns Hopkins University, sono 36.455 in Brasile.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI 

New York riapre, 100 giorni dopo il primo caso di Covid – Cento giorni dopo il primo caso ufficiale di contagio da coronavirus, e più di due mesi dopo l’inizio del lockdown, la città di New York riapre. Circa 400 mila persone torneranno al lavoro nelle 16 mila attività commerciali e 3.700 manifatture. Ristoranti e pub potranno riempirsi solo al 25 per cento, per garantire il rispetto del distanziamento sociale. Apertura anche per le migliaia di cantieri disseminati in tutta la città. Torneranno ad affollarsi, seppure parzialmente, le linee della metropolitana rimaste deserte per oltre tre mesi in cui milioni di newyorkesi hanno dovuto cambiare radicalmente stile di vita. Non mancherà un senso di ansia da “sopravvissuti”: la City è stata fin qui il focolaio mondiale della pandemia con più di 205 mila contagiati e quasi 22 mila morti, ma da più di tre settimane la curva dei contagi si è appiattita, fino ad arrivare, venerdì, alla prima volta senza registrare decessi. Durante la pandemia si sono persi 800 mila posti di lavoro, mentre almeno 500 mila persone hanno lasciato la città, non essendo più in grado di sostenere l’alto costo degli affitti.

Coronavirus ultime notizie | Nuova Zelanda: dimesso ultimo caso Covid – La Nuova Zelanda non ha più alcun caso attivo di Coronavirus: lo hanno annunciato le autorità sanitarie dopo le dimissioni dell’ultimo paziente ricoverato in isolamento.

Cipro, da domani riaperte frontiere a 13 Paesi: non c’è l’Italia – Da domani Cipro riapre le frontiere a 13 Paesi ma tra questi non c’è l’Italia. Chi arriverà da Grecia, Malta, Bulgaria, Norvegia, Austria, Finlandia, Slovenia, Ungheria, Israele, Danimarca, Germania, Slovacchia e Lituania sarà ammesso ma dovrà presentare il risultato negativo di un test Coronavirus effettuato entro 72 ore dalla partenza. Dal 20 giugno, altri Paesi verranno aggiunti (Svizzera, Polonia, Romania, Croazia, Estonia e Repubblica ceca) se la situazione non peggiorerà. Il governo ha fatto sapere che la lista verrà aggiornata settimanalmente e nuove aggiunte potrebbero trovarvi posto.

L’Oms: “No ai guanti, neanche al supermercato” – L’Oms sconsiglia ufficialmente l’uso dei guanti per scongiurare il rischio del Coronavirus. Al contrario, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità il loro uso può “aumentare il rischio di infezione, dal momento che può portare alla auto-contaminazione o alla trasmissione ad altri quando si toccano le superfici e quindi il viso”, ma anche tramite le mani stesse, visto che il virus può comunque depositarsi “attraverso piccoli difetti dei guanti stessi o durante la rimozione dei guanti”. L’Oms sconsiglia i guanti anche al supermercato: “Oltre al distanziamento fisico, si raccomanda l’installazione di distributori di gel igienizzante per le mani all’ingresso e all’uscita”.

Leggi anche:

1. Azienda fallita ma licenziamenti vietati, il dramma degli esodati del Covid: “Noi, lavoratori sospesi, abbandonati dallo Stato” / 2. Test sierologici: il TAR della Lombardia annulla l’accordo tra il Policlinico San Matteo e Diasorin / 3. La mascherina al mare? L’immunologo Le Foche: “Non serve se c’è il rispetto delle distanze”

4. Isola di Ponza, arrivano le “Sentinelle del mare” per i controlli anti contagio Coronavirus / 5. Ragusa: “premio” di 1 euro per gli infermieri impegnati nell’emergenza Coronavirus / 6. Lombardia, i camici per i medici forniti dalla ditta della moglie di Fontana. Il caso

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

22
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.