Coronavirus in Italia, ultime notizie. Il bollettino della Protezione Civile: oggi 346 nuovi casi di cui 210 in Lombardia

Le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 che ha colpito il nostro Paese

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 13 Giu. 2020 alle 07:46 Aggiornato il 13 Giu. 2020 alle 20:25
20
Immagine di copertina
La pm di Bergamo, Maria Cristina Rota, dopo aver interrogato Conte a Palazzo Chigi (Credits: ANSA/ MASSIMO PERCOSSI - CLAUDIO PERI)

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi in tempo reale

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – È di 27.485 persone attualmente positive, 34.301 morti e 174.865 guariti, per un totale di 236.651 casi, il bilancio relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia secondo l’ultimo bollettino della Protezione Civile. Il premier Conte è stato interrogato dalla pm di Bergamo, Maria Cristina Rota, sulla mancata zona rossa ad Alzano e Nembro. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, sabato 13 giugno 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 20,05 – Trentino: da lunedì basta mascherine – Da lunedì in Trentino cesserà l’obbligo di indossare la mascherina in luoghi all’aperto. La misura resterà nei luoghi pubblici al chiuso. Via anche i guanti presso le attività di vendita al dettaglio.

Ore 20,00 – Fase 3, ordinanza regione Sicilia: lunedì aprono discoteche e fiere – Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha firmato una nuova ordinanza che, a partire da lunedì, consentirà il riavvio nell’isola di numerose attività economiche e sociali. In particolare potranno riaprire: sale giochi, sale scommesse e bingo, sale da ballo, discoteche e locali assimilati all’aperto o al chiuso, nonché fiere e congressi, centri benessere, termali, culturali e sociali.

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione Civile – È di 27.485 (-1.512) persone attualmente positive, 34.301 (+78) deceduti e 174.865 guariti (+1.780), per un totale di 236.651 (+346) casi, l’odierno bilancio inerente all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino della Protezione Civile. Dei 27.485 attualmente positivi, 3.747 (-146) sono ricoverati in ospedale, 220 (-7) necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva, mentre 23.518 (-1.359) si trovano in isolamento domiciliare. Continuano a diminuire gli attualmente positivi, che oggi scendono di ulteriori 1.512 unità, mentre per quanto riguarda il numero dei decessi, aumentato di 78 unità rispetto alla giornata di ieri, c’è da sottolineare che dei 25 decessi comunicati oggi dalla regione Lazio solo 2 sono sono riferiti alle ultime 24 ore, mentre i restanti 23 sono riferiti ai mesi di marzo e aprile. Il totale dei decessi registrati nelle ultime 24 ore in Italia, dunque, è in realtà 55. Oggi, inoltre, si registrano 346 casi totali, di cui ben 210 sono stati registrati in Lombardia. Il bollettino della Protezione Civile.

coronavirus italia

Ore 15,00 – Speranza, accordo per 400 mln dosi vaccino in Ue – “Una notizia molto bella e importante Insieme ai Ministri della Salute di Germania, Francia e Olanda, dopo aver lanciato nei giorni scorsi l’alleanza per il vaccino, ho sottoscritto un contratto con AstraZeneca per l’approvvigionamento fino a 400 milioni di dosi di vaccino da destinare a tutta la popolazione europea”. Lo annuncia il ministro della Salute Roberto Speranza. “Il candidato vaccino – aggiunge – nasce dagli studi dell’Università di Oxford e coinvolgerà nella fase di sviluppo e produzione anche importanti realtà italiane. L’impegno prevede che il percorso di sperimentazione, già in stato avanzato, si concluda in autunno con la distribuzione della prima trance di dosi entro la fine dell’anno. Con la firma di oggi arriva un primo promettente passo avanti per l’Italia e per l’Europa. Il vaccino è l’unica soluzione definitiva al Covid 19. Per me andrà sempre considerato un bene pubblico globale, diritto di tutti, non privilegio di pochi”. Speranza, a quanto si apprende, ha informato il Cdm e gli ospiti presenti agli Stati generali, ricevendo alla fine un applauso per la notizia (Qui i dettagli).

Ore 14,30 – Roma, 2 tecnici Rai positivi – Due tecnici del Centro Rai di Saxa Rubra, a Roma, sono risultati positivi al coronavirus. I due sono collegati al cluster del San Raffaele Pisana, ed è in corso, informa la Regione Lazio, un’indagine epidemiologica che ha visto finora 70 test eseguiti.  Sono 12 al momento, invece, i nuovi casi positivi riferibili al cluster di Piazza Attilio Pecile a Garbatella, tutti trasferiti presso altre strutture dedicate. Per ora non ci sono casi positivi all’interno della struttura. Lo rende noto la Regione Lazio nel bollettino di oggi. A quanto si apprende, nel palazzo occupato risultano vivere 107 persone, che sono state tutte sottoposte a tampone.

Ore 13,30 – Fontana: “Sta emergendo verità su buon operato Lombardia” – “Il tempo è galantuomo e dopo le offese, gli insulti e le minacce la verità sul buon operato della Regione Lombardia sta emergendo dalle inchieste e dai dati ufficiali”: lo ha scritto sul suo profilo Facebook il governatore della Lombardia Attilio Fontana aggiungendo che “Restano i pochi incivili da tastiera a promuovere infondate tesi complottiste, false e prive di ogni ragionevole fondamento mentre la verità sta emergendo con tutta la sua forza”. (Qui i dettagli).

Ore 13,10 – Salvini: “su zona rossa è finalmente emersa verità” – “È finalmente emersa la verità dopo mesi di bugie. Spettava al governo, perché una zona rossa per essere protetta ha bisogno dei militari per controllare chi entra e chi esce. I militari, l’esercito, i carabinieri, la polizia, dipendono dal governo ovviamente non dai sindaci o dai governatori”. Così il leader della Lega Matteo Salvini a Reggio Calabria, dove si trova per l’inaugurazione della segreteria provinciale del Carrroccio, ha risposto alla domande dei giornalisti che chiedevano un commento sull’inchiesta della Procura di Bergamo sulla mancata zona rossa nella Val Seriana. “Da italiano e da lombardo – ha aggiunto Salvini – vorrei sapere chi doveva e non ha fatto perché”.

Ore 12,30 – Roma, nuovo focolaio di Coronavirus: 12 positivi in un palazzo occupato alla Garbatella – È di almeno 12 positivi il bilancio di un nuovo focolaio di Coronavirus esploso a Roma, in un palazzo occupato alla Garbatella. Secondo quanto ricostruito, tutto ha avuto inizio nella giornata di venerdì 12 giugno quando in uno stabile occupato in piazza Attilio Pecile alla Garbatella, dove vivono senzatetto e immigrati, una famiglia di origine peruviana è stata trovata positiva al Covid-19 (Qui i dettagli).

Ore 10,30 – Papa: mondo sopraffatto da virus ma tante mani tese d’amore – “Tendere la mano è un segno: un segno che richiama immediatamente alla prossimità, alla solidarietà, all’amore. In questi mesi, nei quali il mondo intero è stato come sopraffatto da un virus che ha portato dolore e morte, sconforto e smarrimento, quante mani tese abbiamo potuto vedere!”. Così Papa Francesco nel Messaggio per la IV Giornata Mondiale dei Poveri che sarà celebrata il 15 novembre, sul tema ‘Tendi la tua mano al povero’.

Ore 8,30 – Zona rossa: Conte, sono tranquillo, non temo avvisi di garanzia – “Ai pm ho spiegato tutto per filo e per segno. Sono assolutamente tranquillo…. Ho chiarito tutto quello che c’era da chiarire, ho illustrato tutti i passaggi di quei terribili giorni in cui combattevamo contro un nemico invisibile. Non ho nulla da temere”: lo ha affermato il premier Giuseppe Conte in un colloquio con La Stampa. “Alla luce del quadro epidemiologico di cui disponevamo in quella prima settimana di marzo, non avrebbe avuto alcun senso chiudere solo i comuni di Alzano e di Nembro”, ha spiegato il premier, “il nostro problema, già in quelle ore, era studiare soluzioni drastiche e immediate per tutta l’Italia. Ed è quello che abbiamo fatto”. “In scienza e coscienza, ed ho la serenità di chi ha sempre concordato ogni passo con il Comitato Tecnico Scientifico”, ha aggiunto Conte che puntualizza: “Non mi aspetto alcun avviso di garanzia, né l’ho mai temuto” (Qui la notizia completa).

Ore 8,00 – De Luca: “In Campania stop ad obbligo mascherina all’esterno” – “Da lunedì 22 renderemo facoltativo l’uso della mascherina all’esterno. Rimarrà obbligatorio l’uso della mascherina nei luoghi chiusi. È sempre bene continuare ad indossarla nonostante l’assenza di obbligo”. Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca durante l’ormai consueta diretta Facebook.

Ore 7,00 – Monitoraggio post riaperture: “Epidemia non è finita, possibili nuovi focolai” – “Complessivamente il quadro generale dell’impatto dell’infezione da SarsCov2 in Italia rimane a bassa criticità. Tuttavia, persistono in alcune realtà regionali un numero di nuovi casi segnalati ogni settimana elevati seppur in diminuzione e in alcune parti del paese la circolazione di SarsCov2 è ancora rilevante”. E’ questa la sintesi del monitoraggio settimanale del ministero della Salute e dell’Iss relativo alla settimana 1-7 giugno: un report utile a controllare la situazione nel paese e reagire con nuove chiusure in caso di emergenza.

CORONAVIRUS ITALIA – COSA È SUCCESSO IERI

Pm Rota a TPI: “Zona rossa spettava a Conte? Non ho altro da aggiungere” – All’uscita da Palazzo Chigi dopo l’audizione del premier Conte e dei ministri Lamorgese e Speranza nell’ambito dell’inchiesta sulla mancata chiusura dei comuni di Alzano Lombardo e Nembro, la pm di Bergamo Maria Cristina Rota ha risposto alla domanda della giornalista di TPI Veronica di Benedetto Montaccini. La nostra inviata ha chiesto a Rota se fosse pentita di quanto dichiarato il 29 maggio scorso, quando ha affermato che la mancata istituzione della zona rossa “era responsabilità di Roma”. Oggi la pm dichiara a TPI: “Io avevo detto che dalle dichiarazioni raccolte fino a quel momento emergeva quello, ma oggi non ho altro da aggiungere” (Leggi la notizia).

Mancata zona rossa ad Alzano e Nembro: Conte sentito dai Pm per 3 ore, acquisito materiale inchiesta TPI. La pm di Bergamo Maria Cristina Rota ha raccolto a Palazzo Chigi a Roma la deposizione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell’ambito dell’inchiesta sulla mancata istituzione della zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro, nel Bergamasco. Saranno ascoltati a Palazzo Chigi anche i ministri Speranza e Lamorgese. Qui la notizia completa.

Brusaferro(Iss): “Dai dati di oggi ulteriore miglioramento” – “I dati che forniremo oggi sono dati di ulteriore miglioramento”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, intervenendo in una web conference sugli effetti della pandemia sulle imprese e, in particolar modo, sulla sicurezza aziendale, organizzata dall’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti (Ucid). “La curva continua a decrescere lentamente”, ha aggiunto Brusaferro.

Serie A, cambia la norma: anche con giocatori positivi il campionato non si ferma più – Cambio nelle norme che regolano il ritorno in campo della Serie A dopo l’emergenza Coronavirus. Il Comitato tecnico scientifico ha infatti accettato la proposta della Federcalcio di modificare le regole relative all’eventualità in cui un calciatore venga trovato positivo al Covid-19 dopo la ripresa del campionato. Non sarà più necessario, come invece era stato stabilito, che l’intera squadra vada in quarantena per due settimane, interrompendo di fatto il torneo. Come avviene nella Bundesliga tedesca, in quel caso solo chi risulta contagiato dovrà fermarsi, mentre tutti gli altri compagni di squadra dovranno essere sottoposti a un tampone dall’esito rapido per accertare eventuali altri contagi. In questo modo diventa molto probabile che la Serie A, che riparte il 20 giugno, si concluda regolarmente.

Il bollettino della Protezione civile – È di 28.997 persone attualmente positive (-1.640 rispetto a ieri), 34.223 decessi (+56) e 173.085 guariti (+1.747), per un totale di 236.305 casi (+372), il bilancio di oggi dell’epidemia di Coronavirus in Italia. Secondo il consueto bollettino diffuso dalla Protezione Civile, dei 28.997 attualmente positivi, 3.893 sono ricoverati in ospedale (-238), 227 necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva (-9), mentre 24.877 si trovano in isolamento domiciliare (-1.393). Per quanto riguarda i tamponi, oggi sono stati realizzati 70.620 test (ieri erano stati 52.530, l’altroieri 62.699). Il rapporto tra tamponi positivi e tamponi effettuati oggi è allo 0,56 per cento (ieri era stato dello 0,72 per cento). Qui tutti i dettagli del bollettino.

Leggi anche:

1. Mancata zona rossa, Conte: “Rifarei tutto”. Ma per i pm lui e Fontana diedero retta agli imprenditori / 2. Il Centro europeo per le malattie: “Pandemia non è finita, probabile aumento casi nelle prossime settimane” / 3. È nato il figlio del medico eroe che morì dopo aver lanciato l’allarme Coronavirus a Wuhan

4. Il caso dei camici di Fontana insegna: serve più trasparenza nelle partecipate / 5. Test sierologici: tanti costi e pochi kit (in scadenza). Il piano del governo sembra già un flop / 6. Gori accusa la Regione Lombardia: “Hanno secretato i dati dei morti per provincia”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

20
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.