Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Coronavirus, i numeri neri della Lombardia: 209 morti e 2.271 contagi in un giorno

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 19 Mar. 2020 alle 20:05 Aggiornato il 19 Mar. 2020 alle 20:12
714

Coronavirus, numeri neri in Lombardia: solo oggi 209 morti e 2.271 contagi

La Lombardia è largamente la regione in Italia più colpita dal Coronavirus, ma il vero problema è che nonostante le misure di quarantena imposte dal governo a tutto il Paese sembra che a Bergamo, Brescia, Milano e dintorni l’emergenza Covid-19 non stia minimamente rientrando. E un’ulteriore conferma arriva dal bollettino di oggi della Protezione civile, quello che ha certificato che con 3.405 morti l’Italia ha superato la Cina per numero di decessi: con 13.938 contagi in totale, la Lombardia vanta più del triplo di pazienti positivi della seconda regione presente in questa speciale classifica, l’Emilia-Romagna.

A sottolineare quanto siano neri i numeri legati al Coronavirus in Lombardia ci ha pensato, nel pomeriggio, l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, che ha fornito i dati relativi al solo giorno di oggi. “Ad oggi – ha dichiarato – sono in totale 2.168 i morti causati dal Coronavirus in Lombardia, con un incremento di 209 decessi in 24 ore“. Non va meglio con i dati relativi ai pazienti positivi: “Si sono registrati altri 2.171 casi di contagio da Coronavirus nelle ultime 24 ore, raggiungendo il totale di 19.884. I ricoverati sono 7.387, di cui 1006 in terapia intensiva”.

Fontana: “Chiederemo nuova stretta al governo”

A certificare la gravità della situazione lombarda ci ha pensato, più volte, in giornata il governatore Attilio Fontana, che ha fatto sapere di aver parlato con il premier Conte per chiedere “una ulteriore stretta con la chiusura di alcune attività professionali legate a servizi non essenziali”. Si tratterebbe, ha garantito, in ogni caso di “provvedimenti armonizzati con le scelte prese dal governo”.

Fontana ha aggiunto di aver chiesto alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, l’estensione del “programma Strade Sicure a tutta la regione per controllare l’effettivo rispetto delle misure che da troppe persone vengono disattese”. Fontana ha confermato che, con Conte, si sta discutendo “sulle singole misure per irrigidirle, dobbiamo risentirci”.

Anche Gallera, nel pomeriggio, ha confermato questa impostazione: “Sono passate quasi due settimane – ha detto – siamo stati in isolamento e pensavamo che fosse sufficiente, invece il traguardo è qualche chilometro più in là. Dobbiamo stringere i denti. Per questo la Regione ha intenzione di chiedere che siano ridotti anche gli spostamenti per attività lavorativa. E’ necessario che tutti abbiano un atteggiamento responsabile”.

La situazione di Milano

Gallera si è inoltre soffermato sulla situazione di Milano e provincia, che diventa sempre più preoccupante con 3.278 contagi: “Sono 634 più di ieri – ha confermato l’assessore regionale al Welfare – mentre dall’altroieri a ieri erano stati 300 i casi in più”.

Dati definiti “preoccupanti” e che per questo hanno spinto Gallera all’ennesimo appello ai cittadini: “Noi facciamo di tutto per dare una risposta sanitaria all’emergenza – ha dichiarato – ma se non ci sono i cittadini che ci credono, non c’è sistema sanitario né commovente aiuto che può venire dall’estero che tenga. Siamo a un punto di rottura della capacità di dare le cure”.

Coronavirus in Lombardia, 611 nuovi posti di terapia intensiva

Non ci sono però solo cattive notizie per la Lombardia. Nel pomeriggio, infatti, l’assessore al Bilancio della Regione, Davide Caparini ha fatto sapere che “sono arrivate 4 milioni di mascherine, distribuite al personale sanitario e a coloro che sono a diretto contatto con il virus“. Ma non solo: Caparini ha anche ricordato che la Lombardia ha “acquistato 611 posti di terapia intensiva che sono costati quasi 2 milioni di euro”, oltre “a 281 respiratori polmonari”.

Leggi anche:

1. Stefano e Matteo, adolescenti diventati adulti per il Coronavirus: “Mamma e papà lavorano in ospedale, ai nostri fratellini badiamo noi” / 2. Tutti i medici deceduti nel corso dell’epidemia di Covid-19: la lista aggiornata in memoria / 3. L’allarme dell’Aifa: “Stanno finendo i farmaci negli ospedali”

4. Trenta persone organizzano una grigliata condominiale: dopo la denuncia scatta la rissa / 5. Le ingiustizie del Coronavirus: la politica si ferma mentre infermieri, fattorini e metalmeccanici rischiano ogni giorno / 6. 53mila denunciati in 8 giorni per essere usciti di casa senza valido motivo: i dati del Viminale

7. “Un ospedale per i malati ci sarebbe: il Forlanini, ma la Regione lo ha bloccato”. Parla il prof Martelli / 8. La festa del papà ai tempi del Coronavirus: quando essere padre ha ancora più valore / 9. Anna dice addio al papà Luciano: “Diceva ‘non venite a trovarmi: sono immortale’. È morto da solo non mi do pace”

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

714
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.