Coronavirus, trenta persone organizzano una grigliata condominiale: dopo la denuncia scatta la rissa

Di Marco Nepi
Pubblicato il 19 Mar. 2020 alle 16:14 Aggiornato il 19 Mar. 2020 alle 16:15
688
Immagine di copertina

Coronavirus, trenta persone organizzano una grigliata condominiale: dopo la denuncia scatta la rissa

Avevano organizzato un barbecue tra vicini di casa sul terrazzo condominiale, volendo passare una giornata tutti insieme a cuocere carne e bere vino nonostante le importantissime restrizioni del governo sugli assembramenti e i contatti per via dell’emergenza Coronavirus in Italia, che diventa ogni giorno più seria e di difficile gestione. Ben trenta persone, in un quartiere popolare di Cassino, in via Garigliano, sono dunque state segnalate alle forze dell’ordine dagli altri residenti che, dopo aver visto le scene della grigliata in terrazzo, hanno ritenuto opportuno allertare polizia e carabinieri.

Quando sono sopraggiunte le pattuglie i trenta condomini si sono sparpagliati e dati alla fuga e, venti di loro, sono riusciti a rifugiarsi nelle proprie abitazioni. Non ci sono riusciti, invece, dieci di loro, i quali sono stati dunque denunciati per aver violato le misure previste dal decreto Conte ai fini del contenimento dei contagi da Covid-19. Il tutto si è poi concluso con una rissa: i denunciati, infatti, se la sono presa con i vicini che erano riusciti a scappare, prendendoli a calci e pugni.

Leggi anche:

1. Il paradosso dei tamponi per il Coronavirus: se un calciatore è positivo fanno test a tutta la squadra, ma non ai medici in prima linea /2. Mascherine gratis per tutti: l’azienda italiana tutta al femminile che ha convertito la produzione industriale per il Coronavirus

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4. Coronavirus, Bergamo: così vengono curati i pazienti, sistemati anche nei corridoi

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

688
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.