Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Caso camici in Lombardia, indagati il cognato di Fontana Andrea Dini e il dg della società Aria

Immagine di copertina

Andrea Dini, titolare della società Dama srl e cognato del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, è da oggi formalmente indagato nell’inchiesta sulla fornitura di camici alla Regione. A riferirlo sono fonti investigative.

Dini è accusato di turbativa d’asta così come un secondo indagato, Filippo Bongiovanni, dg della centrale acquisti della Regione (Aria). Oggi la Guardia di Finanza si è recata proprio nella sede di Aria a recuperare documentazione utile all’inchiesta e l’indagine è stata avviata dal procuratore aggiunto di Milano Maurizio Romanelli.

Il 7 giugno era esploso il “camici-gate”: si tratta del caso, scoperto dal programma televisivo Report e anticipato da Il Fatto Quotidiano relativo alla fornitura di materiale medico per un valore di 513mila euro da parte della Dama SpA, azienda controllata da Dini e da sua sorella Roberta, moglie di Fontana. Gli interessati sostengono che si sia trattato di una donazione e che la fattura inizialmente emessa (peraltro stornata prima del saldo) sia frutto di un equivoco e anche Fontana aveva difeso l’operazione definendola “una fornitura erogata dall’azienda a titolo gratuito”.

Per fare luce su quello che è senza dubbio un pasticcio, la Procura di Milano subito dopo la trasmissione del servizio aveva aperto un fascicolo “a modello 45”, ovvero senza ipotizzare un reato. Ora, invece, si sta indagando per turbativa d’asta e l’inchiesta non è più verso ignoti. Un nuovo capitolo di una storia ricca di colpi di scena, sulla quale l’interesse di tutti dovrebbe essere un rapido accertamento delle presunte responsabilità.

L’inchiesta di TPI sulla mancata chiusura della Val Seriana per punti:

Ti potrebbe interessare
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Cronaca / DIG Festival 2021: il giornalismo investigativo a Modena dal 30 settembre al 3 ottobre
Cronaca / Milano, 30enne scomparso da 5 giorni: sparito dopo il furto del suo zaino
Cronaca / 3.970 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Saman Abbas, arrestato a Parigi lo zio Danish Hasnain: “È la mente di questo progetto criminoso pazzesco”
Cronaca / Vaccino, Sileri: “Prima o poi la terza dose dovremo farla tutti”
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”