Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:14
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Zaia anticipa il Governo: Comuni chiusi dal 19 dicembre al 6 gennaio. 18.236 nuovi casi e 683 morti nell’ultimo giorno

Immagine di copertina

Coronavirus in Italia, le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Prosegue il confronto sulle misure che il governo si appresta ad adottare per contenere la pandemia di Coronavirus in Italia durante le festività. Qui tutte le notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito tutte le ultime news sul Coronavirus in Italia di oggi, giovedì 17 dicembre 2020, aggiornate in tempo reale.

CORONAVIRUS IN ITALIA: DIRETTA

Ore 21,20 – Oltre 1200 uomini impegnati nel weekend a Roma – Oltre 1200 uomini tra polizia, carabinieri, polizia locale e Protezione Civile, saranno impegnati a presidiare i luoghi dello shopping per l’ultimo weekend pre natalizio nella Capitale.

Ore 20,10 – Di Maio, 27 vaccini cominciano da personale sanitario – “Il 27 sarà la giornata europea di inizio dei vaccini. In Italia cominceremo dal personale sanitario”. Lo afferma al Tg1 il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Ore 20,00 – Toti, prime dosi vaccino in Liguria attese per il 27-28 – Le prime dosi di vaccino anti covid “potrebbero arrivare in Liguria il 27-28 dicembre. Le prime vaccinazioni potrebbero avvenire già prima della giornata di fine anno”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel punto stampa serale sul coronavirus. L’avvio della campagna vaccinale “speriamo sia un buon modo per festeggiare la fine dell’anno e iniziarne uno migliore” ha aggiunto Toti.

Ore 19,30 – Morto serial killer Donato Bilancia – Il serial killer Donato Bilancia, condannato a 13 ergastoli per diciassette omicidi e a 16 per un tentato omicidio, è morto a causa del Covid presso il carcere Due Palazzi di Padova. I delitti commessi da Bilancia sono avvenuti tra il 1997 e il 1998 tra la Liguria e il Piemonte.

Ore 18,45 – Arcuri: “Curva contagi congelata ma non appiattita” – “Confermiamo che la curva si è stabilmente congelata, ma purtroppo non si è appiattita, non è scomparsa”. Lo ha dichiarato il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, in conferenza stampa. “È quindi confermiamo una considerazione ormai ovvia: sarebbe davvero complicato cominciare nei prossimi giorni la campagna vaccinale con una condizione di recrudescenza dei contagi, ovvero con la possibile terza ondata”.

Ore 18,00 – Amendola: “A Natale ultimi sacrifici prima del vaccino” – “Il 27, 28 e 29 dicembre parte la vaccinazione europea. Sui vaccini abbiamo fatto un accordo buono, l’Europa da tempo si è messa a raccogliere risorse soprattutto a partecipare ai consorzi per il vaccino. L’annuncio della presidente Ursula von der Leyen dà una luce in fondo al tunnel”. Lo ha detto il ministro per gli Affari europei, Enzo Amendola, nel corso di SkyTg24 Economia.

Ore 17,00 – Il bollettino di oggi – Le persone attualmente positive al Covid sono 635.343 (-10.363), 67.220 i morti (+683) e 1.203.814 i guariti (+27.913), per un totale di 1.906.377 casi (+18.236): questi i dati completi resi noti oggi nel bilancio sull’epidemia di Covid in Italia. Dei 635.343 attualmente positivi, 26.427 (-470) sono ricoverati in ospedale, 2.855 (-71) necessitano di terapia intensiva, mentre 606.061 (-9.822) si trovano in isolamento domiciliare.

Aumentano rispetto a ieri i nuovi casi (18.236 contro i 17.572 di ieri) nonostante nell’ultimo giorno siano stati fatti meno tamponi (185.320 contro i 199.489 di ieri). Stabile, ma ancora alto, il numero dei morti (683 contro i 680 di ieri), mentre si conferma il decremento sia dei ricoveri ordinari che delle terapie intensive. Nell’ultimo giorno, infatti, i ricoveri ordinari scendono di 470 unità (ieri il dato era di -445), mentre le terapie intensive calano di 71 unità (il dato di ieri era di -77). Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra il maggior incremento di nuovi casi è il Veneto con 4.402 contagi, seguito dalla Lombardia con 2.730, dall’Emilia-Romagna con 1.667 e dal Lazio con 1.597 nuovi contagi. Il bollettino.

Ore 15,00 – Possibile Cdm domani per misure Natale – Dovrebbe tenersi domani una riunione del Consiglio dei ministri durante la quale verranno discusse anche le misure sulla stratta di Natale. Il governo, infatti, potrebbe procedere con un decreto, secondo quanto riferisce una fonte parlamentare della maggioranza.

Ore 14,50 – Boccia: “A Natale opportuno restringere più possibile” – Per le festività “penso che sia più opportuno restringere il più possibile. Le decisioni che prenderemo saranno a tutela di tutti”. Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, a Timeline, su SkyTg24.

Ore 13,30 – Zaia anticipa il Governo: Comuni chiusi dal 19 dicembre al 6 gennaio – Chiusura dei confini comunali dalle ore 14 nel periodo compreso tra il 19 dicembre e il 6 gennaio: questo il cuore dell’ordinanza anticipata dal presidente della Regione, Luca Zaia e che sarà firmata nelle prossime ore. “Siamo arrivati a giovedì non è ben chiaro cosa accadrà” a livello nazionale. “Davanti ad una incertezza che oggi è palpabile circa la misura a livello nazionale” occorre “prendere questo provvedimento”, ha spiegato il governatore, parlando di “una sorta di zona arancione ridotta perché dà la concessione fino alle ore 14” di muoversi tra i Comuni. Questo provvedimento “mantiene inalterate tutte le attività produttive e commerciali. Ma dalle 14 si lavora solo con i cittadini della propria città”, ha concluso Zaia. Leggi l’articolo completo.

Ore 12,00 – Fondazione Gimbe: “Serrata di Natale è inevitabile” – “La serrata di Natale è inevitabile, se vogliamo evitare la terza ondata”. Lo sottolinea la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale relativo al periodo che va dal 9 al 5 dicembre. La fondazione sottolinea che “la discesa dei contagi è troppo lenta, gli ospedali sono ancora saturi, i decessi nell’ultimo mese sono oltre 20.000 decessi nell’ultimo mese”.

Ore 10,30 – Siracusa, focolaio in una casa di riposo: 25 contagiati – Focolaio in una casa di riposo di Augusta, in provincia di Siracusa. Sono 25 le persone che sono risultate positive ai tamponi e ora l’autorità sanitaria è al lavoro per risalire all’origine del contagio. Contestualmente sottoposti ai test le persone con cui i contagiati sono entrate in contatto, tra cui familiari, altri ospiti e personale della struttura. “La situazione – dice il sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare – è sotto controllo, come confermato dall’azienda sanitaria ma il mio invito alla città è al rispetto delle misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria”.

CORONAVIRUS IN ITALIA – Ore 09,00 – Bologna, ingressi contingentati in centro – Dopo che a Milano sono stati disposti ingressi contingentati nella Galleria Vittorio Emanuele, anche Bologna impone una stretta anti-assembramenti: nel prossimo weekend gli ingressi nelle zone dei locali e dello shopping in centro città – in galleria Cavour, al Mercato delle Erbe e nel Quadrilatero – saranno contingentati. La decisione è arrivata ieri sera dopo la riunione, in Prefettura, del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Ore 07,00 – Vaccino, Salvini ribadisce: “Farò quello che mi dice il medico” – “Farò quello che mi dirà il medico, mi fido di lui come mi fido del dentista quando vado dal dentista o dall’avvocato o dell’idraulico quando devo rifare una tubazione. Se il vaccino è utile e necessario e il medico mi dirà fallo, lo faccio”. Matteo Salvini lo ribadisce e, a Stasera Italia su Rete 4, avverte che “mi metterò in fila quando sarà il mio turno, non sono pro o contro a prescindere ma non vorrei che ci fosse la corsa dei politici a vaccinarsi”. Il leader della Lega aggiunge anche che “non vorremmo correre rischi, visto che l’operazione vaccini è in mano al signor Arcuri e visto che a fronte di 200 milioni di dosi prenotate servono anche le siringhe e gli aghi. Non vorremmo finire come con le mascherine…”.

Ore 06,00 – A Napoli 1.300 forze dell’ordine per i controlli a Natale – Nei controlli anti contagio, dal prossimo fine settimana, a Napoli saranno impiegate complessivamente circa 1300 unità di forze dell’ordine, con un incremento di circa 200 unità, oltre ai militari dell’Esercito dell’ operazione Strade Sicure. I rinforzi verranno utilizzati per l’ intero periodo delle festività natalizie. Lo ha deciso la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza tenutosi in prefettura.

CORONAVIRUS, COSA È SUCCESSO IERI IN ITALIA

Verso stretta Natale ma ancora confronto nel governo. Zona rossa nei giorni più critici, ovvero quelli a cavallo di Natale, Capodanno ed Epifania, non quindi una ‘chiusura’ generalizzata dal 24 al 7 gennaio. Il governo sta lavorando su questa ipotesi che sarebbe stata avanzata dal presidente del Consiglio Conte. Ma il confronto nell’esecutivo è ancora aperto e dovrebbe esserci un nuovo vertice al quale potrebbe partecipare anche la capo delegazione di Iv, Bellanova che stasera tornerà da Bruxelles. Conte da giorni ai suoi interlocutori ribadisce le sue perplessità sulla necessità di tenere gli italiani chiusi per così lungo tempo in casa, ma l’ala rigorista insiste sulla possibilità di una stretta per tutti i giorni delle festività. Possibile comunque che si arrivi ad un compromesso, anche se non c’è stata alcuna decisione, in attesa pure dell’incontro di domani con i governatori nella conferenza Stato-Regioni.

Salvini-governatori Lega, no Italia zona rossa da sabato – Riunione oggi tra Matteo Salvini e i governatori della Lega, collegati in videoconferenza. All’ordine del giorno – si legge in una nota – la situazione economico-sanitaria dopo i dietrofront del governo, le incertezze sulla scuola, le conseguenze negative di scelte incoerenti con il momento come la ‘lotteria degli scontrini’ il cashback o il ‘buono vacanze’, iniziative che spingono le persone a uscire in contraddizione con le raccomandazioni di non fare assembramenti. È emersa – si spiega – grande preoccupazione per la mancanza di certezze, la capacità di programmare da parte dell’esecutivo e la necessità di prevedere rimborsi immediati in caso di nuove serrate, anche in caso di chiusure su porzioni limitate di territorio. La Lega e i suoi governatori confermano l’atteggiamento responsabile e costruttivo, anche perché il prossimo weekend sarà l’ultimo prima di Natale: proprio per questo servono risposte rapide.

Gabrielli, controlli strade e stazioni per esodo feste – Mettere a punto un piano di vigilanza a livello territoriale al fine di vigilare strade e stazioni per possibili assembramenti che possono verificarsi in occasione del possibile esodo per le festività natalizie. ​È quanto ha scritto il capo della Polizia, prefetto Franco Gabrielli, in una circolare inviata a tutti i Prefetti e i Questori d’Italia. “È prevedibile nei prossimi giorni un incremento dei flussi di traffico sulla viabilità stradale e ferroviaria – scrive il Capo della Polizia Gabrielli – determinato da significativi spostamenti di persone , i occasione delle tradizionali festività natalizie. In tale prospettiva non si esclude che possano realizzarsi assembramenti presso le stazioni ferroviarie, portuali e aeroportuali, nonché presso i terminal di trasporto pubblico, anche con possibili momenti di tensione tra l’utenza”.

Il bollettino: 17.572 nuovi casi e 680 morti. Le persone attualmente positive al Covid sono 645.706 (-17.607), 66.537 i morti (+) e 1.175.901 i guariti (+34.495), per un totale di 1.888.144 casi (+17.572): questi i dati completi resi noti ieri nel bilancio sull’epidemia di Covid in Italia. Dei 645.706 attualmente positivi, 26.897 (-445) sono ricoverati in ospedale, 2.926 (-77) necessitano di terapia intensiva, mentre 615.883 (-21.075) si trovano in isolamento domiciliare. Qui il bollettino completo

Piano pandemico: Zambon sentito da pm Bergamo – Il funzionario dell’Oms di Venezia, Francesco Zambon, è stato sentito ieri pomeriggio dai pm di Bergamo che indagano sulla gestione del coronavirus nella provincia italiana più colpita. La notizia, anticipata dai canali social di Report, viene confermata all’Agi da fonti legali.

Presenze contingentate in Galleria a Milano – Presenze nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano contingentate, con flussi obbligati di uscita. Lo ha stabilito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, riunito oggi dal prefetto Renato Saccone per dettare le linee delle attività di controllo da attivare fino al 6 gennaio. Previsti anche presidi delle forze dell’ordine, con stazioni mobili nel centro della città,e più controlli negli esercizi pubblici per vigilare sul rispetto delle misure anti contagio (qui la notizia completa).

Misure anti-Covid: anche governatori centrodestra chiedono zona rossa – Anche alcuni governatori del centrodestra, tra cui il presidente del Veneto Luca Zaia, sarebbero favorevoli a mettere il Paese in sicurezza istituendo una zona rossa nazionale dal 24 dicembre al 6 gennaio. È ciò che emerge dall’incontro Stato-Regioni che si è svolto nel corso della mattinata e durante il quale è stato anche dato l’ok al piano vaccini. Leggi l’articolo completo.

Dl ristori: ok Senato a fiducia con 154 sì – L’aula del Senato ha votato a favore della fiducia posta dal governo sul dl ristori. hanno votato a favore 154 senatori, contrari 122. Il provvedimento passa ora alla Camera.

Leggi anche: 1. Matteo Salvini al Senato evoca il complotto sul Covid: “Tutto è cominciato in un laboratorio cinese” | VIDEO / 2. Vaccino Covid in Italia entro la Befana: l’Ema anticipa la data di approvazione al 21 dicembre / 3. Covid, lo sfogo di Ricciardi: “Siamo in guerra, più morti oggi che nel 1944. Cos’altro serve per il lockdown?” | VIDEO

4. Conte: “A Natale serve una stretta. Ma l’Italia non può reggere un nuovo lockdown” / 5. I vaccini no-profit di Cuba che salveranno i Paesi in via di sviluppo / 6. Milano anti-Covid, scatta il numero chiuso in Galleria Vittorio Emanuele

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / In centinaia in piazza per Musta, ucciso dall'assessore leghista Adriatici
Cronaca / Vaccini, l'appello di Vito Dell'Aquila: "Fatelo tutti"
Cronaca / 5 morti e 5.140 casi nell'ultimo giorno: crescono ricoveri e terapie intensive
Ti potrebbe interessare
Cronaca / In centinaia in piazza per Musta, ucciso dall'assessore leghista Adriatici
Cronaca / Vaccini, l'appello di Vito Dell'Aquila: "Fatelo tutti"
Cronaca / 5 morti e 5.140 casi nell'ultimo giorno: crescono ricoveri e terapie intensive
Cronaca / Voghera, convalidati arresti domiciliari per Adriatici, trasferito in un luogo segreto
Cronaca / Sbarchi senza sosta a Lampedusa, oltre 1.400 migranti arrivati in 3 giorni
Cronaca / Voghera, spunta un testimone: "L'assessore ha preso la mira e sparato"
Cronaca / Nelle chat dei vigili di Roma il Green Pass paragonato al nazismo: "Non faremo multe"
Cronaca / “Basta dittatura, libertà!”: manifestazioni in tutta Italia contro le nuove regole sui vaccini
Cronaca / Francia, 160mila in piazza per protestare contro il Green pass
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 24 luglio 2021