Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Governo news: le ultime notizie. Mattarella: “Martedì nuove consultazioni”. Di Maio al Pd: “Ecco i 10 punti per fare il governo”. Tensioni nei dem

Immagine di copertina
Oggi Mattarella riceve al Quirinale i rappresentanti dei principali partiti

Tutti gli aggiornamenti in diretta sulla situazione politica italiana

Governo news: le ultime notizie di oggi

Ecco le ultime news sulla crisi di governo. Oggi al Quirinale è il secondo giorno di consultazioni: il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riceve le delegazioni dei principali partiti che compongono l’arco parlamentare per ascoltare le loro posizioni sulla crisi politica in atto (qui la diretta delle consultazioni). Dopo le dimissioni del premier Giuseppe Conte, le ipotesi sono due: elezioni anticipate o nuovo governo. Da giorni si parla con insistenza di un possibile governo di legislatura sostenuto da M5S, Pd e Leu. Al Pd, che pone 5 punti programmatici per trattare, il M5S risponde da parte sua con altri 10 punti.

SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI CLICCA QUI <

(Se non visualizzi gli aggiornamenti continua a cliccare)

Governo news: la diretta LIVE

Di seguito tutte le ultime news di oggi sul governo in diretta con aggiornamenti in tempo reale.

ore 21.00 – Zingaretti: “Dai punti di Di Maio un quadro su cui lavorare” – Non si è fatto attendere, dopo l’intervento al Quirinale del capo dello Stato Sergio Mattarella e dopo i dieci punti per un’alleanza di governo elencati da Luigi Di Maio, un commento del segretario Pd Nicola Zingaretti. Dalle proposte e dai principi da noi illustrati al Capo dello Stato e dalle parole e dai punti programmatici esposti da Di Maio, emerge un quadro su cui si può sicuramente iniziare a lavorare”, ha detto il governatore del Lazio.

ore 20.00 – Il discorso di Mattarella – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parla al termine del giro di consultazioni: “Con le dimissioni presentate dal presidente Conte si è aperta la crisi di governo con una dichiarata rottura polemica del rapporto tra i due partiti che componevano la maggioranza parlamentare. La crisi va risolta con decisioni chiare e in tempi brevi, come richiede un grande Paese come il nostro. Sono possibili solo governi che raccolgano la fiducia del parlamento su un programma per il paese. In mancanza di ciò l’unica strada sono le elezioni, strada da non assumere a cuor leggero dopo poco più di un anno dall’inizio della legislatura. Nel corso delle consultazioni mi è stato comunicato da alcuni partiti che sono state avviate iniziative per un’intesa in parlamento per un nuovo governo. E mi è stata avanzata la richiesta di avere il tempo di sviluppare questo confronto. Anche da parte di altre forze politiche è stata rappresentata la possibilità di ulteriori verifiche. Il presidente della Repubblica ha il dovere di non precludere l’espressione di volontà maggioritaria del parlamento. Al contempo ho il dovere di richiedere decisioni sollecite. Svolgerò quindi nuove consultazioni, che inizieranno nella giornata di martedì prossimo, per assumere le decisioni necessarie”.

ore 20.00 – Patuanelli (M5S): “Chiediamo mandato a trattare col Pd” – “Vi chiediamo mandato di incontrare la delegazione del Pd per parlare del primo punto, il taglio dei parlamentari, sul quale chiederemo chiarezza”. Lo ha detto il capogruppo M5S Stefano Patuanelli all’assemblea dei gruppi pentastellati.

Ore 19.45 – Grande attesa per il discorso del presidente Mattarella (qui il discorso in diretta).

Ore 19.20 – Di Maio: “Taglio parlamentari presupposto per non voto” – “Il taglio dei parlamentari è il presupposto per il prosieguo della legislatura e per darle solidità”. È il ragionamento che fa il leader M5S Luigi Di Maio, riunito in queste ore con i suoi.

Ore 19.15 – Attesa per il discorso di Mattarella – C’è grande attesa per il discorso che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dovrebbe tenere fra poco più di mezz’ora. Il capo dello Stato riferirà al termine della giornata di consultazioni con i leader dei principali partiti (qui abbiamo spiegato come seguire il discorso di Mattarella in streaming e tv).

Ore 17.50 – Intervento di Mattarella alle 20 – Il portavoce del Quirinale: “Il presidente rifletterà per un paio d’ore e intorno alle 10 tornerà per incontrare la stampa”.

Ore 17.40 – Di Maio al Pd: “Ecco i nostri 10 punti per fare il governo” – Luigi Di Maio, capo politico del M5S, parla al termine delle consultazioni con Mattarella: “In queste ore sono state avviate tutte le interlocuzioni necessarie per dare al paese una maggioranza in grado di portare avanti 10 punti: 1) Taglio del numero dei parlamentari. 2) Una manovra equa che preveda lo stop all’aumento dell’Iva e il salario minimo garantito. 3) Cambio di paradigma sull’ambiente: un’Italia 100 per cento rinnovabile, un Green New Deal. 4) Una legge sul conflitto d’interessi e sulla Rai. 5) Dimezzare i tempi della giustizia e riforma metodo elezione Csm. 6) Autonomia differenziata e riforma degli enti locali. 7) Legalità, carcere ai grandi evasori, lotta alle mafie e ai traffici illeciti. 8) Piano straordinario di investimenti per il sud. 9) Riforma del sistema bancario che separi banche d’investimento e banche commerciali. 10) Tutela dei beni comuni, a partire dalla scuola e dall’acqua pubblica”.

Ore 17.30 – Il colloquio tra i Cinque Stelle e il capo dello Stato sarebbe terminato. A breve il discorso di Di Maio.

Ore 17.05 – Consultazioni, tocca al M5S – Dopo la Lega, il presidente Mattarella sta incontrando in questi minuti la delegazione del M5S (qui la diretta).

Governo news: la Lega alle consultazioni

Ore 17.00 – Salvini: “Voto subito, ma se il M5S cambia i suoi no in sì noi siamo” – Il leader della Lega, Matteo Salvini, parla al termine del colloquio avuto con il presidente Mattarella: “Abbiamo ribadito che i troppi no hanno portato alla fine di questa esperienza di governo che tante cose buone ha fatto. Oggi la via maestra non possono essere giochini di palazzo. Sono e dovrebbero essere le elezioni. Nessuno dovrebbe avere paura del giudizio del popolo. In questi giorni abbiamo letto che alcuni dei no sarebbero diventati dei sì e che in casa M5S ci sarebbero parlamentari che sosterrebbero una manovra coraggiosa, espansiva e importante e che scongiurerebbe l’aumento dell’Iva. Evidentemente aver scoperchiato il vaso è servito. L’unico collante tra Pd e M5S sarebbe il contro: contro Salvini, contro il decreto sicurezza, contro la flat tax, contro Quota 100. Se qualcuno mi dice: ragioniamo perché dei no diventano sì, miglioriamo la squadra, diamoci un obiettivo non contro ma per, io ho sempre detto che sono un uomo concreto. non porto rancore, non guardo mai indietro ma avanti” (qui il discorso integrale di Salvini).

Ore 16.40 – Salvini non si è ancora presentato per rendere le sue dichiarazioni davanti alla stampa. Intanto, la delegazione M5S è arrivata al Quirinale.

Ore 16.35 – M5S: “Posizione ufficiale dopo consultazione con Mattarella” – Poco prima dell’arrivo al Colle della delegazione M5S, il Movimento ha diffuso una nota: “Smentiamo ogni notizia diffusa dalle agenzie di stampa e dagli organi di informazione che citi ‘fonti’ o riporti indiscrezioni di qualsiasi genere sul M5S. La posizione del M5S sarà espressa al termine delle consultazioni e passerà solo attraverso i consueti canali ufficiali del Movimento e del capo politico Luigi Di Maio”.

Ore 16.30 – Si è concluso l’incontro tra i rappresentanti della Lega e il capo dello Stato: tra pochi minuti il discorso di Matteo Salvini.

Ore 16.15 – In corso il colloquio Salvini-Mattarella – È in corso il colloquio tra la delegazione della Lega, guidata da Matteo Salvini, e il presidente della Repubblica (qui la diretta di TPI).

Ore 15.55 – Salvini è al Quirinale – La delegazione della Lega è arrivata al Quirinale per le consultazioni con il presidente Mattarella.

Ore 15.50 – Fonti Quirinale: “Accordo oggi o voto” – Secondo fonti del Quirinale, “se non si trova uno spiraglio di un accordo tra M5s e PD oggi al termine delle consultazioni si dovrà ricorrere al voto” (qui l’articolo completo).

Ore 15.30 –  Tensioni nel Pd sulla trattativa con il M5S – Tensione all’interno del Partito democratico. Secondo un’indiscrezione del quotidiano Repubblica, i punti programmatici posti dal segretario Zingaretti come condizioni per trattare con il M5S non sarebbero i 5 illustrati ieri in Direzione, bensì 3: “Via i decreti sicurezza, preaccordo su manovra e stop a taglio parlamentari”. La notizia avrebbe provocato “sconcerto” nell’ala renziana del partito. “Qualcuno nel Pd pensa di far saltare il banco di un possibile governo, le condizioni sono quelle poste in direzione, altre condizioni rischiano di essere fuori luogo in questo momento”, attacca Anna Ascani, vicepresidente dem, dopo un colloquio con Matteo Renzi al Ciocco in Garfagnana. Immediata la replica di Zingaretti: “I punti alla base della possibile trattativa per un nuovo governo sono quelli decisi all’unanimità dalla Direzione di ieri e che abbiamo presentato oggi al Presidente della Repubblica”, assicura il segretario (qui l’articolo completo).

Ore 15.15 – Delrio: “Favorevoli al taglio dei parlamentari” – “Abbiamo detto esplicitamente che siamo disponibili a un governo di svolta che affronti i problemi veri del Paese. Siamo a favore del taglio dei parlamentari, che pure avevamo già proposto in passato, ma chiediamo sia inserito in una agenda complessiva che tenga conto di una riforma della legge elettorale che garantisca rappresentanza democratica ai territori”. Lo dichiara Graziano Delrio, presidente dei deputati del Pd. “Nessun tentativo di far fallire, ma piuttosto di fondare su solide basi un governo all’altezza della crisi”, precisa Delrio.

Governo news: la mattina

Ore 13.00 – La giornata di consultazioni riprende alle 16.00 con la delegazione della Lega, guidata da Matteo Salvini.

Ore 12.40 – Berlusconi: “Governo di centrodestra o voto subito” – Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha parlato al termine delle consultazioni con il presidente Mattarella: “La fallimentare esperimento di governo ha indebolito l’economia italiana. Le esperienze di governo si costruiscono col tempo e prima del voto. Dopo tanto avventurismo il Paese ha bisogno di un governo stabile, solido e con un programma coerente, una forte legittimazione democratica e una considerazione internazionale che oggi l’Italia non ha. Proponiamo il modello di centrodestra che governa oggi moltissimi Comuni e la maggioranza delle Regioni italiane e che ha dimostrato di governare bene in oltre 25 anni. Occorre in Parlamento una maggioranza di centrodestra che risponda al sentire degli italiani. Qualora ciò non sia possibile la via maestra sono le elezioni anticipate”.

Ore 12.05 – L’incontro tra il presidente Mattarella e la delegazione di Forza Italia è ancora in corso.

Ore 11.30 – È arrivata al Quirinale la delegazione di Forza Italia. Presenti il leader Silvio Berlusconi, le due capigruppo Annamaria Bernini (Senato) e Mariastella Gelmini (Camera) e, a sorpresa, l’eurodeputato Antonio Tajani, ex presidente del Parlamento europeo. (qui la diretta di TPI).

Ore 11.20 – Zingaretti: “Governo di svolta o voto” – Zingaretti ha parlato al termine dell’incontro con il presidente Mattarella: “Abbiamo espresso al presidente Mattarella la nostra disponibilità a verificare l’esistenza di una nuova maggioranza e l’avvio di una fase nuova di un governo, di svolta programmatica e politica. Un governo di svolta. Abbiamo evidenziato i primi, non negoziabili, punti di questa proposta: vocazione europeista, lavoro, solidarietà, principio della democrazia rappresentativa con centralità del parlamento, svolta economica sul tema ambientale, redistribuzione della ricchezza, investimenti, lavoro e attenzione all’equità fiscale, evitando l’amento dell’Iva. Svolta con l’Europa nella gestione con l’Europa dei flussi migratori in discontinuità con i recenti decreti. Un governo alternativo alle destre con un’ampia base parlamentare. Se non dovessero esistere queste condizioni, lo sbocco naturale della crisi sono nuove elezioni anticipate, a cui il Pd è pronto”.

Ore 10.40 – Al Quirinale è arrivata la delegazione del Partito democratico. Presenti il segretario Nicola Zingaretti (qui la diretta di TPI).

Ore 10.30 – Meloni: “Elezioni subito o mandato a un premier di centrodestra” – Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha parlato al termine della consultazione con il presidente Mattarella: “Avremmo voluto che qualche mese fa qualcuno ci avesse dato retta sul fatto che il governo gialloverde non potesse rispondere ai bisogni dell’Italia. Le elezioni sono per noi oggi l’unico esito possibile rispettoso dell’Italia e del suo popolo e il più rispettoso della Costituzione. Nell’ultimo anno il centrodestra ha vinto tutte le elezioni che si sono susseguite Non mi convince la visione secondo la quale bisogna fare un governo per bloccare le clausole di salvaguardia. Ricordo che Renzi e Di Maio hanno enormi responsabilità su queste clausole di salvaguardia: disinnescarle è possibile con un governo che porti avanti politiche economiche diverse da quelle che abbiamo in visto in questi anni. Noi chiediamo di andare subito a elezioni. Se invece il presidente Mattarella dovesse scegliere un mandato esplorativo, crediamo che lo dovrebbe affidare a un premier del centrodestra perché sarebbe quello più affine alla volontà popolare”.

Ore 10.20 – Finito l’incontro tra la delegazione di Fdi e Mattarella.

Ore 10.00 – Al via le consultazioni di oggi: Fratelli d’Italia al Quirinale – Inizia la giornata di consultazioni per il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: al Colle è appena arrivata la delegazione di Fratelli d’Italia (qui la diretta di TPI).

Ore 9.00 – Lo spread apre a 201 punti base – Lo spread apre a 201 punti, in linea con i dati registrati nella giornata di ieri, mercoledì 21. Per il momento, dunque, i mercati sembrano non reagire negativamente alla crisi di governo. Qui l’articolo completo.

Ore 8.30 – Tosi contro Salvini: “Incapace” – L’ex sindaco di Verona ed ex leghista Flavio Tosi ha duramente attaccato il leader del Carroccio Matteo Salvini definendolo, tra le altre cose, un “Nanetto politico, incapace, fannullone e traditore”. Qui l’articolo completo.

Ore 8.00 – Sondaggi: Conte batte Salvini – Secondo un sondaggio condotto per Ansa.it da GPF Inspiring Research, il “duello” al Senato tra Conte e Salvini è stato nettamente vinto dal premier uscente. Qui l’articolo completo.

Governo news: il calendario delle consultazioni

Di seguito il calendario delle consultazioni di oggi. Ecco l’ordine di svolgimento degli incontri di Mattarella.

  • ore 10.00: gruppo parlamentare Fratelli d’Italia del Senato e della Camera (la diretta).
  • ore 11.00: gruppo parlamentare Partito democratico del Senato e della Camera  (la diretta).
  • ore 12.00: gruppo parlamentare Forza Italia-Berlusconi presidente del Senato e della Camera (la diretta).
  • ore 16.00: gruppo parlamentare Lega-Salvini premier del Senato e della Camera
  • ore 17.00: gruppo parlamentare Movimento 5 Stelle del Senato e della Camera

Governo news: la giornata di ieri

Dopo il martedì di fuoco al Senato, con le dimissioni del premier Conte e lo scontro con Salvini, ieri sono iniziate le consultazioni al Quirinale. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto i presidenti di Camera e Senato e le delegazioni dei partiti minori per ragionare sulla crisi di governo. Gruppo Per le Autonomie, Gruppo Misto e Liberi e Uguali si sono espressi tutti contro l’ipotesi di voto anticipato e si sono detti pronti a sostenere un nuovo governo.

Ieri è stato anche il giorno della Direzione del Partito democratico: i dem hanno deciso all’unanimità di affidare al segretario Nicola Zingaretti un mandato per trattare allo scopo di dar vita a “un governo per la svolta di legislatura”. Per aderire a un esecutivo con il M5S il Pd pone però 5 condizioni: Appartenenza leale all’Unione europea; pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa, a partire dalla centralità del parlamento; sviluppo basto sulla sostenibilità ambientale; cambio nella gestione di flussi migratori, con pieno protagonismo dell’Europa; svolta delle ricette economiche e sociale, in chiave redistributiva, che apra una stagione di investimenti”.

I commenti di TPI:

Ti potrebbe interessare
Politica / Roberto Gualtieri a TPI: "Io vicesindaco Raggi? Mai! Con lei a Roma ai 5S è andata male, non è stata all'altezza"
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest: “Con Franco il ministero dell’Economia in buone mani”
Politica / Conte e Di Maio negano, ma ieri hanno litigato sulla giustizia: "Dove vuoi arrivare Giuseppe?"
Ti potrebbe interessare
Politica / Roberto Gualtieri a TPI: "Io vicesindaco Raggi? Mai! Con lei a Roma ai 5S è andata male, non è stata all'altezza"
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest: “Con Franco il ministero dell’Economia in buone mani”
Politica / Conte e Di Maio negano, ma ieri hanno litigato sulla giustizia: "Dove vuoi arrivare Giuseppe?"
Politica / La tragicomica fuga del deputato di Fratelli d'Italia durante la bagarre alla Camera | VIDEO
Politica / Giustizia, tra i reati esclusi dall’improcedibilità manca il disastro ambientale. Europa Verde: “Rischio impunità”
Politica / Sulla giustizia Conte e i 5 Stelle si piegano a Draghi e dagli Usa applaudono Super Mario
Opinioni / La pericolosa deriva degli ultras di Draghi: “Se cade Mario, vogliamo i militari”
Politica / “Fascisti, vergognatevi”: Fratelli d’Italia occupa l’Aula contro il Green Pass, bagarre alla Camera
Politica / “Se cade Draghi, governo militare”: Marcello Sorgi su La Stampa lo ha scritto davvero
Politica / Giustizia, trovato l'accordo col M5S dopo una giornata di tensione in Cdm