Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Omicidio Colleferro, il racconto dei fratelli Bianchi: “Willy è caduto e si è rialzato. Nessuno di noi l’ha colpito”

Immagine di copertina

Willy, fratelli Bianchi: “È caduto e si è rialzato. Nessuno di noi lo ha colpito”

“Non ho avuto nessun contatto con Willy, l’ho solo visto cadere in ginocchio e poi a terra, non ho visto chi lo ha colpito”: con queste parole i fratelli Bianchi, due dei tre ragazzi di Artena in carcere con l’accusa di omicidio volontario dopo il pestaggio in cui è morto il ragazzo italo-capoverdiano di 21 anni ha dichiarato la sua estraneità ai fatti nel corso dell’interrogatorio di garanzia. Ma sono sulla stessa linea anche le dichiarazioni del fratello, Marco Bianchi, e del loro amico Mario Pincarelli. Nessuno di loro, secondo la versione resa agli inquirenti, ha colpito Willy Monteiro Duarte durante quella che definiscono solo “una discussione”.

A pubblicare parte dei verbali degli interrogatori di garanzia è stata Repubblica. L’8 settembre scorso, a Rebibbia, Gabriele Bianchi – il maggiore dei due fratelli – ricostruisce così quella serata: “Io, mio fratello Marco e Vittorio Tondinelli andiamo al locale Duedipicche, poi ci allontaniamo con tre ragazze. A un certo punto Michele Cerquozzi (uno dei suoi amici di Artena) mi telefona e mi chiede di tornare là. Vediamo una rissa e ci dirigiamo verso la folla. Mentre cercavamo di capire, vedo Willy spostarsi come se fosse stato spinto. Accanto a Willy c’era un ragazzo che gesticolava e io l’ho spinto per paura che colpisse mio fratello. Non ho visto chi ha spinto Willy. La nostra macchina era a 15 metri dalla discussione”. Bianchi ha inoltre raccontato che intorno a Willy c’era anche Francesco Belleggia, il quarto ragazzo di Artena, oggi ai domiciliari. Nessuno di loro, ha assicurato, aveva bevuto o si era drogato.

Anche Marco Bianchi, il campione di MMA di 24 anni, racconta una versione simile. E spiega il motivo che ha spinto lui e il fratello a interrompere un rapporto sessuale con tre ragazze vicino al cimitero per raggiungere gli amici coinvolti nella lite: “Ci chiama Cerquozzi per aiutarlo a Colleferro. Ha chiamato Tondinelli e mio fratello dicendo che alcuni ragazzi discutevano. Dopo 15 minuti arriviamo là e vediamo una folla. Ho spinto Willy perché stava discutendo in gruppo, è caduto ma poi si è alzato e sono andato via. L’ho spinto con le mani, non gli ho dato un calcio al torace. Non ho dato nessuno colpo, Pincarelli e Belleggia non hanno dato colpi”.

Diversi testimoni oculari, tuttavia, sostengono il contrario e indicano proprio nei fratelli Bianchi gli assalitori di Willy. Molto più silenzioso è sembrato invece Mario Pincarelli: “Belleggia ha discusso con un ragazzo. Ero con lui e altre persone. I fratelli Bianchi intervengono per un passaggio. Scendono dalla macchina, dicono di andare via. Io non ho nemmeno parlato con Willy. I Bianchi non hanno toccato nessuno. Io stavo cercando di mettere pace tra Belleggia e l’altro ragazzo. Dopo ci siamo visti ad Artena al locale di Alessandro, il fratello di Gabriele e Marco”.

A rompere il patto del silenzio, siglato a bordo del suv nero subito dopo l’aggressione, è stato però proprio Belleggia: “Willy era a poca distanza da me e Federico Zurma, un ragazzo di Colleferro con cui avevo avuto un diverbio. Arrivano i Bianchi. Marco sferra a Willy un calcio sul petto, Willy cade indietro sulla macchina. Gabriele si dirige verso l’amico di Willy e lo picchia. A quel punto è iniziata la rissa con pugni e calci, io cerco di scappare per paura. Dicono che Pincarelli abbia dato colpi a Willy mentre era a terra, ma io non li ho visti. So solo che Pincarelli era accanto a me, e dopo l’arrivo dei Bianchi è intervenuto nella rissa. Willy? Willy non c’entrava nulla”.

Tutti gli approfondimenti di TPI sull’aggressione di Colleferro: 1. LA CRONACA: 21enne interviene per difendere un amico: massacrato a morte dal branco / 2. LA RICOSTRUZIONE: “Vi prego basta, non respiro più, così è morto Willy / 3. LA BIO: “Sognava di diventare come Totti”: chi era Willy / 4. I PROFILI: Dal culto per le arti marziali ai precedenti per spaccio: chi sono gli aggressori di Willy Monteiro / 5. LE INDAGINI: Colleferro, tre arrestati restano in carcere: Belleggia va ai domiciliari

6. Caso Willy, meno male che non lo avevate nemmeno toccato: l’autopsia rivela lesioni multiple sul suo corpo / 7. IL DETTAGLIO: Uno degli aggressori di Willy Monteiro insegnava arti marziali ai bambini / 8. LE OPINIONI: Willy ha pagato lo scotto più atroce, ma la sua morte può cambiare la percezione del razzismo in Italia (di G. Cavalli) / 9. Quel gesto vigliacco e codardo: infierire sul corpo di Willy quando era già in terra (di Lara Tomasetta) / 10. LA TESTIMONIANZA: “Per noi era come un figlio, sarebbe diventato un bravo chef”: parla il direttore dell’hotel dove lavorava Willy / 11. “Ha visto un amico in difficoltà e non si è girato dall’altra parte. Fiera di lui”: parla la madre di Willy

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Governo verso la proroga dello stato d’emergenza: “Draghi contrario a sospenderlo”
Cronaca / Camilla Canepa, il risultato dell’autopsia: “Morta per emorragia cerebrale”
Cronaca / In Italia 14,4 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Governo verso la proroga dello stato d’emergenza: “Draghi contrario a sospenderlo”
Cronaca / Camilla Canepa, il risultato dell’autopsia: “Morta per emorragia cerebrale”
Cronaca / In Italia 14,4 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Variante Delta in Sardegna, nuova ordinanza a Sassari
Cronaca / Caos vaccini, Burioni: "Prossimamente dosi secondo il segno zodiacale"
Cronaca / Covid, oggi 1.255 nuovi casi e 63 morti
Cronaca / "Il cocktail misto rende più immuni"
Cronaca / Zona gialla, da oggi nuove riaperture: stop al limite per gli inviti a casa, via libera ai matrimoni
Cronaca / Galli: “Secondo dose AstraZeneca forse non necessaria”
Cronaca / Palermo: non gradisce il taglio di capelli del nipote e prende a sprangate il barbiere