Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Nuova ordinanza: quarantena e tampone anche per chi rientra da Paesi Ue. Germania, da domani stop AstraZeneca agli under 60

Immagine di copertina
Reparto Covid Credits: ANSA

Covid, le ultime notizie di oggi 30 marzo 2021 in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Le restrizioni per arginare la diffusione del Covid-19 continuano a essere in vigore in Italia e nel resto d’Europa. Per quanto riguarda i vaccini, in Italia finora sono state somministrate 9 milioni di dosi a fronte di 9,9 milioni consegnate [2,8 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi raccomandate – qui i dati in tempo reale]. Di seguito tutte le ultime notizie di oggi, martedì 30 marzo, sul Covid-19 in Italia e nel mondo, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 20.20 – Germania, da domani stop AstraZeneca agli under 60 – I ministri della Salute dei Laender tedeschi hanno concordato che a partire da domani il vaccino AstraZeneca dovrà essere impiegato solo per gli over 60, mentre per quelli che hanno meno di 60 anni l’uso sarà “a discrezione del medico e sulla base di un’analisi individuale del rischio”. Lo riferisce Dpa.

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il ministro della Salute Jens Spahn discuteranno stasera con i ministri-presidenti dei 16 Laender su come proseguire con la vaccinazione di AstraZeneca, dopo lo stop in diversi territori agli under 60. Dopo la città di Berlino e il Land del Brandeburgo, infatti, anche Monaco, Colonia e il Land del Nordreno-Vestfalia hanno deciso di sospendere la vaccinazione con AstraZeneca per uomini e donne sotto i 60 anni.

Ore 17 – AstraZeneca cambia nome: il vaccino ora si chiama Vaxzevria. Il vaccino anti Covid AstraZeneca cambia nome: ora si chiama Vaxzevria. Il cambio di denominazione è stato all’approvato dall’Ema il 25 marzo a seguito di una richiesta da parte del gruppo farmaceutico anglo-svedese. (Qui l’articolo completo)

Ore 16 – Vaccini anche a chi ha il domicilio in un’altra Regione: la nuova ordinanza. Le Regioni dovranno vaccinare anche i domiciliati per lavoro e chi assiste un familiare nel loro territorio. Non solo vaccini anti Covid ai residenti quindi. È quanto ha disposto con un’ordinanza il commissario straordinario all’emergenza Coronavirus il generale Francesco Paolo Figliuolo. Una buona notizia per tutti coloro che risultano residenti in una città ma che di fatto vivono e lavorano in un’altra. Così sarà sufficiente avere il domicilio per l’inoculazione del siero. (Qui l’articolo completo)

Ore 14.30 – Figliuolo: “Se Regione compra vaccini distribuirli a tutte” – “Altre tipologie di vaccini, se serve perché no? Qualunque esso sia. Se li compra una Regione, ammesso che possa farlo, le deve distribuire in egual misura con tutte le altre. Sicuramente io li divido secondo le percentuali previste perché nessun cittadino da Pantelleria a Tarvisio deve avere chance diverse, lo dice anche la nostra Costituzione”. Lo ha detto il commissario straordinario all’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, alle commissioni riunite Affari sociali di Camera e Senato.

Ore 13.50 – Austria, colloqui di Vienna con Mosca per 1 milione di dosi Sputnik – L’Austria ha avviato colloqui con la Russia per acquistare un milione di dosi del vaccino Sputnik. Lo ha annunciato il cancelliere austriaco Sebastian Kurz secondo quanto riportato dal Guardian. Kurz è attaccato dai partiti d’opposizione che accusano il suo governo di non aver acquistato tutti i vaccini anti-Covid che avrebbe potuto ottenere con il programma di acquisti collettivi dell’Ue. “Non ci devono essere paraocchi geopolitici riguardo ai vaccini”, ha detto il cancelliere a proposito delle trattative con Mosca sottolineando che “l’unica cosa che conta è se il vaccino sia efficace e sicuro.”

Ore 13.30 – Burioni: sanitari no vax insulto memoria Carlo Urbani – “Io credo che l’affronto maggiore alla memoria di Carlo Urbani lo facciano oggi i sanitari che non si vaccinano, che rifiutano la vaccinazione senza motivo”. Lo ha detto il virologo Roberto Burioni, intervenuto da remoto a una seduta straordinaria del Consiglio regionale delle Marche, riunito in modalità telematica per commemorare il medico di Castelplanio, che individuò la Sars come nuova patologia e morì dopo esserne stato contagiato 18 anni fa, il 29 marzo 2003, e per celebrare la prima Giornata dei Camici bianchi, istituita lo scorso agosto con legge regionale. Burioni ha ricordato le similitudini tra l’epidemia di Sars che Urbani riuscì a scongiurare e la pandemia attuale da Sars Cov 2 , insistendo sull’importanza del vaccino anti Covid “un miracolo della scienza, un miracolo laico, ottenuto in appena 11 mesi”.

Ore 12.10 – Salvini: “La ricetta Speranza toglie speranza” – “La ricetta Speranza – tutti chiusi, ne parliamo a maggio – toglie speranza”. Così Matteo Salvini alla stampa estera. Il segretario leghista dice di preferire la “ricetta Draghi”, ovvero chiudere dove i dati lo rendono necessario e “tornare alla vita laddove la situazione fosse sotto controllo”. “E’ frustrante da italiano vedere che altri Paesi stanno correndo di più”, lamenta.

Ore 12.00 – Ue, von der Leyen: “Oggi l’Italia riceverà 1,9 miliardi da Sure” – “Oggi l’Italia riceverà quasi 1,9 miliardi di euro da Sure, lo strumento dell’Ue che protegge i posti di lavoro e le imprese durante la pandemia di Covid-19”. Lo ha annunciato in un tweet in italiano la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. “L’Italia riceverà complessivamente 27,4 miliardi di euro. L’Europa è al fianco dell’Italia”, ha aggiunto la leader dell’esecutivo Ue.

Ore 11.55 – Sicilia, l’assessore si dimette: “Ma non ho falsato dati” –  “Alla luce della indagine della procura di Trapani che mi vede indagato, nel confermare il massimo rispetto per la magistratura, desidero ribadire che in Sicilia l’epidemia è sempre stata monitorata con cura, come evidenzia ogni elemento oggettivo, a partire dalla occupazione ospedaliera e dalla tempestività di decisioni che, nella nostra Regione, sono sempre state anticipatorie. Non avevamo bisogno di nascondere contagiati o di abbassare l’impatto epidemiologico, perché proprio noi abbiamo spesso anticipato le decisioni di Roma e adottato provvedimenti più severi”.  Lo dice l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, che ha rimesso il suo mandato nelle mani del governatore Nello Musumeci. “Per sottrarre il governo da inevitabili polemiche ho chiesto al presidente della Regione di accettare le mie dimissioni”.

Ore 11.00 – Nuova ordinanza: quarantena e tampone anche per chi rientra da Paesi Ue – Il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà in mattinata un’ordinanza che dispone, per arrivi e rientri da Paesi dell’Unione europea, tampone in partenza, quarantena di 5 giorni e ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. La quarantena è già prevista per tutti i Paesi extra Eu. È quanto si apprende da fonti del Ministero della Salute.

Ore 10.10 – Dl Sostegni: al via domande per i contributi a fondo perduto – Al via le domande per i contributi a fondo perduto previsti dal decreto Sostegni. Su input del direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini è ora aperto il canale sul portale Fatture e corrispettivi per l’invio delle richieste. Da oggi fino al 28 maggio, spiega una nota dell’Agenzia, i contribuenti interessati potranno presentare la loro domanda mediante il desktop telematico o trasmettendo online, tramite il servizio web presente sul portale Fatture e Corrispettivi, l’apposito modello disponibile sul sito dell’Agenzia. È possibile utilizzare le credenziali Spid, Cie o Cns o quelle rilasciate dall’Agenzia. Possibile anche l’invio tramite gli intermediari delegati per il Cassetto fiscale o per il servizio di consultazione delle fatture elettroniche o specificatamente incaricati per la richiesta di contributo.

Ore 10.00 – Il premier Mario Draghi si è vaccinato con AstraZeneca – Il premier Mario Draghi si è vaccinato contro il Covid con il siero anglo-svedese AstraZeneca. Lo riferisce Palazzo Chigi secondo cui il presidente del Consiglio e la moglie Maria Serenella Cappello si sono sottoposti alla vaccinazione anti-Covid nell’hub della Stazione Termini, a Roma, così come previsto dal calendario della campagna vaccinale predisposto dalla Regione Lazio. Qui la notizia completa.

Ore 9.55 – Anche Draghi per trattato contro pandemie – Anche il presidente del Consiglio, Mario Draghi, si è aggiunto tra i firmatari dell’iniziativa per il trattato internazionale contro le pandemia. Si è aggiunto anche il premier thailandese Prayut Chan-o-cha portando così il numero totale dei leader che hanno aderito all’iniziativa a 26, oltre al direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Ore 9.45 – “Dati falsificati per non fare scattare la zona rossa”: in Sicilia 3 arresti, indagato assessore Razza – Gli episodi di falso documentati dal mese di novembre sono circa 40, l’ultimo dei quali risalente al 19 marzo 2021. Ai domiciliari alcuni dipendenti dell’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia. Qui la notizia completa.

Ore 07.00 – Il Governo alle Regioni: no alle zone gialle, ma ok a riaperture automatiche con buoni dati – Nel decreto che il governo si appresta a presentare mercoledì in Cdm (la riunione si terrà alle 17,30), verrà confermato che non ci sarà il ritorno delle zone gialle. Ma ci potrà essere – come ha spiegato il ministro per gli Affari regionali Gelmini – un automatismo per il quale se i dati dovessero migliorare ci sarebbero “riaperture mirate senza il bisogno di approvare un nuovo provvedimento. Allo stesso tempo questo – ha aggiunto l’esponente di FI – non è il momento per dire ‘riapriamo tutto’. Fino al 15-20 aprile ci vorrà ancora molta attenzione”. La maggioranza dei presidenti di Regione ha chiesto che dopo Pasqua ci sia il ripristino delle zone gialle, ma per ora invano. “Serve dare un segnale”, il ‘refrain’. Soprattutto chi è in zona arancione punta ad entrare in un colore a più basso rischio.

COVID. COSA È SUCCESSO IERI

Liguria, Pasqua blindata: vietati tutti i trasferimenti nelle seconde case e su barche e roulotte – A fronte di un aumento della circolazione del virus, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha predisposto un’ordinanza che dalla chiusura delle scuole fino a martedì 6 aprile vieta di recarsi nelle seconde case, sia dentro che fuori dalla regione. Quindi sarà vietata la mobilità dalle altre regioni verso le località liguri, e anche all’interno della stessa Liguria. Sarà vietato anche raggiungere le barche o le roulotte.

Francia, 4.974 in rianimazione, superato record novembre – In Francia è stato superato il record di pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva durante la seconda ondata: oggi sono 4.974 a fronte dei 4.903 registrati lo scorso 16 novembre.

Speranza firma intesa regioni e farmacisti per vaccinazioni – Ho appena firmato il protocollo con regioni e farmacisti per far partire in sicurezza le vaccinazioni Covid nelle farmacie del nostro Paese. La campagna di vaccinazione è la vera chiave per chiudere questa stagione così difficile. Oggi facciamo un altro importante passo avanti per renderla più veloce e capillare”. È quanto ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza.

Vaccini, Johnson&Johnson in Italia dal 16 aprile – Il vaccino Johnson&Johnson sarà in Italia dal 16 aprile. A comunicarlo è il presidente del Consiglio regionale della Liguria, Gianmarco Medusei, “Questa mattina ho rappresentato l’intero Consiglio regionale all’inaugurazione dell’hub vaccinale alla Fiera del mare a Genova. Il Commissario Figliuolo mi ha confermato che i vaccini Johnson & Jonhson arriveranno in Italia dal 16 aprile”, ha scritto su Facebook Medusei. “Ce lo auguriamo, oltre alla vaccinazione che è prevenzione, auspico anche una maggiore produzione di anticorpi monoclonali, che si stanno dimostrando particolarmente efficaci anche sulle varianti” aggiunge. Per Medusei, “inutile negare che ci siano ancora tante problematiche, ma bisogna accelerare per poter ripartire”.

Vaccini, dissequestrato lotto AstraZeneca ABV5811 – Sono state dissequestrate le 393.600 dosi di AstraZeneca che erano state sequestrate su disposizione della procura di Biella. Lo apprende l’Ansa da fonti dell’Unità di crisi della Regione Piemonte.

Covid: nel weekend aumentano i sanzionati, oltre 6mila – Aumentano nel weekend i trasgressori delle regole anti-Covid. Sabato e domenica le forze dell’ordine hanno controllato poco più di 214mila persone: 6.047 sono state sanzionate per il mancato rispetto delle prescrizioni sugli spostamenti (lo scorso fine settimana erano state 4.588), 41 per violata quarantena. Lo evidenziano i dati del Viminale. Gli esercizi commerciali sottoposti a verifica sono stati 26.140: 302 i titolari sanzionati (contro i 150 del weekend precedente), 63 le chiusure disposte (contro 59).

Vaccini, registrato in Russia lo “Sputnik Light” – Il vaccino contro il coronavirus Sputnik Light è stato registrato dal ministero della Sanità russo, come risulta da un comunicato stampa pubblicato sul sito web del registro statale dei medicinali. Lo riporta la Tass. Lo Sputnik Light è simile al ‘fratello maggiore’ Sputnik V ma monodose.

Curcio: “Siamo in guerra, servono norme da guerra” – “Non fermiamoci ai numeri ma utilizziamoli per fare un salto in avanti”. Lo ha detto Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile oggi a Genova per l’apertura del maxi-hub vaccinale della Fiera. “Non siamo qua a fare classifiche. Non ci interessa. A noi interessa che ci si vaccini”, ha detto Curcio facendo riferimento anche alla presenza del Commissario Francesco Figliuolo. “Noi siamo in guerra. Servono norme da guerra. E mi pare che qui lo si stia facendo, a cominciare dall’impiego delle farmacie che vedrà in Liguria uno dei punti di prima attivazione, così come la norma che sblocca l’operatività degli infermieri e tante altre cose fatte e recepite per favorire sia la parte tecnica che politica”. “Fateci vedere cosa sapete fare – ha concluso – così che noi possiamo trasferirlo a livello nazionale come best practice da mettere in atto tutti insieme”.

Figliuolo: “Confermo 3 milioni dosi in arrivo a fine mese” – “Confermo circa tre milioni di dosi per fine mese, che ci porteranno a un totale da inizio campagna di 14 milioni e 170.000 dosi, rispetto allo stimato iniziale di 15,6 milioni, ma che è di più rispetto ai cali che inizialmente avevano paventato le aziende. E di questo ritengo si debba dare atto all’intervento del nostro primo ministro”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, intervenendo all’apertura del maxi hub di vaccinazione alla Fiera di Genova.

Più di metà della popolazione adulta vaccinata: il Regno Unito riapre. Ma resta vietato abbracciarsi – Il 57 per cento della popolazione adulta nel Regno Unito ha ricevuto almeno una dose e da oggi cade il divieto di uscire di casa. Negozi, bar e ristoranti riapriranno dal 12 aprile. Qui la notizia completa.

Crisanti: “Immunità di gregge ad agosto-settembre” – L’immunità di gregge dal Covid dovremmo raggiungerla intorno alla fine dell’estate. Un punto di svolta nella lotta alla pandemia. “Finalmente è una previsione realistica. Gli esperti hanno detto sempre tra fine agosto e settembre, quindi penso che a quel punto saremo vicini all’immunità di gregge”. Concorda con questo scenario Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova e docente di Microbiologia dell’ateneo cittadino, intervenuto nel programma tv Agorà su Rai3. Leggi l’articolo completo.

Accordo per 60 milioni di dosi Sputnik V in Cina – Raggiunto un accordo per più di 60 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik V da produrre in Cina a partire da maggio. Il Russian Direct Investmente Fund, che ha finanziato lo sviluppo del siero, ha annunciato che “ha concordato di cooperare alla produzione di oltre 60 milioni di dosi, sufficienti a vaccinare 30 milioni di persone” di Sputnik in Cina.

Rapporto Oms esclude fuga Covid da laboratorio – Il rapporto messo a punto dall’Oms dopo il viaggio effettuato in Cina per indagare sull’origine del Covid, esclude che il virus possa essere fuggito dal laboratorio di Wuhan, luogo dove è nata l’epidemia. Secondo quanto si legge sulla bozza del documento, anticipato dall’Associated Press, è infatti “estremamente improbabile” che il Covid possa essere nato nel laboratorio di Wuhan e poi in qualche modo sfuggito al suo controllo. Gli esperti ritengono che lo scenario più probabile dell’origine della pandemia che ha messo in ginocchio il mondo sia stato la trasmissione del virus del Covid-19 dai pipistrelli all’uomo attraverso un altro animale. Leggi l’articolo completo.

Vaccini, protesta dell’Anm: “Rallentare l’attività giudiziaria non urgente” – La Giunta Esecutiva Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati ha invitato “i dirigenti degli uffici giudiziari ad adottare, a tutela della salute, energiche misure organizzative al fine di rallentare immediatamente tutte le attività dei rispettivi uffici, senza escludere, nei casi più estremi, anche la sospensione dell’attività giudiziaria non urgente”. L’invito dell’Anm nasce dalla decisione del governo di non prevedere una riduzione dei ritmi dell’attività giudiziaria alla luce della pandemia e di non prevedere più i lavoratori del comparto giustizia tra le priorità per le vaccinazioni.

Gelmini: “Non esiste partito aperture o chiusure” – E’ chiaro che si vuole riaprire, e farlo in sicurezza. Resta il grande tema dei trasporti, perchè i contagi non avvengono solo a scuola. Questo è un tema che rimane da affrontare, però la riapertura della scuola ci deve dare speranza e fiducia e ovviamente, se la curva migliorerà, la volontà è quella di tornare ad aprire”. Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, lo dice dallo studio di Che tempo che fa su Rai3. “Non c’è – assicura l’esponente FI – il partito delle aperture o delle chiusure, tutti vogliamo riaprire, compatibilmente con la guerra che il virus ci fa”.

Leggi anche: 1. Nessuno ha il coraggio di chiamarlo col suo nome: quello di Draghi sui vaccini è (vero) sovranismo /2. Il cavillo del Governo che inguaia le Regioni: le norme Covid in vigore sempre con un giorno di ritardo /3. L’Africa e la pandemia dimenticata (di S. Mentana)

4. Anche in zona rossa scuole aperte (fino alla prima media) e niente “giallo” fino al 30 aprile: le misure del nuovo Decreto anti-Covid /5. Draghi: “Al vaglio sanzioni per operatori sanitari non vaccinati. Scuola riapre fino alla prima media” /6. Zona rossa e arancione: come cambiano i colori delle regioni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Cronaca / DIG Festival 2021: il giornalismo investigativo a Modena dal 30 settembre al 3 ottobre
Cronaca / Milano, 30enne scomparso da 5 giorni: sparito dopo il furto del suo zaino
Cronaca / 3.970 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%