Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Il bollettino: 996 nuovi casi e 6 morti. Cts: “No mascherine in scuola primaria se c’è metro di distanza”

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 31 Ago. 2020 alle 06:25 Aggiornato il 31 Ago. 2020 alle 21:53
18
Immagine di copertina

Coronavirus in Italia, le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Sono 26.078 le persone attualmente positive al Coronavirus in Italia. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, lunedì 31 agosto 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 21,30 – Cts: “No mascherine nelle scuole primarie se c’è un metro di distanza” – Il Comitato tecnico scientifico ha stabilito che, per quanto riguarda la scuola primaria, le mascherine in classe non sono necessarie se è assicurato il metro di distanza fra gli studenti. Questa indicazione resta comunque condizionata all’andamento dei contagi locali.

Ore 21,05 – Scuola, approvate le linee guida sui trasporti: capienza all’80 per cento – Sono state approvate in Conferenza unificata le linee guida sui trasporti per contenere la diffusione del Coronavirus: una notizia che interessa da vicino anche la scuola, a due settimane dalla riapertura e con migliaia di studenti che si riverseranno sui mezzi pubblici per raggiungere gli istituti. Al centro del dibattito tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali c’era soprattutto il tema della capienza massima: alla fine, l’intesa prevede un massimo dell’80 per cento, che può diventare 100 per cento per distanze al di sotto dei 15 minuti. Leggi la notizia.

Ore 18,25 – Il bollettino della protezione civile – Si registra un lieve calo dei nuovi casi di Covid: con un totale di 269.214, l’incremento è di 996 casi. Ieri l’incremento era di 1.365 casi e 4 morti. Sale invece il numero dei morti, l’incremento è di 6 persone e il totale raggiunge quota 35.483 morti. I tamponi effettuati ieri sono stati 81.723. Deve essere ancora diffuso il numero dei tamponi di oggi. Qui il bollettino.

Ore 17,30 – Sileri: “L’app Immuni un flop che dobbiamo superare” – “L’app Immuni l’hanno scaricata troppo poche persone, se penso soprattutto ai ragazzi ritengo che sia un flop che dobbiamo superare”. È quanto ha detto il viceministro alla salute Pierpaolo Sileri, nel corso di una intervista su Timeline a Sky Tg24. Secondo il viceministro Sileri il flop sarebbe dovuto “dalle troppe chiacchiere iniziali, sono state date troppe informazioni sbagliate, troppi politici hanno detto cose senza sapere di cosa parlassero”.

Ore 15,50 – Tre casi di Coronavirus nell’Atalanta – Tre casi di Coronavirus sono stati registrati nell’Atalanta alla ripresa dell’attività col raduno di oggi. Ad annunciarlo è stata la stessa società sul sito ufficiale, senza però rendere nota l’identità dei propri tesserati: “Atalanta comunica che nei test anti-Covid, eseguiti in settimana in previsione della ripresa della attività della Prima Squadra, sono stati riscontrati tre casi di positività al tampone. I calciatori in questione sono asintomatici, già in isolamento fiduciario e sotto il controllo dell’ATS”.

Ore 14,30 – Caso Covid in istituto Verbania: 6 in isolamento – Sono 6 le persone che sono state poste in isolamento dopo la positività di una docente dell’ISS Cobianchi di Verbania, totalmente asintomatica, già al lavoro a scuola per i corsi del PON e per gli esami di idoneità e ammissione che riguardano gli studenti privatisti o provenienti da altri istituti.  In quarantena, oltre all’insegnante, sono stati posti i sei studenti che avevano avuto contatti con lei, mentre nessun provvedimento è stato assunto nei confronti degli altri studenti presenti a scuola in questi giorni, circa una trentina, né per il personale amministrativo e tecnico. Leggi la notizia completa.

Ore 14,10 – Focolaio in una località turistica pugliese – Un focolaio di Coronavirus è scoppiato a Riva dei Tessali, nota zona turistica del versante occidentale del Tarantino. I casi di contagio al Covid sono quattro. Tutto sarebbe partito da una donna che si è incontrata nella località del Tarantino con un suo amico rientrato dalla Sardegna. Sono stati rintracciati tutti i contatti delle persone risultate positive al Covid e attualmente una cinquantina di persone, frequentanti Riva dei Tessali, sono state messe in isolamento domiciliare precauzionale in attesa di avere l’esito del tampone.

Ore 12,35 – Tampone per tutti sui voli tra Roma e Milano – All’aeroporto di Fiumicino, nei prossimi giorni, partirà una sperimentazione sulla quale si concentrerà l’attenzione del mondo. Ai passeggeri del volo Roma-Milano di Alitalia sarà eseguito il tampone rapido, quello che in 15 minuti dice se siamo positivi. In questo modo si ridurranno drasticamente le possibilità che sul volo salgano passeggeri infetti. Dice l’assessore alla Salute del Lazio, Alessio D’Amato: “Noi crediamo molto in questo progetto e siamo pronti a partire. Già abbiamo ottenuto ottimi risultati con il sistema dei tamponi agli arrivi per i voli dai paesi ritenuti a rischio, Malta, Spagna, Croazia e Grecia. Ora vogliamo andare oltre”.

Ore 11,30 – Studio italiano: bambini asintomatici positivi fino 3 mesi – A prescindere dal fatto che abbiano o meno manifestato i sintomi dell’infezione da Covid-19, i bambini e i ragazzi che sono stati affetti dal coronavirus possono risultare positivi al tampone nasofaringeo per periodi che arrivano a sfiorare i tre mesi, nel corso dei quali la carica del virus può subire oscillazioni consistenti, tornando a salire tra un tampone e l’altro fino a dare esito nuovamente positivo anche in pazienti che in precedenza si erano negativizzati. Il dato, che conferma l’importanza della determinazione delle cariche virali in soggetti con positività al Covid-19 e che è particolarmente significativo in vista dell’apertura dell’anno scolastico, emerge da due studi pubblicati dalla rivista scientifica Journal of Infection e firmati da Enzo Grossi e da Vittorio Terruzzi, rispettivamente direttore scientifico e direttore sanitario di Villa Santa Maria, Centro Multiservizi di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza con sede a Tavernerio, in provincia di Como.

Ore 11,00 – Un positivo a scuola, chiude istituto di Verbania dove si svolgevano corsi di recupero – Scuola chiusa per un caso di Covid. Succede a Verbania, nel più importante istituto superiore della città, il ‘Cobianchi’, dove l’attività didattica – informa la preside, Vincenza Maselli – è stata sospesa da oggi “per consentire lo svolgimento di un intervento di sanificazione dei locali.L’intervento si è reso necessario poiché un utente, entrato recentemente in Istituto, è risultato positivo al virus Covid-19”. Nella scuola si stavano svolgendo, dal 26 agosto, i corsi di recupero.

Ore 10,15 – Dopo la guarigione dal Coronavirus, sapori e odori ‘distorti’- Non solo anosmia, cioè la perdita di gusto e olfatto. Dopo averli recuperati, diverse persone ammalatesi e guarite dalla Covid-19, stanno ora vivendo un altro problema: la parosmia, ossia avere i sensi completamente distorti. Per esempio la carne sa di petrolio, il prosecco di mele andate a male e l’acqua potabile ha un odore insopportabile. A raccontare alcuni di questi casi è la Bbc.

Ore 9,00 – Crisanti: “Il mio piano per 400mila tamponi al giorno” – In una lettera al Corriere della Sera, Andrea Crisanti, incaricato dal governo di presentare un piano per l’aumento dei tamponi quotidiani, ha spiegato in che cosa consiste il documento e perché i numeri attuali del contagio seppur simili sono differenti da quelli di marzo quando scoppiò l’epidemia. Leggi l’articolo completo.

Ore 8,00 – Oggi il Cts approva le linee guida sulla scuola – È prevista per oggi pomeriggio la riunione del Cts durante la quale dovrebbero essere emanata le linee guida definitive per la riapertura delle scuole. Secondo le indiscrezioni, gli esperti potrebbero mantenere l’obbligo della mascherina anche in classe solo per gli studenti del liceo, permettendo a quelli di medie ed elementari di toglierle una volta seduti al banco, a patto che si rispetti il metro di distanza. Leggi l’articolo completo.

Ore 07.00 – Focolaio a Forte dei Marmi (Lucca): 9 positivi, chiude un locale – A Forte dei Marmi, in provincia di Lucca, si è registrato un focolaio di Coronavirus al Riviera Lounge Bistrot Bar, un locale del Paese. Nove persone sono risultate positive, di cui otto asintomatiche. Nessuno è stato ricoverato. Si tratta di dipendenti del locale, tutti conviventi in un’unica abitazione. Il locale è stato immediatamente chiuso. Queste le dichiarazioni del sindaco Bruno Murzi: “La proprietà, senza attendere un’ordinanza, prima ancora di ricevere disposizioni dalla Asl, si è confrontata con noi e ha deciso di chiudere immediatamente la struttura. Una scelta seria e responsabile che sicuramente ha dato modo di non perdere tempo utile a gestire nel migliore dei modi il contesto sanitario. Sono in contatto con la Asl e vengo aggiornato ora dopo ora dai proprietari della struttura, sono fiducioso che la tempestività dell’intervento possa circoscrivere al massimo il numero dei contagi. Ribadisco, si tratta di persone conviventi nella stessa abitazione e quindi il focolaio è completamente sotto controllo. La Asl sta facendo ulteriori accertamenti per tracciare il percorso dei contatti”.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI

Scuola, proposti infermieri anti-Covid in 9mila plessi italiani – Ognuno dei 9 mila plessi scolastici italiani potrebbe avvalersi di un proprio infermiere addetto a verificare l’applicazione delle misure anti-Covid, ad allertare il medico competente in caso di necessità e ad assistere più in generale alunni e personale docente anche per altre esigenze sanitarie: è l’offerta avanzata dalla Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi) che ricorda come si possa attingere alla figura dell’infermiere di famiglia e comunità introdotto dal Patto per la Salute e dal decreto Rilancio. L’idea della Fnopi è che gli infermieri scolastici possano accedere alle scuole in azione diretta, e non solo su chiamata. “La nostra Federazione assicura la massima collaborazione alle istituzioni per consentire una riapertura in sicurezza delle scuole”, ha spiegato la presidente, Barbara Mangiacavalli. “Avere un professionista infermiere a scuola garantisce il rispetto dei diritti di tutela alla salute e diritto allo studio”, ha aggiunto, “trasmette una maggiore sicurezza ai genitori che vedono preso in carico globalmente il proprio figlio e si riduce l’assenteismo dovuto alla somministrazione delle terapie”.

Il bollettino di oggi – È di 24.205 (+1.049) persone attualmente positive, 35.477 morti (+4) e 208.536 (+312) guariti, per un totale di 268.218 (+1.365) casi, il bilancio odierno relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Qui l’articolo esteso.

Chiuso locale a Riccione: si ballava senza mascherina – I carabinieri di Riccione hanno chiuso per cinque giorni il locale “Musica” di Riccione, dove si ballava senza mascherina. Questa mattina, intorno alle ore 5, una pattuglia di servizio nella zona delle discoteche tra Riccione e Misano Adriatico ha notato delle auto ancora nel parcheggio del locale in questione e musica ad alto volume provenire dall’interno. Dentro, c’erano decine di persone in pista che ballavano senza mascherina. È scattata una sanzione amministrativa di 400 euro e la chiusura del locale per cinque giorni come pena accessoria per assembramenti.

Frazione di Reggio Calabria dichiarata “zona rossa” – Il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, ha emesso, ieri sera, un’ordinanza con la quale ha dichiarato “zona rossa” la frazione di Messignadi del Comune di Oppido Mamertina (Reggio Calabria) dopo che nella frazione è stata riscontrata la positività di 13 persone al coronavirus. L’ordinanza di Santelli, la numero 64 dall’inizio dell’emergenza coronavirus, è motivata dalla necessità di evitare l’ulteriore propagarsi del contagio all’interno e all’esterno della frazione. Il focolaio individuato a Messignadi di Oppido Mamertina infatti – si legge nel provvedimento – “rappresenta un potenziale pericolo per l’ulteriore diffusione del virus, atteso che i soggetti positivi avrebbero avuto numerosi contatti stretti con i familiari e la popolazione del luogo, per i quali il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp ha in atto ulteriori accertamenti, ma che già fanno registrare un’incidenza superiore a 10 casi confermati per mille abitanti e una percentuale di test positivi sul totale dei test effettuati tra i contatti prossima al 30%. La situazione epidemiologica, legata al cosiddetto focolaio, può peggiorare rapidamente, dando luogo ad altri focolai, non diversamente contenibili”. L’ordinanza del presidente della Regione Calabria, in particolare, dispone, a partire dalle ore 00,01 di domani, 30 agosto, il divieto di allontanamento di tutte le persone residenti e il divieto di accesso nella frazione Messignadi di Oppido Mamertina e prevede che nella frazione “sono consentiti unicamente gli spostamenti ritenuti essenziali” e “sono sospese tutte le attività commerciali e produttive, ad eccezione di quelle ritenute ‘essenziali’”. Nel corso dell’emergenza coronavirus, fino al mese di maggio, sono stati 15 i Comuni dichiarati “zona rossa” dal presidente della Regione Calabria, Santelli, perché “focolai” di coronavirus.

Leggi anche:

1. Roma, uomo danneggia le barriere anti-Covid in metro e aggredisce un vigilante / 2. Covid, uno studio consegnato al Governo il 12 febbraio prevedeva fino a 60mila morti in Italia

3. “Scuola in alto mare, noi insegnanti chiediamo di rimandare la riapertura”: le testimonianze a TPI /4. La rivolta dei prof e delle Regioni: la scuola tormenta il governo

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

18
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.