Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Covid, uno studio consegnato al Governo il 12 febbraio prevedeva fino a 60mila morti in Italia

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Lo scorso 12 febbraio il governo venne a conoscenza di uno studio scientifico che prevedeva fino a 60mila morti in Italia a causa del Coronavirus. Lo rivela Repubblica, che ha avuto accesso al documento consegnato al comitato tecnico scientifico dal ricercatore Stefano Merli. Tutto è avvenuto quando nel mondo c’erano circa 50mila casi accertati di contagio da Covid-19, quasi tutti in Cina. I primi focolai italiani, quelli in Veneto e soprattutto in Lombardia, ancora non si erano accesi, ma già allora il governo era stato informato sui possibili e nefasti effetti del virus.

Merler, il ricercatore della fondazione Bruno Kessler che a febbraio consegnò il documento all’esecutivo, aveva basato le sue previsioni su modelli statistici e matematici. Nello specifico, il suo studio prevedeva un numero di morti in Italia tra i 35mila e i 60mila con un indice di contagio R0 tra 1,3 e 1,7. Un indice di contagio superiore a quello attualmente registrato in Italia, ma inferiore a quello delle fasi acute della pandemia nel nostro paese. Nel lavoro di Merler si facevano previsioni anche sul numero di ricoveri, stimati tra i 200 e i 400mila, e sul numero di pazienti che sarebbero potuti finire in terapia intensiva, tra i 60 e i 120 mila.

Appare chiaro, dunque, come lo studio mettesse in guardia il governo sulle possibili conseguenze della diffusione del virus sul territorio nazionale, valutando come improbabile l’ipotesi che il contagio potesse riguardare solo la Cina e non propagarsi anche nel resto del mondo, Italia compresa.

1. Esclusivo TPI – Focolaio nella Rsa Quarenghi di Milano: “10 anziani positivi respinti dagli ospedali per mancanza di posti” /2. Scuola, il ministero: “Corsi di recupero al via a inzio settembre”. Proteste dei presidi: “Non siamo pronti”

3. “Scuola in alto mare, noi insegnanti chiediamo di rimandare la riapertura”: le testimonianze a TPI /4. La rivolta dei prof e delle Regioni: la scuola tormenta il governo

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli