Coronavirus:
positivi 94.076
deceduti 17.127
guariti 24.392

Coronavirus, ultime notizie: in Italia i contagi calano per il quarto giorno: +3.491 (ieri +3.612). In discesa anche i decessi: +683 (ieri +743). Conte alla Camera: “Nuovo intervento da 25 miliardi”

Le ultime notizie dell'epidemia di Covid-19 in Italia

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 25 Mar. 2020 alle 06:53 Aggiornato il 25 Mar. 2020 alle 21:30
316

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi in tempo reale

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Non si arresta l’epidemia di Coronavirus in Italia con l’ultimo bilancio della Protezione Civile, che purtroppo ieri ha evidenziato un nuovo aumento dei morti, mentre i contagi sono lievemente calati rispetto al giorno prima. Nel consueto bollettino diramato da Angelo Borrelli, infatti, è emerso che 74.386 persone hanno fino ad ora contratto il Covid-19 nel nostro Paese. Di queste, 57.521 sono le persone attualmente positive, 7.503 i morti e 9.362 i guariti. Qui tutti gli aggiornamenti sull’epidemia di Coronavirus nel mondo. Di seguito gli ultimi aggiornamenti sul Coronavirus in tempo reale.

Ore 21, 28 – Vaticano, positivo prelato della Segreteria di Stato che abita a Santa Marta. Un alto prelato della segreteria di Stato vaticana è ricoverato a Roma a causa del Covid 19. Lo riporta Repubblica. Il prelato vive a Santa Marta, la residenza dove alloggia Francesco, anche se il Papa vive in sostanziale isolamento ormai da settimane.

Ore 21,00 – Il giallo delle condizioni di salute di Angelo Borrelli – È giallo sulle condizioni di salute di Angelo Borrelli. Il Capo della Protezione Civile, infatti, non ha potuto presenziare alla conferenza stampa perché febbricitante. Per precauzione, così, ha lasciato, la sede della Protezione Civile e si è recato a casa, in attesa di conoscere l’esito del tampone per la ricerca del nuovo Coronavirus. Poi, nel tardo pomeriggio è trapelata una notizia: “Borrelli è positivo al Coronavirus”. Ma a noi di TPI non risulta essere così. Leggi qui la notizia completa.

Ore 19,00 – Conte: “Nuovo intervento di 25 miliardi” – Durante l’informativa alla Camera sull’emergenza Coronavirus in Italia, il premier Conte ha assicurato che “Ci sarà un altro intervento da 25 miliardi per imprese e cittadini”. Segui qui il discorso di Conte.

Ore 18,40 – Conte: “Aumentati del 63 per cento i posti in terapia intensiva” – “I posti in terapia intensiva sono stati aumentati del 63,8 per cento. Presto saranno trasferiti 500 infermieri nelle aree più colpite”, ha annunciato il premier durante l’informativa urgente alla Camera dei Deputati sull’epidemia di Coronavirus in Italia. Segui qui il discorso in diretta di Conte.

Ore 18,30 – Regione Lombardia: nuovi positivi e decessi in calo – Nelle ultime 24 ore in Lombardia, la Regione maggiormente colpita dall’epidemia di Covid-19 in Italia, sono stati registrati 1.643 nuovi casi e 296 decessi. A fornire i numeri è stato l’assessore al Welfare Giulio Gallera, che ha sottolineato che si tratta di numeri in calo, specialmente per i morti che, nella giornata di ieri, erano stati 402.

Ore 18,10 – Iniziato il discorso di Conte alla Camera – È iniziata alla Camera dei Deputati l’informativa urgente del premier Giuseppe Conte sull’epidemia di Coronavirus. Segui qui il discorso in diretta di Conte.

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione Civile – È di 57.521 (+3.491) positivi, 7.503 deceduti (+683) e 9.362 guariti (+1.036) il nuovo bollettino diramato dalla Protezione Civile. Secondo i dati, fino ad ora sono 74.386 (+5.210) le persone che hanno contratto il Covid-19 in Italia. Dei 57.521 attualmente positivi, 23.112 (+1.175) sono ricoverati in ospedale con sintomi, di cui 3.489 (+93) in terapia intensiva, mentre 30.920 (+2.223) sono in isolamento domiciliare. Leggi il bollettino completo.

Per il quarto giorno consecutivo, quindi, cala il numero dei nuovi contagiati: oggi, infatti, sono 3.491 a fronte dei 3.612 di ieri. In calo anche in decessi con i 683 registrati oggi a fronte dei 743 di ieri.

coronavirus italia

Ore 17,50 – Conte sta per parlare alla Camera dei Deputati – Sta per iniziare alla Camera dei deputati, l’informativa urgente del presidente del Consiglio Giuseppe Conte sull’epidemia di Coronavirus in Italia. Segui qui il discorso in diretta di Conte.

Ore 17,30 – Ci sarà la conferenza stampa della Protezione Civile – Contrariamente a quanto inizialmente dichiarato, ci sarà regolarmente alle 18 la conferenza stampa dalla sede della Protezione Civile in cui verranno forniti i nuovi dati sull’epidemia di Coronavirus in Italia. Al posto di Angelo Borrelli, che dopo qualche linea di febbre ha deciso di allontanarsi immediatamente dalla sede della Protezione Civile, che si trova a Roma, ci sarà Luigi D’Angelo, direttore operativo del Dipartimento della Protezione Civile.

Ore 16,30 – Il comune di Nerola diventa “zona rossa” – Il comune di Nerola, nel Lazio, diventa “zona rossa”. Si tratta del secondo comune laziale, dopo Fondi, a essere coinvolto dalla misura restrittiva per evitare il diffondersi del contagio da Covid-19. La decisione è stata presa dopo che nelle ultime ore è stata registrata un’impennata di contagi, legata soprattutto a una casa di riposo, la “Maria Immacolata”.

Ore 16,15 – Iniziato Question Time alla Camera – È iniziato con l’intervento del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina il Question Time alla Camera dei Deputati che, oggi, alle 18,00, vedrà l’informativa del premier Giuseppe Conte sull’emergenza Coronavirus in Italia. Segui qui il discorso in diretta di Conte.

Ore 16,00 – Bertolaso ricoverato al San Raffaele – Guido Bertolaso, risultato positivo al Coronavirus, è stato ricoverato al San Raffaele di Milano, secondo quanto si apprende da fonti. L’ex capo della Protezione civile, scelto come consulente della Regione Lombardia per portare avanti il progetto dell’ospedale negli spazi della Fiera di Milano, sarebbe entrato in ospedale ieri sera.

Ore 15,30 – Borrelli aveva fatto il tampone qualche giorno fa. Si attende esito del secondo – Secondo quanto filtra dalla Protezione civile, Angelo Borrelli aveva fatto il tampone per il Coronavirus qualche giorno fa. L’esito del test era stato negativo. Stamattina, dopo aver accusato sintomi febbrili e aver lasciato il Dipartimento, il capo della Protezione civile è stato sottoposto a nuovo tampone, di cui si attende ancora l’esito.

Ore 14,45 – Borrelli ha la febbre, salta la conferenza stampa delle 18 – Questa mattina il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha accusato sintomi febbrili e, a scopo precauzionale, ha lasciato la sede del Dipartimento. A causa di questa lieve indisposizione, comunica la Protezione Civile, a partire da oggi, fino a data da destinarsi, la quotidiana conferenza stampa sull’emergenza Coronavirus delle ore 18 è sospesa. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a garantire la massima operatività e, anche per il tramite dell’Ufficio Stampa, a diffondere le informazioni disponibili sull’emergenza in atto. L’aggiornamento dei dati di dettaglio sul monitoraggio sanitario in Italia, verrà fornito attraverso un comunicato stampa che sarà diffuso alle ore 18 (La notizia completa).

Ore 14,00 – Sale a 29 il numero dei medici morti – Sono 29 i medici morti in Italia a causa dell’epidemia di Coronavirus dall’11 marzo, data del primo decesso, quello di Roberto Stella, presidente dell’ordine dei medici di Varese. I dati vengono aggiornati sul portale della federazione degli ordini dei medici, da giorni listato a lutto.

Ore 13,40 – Controlli polizia: ieri 8mila persone denunciate – Nella giornata di ieri, le forze di polizia impegnate nei controlli sul rispetto delle misure di contenimento del contagio da Coronavirus hanno controllato 228.057 persone: di queste 8.310 sono state denunciate per “inosservanza dei provvedimenti delle Autorità” e 128 per “falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale”.

Ore 13 – Oms: “Picco in Italia forse in questa settimana” – “Il rallentamento della velocità di crescita è un fattore estremamente positivo. In alcune regioni siamo vicini al punto di caduta della curva e quindi probabilmente il picco potrebbe essere raggiunto in questa settimana e poi cadere. Credo che questa settimana e i primi giorni della prossima saranno decisivi, perché sono i momenti in cui i provvedimenti di governo di 15-20 giorni fa dovrebbero trovare effetto, efficacia”. Così Ranieri Guerra, assistant director general dell’Oms, ai microfoni della trasmissioni radiofonica ‘Circo Massimo’ su Radio Capital. “Quello che ci si aspetta dunque è vedere decadere la curva in maniera più rapida nel giro di questi 5-6 giorni”, ha aggiunto l’esperto. Il sistema sanitario “tiene ma il discorso è fino a quando riuscirà a tenere. Sono dell’opinione che il personale medico e infermieristico va tutelato al massimo”, ha aggiunto Guerra che si è detto “preoccupato per il numero dei colleghi contagiati”. “Dobbiamo a questa persone tutto quello che le tecnologia ci mette a disposizione”, conclude Guerra.

Ore 12,45 – La mappa del contagio in Italia – Ecco una mappa aggiornata con i dati dell’epidemia di Coronavirus in Italia, divisi regione per regione.

coronavirus mappa contagi italia

Ore 12,30 – Conte: “No al blocco dei trasporti, ma sia garantita sicurezza” – “Abbiamo in ogni caso chiesto alle autorità locali di riprogrammare le corse e gli orari” del trasporto pubblico “in base ai nuovi picchi di affluenza, in modo da consentire il rispetto della distanza di sicurezza tra i viaggiatori. Il trasporto pubblico non può essere bloccato: impediremmo a medici e infermieri di raggiungere gli ospedali e renderemmo difficoltoso muoversi per chi è investito di servizi di pubblica utilità”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in un’intervista a Famiglia cristiana.

Ore 12,10 – Sardegna, chiusi i supermercati la domenica – Supermarket e negozi di alimentari chiusi la domenica in Sardegna, mentre potranno restare aperte farmacie e parafarmacie. È consentito ad un solo componente di ciascun nucleo familiare “uscire una sola volta al giorno dalla propria abitazione per provvedere all’acquisto di beni necessari ed essenziali”. Una limitazione che non riguarda, però, l’acquisto di farmaci. Lo prevede l’ordinanza del presidente della Regione Christian Solinas che ha adottato, come annunciato ieri, misure ancor più restrittive per l’emergenza Coronavirus fino al 3 aprile, salvo proroghe. Chiusi anche parchi e giardini pubblici – come peraltro disposto già da diversi sindaci dell’isola – per evitare assembramenti e quindi la diffusione del contagio. Sarà consentito portare a passeggio i cani, per l’espletamento delle esigenze fisiologiche, ma entro i 200 metri dalla propria abitazione. Nel provvedimento anche limitazioni all’uso della bicicletta, seppure a pedalata assistita, per gli spostamenti secondo quanto prevede il Dpcm. È stata inoltre sospesa l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante.

Ore 11,45 – Regno Unito, principe Carlo positivo al Coronavirus –  Il principe Carlo, figlio maggiore della regina Elisabetta II, è risultato positivo al test per il Coronavirus. Lo riferisce Sky News citando Clarence House, che parla anche di leggeri sintomi per l’erede al trono britannico. (L’articolo completo)

Ore 11,30 – Governo convoca i benzinai – Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha convocato in videoconferenza per questo pomeriggio i presidenti dei sindacati dei distributori di carburanti. A riportarlo l’agenzia Ansa. Alla riunione, parteciperà anche la ministra delle Infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli. Sul tavolo, le voci circolate negli ultimi giorni circa una possibile chiusura degli impianti di rifornimento di carburante, a causa del crollo dei consumi a causa del lockdown di tutta Italia e della conseguente impossibilità per i proprietari dei distributori di mantenere in funzione il servizio. Già ieri sera, nella sua conferenza stampa, il premier Giuseppe Conte aveva assicurato “l’approvvigionamento dei carburanti”.

Ore 10,40 – Sileri: “Tamponi? Iss autorizzi altri laboratori” – ​“Più laboratori devono fare i tamponi, rimango basito quando si dice che tutto deve essere certificato da quel laboratorio”. Lo ha detto Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute a 24Mattino su Radio24. “Abbiamo sul territorio nazionale – ha aggiunto –  decine di università, ospedali qualificati, strutture di eccellenza mondiale. Lasciamo fare i tamponi pure a loro che sono in grado di certificarli. Rimango ancora più basito quando sento che i tamponi devono muoversi dall’Italia per essere ulteriormente certificati dall’Istituto Superiore di Sanità. L’Iss deve autorizzare i laboratori più periferici mettendo il marchio, ed evitiamo spreco di denaro”. Sileri, poi, si è schierato anche riguardo alla polemica sui tamponi: “Serve un uso intelligente dei tamponi, non a tappeto. Vanno fatti a tutti gli operatori sanitari, a tutti coloro che hanno dei sintomi, a tutti i contatti di quelli che sono risultati positivi, e poi serviranno anche dei tamponi sentinella per i soggetti asintomatici che si trovano in zone dove ci sono dei focolai ampi per perimetrare l’area”.

Ore 09,10 – Gallera: “Impensabile 4 mesi a casa” – “La data del 31 luglio è stata rettificata dal premier. Ma il messaggio lo condivido, non è che tra 10 giorni se scende o rallenta il contagio possiamo immaginare che tutto sia finito e possiamo tornare ad animare i parchi. Sarà una lunga stagione per riuscirci, finché non troviamo un farmaco efficace o un vaccino c’è il rischio che riparta. In Cina ci sono contagi di ritorno. Sarà lunga anche se non penso si possa immaginare che per 4 mesi i nostri concittadini rimangano a casa”. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervistato a Omnibus su La7, commentando la nuova stretta varata dal Cdm di ieri.

Ore 08,45 – Salvini: “Spendiamo anche 100 miliardi o sarà rivolta” – “Quando ci sono mille morti al giorno niente viene prima. Per questo, occorrono garanzie di investimenti illimitati prima che si arrivi allo scontro sociale tra garantiti e non garantiti”: lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in un’intervista a La Stampa. (La notizia completa).

Ore 08,20 – Gallera: “Bertolaso sta benissimo e lavora” – Bertolaso sta “benissimo, è in isolamento ma lavora come un forsennato. E’ determinato a concludere il lavoro nel quale lo abbiamo coinvolto”. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervistato ad Agorà, rispondendo a una domanda sulle condizioni di salute del consulente per la Regione Lombardia per la costruzione dell’ospedale in Fiera a Milano, ieri risultato positivo al Coronavirus.

Ore 08,00 – “Per capire l’epidemia contiamo il numero di ricoveri” – Giovanni Amelino-Camelia, professore ordinario di Fisica teorica all’università Federico II di Napoli, su Repubblica propone un nuovo metodo di osservazione dei dati sul Coronavirus per capire l’andamento dell’epidemia in Italia: guardare al numero di ricoveri in ospedale e non ai tamponi o ai contagi in generale. (L’articolo completo)

Ore 07.00 – Deputati Pd contro Di Maio: “Imbarazzante il suo entusiasmo nei confronti della Cina” – Scoppia una polemica nella maggioranza di governo. I deputati del Pd Andrea Romano e Lia Quartapelle mettono sotto accusa il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, reo di aver ecceduto nelle lodi alla Cina. In un’intervista a Tg2 Post, Di Maio ha ringraziato Pechino per gli aiuti inviati nel nostro paese: “La solidarietà paga sempre”, ha sottolineato il ministro degli Esteri, ricordando il “contratto da 100 milioni di mascherine che inizieranno ad arrivare questo fine settimane” dalla Cina.

Di Maio è andato anche oltre, collegando gli aiuti cinesi alla sua strategia messa in campo da mesi con Pechino: “Chi ci ha deriso sulla Via della Seta ora deve ammettere che investire in questa amicizia ci ha permesso salvare vite in Italia”. Andrea Romano è andato all’attacco del ministro degli Esteri su Twitter: “Lo strabordante entusiasmo di Luigi Di Maio verso la ‘spontanea e disinteressata amicizia della Cina’ comincia ad essere imbarazzante (persino per il regime cinese…). Più equilibrio e compostezza, per chi guida la politica estera di un grande paese europeo”.

Sulla stessa linea la deputata Pd Lia Quartapelle:  “Di Maio è ingrato nei confronti di tutti i paesi che stanno aiutando l’Italia, continuare a ringraziare solo la Cina, tra tutti i paesi che ci stanno aiutando. Spero che il ministro degli Esteri trovi il modo di rettificare le sue parole che sono contrarie all’interesse nazionale”.

CORONAVIRUS ITALIA COSA È SUCCESSO IERI:

Fino a cinque anni di reclusione per chi viola la quarantena – La violazione del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione o dimora per le persone sottoposte a quarantena obbligatoria perché risultate positive al Coronavirus è punita con la reclusione da uno a cinque anni. Lo prevede una delle norme contenute nel nuovo decreto legge, approvato questa sera dal Consiglio dei Ministri.

Primo positivo Atalanta, è portiere Sportiello. Primo calciatore dell’Atalanta positivo al coronavirus: si tratta del 27enne portiere, Marco Sportiello. “Le autorità sanitarie locali hanno comunicato in data odierna al club la positività al Covid-19 del calciatore Marco Sportiello”, si legge in una nota del club bergamasco che precisa che il giocatore è asintomatico (qui tutti i calciatori positivi finora al Covid-19).

Conte: “Inasprite sanzioni, multe da 400 a 3mila euro”. “Con questo decreto legge abbiamo regolamentato in maniera trasparente l’attività del governo con il Parlamento, ma anche i rapporti tra l’esecutivo e le Regioni. Sull’emergenza riferirò al Parlamento ogni 15 giorni. Inoltre, abbiamo inasprito le sanzioni con multe che partiranno da un minimo di 400 a un massimo di 3.000 euro”. Lo ha dichiarato il premier Conte in conferenza stampa. “Ancora una volta purtroppo assisto a un’indebita diffusione di una bozza che è già superata”, ha proseguito il premier. “Si creato un po’ di dibattito sul fatto che l’emergenza è stata prolungata fino al 31 luglio 2020. Nulla di vero. Vorrei ricordare che a fine gennaio abbiamo decretato l’emergenza nazionale per 6 mesi e quindi fino al 31 luglio 2020. Questo non significa che fino ad allora vi saranno misure restrittive. Confidiamo quanto prima di tornare alle nostre abitudini, anzi a un migliore stile di vita. Perché io sono convinto che questa prova che stiamo affrontando ci renderà migliori”.

IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE di ieri martedì 24 marzo

Il bollettino della Protezione Civile – È di 54.030 positivi (+3.612), 6.820 deceduti (+743) e 8.326 guariti (+894) il nuovo bilancio relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia, diramato nella giornata di martedì 24 marzo dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli. Secondo i dati, fino ad ora sono 69.176 (+5.249) le persone che hanno contratto il Covid-19 in Italia. Dei 54.030 attualmente positivi, 21.937 (+1.245) sono ricoverati in ospedale con sintomi, di cui 3.396 (+192) in terapia intensiva, mentre 28.697 (+2.175) sono in isolamento domiciliare. Il bollettino di martedì 24 marzo.

Leggi anche: 1. Coronavirus, approvato il nuovo decreto Conte del 24 marzo: cosa prevede / 2. “Ecco quando finirà l’epidemia di Coronavirus in Italia”: la verità in un’analisi sui dati

3. Coronavirus, parla la fidanzata di Rugani della Juve: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti” (di Giulio Gambino) / 4. Lo sfogo di un medico a TPI: “Se la Lombardia non cambia strategia, la gente continuerà a morire”(di Selvaggia Lucarelli)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

316
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.