Covid ultime 24h
casi +17.246
deceduti +522
tamponi +160.585
terapie intensive -22

Coronavirus, perché la conferenza stampa della Protezione civile con Borrelli è sospesa

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 25 Mar. 2020 alle 15:16 Aggiornato il 25 Mar. 2020 alle 21:26
654

Coronavirus, perché la conferenza stampa della Protezione civile è sospesa

Aggiornamento ore 21,00 – Nel pomeriggio si è sparsa la notizia dell’annullamento della conferenza stampa della Protezione Civile, che in realtà si è poi svolta regolarmente, a causa della condizioni di salute del capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, che ha accusato qualche linea di febbre. Subito dopo si è sparsa la notizia che Borelli fosse risultato positivo al Coronavirus, ma noi di TPI siamo in grado di chiarire il “giallo” sulle condizioni di salute del capo della Protezione Civile. Leggi qui la notizia.

Perché la conferenza stampa della Protezione Civile è sospesa

Ogni giorno, dall’inizio dell’emergenza Coronavirus in Italia, siamo ormai abituati all’appuntamento fisso delle 18 con la conferenza stampa con il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli: da oggi – mercoledì 25 marzo 2020 – e fino a data da destinarsi, tuttavia, la conferenza è sospesa. Perché?

Stamattina, secondo quanto riportato dalla Protezione civile, lo stesso Borrelli ha accusato qualche linea di febbre e, a scopo precauzionale, ha lasciato la sede del Dipartimento. E’ innegabile che, al presentarsi di questi sintomi, in molti abbiano pensato a un possibile contagio anche per Borrelli, che in tutte queste settimane è stato al lavoro in prima linea per la gestione dell’emergenza legata al Covid-19. Tuttavia, al momento, non si sa se il capo della Protezione civile è stato sottoposto al tampone, né tanto meno l’eventuale esito dello stesso.

In assenza di Borrelli, è stato dunque deciso di sospendere la conferenza stampa delle 18. Il Dipartimento della Protezione Civile ha precisato tuttavia che continuerà a garantire la massima operatività e, anche tramite dell’ufficio stampa, continuerà a fornire le quotidiane informazioni sui numeri dell’emergenza. Alle 18 di oggi e nei prossimi giorni, dunque, circoleranno in ogni caso i dati aggiornati sui morti, i guariti e i contagiati dal Coronavirus. L’unica differenza sarà che non ci sarà l’incontro con i giornalisti al quale ha partecipato fino a ieri Borrelli, tornato a casa a causa della febbre.

Leggi anche:

1. La follia collettiva sull’Avigan, il farmaco anti-Coronavirus per nulla sicuro ma che tutti vogliono / 2. Il dramma dei medici musulmani morti aiutando l’Italia: eroi che non trovano sepoltura / 3. Approvato il nuovo decreto Conte del 24 marzo: cosa prevede

4. Una domanda scomoda sui contagi e Borrelli va in tilt: “Chiudiamola qui” / 5. Greta Thunberg in autoisolamento: “Forse ho avuto il Coronavirus” / 6. “Ecco quando finirà l’epidemia di Coronavirus in Italia”: la verità in un’analisi sui dati

7. Pensieri di un fumatore incallito ai tempi del Coronavirus / 8. “Ho i sintomi del Coronavirus ma non mi fanno il tampone: così contagerò tutti”: la denuncia di una dottoressa in autoisolamento / 9. La fidanzata di Rugani della Juve a TPI: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti”

TUTTE ULTIME LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

654
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.