Coronavirus:
positivi 14.621
deceduti 34.854
guariti 191.944

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Calano per il settimo giorno consecutivo i ricoveri in ospedale. Conte annuncia proroga misure restrittive fino al 3 maggio

Le ultime notizie dell'epidemia di Covid-19 in Italia

Di Anna Ditta
Pubblicato il 10 Apr. 2020 alle 07:33 Aggiornato il 10 Apr. 2020 alle 22:34
81

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi in tempo reale

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Prosegue l’emergenza Coronavirus in Italia, dove negli ultimi giorni si sia registrato un calo sia dei nuovi contagiati che dei ricoveri. Secondo i numeri diffusi nel consueto bollettino della Protezione Civile sono 98.273 le persone attualmente positive al Covid-19, 18.849 i morti e 30.455 i guariti per un totale di 147.577 casi registrati. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie di oggi sul Coronavirus in Italia, aggiornate in tempo reale.

Ore 22.30 – Le attività commerciali aperte dal 14 aprile – Sono diverse le attività commerciali al dettaglio consentite dal Dpcm emanato oggi sul fronte della lotta alla diffusione del contagio da Coronavirus che ha prolungato al 3 maggio le prescrizioni. Le attività consentite – rispettando ovviamente alcune prescrizioni fondamentali, quali il distanziamento interpersonale e l’accesso regolato –  riguardano ipermercati, supermercati, discount di alimentari,
minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari.
Consentito il commercio al dettaglio di prodotti surgelati; il commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati; il commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati; ilo commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati.
E ancora: commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico, articoli igienico-sanitari, articoli per l’illuminazione, giornali, riviste e periodici. Aperte le farmacie; sì al commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica; commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati. permesso il commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale, di piccoli animali domestici, di materiale per ottica e fotografia, combustibile per uso domestico e per riscaldamento, saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini. Sì al commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, a qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione, di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono, per mezzo di distributori automatici. Sì, ed è la novità introdotta oggi, al commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria, al dettaglio di libri e al dettaglio di vestiti per bambini e neonati, insieme al via libera alla silvicoltura ed utilizzo aree forestali.

Ore 21,40 – Salvini e Meloni replicano a Conte: I due principali leader dell’opposizione rispondono alle parole del premier Conte sul Mes durante la conferenza stampa di oggi: “Usare la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da regime, roba da Unione Sovietica”, scrive su Facebook il leader della Lega. Meloni risponde: “Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte indice una conferenza stampa pochi minuti prima dell’edizione più vista dei tg, trasmessa in diretta sulla prima rete del servizio pubblico, per accusare l’opposizione di dire menzogne, senza possibilità di replica e senza contraddittorio. Credo non si sia mai vista una cosa del genere nella storia della democrazia, e la dice lunga sulla tracotanza di questo governo”. (La notizia completa)

Ore 20,20 – Salvini: “Da regime usare tv di Stato per attaccare opposizione” – “Usare la tv di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da regime, roba da Unione Sovietica. Perché non hanno bloccato il Mes? Perché il Pd vuole la tassa patrimoniale? Perché i 5 Stelle vogliono ancora bloccare la Tav? Perché Leu vuole tassare la casa e i risparmi degli italiani? Dov’è la cassa integrazione promessa? Quando arrivano davvero i soldi? Che fine ha fatto il blocco dei mutui per chi è in difficoltà? Cosa fanno per aiutare chi non ce la fa a pagare affitti, rate e bollette? Perché non aiutano davvero partite Iva e autonomi? Quando arriveranno i soldi promessi alle imprese? Sempre #colpadisalvini??? Altro che “collaborazione”, che delusione signor Conte”: così il leader della Lega Matteo Salvini ha risposto alle parole del premier Conte.

Ore 19,55 – Conte: “Menzogne sul Mes da parte di Salvini e Meloni” – “L’Italia non ha bisogno del Mes”: lo ha detto Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa sulla proroga delle misure anti-Coronavirus. Il premier, in particolare, si è rivolto nei confronti di Matteo Salvini e Giorgia Meloni accusandoli di dire menzogne sul Mes. “Il Mes è attivo dal 2012. Questo governo non lavora con il favore delle tenebre. Non abbiamo firmato nulla. È una menzogna questa cosa”. Conte, poi, ha specificato che “l’Italia non ha bisogno del Mes e non è interessata a questo strumento. Noi ci stiamo battendo per avere un ventaglio di nuovi strumenti” ha dichiarato Conte. Segui il discorso di Conte in diretta.

Ore 19,50 – Comitato per studiare riapertura – Il premier Giuseppe Conte ha annunciato la costituzione di un comitato di esperti da affiancare al comitato tecnico-scientifico che avrà il compito di studiare la riapertura e gestire la fase 2 dell’emergenza sanitaria. La task force sarà guidata dal manager Vittorio Colao (qui il suo profilo).

Ore 19,40 – Dal 14 aprile riapriranno cartolibrerie, librerie e negozi per neonati – Dal 14 aprile alcune attività potranno riaprire. Lo ha annunciato il premier Conte durante la conferenza stampa. Tra le attività che riapriranno, cartolibrerie, librerie, negozi per neonati e silvicoltura. La lista delle attività è presente nel nuovo Dpcm (consultabile qui) diramato dal premier. Segui il discorso di Conte in diretta.

Ore 19,35 – Misure restrittive prorogate fino al 3 maggio – Il presidente del Consiglio ha iniziato la sua conferenza stampa annunciando subito la proroga delle misure restrittive fino al 3 maggio. Segui il discorso di Conte in diretta.

Ore 19,30 – Iniziata la conferenza stampa di Conte – È iniziata la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte. Segui il discorso di Conte in diretta.

Ore 18,35 – Conferenza stampa di Conte fissata alle 19,30 – Adesso è ufficiale: la conferenza stampa del premier Conte (qui le informazioni su dove seguirla in diretta e in streaming) avrà inizio alle 19,30. La notizia è stata comunicata dal premier stesso attraverso una nota pubblicata sui suoi social. Il presidente del Consiglio dovrebbe annunciare la proroga delle misure restrittive anti-Coronavirus fino al 3 maggio. Segui il discorso di Conte in diretta.

Ore 18,15 – Discussione tra Conte e i capidelegazione sul Mes – Secondo quanto riferito dall’Adnkronos, la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte, inizialmente prevista per le 14 e slittata più volte nel corso del pomeriggio, non sarebbe ancora iniziata a causa di un riunione fiume tra il presidente del Consiglio e i capidelegazione della maggioranza nella quale vi sarebbe una discussione piuttosto accesa sul Mes.

Ore 18,10 – Sta per iniziare il discorso del premier Conte – È atteso a minuti l’inizio del discorso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel quale dovrebbe essere annunciata la proroga delle misure restrittive anti-Coronavirus fino al 3 maggio. Segui il discorso di Conte in diretta.

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione Civile – È di 98.273 positivi (+1.396), 18.849 morti (+570) e 30.455 guariti (+1.985) per un totale di 147.577 casi (+3.951) il nuovo bilancio inerente all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dall’ultimo bollettino diramato dalla Protezione Civile. Dei 98.273 attualmente positivi, 28.242 (-157) sono ricoverati in ospedale con sintomi, 3.497 (-108) si trovano nei reparti di terapia intensiva, mentre 66.534 (+1.661) sono in isolamento domiciliare. Più o meno stabile, dunque, il numero dei nuovi positivi: oggi sono 1.396 i nuovi contagiati, a fronte dei 1.615 di ieri e dei 1.195 registrati l’altro ieri. Stabile, purtroppo, anche il numero dei decessi: 570 i morti registrati oggi, mentre ieri erano stati 610, in rialzo rispetto all’altro ieri quando erano stati conteggiati 542 morti. La buona notizia arriva dai ricoveri ospedalieri e dai reparti di terapia intensiva che per il settimo giorno consecutivo registrano il segno meno. Per quanto riguarda i tamponi, invece, oggi sono stati effettuati 53.495 test a fronte dei 46.244 realizzati ieri e dei 51.680 dell’altro ieri. Il bollettino della Protezione Civile.

coronavirus italia

Ore 16,53 – Vittorio Colao verso la presidenza della task force per la ricostruzione. L’ex numero uno di Vodafone verso la presidenza della task force voluta da Conte e composta da economisti, giuristi e scienziati per ricostruire il paese dopo l’emergenza Coronavirus. Lo riporta Repubblica. (Qui la notizia completa e il profilo di Colao).

Ore 16,45 –  De Luca, mascherine obbligatorie a fine aprile. Entro fine aprile anche in Campania sarà obbligatorio indossare le mascherine quando si esce di casa. Ad annunciarlo è il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che anticipa l’ordinanza che arriverà nelle prossime settimane. “Non abbiamo ancora adottato la misura di Fontana in Lombardia perché prima vogliamo mettere in produzione 3-3,5 milioni di mascherine”, afferma il governatore. “Lo faremo tra due settimane, le distribuiremo gratuitamente a farmacie, medici di medicina generale, alle Rsa, alla Caritas, ai servizi sociali dei Comuni per raggiungere le fasce più deboli, poi saranno messe in vendita in supermercati e tabaccai a prezzo dimezzato rispetto a quello di costo”.

Ore 16,02 – Il Pd propone la Covid-Tax: un contributo di solidarietà versato da chi ha redditi più alti. La proposta di Delrio e Melilli: “Chi ha reddito superiore a 80mila euro verserà per sostenere le famiglie rese povere dal Coronavirus”. La polemica delle opposizioni. Qui la notizia completa.

Ore 15,49 – Migrante positivo a Pozzallo, disposta quarantena. Il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, ha stabilito con propria ordinanza, di imporre la quarantena alla cinquantina di migranti trasferiti ieri da Porto Empedocle, dopo che un quindicenne egiziano è stato trovato sintomatico e positivo al Covid 19. Ha presentato esposto alla procura di Agrigento e inviato una nota di richiesta di chiarimenti all’assessorato regionale alla Salute.

Ore 15,40 – Conte atteso a minuti in conferenza stampa – Cresce l’attesa per la conferenza stampa di Conte, annunciata per oggi alle ore 15 e ancora non iniziata. Il premier è impegnato nella riunione con i capi delegazione della maggioranza, ma a minuti dovrebbe finalmente presentarsi in conferenza stampa ed esporre quali sono le ultime decisioni del Governo sul lockdown e sul Mes.

Ore 14,39 – Conte vede capi delegazione poi conferenza stampa​. Da più di due ore è in corso la riunione tra il premier Conte, i ministri Patuanelli e Gualtieri e i capi delegazione della maggioranza per un confronto sull’emergenza sanitaria. Dopo la riunione il presidente del Consiglio illustrerà in una conferenza stampa il nuovo Dpcm che dovrebbe prorogare le misure restrittive fino al 3 maggio.

Ore 14,20 – Il premier Conte parlerà in conferenza stampa alle 15. Con grande probabilità, nella conferenza di oggi Conte annuncerà un nuovo decreto che prolungherà il lockdown del Paese – al momento in vigore fino al 13 aprile – di altre tre settimane. Si parla infatti del 3 maggio come prossima scadenza della chiusura totale del Paese

Ore 14,06 – A breve conferenza stampa di Giuseppe Conte – “La mia posizione e quella del Governo sul Mes – ha scritto il presidente del Consiglio su Facebook – non è cambiata. Più tardi in conferenza stampa vi aggiornerò su questo e altre importanti questioni che riguardano il nostro Paese”. (Qui la diretta)

Ore 13,15 – Salvini: meno drammi se governo avesse ascoltato Lombardia – “Se il governo avesse ascoltato la Regione Lombardia, se avesse fatto la zona rossa come a Codogno anche in Val Seriana, probabilmente si sarebbero risparmiati tanti dramm. Ma è Venerdì Santo, lasciamo perdere le polemiche”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in diretta a 7Gold. Qui tutto quello che c’è da sapere sull’inchiesta condotta da TPI sui due comuni della Val Seriana da cui si è in gran parte originato il contagio che ha trasformato Bergamo nel lazzaretto d’Italia.

Ore 12,50 – Brusaferro: “Curva decresce, segnale positivo” – “La curva ci mostra chiaramente una situazione di decrescita e questo è un segnale positivo ma non deve farci abbassare la guardia”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa all’Istituto sull’andamento epidemiologico dell’epidemia. “Il quadro conferma lo scenario dei giorni scorsi e ci dà indicazioni di efficacia delle misure. I segnali positivi non devono farci abbassare però la guardia. Le azioni intraprese sono importanti ma non dobbiamo illuderci che la situazione si risolva. Le misure sono essenziali per mantenere la curva, quando sarà scesa,sotto la soglia di 1 per i contagi”, ha aggiunto Brusaferro.

Ore 12,40 – Spallanzani, 172 positivi, 23 più seri – “I pazienti Covid-19 positivi sono in totale 172. Di questi, 23 necessitano di supporto respiratorio”. Così si legge nel bollettino medico diramato oggi dallo Spallanzani. “I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 244”. Il nosocomio precisa che “in giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici”. “Si stabilizza l’inversione del rapporto ricoverati Covid-19 positivi/pazienti dimessi”, nel senso che i pazienti dimessi sono anche oggi più numerosi di quelli ricoverati. È quanto sottolinea lo Spallanzani nel bollettino medico diramato oggi. L’ospedale romano evidenzia anche che oggi i dimessi sono più numerosi di ieri.

Ore 12,30 – Ore 12,27 – I ‘grandi’ del food donano 20mila pacchi alimentari – Amica Chips, Barilla, Bonomelli, Cannamela, Cirio, Delicius, Fabbri1905, Lavazza, Noberasco, Novi, Parmalat, Pizza Catarì, Polenta Valsugana, Ponti, Rio Mare, Riso Gallo, Sagra, San Benedetto, Santa Rosa, Santal Auricchio e Giovanni Rana. Sono le eccellenze del food italiano che, riunite da Rana, hanno donato 20 mila pacchi gratuiti di cibo. I pacchi saranno assegnati a nuclei familiari selezionati in collaborazione con Conad e Caritas Italiana a Napoli, Palermo e Crotone. “È con entusiasmo che partecipiamo, insieme agli amici del Consorzio Italia del Gusto, a questa iniziativa – afferma Mario Preve, presidente del Consorzio Italia del Gusto e vicepresidente di Riso Gallo Spa –. Gratitudine per il senso del dovere e il coraggio dimostrato da tanti, Orgoglio per ciò che insieme stiamo dimostrando di essere come comunità, Speranza che il domani sia migliore di oggi. Questo è quello che sentiamo”.

Ore 11,15 – Conte annuncia conferenza stampa per oggi – Il premier Giuseppe Conte, su Facebook, ha annunciato che oggi parlerà in conferenza stampa: “La mia posizione e quella del Governo sul Mes – ha scritto il presidente del Consiglio – non è cambiata. Più tardi in conferenza stampa vi aggiornerò su questo e altre importanti questioni che riguardano il nostro Paese”.

Ore 10,20 – Burioni: “In Sardegna si può riaprire per gradi” – Mentre in tutta Italia si discute circa la possibilità di permettere alle singole Regioni di prendere decisioni autonome sulla riapertura, al momento accantonata nelle idee del governo se non in casi eccezionali, il noto virologo Roberto Burioni ha dichiarato che la Sardegna potrebbe essere un’eccezione. “Quella della Sardegna – ha detto – rispetto al quadro nazionale sembra una situazione fortunata, quindi l’idea di creare delle aree pilota circoscritte dove in prospettiva ridurre gradualmente le misure di contenimento e tracciare il contagio è realizzabile”. Burioni, con queste parole, ha commentato la proposta del collega Pietro Crisanti, dell’Università di Padova, che ha chiesto di fare dell’isola un laboratorio in vista della Fase 2. Per Burioni, dunque, non esistono controindicazioni.

Coronavirus Italia | Ore 9,30 – Giovane migrante positivo nell’hotspot Pozzallo – È risultato positivo al Covid 19 un giovane migrante egiziano di 15 anni arrivato ieri nell’hot spot di Pozzallo (Ragusa) perché trasferito da Porto Empedocle, dopo che il 6 aprile era approdato a Lampedusa con un barchino di fortuna. Insieme a lui da Porto Empedocle sono stati trasferiti altri migranti arrivati nei giorni scorsi a Lampedusa. “Nella notte sono stato informato – dice il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna – che uno dei 50 migranti presenti nell’hotspot è risultato positivo al Coronavirus.

Ore 9,00 – Mattarella: ​impegno straordinario Polizia con emergenza Covid – “Rivolgo il mio ringraziamento – ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – a quanti mantengono alta l’attenzione per garantire la sicurezza delle comunita’ rispetto alle minacce criminali che, nell’attuale fase di fragilita’ economica e sociale, potrebbero ostacolare le prospettive dl ripresa del paese. Vanno contrastati con il massimo rigore gli odiosi fenomeni dell’usura, delle truffe agli anziani e ai soggetti piu’ deboli, dell’accaparramento dl risorse, dello sfruttamento del lavoro, cosi’ come, su piu’ ampia scala, gli illeciti interessi della criminalita’ organizzata che attentano alla liberta’ d’impresa e alla legalita’ delle attivita’ economiche”.

Ore 8,30 – Tappezzeria cuciva mascherine, un denunciato a Roma – Una tappezzeria della zona del litorale di Ostia riconvertita abusivamente alla produzione di mascherine di protezione. Ad individuarla sono stati i finanzieri del Comando provinciale di Roma, i quali hanno scoperto che nel laboratorio – apparentemente chiuso – la produzione andava avanti a pieno regime in assenza di qualsivoglia autodichiarazione all’Istituto superiore di sanità e all’Inail per l’attestazione delle caratteristiche tecniche e il rispetto dei requisiti di sicurezza, deroga consentita in via eccezionale dal governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto.

Coronavirus Italia | Ore 7,30 – Verso un lockdown fino al 3 maggio – Il governo incontra parti sociali ed enti locali e assicura che priorità è la salute”, possibili solo riaperture mirate per i servizi essenziali. Locatelli (Css): “Serve molta cautela. Il governo incassa al Senato la fiducia sul Cura Italia (qui tutti i dettagli).

Ore 7,00 – Stretta sulle seconde case, droni e check-point. La Pasqua sarà blindata – L’Italia per Pasqua sarà blindata. Chiusi quasi ovunque supermercati e negozi alimentari, aperte solo edicole e farmacie, per togliere ai cittadini ogni giustificazione agli spostamenti se non situazioni di assoluta urgenza. E dunque, in teoria, in strada non dovrebbe esserci nessuno. Ma il meteo promette bel tempo e la gente comincia ad accusare la stanchezza di rimanere chiusi a casa. E allora posti di blocco a tappeto su strade e autostrade, elicotteri e droni in cielo, motovedette in mare per chi fosse tentato da una gita in barca. I controlli – è l’indicazione data dal Viminale ai prefetti – “devono garantire un presidio del territorio diffuso e percepibile dalla cittadinanza”. Insomma, gli italiani devono sentirsi sotto assedio per evitare che troppi “furbetti” vanifichino i risultati ottenuti e pregiudichino il cammino verso la graduale riapertura del Paese.

Ore 6,00 – Ciriaco De Mita colpito da malore: l’ex premier ricoverato in osservazione – L’ex presidente del Consiglio, Ciriaco De Mita, è stato ricoverato in osservazione presso l’ospedale “Moscati” di Avellino. De Mita, 92 anni, è stato colto da un malore nel pomeriggio mentre si trovava all’interno della sua abitazione di Nusco, comune di cui è al secondo mandato di sindaco. Il trasferimento in ospedale si è reso necessario per svolgere precauzionalmente una serie di esami diagnostici. Le sue condizioni sarebbero buone.

CORONAVIRUS, COSA È SUCCESSO IERI IN ITALIA

I medici morti per il Coronavirus hanno raggiunto quota 100. Ecco i loro nomi nell’articolo di TPI per ricordarli. Qui chi erano i medici morti combattendo il Coronavirus: 10 storie per ricordarli

Fiducia del Senato al decreto Cura Italia – Il governo ha incassato la fiducia sul decreto Cura Italia. Ora il provvedimento passa alla Camera.

Coronavirus Italia | Polemica sul titolo shock di Die Welt sui Coronabond: “La mafia in Italia aspetta i soldi dell’Ue” – Il quotidiano conservatore tedesco Die Welt chiede alla cancelliera Merkel di “stare attenta” a dare soldi all’Italia. Scoppia la polemica.

Conte alla Bbc: “Possibile qualche apertura entro aprile” – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un’intervista alla Bbc ha spiegato che “il blocco nazionale, imposto il 9 marzo, potrà allentato solo gradualmente”. “Dobbiamo scegliere i settori in grado di riavviare la loro attività. Se gli scienziati lo confermano, potremmo iniziare ad allentare alcune misure già entro la fine di questo mese”, ha affermato il capo del governo.

Arrestato imprenditore per turbativa d’asta in gara Consip – La Guardia di Finanza ha arrestato Antonello Ieffi, imprenditore di 42 anni di Frosinone, per turbativa d’asta e inadempimento di contratti di pubbliche forniture per una gara Consip (dal valore complessivo di oltre 253 milioni di euro) bandita d’urgenza per garantire l’approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale (come mascherine e guanti) e apparecchiature elettromedicali.

Coronavirus Italia | Nuova ordinanza in Sicilia: una sola uscita al giorno – Il governatore della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha firmato una ordinanza (valida dal 10 al 13 aprile) che impone una nuova stretta contro il Coronavirus. Al centro del provvedimento, la facoltà di uscire “una volta al giorno e solo per un familiare”, oltre a un obbligo “condizionato” a indossare le mascherine “o altro adeguato accessorio” in tutti i luoghi in cui non è possibile rispettare la distanza di sicurezza.

Il Decreto Scuola è entrato ufficialmente in vigore – Il decreto legge sulla conclusione dell’anno scolastico durante l’emergenza Coronavirus è entrato in vigore. Si seguiranno due procedure differenti, a seconda del ritorno degli studenti nelle classi scolastiche prima o dopo il 18 maggio. In ogni caso, tutti gli studenti saranno ammessi alla maturità, anche in presenza di più insufficienze.

Locatelli: ecco come funzioneranno i test sierologici in Italia

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

1. ESCLUSIVO TPI – Parla la gola profonda dell’ospedale di Alzano: “Ordini dall’alto per rimanere aperti coi pazienti Covid stipati nei corridoi” /2.“Chiudere solo Codogno non è stato sufficiente, eravamo tutti concentrati su quello, ma i buoi erano già scappati dal recinto”: parla Rezza (ISS)

3.Contagio Coronavirus all’ospedale di Alzano: dopo l’inchiesta di TPI la Procura di Bergamo indaga per epidemia colposa /4. Lazio, 129 contagiati al Nomentana Hospital di Fonte Nuova: “Hanno spostato qui il focolaio di Nerola”

5. Calderoli a TPI: “La mancata zona rossa ad Alzano e Nembro ha determinato il disastro di così tante vittime in Italia”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

81
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.