Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Fase 2, ecco la nuova autocertificazione valida dal 4 maggio

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 3 Mag. 2020 alle 19:04 Aggiornato il 3 Mag. 2020 alle 21:03
267
Immagine di copertina

Coronavirus, ecco la nuova autocertificazione valida dal 4 maggio | Fase 2

A pochissime ore dall’inizio della Fase 2 della lotta al Coronavirus in Italia, il Viminale ha pubblicato la nuova autocertificazione che servirà per giustificare gli spostamenti a partire dal 4 maggio. Il documento, pubblicato sul sito del ministero dell’Interno e scaricabile in pdf alla fine di questo articolo, contiene al suo interno tutte le novità introdotte dall’ultimo Dpcm, quello del 26 aprile, e dai successivi chiarimenti di Governo e Viminale.

autocertificazione 4 maggio

La nuova autocertificazione contiene infatti un nuovo campo, quello relativo ai provvedimenti emanati dalle singole Regioni, che deve essere compilato qualora nella Regione in cui si effettua lo spostamento siano in vigore delle ordinanze che si allontanano dalle indicazioni dell’esecutivo. Ma la parte che più interessa ai cittadini italiani è quella finale del documento, ovvero quella in cui vanno fatte dichiarazioni aggiuntive sui motivi dello spostamento. L’attenzione di molti, come sappiamo, è infatti indirizzata ai cosiddetti congiunti, che sono “i coniugi, i rapporti di parentela, affinità e di unione civile nonché le relazioni connotate da duratura è significativa comunanza di vita e affetti”. Quindi, fidanzati sì, ma amici no.

Il Viminale, nella sua circolare esplicativa indirizzata ai prefetti, ha specificato che per rispetto della privacy non devono essere indicate le generalità dei congiunti ai quali si fa visita. Nel corrispondente campo dell’autocertificazione, dunque, basterà indicare il rapporto che esiste con il congiunto in questione o al massimo il rapporto di parentela. Il ministero ha infine precisato che può essere ancora utilizzato il precedente modello, barrando le voci non più attuali, e che il documento è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

Va ricordato infine che il governo ha specificato che per chi va al lavoro potrebbe essere sufficiente esibire un tesserino aziendale, mentre chi va a fare sport o a passeggiare al parco non sarà obbligato a esibire un’autocertificazione. L’obiettivo principale, anche nei controlli di polizia, sarà quello di evitare assembramenti.

Di seguito, il pdf della nuova autocertificazione valida in Italia dal 4 maggio:

autodichiarazione_editabile_maggio_2020

Leggi anche:

1. “Ogni vita è un racconto”: a Bergamo il memoriale dedicato alle vittime del Covid / 2. Vespignani a TPI: “I virologi italiani non hanno capito nulla, per sconfiggere il virus servono le 3T” / 3. Cinque anziani rifiutati da una Rianimazione muoiono dopo pochi giorni: l’ospedale aveva dato precedenza ai malati più giovani

4. Renzi e la frase sui morti di Bergamo: “Nessuna strumentalizzazione, ma se qualcuno si è sentito offeso mi dispiace” / 5. Coronavirus, sapete quanti sono i morti sotto i 40 anni di età in Italia? Solo 60 / 6. Chi sono i congiunti, spostamenti tra Regioni, sport all’aperto: i chiarimenti del governo sulla Fase 2

7. I cani possono sentire l’odore del Coronavirus? Cosa dicono i primi studi / 8. Il ministro Boccia impugna l’ordinanza della Calabria sulla riapertura di bar e ristoranti nella Fase 2

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

267
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.