Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Coronavirus, Sgarbi: “Voglio andare a Vo’, voglio andare a Codogno. Non c’è nessun virus, ribellatevi!” | VIDEO

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 9 Mar. 2020 alle 21:28 Aggiornato il 10 Mar. 2020 alle 11:29
11k

Il video di Sgarbi sul coronavirus

“Stiamo fermando un Paese per niente, musei chiusi, bar chiusi, ristoranti chiusi, non c’è nessun pericolo per le persone, se vanno in giro non succede niente, sono morte delle persone che avevano già problemi, erano anziane e si sono prese una polmonite purtroppo per loro letale, come è sempre successo: se i reparti non ce la fanno più, ragioniamo su come aumentare la capienza degli ospedali”, così Vittorio Sgarbi commenta l’epidemia di coronavirus in corso in Italia, che dal 21 febbraio a oggi ha contagiato quasi 8mila persone e causato 463 morti.

Ma per il deputato di Forza Italia, questi dati non dovrebbero creare allarmismi perché questo virus “muore a 26 gradi”. In un filmato pubblicato oggi, lunedì 9 marzo, sulla sua pagina Facebook, Sgabri va contro ogni raccomandazione e messaggio di buon senso che in queste ore politici ed esperti stanno cercando di diffondere: quello di restare a casa e muoversi il meno possibile come unico strumento per ridurre il contagio. Il critico d’arte non è d’accordo, e nel video attacca anche i virologi:

“Chi ca**o è Pregliasco? Chi ca**o è Burioni? Ma quale virus? Che virus hanno scoperto? Il virus del buco del c**lo”, dichiara Sgabri. “Un virus talmente pericoloso che a 26 gradi muore, tu bevi un te’ caldo e il virus è giù morto. Ma che cazzo di virus è? Io sono attratto dalle zone rosse voglio andare a Vo’, a Codogno, a Bergamo. Non c’è un cazzo! Ribellatevi!”, conclude.

Dopo la raffica di commenti negativi arrivati sulla sua pagina Facebook, Sgarbi in un secondo video ha continuato a difendere le sue posizioni e a sdrammatizzare sull’epidemia, sminuendo anche la situazione del suo collega, come Nicola Porro, risultato oggi positivo al tampone, e del governatore della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

“Dico di non fatevi prendere dal panico, che fa prendere un’influenza per la peste, che il caldo debellerà. La partenza per il meridione di chi fugge da Milano non solo alleggerisce gli ospedali, ma fa sì che il virus muoia perché a sud fa più caldo”, conclude, difendendo così il gesto dei fuggitivi che tra sabato e domenica hanno abbandonato la “zona rossa” violando ogni divieto di allontanarsi, e aumentando le probabilità che il coronavirus si diffonda in tutta Italia.

In molti si sono sentiti offesi dalle parole di Sgarbi e lo hanno criticato duramente sui social, augurandogli il peggio. “Lo facciano internare”, scrive qualcuno. “Vai fatti contagiare se è una sciocchezza, che problema c’è, tu hai i soldi andrai in clinica privata, però ricorda il virus non fa distinzione tra ricchi e poveri”, scrive un utente.

Leggi anche:

1.Coronavirus, ultime notizie. Nuovo bilancio: “7.985 contagi, 463 morti e 724 guariti”. Migliorano le condizioni del paziente 1 di Codogno 2. Terapie intensive al collasso: “Rischio calamità sanitaria” 3. Coronavirus, farmacisti italiani senza mascherine ad alto rischio contagio: l’Esercito potrebbe produrle “ma il Ministero non ce l’ha mai chiesto” 4. Coronavirus, il paziente uno di Codogno è uscito dalla terapia intensiva: “Respira autonomamente”

11k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.