Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Coronavirus, in Cina donna incinta contagiata partorisce: la figlia è sana

La mamma e la bambina, nata il 30 gennaio, sono in condizioni stabili

Di Anna Ditta
Pubblicato il 3 Feb. 2020 alle 12:17
458
Immagine di copertina
Credit: China Daily/Twitter

Coronavirus, in Cina donna incinta contagiata partorisce: la figlia è sana

È nata sana la bambina venuta alla luce lo scorso 30 gennaio da una donna incinta contagiata dal coronavirus. Sia la madre sia la bambina sono in condizioni stabili e la piccola non è risultata positiva al virus.

A riportare la notizia è il China Daily, quotidiano in lingua inglese pubblicato in Cina.

“Buone notizie!”, si legge in un tweet. “Una donna incinta infettata dal nuovo coronavirus ha dato alla luce una bambina in buona salute in un ospedale di Harbin, nella provincia di Heilongjiang, il 30 gennaio. Sia la mamma che la bimba sono in quarantena”.

Nel tweet anche le immagini del personale sanitario, che indossa tute e protezioni al volto, con la neonata.

Leggi anche:

Cosa vuol dire esattamente aver isolato il Coronavirus

Lasciano morire un uomo d’infarto per strada a Wuhan: per paura del Coronavirus nessuno lo soccorre

Coronavirus: primi due casi accertati in Italia, chiuso traffico aereo da e per la Cina

Le donne che ci salvano dal virus, le donne che facciamo a pezzi: l’Italia del 2020 (di G. Gambino)

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Virus Cina: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

Virus Cina, l’esperto che svelò la verità sulla SARS: “Entro 10 giorni l’apice dell’epidemia”

Virus Cina | Esclusivo TPI, video dalla Cina: mascherine usate vendute clandestinamente

Alcuni scienziati avevano simulato l’arrivo di un coronavirus e 65 milioni di morti in 18 mesi

Coronavirus, il sondaggio: secondo due italiani su tre “finiremo contagiati”

458
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.