Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Incidente di Roma, Paolo Genovese aveva chiesto un incontro ai genitori delle vittime

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 28 Dic. 2019 alle 13:05
429
Immagine di copertina
Il regista Paolo Genovese è il padre di Pietro, il 20enne alla guida del Suv che la notte del 21 dicembre ha investito e ucciso le 16enni Gaia e Camilla

Dopo l’incidente stradale che ha visto suo figlio Pietro investire e uccidere due ragazze 16enni, il regista Paolo Genovese si è attivato per chiedere un incontro ai genitori delle due vittime. Lo hanno confermato al Corriere della Sera sia l’avvocato di Genovese sia i legali delle famiglie delle ragazze morte.

Secondo quanto emerso, circa 24 ore dopo la tragedia, Genovese ha chiesto all’avvocato Gianluca Tognozzi, che difende il figlio, di attivarsi per capire se ci fosse la disponibilità delle due famiglie a incontrarlo. Dall’altra parte, però, sarebbe arrivata risposta negativa. Almeno per il momento.

“Il regista avrebbe voluto un incontro ma emotivamente non era il momento adatto, abbiamo risposto che una lettera sarebbe stata la benvenuta”, spiega Cesare Piraino, avvocato della famiglia di Camilla Romagnoli.

Non si esclude che l’incontro possa esserci dopo i funerali, che si sono svolti ieri, venerdì 27 dicembre.

Leggi anche:

La morte di Gaia e Camilla e il gioco del semaforo rosso

Incidente di Roma, l’amica di Gaia: L’amica di Gaia: “Anche io attraversavo sempre quella strada col semaforo rosso. Qui lo fanno tutti”

Incidente di Roma, la testimonianza dell’amico di Pietro Genovese: “Ero sull’auto con lui, non era ubriaco”

Incidente di Roma: la videoricostruzione

Incidente a Roma, un testimone racconta la morte di Gaia e Camilla: “Si poteva evitare”

Funerale di Gaia e Camilla, l’omelia del parroco: “Senso della vita non è bere o fumarsela”

La sorella di Camilla: “Mi avevi chiesto quale fosse il senso della vita. Il mio oggi sei tu”

Incidente Roma, i genitori di Gaia contro i media: “Ricostruzioni fantasiose, Gaia era matura e responsabile”

429
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.