Rula Jebreal spiega perché non parteciperà a Sanremo 2020

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 6 Gen. 2020 alle 09:51 Aggiornato il 6 Gen. 2020 alle 09:58
1.1k
Immagine di copertina

Sanremo 2020, Rula Jebreal spiega perché non parteciperà

Se ne sentono tante su questo Festival di Sanremo 2020, ma in particolare si parla dell’esclusione di Rula Jebreal dalla kermesse canora. La giornalista ha spiegato a Repubblica di essere stata contattata tre mesi fa proprio da Amadeus, il direttore artistico, che la voleva al Festival per diverse serate.

Rula non aveva conosciuto Amadeus prima di quel momento e gli ha raccontato dei suoi viaggi e delle storie di violenza sulle donne di cui è venuta a conoscenza. “Avevamo progettato di coinvolgere Michelle Obama o in alternativa Oprah Winfrey per parlare di questi temi”, ha spiegato Rula, prima di comprendere che forse la sua presenza non era ben vista in casa Rai.

I sovranisti si scagliano contro la giornalista palestinese

“Ho capito che insorgevano delle difficoltà quando l’Ufficio scritture della Rai ha iniziato a tergiversare sul contratto e a rinviare le prenotazioni dei voli. Ma la direzione artistica mi tranquillizzava, andiamo avanti!”.

Rula Jebreal esclusa dal Festival di Sanremo: perché?

La reporter, 46 anni, di origini arabe ma naturalizzata italiana è stata esclusa da Teresa De Santis, direttrice di Rai 1, perché “divisiva e possibile fonte di polemiche, di cui la manifestazione non ha certo bisogno”.

“Sanremo sarebbe stata un’occasione ideale di apertura al mondo su tematiche che non sono né di destra né di sinistra”, ha invece specificato Rula Jebreal.

Il no è arrivato sabato scorso: “Mi hanno telefonato pregandomi di fare io il passo, di rinunciare spontaneamente. Mi sono rifiutata. Gli ho mandato un messaggio scritto: se volete censurarmi dovete essere voi ad assumervene la responsabilità. Ma, voglio ripeterlo, Amadeus non ha nessuna colpa”.

Ma perché è stata esclusa Rula Jebreal? “Evidentemente qualcuno si è spaventato che venisse offerta una ribalta a italiani nuovi, a persone diverse come me che appartengono a un’Italia inclusiva, tollerante, aperta al mondo, impegnata in missioni di dialogo e di pace”, ha spiegato la giornalista.

Rula Jebreal “fatta fuori” da Sanremo per via di Salvini?

“Salvini? Non so, non posso dirlo, sono sotto choc. Certo in Rai c’è un brutto clima e gli attacchi sono partiti da persone a lui vicine. Trasmettono un’immagine chiusa, vecchia dell’Italia”, queste sono le parole della giornalista, riportate nell’intervista con Repubblica.

“L’Italia che noi sogniamo per i nostri figli è un paese collegato al resto del mondo. È un’Italia in cui c’è posto per Salvini ma anche per Liliana Segre e, se permettete, per Rula Jebreal”.

1.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.