Me
HomeNews

Sanremo 2019, la conferenza stampa dopo la serata finale. Baglioni: “Si è parlato più di musica che di polemiche” | LIVE

Di TPI
Pubblicato il 9 Feb. 2019 alle 10:45 Aggiornato il 10 Feb. 2019 alle 13:10
Immagine di copertina
Il momento della presentazione dei conduttori, il 9 gennaio 2019

Sanremo 2019 conferenza stampa | LIVE | Festival

SANREMO 2019 CONFERENZA STAMPA – Gli incontri con la stampa sono il sale del Festival di Sanremo. Sono i momenti in cui si ottengono le prime indiscrezioni, si apprendono le novità e soprattutto si tirano le somme e si commentano i risultati della kermesse.

> QUI LA CLASSIFICA FINALE DEL FESTIVAL 

> QUI IL VINCITORE DEL FESTIVAL DI SANREMO 2019

Sanremo 2019 conferenza stampa | Post serata finale, tutte le dichiarazioni

Ultimo appuntamento, nella Sala stampa di Sanremo 2019, con la conferenza dopo la serata finale del Festival. Il direttore artistico Claudio Baglioni, i conduttori Virginia Raffaele e Claudio Bisio, la direttrice di Rai 1 Teresa De Santis e il vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo commenteranno con i giornalisti gli ascolti dell’ultima serata di Sanremo 2019. Presente anche il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri.

  • Alberto Bianchieri: sulla finale il primo cittadino  si è detto soddisfatto della grande affluenza di fan e turisti nella città che ospita il Festival. “Un grande applauso a Baglioni, Virginia Raffaele e Bisio per i risultati raggiunti”. Bianchieri ha espresso felicità per la vittoria di Mahmood.
  • De Santis: “Grande risultato sui giovani, Sanremo ha vinto e ha dato a Rai 1 nuova visibilità”. Commento agli ascolti: “E’ il 4° dato positivo degli ultimi 17 anni, trend di ascolto in crescita in numeri assoluti. L’intero festival seguito in media da 9.797.000 telespettatori ed il 49.38% di share, 3 punti più alto della media degli ultimi 15 anni”
  • Baglioni: trae le sue conclusioni parlando del vincitore: “Quella che all’inizio sembrava una favola per Mahmood, è diventato un ciclone nel cuore. Avrei voluto essere li dentro”.
    Poi aggiunge: “Hanno lavorato tutti molto bene, anche in situazioni difficile. Voglio ringraziare tutti i performer, ringrazio Francesca Montinaro per la scenografia, Mauro Cataplano per il lavoro di illuminotecnica raro e prezioso e Duccio Forzano per una regia magnifica”.
    Poi un occhio alla qualità: “Non si fa tanta musica dal vivo in tv. Spero che Sanremo dia alla tv un palinsesto ancora più ricco. Ringrazio Teresa de Santis e Claudio Fasulo per la puntualità e il loro punto di vista istituzionale e personale con schiettezza”.
    Infine Claudio Baglioni lancia un appello al futuro(?) conduttore: “Continuate a tenere Sanremo vicino alla musica” un altro indizio verso l’addio?
  • Virginia Raffaele: esprime felicità per l’esperienza vissuta: “Ho trovato Bisio una persona meravigliosa, non lo conoscevo. Baglioni caterpillar, ho imparato tantissimo perché Sanremo è una palestra incredibile”
  • Claudio Bisio: ammette un piccolo rammarico, quello di non aver fatto più numeri insieme a Virginia Raffaele, vorrebbe lavorare ancora in futuro con lei. Ma ringrazia più volte Baglioni: “Baglioni a 61 anni mi ha chiamato per questa avventura. Quando mi hanno chiamato ero incredulo, ora che l’ho fatto penso che ho fatto il giusto nonostante le paure”

Sanremo 2019 conferenza stampa | Post terza serata | Venerdì 8 febbraio 2019

LEGGI ANCHE: Le nostre pagelle della terza serata del Festival

TPI segue LIVE la conferenza stampa, che inizierà alle 12.30. Ecco tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

  • Termina così la conferenza stampa di Sanremo 2019.
  • Fasulo: “Spero che il lavoro di questi anni prosegua nella stessa direzione. Partirà a fine marzo Saremo Giovani World Tour, con cui i primi classificati gireranno delle capitali”
  • Ancora Baglioni sui Giovani: “Penso abbia giovato fare due serate a parte per loro: per una settimana intera 24 esordienti hanno avuto due prime serate, quattro pomeriggi e una serie di repliche. Ed ha giovato anche alla possibilità di fare un Festival ancora più incentrato sull’idea dei giovani anche tra i big. Non so se la formula andrà avanti in questo modo. La formula di Sanremo si è evoluta, io penso che la concomitanza non avrebbe giovato ai giovani”
  • Ci sarà anche un omaggio a Luigi Tenco, tra stasera e domani
  • Baglioni sulle accuse di plagio ad alcuni cantanti: “Tra i miei compiti non c’è quello di definire i plagi. Intanto ci deve essere una rivendicazione da parte di qualcuno e poi ci vorrebbe un giudizio, un tribunale. Qualunque altra cosa si dica è passibile di querela da parte dell’artista. Se qualcuno degli autori della colonna sonora si sente defraudato si rivolgesse all’autorità giudiziaria”
  • Virginia Raffaele: “Dopo il Festival potrei pensare ad uno spettacolo teatrale per sperimentare altro. Poi certo la Rai è sempre la Rai. C’è forse uno spunto tra i concorrenti per mie prossime parodie”
  • Cosa non mi è piaciuto di ieri? Baglioni: “Per una questione tecnica abbiamo saltato uno degli otto blocchi tassativi. Questo ha provocato un’ultima mezz’ora cambiata e ci ha sottratto momenti spettacolari che avrebbero tenuto su il ritmo. La scaletta era perfetta e avrebbe tenuto perfettamente se non ci fosse stato quel problema”. Dalla serata di ieri è stata dunque tolta, all’ultimo, un’esibizione a tre. Ma Baglioni pensa di recuperarla

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Sulla finale di domani, Fasulo: “Eros Ramazzotti canterà con Luis Fonsi ed Elisa”
  • Fasulo: “Il parallelo con Morgan non è coerente, perché Morgan fece un’intervista mentre Lauro sta facendo un percorso di ‘riabilitazione’, come spiegato anche in un libro e la canzone si chiude con una preghiera laica. E’ un’insieme di citazioni pop ed è stato fatto un gran lavoro dagli autori”. Poi annuncia che stasera si chiuderà prima dell’una
  • Sulla polemica relativa alla canzone Rolls Royce di Achille Lauro (secondo Striscia La Notizia è “un inno all’ecstasy”), Baglioni:“Non so niente di droghe fin da piccolo. Non lo so. So solamente che Lauro ha palesemente detto che il riferimento è a un marchio di lusso e di stile. Meglio del suo autore non può saperlo nessuno. Non posso fare l’esegeta di Achille Lauro”
  • De Santis: “Nulla esclude nulla. Vedremo anche Baglioni cosa vorrà fare”
  • Il tema principale rimane il futuro di Baglioni. Il direttore artistico: “De Santis nella prima conferenza disse “Stiamo lavorando alla 70esima” e non capimmo se in quel noi c’eravamo anche noi. Potrebbe essere che una terza edizione sia di troppo e poi vorrei finire la mia carriera così come è iniziata. Se queste esigenze si potessero compenetrare, bene, altrimenti ho un tour da fare… Io non ho ancora mai parlato dell’anno prossimo”
  • Baglioni alla domanda “Che ci fa Alessandra Amoroso tra i superospiti?”: “Chi viene in concorso ha un’esposizione quattro volte superiore. Sono scelte anche individuali, magari non perché temono la gara, ma il palco; vale anche per i superospiti. Magari dicono sì, poi si fanno prendere dall’ansia. Amoroso è stata una mia intenzione personale: io e Morandi siamo stati suoi zietti dall’inizio. Con gran conflitto di interessi ho voluto invitarla per i suoi 10 anni”
  • Baglioni: “Il Presidente Toti ci ha chiesto un ricordo sulla tragedia di Genova e noi avevamo già pensato di fare qualcosa. Ho detto che non ci è possibile rappresentare sul palco tutte le istanze che ci arrivano, ci vorrebbe un festival a parte. Ma questo ricordo credo invece che sia importante perché questo evento ci ha ferito tutti, tra oggi e domani vedremo di completare questo pensiero con una realizzazione effettiva”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • I giornalisti chiedono se Ornella Vanoni sia stata l’unica ospite ad andare gratis al Festival, ma Baglioni risponde di non essere a conoscenza delle trattative tra la Rai e gli ospiti
  • De Santis: “Sarà lui a decidere quello che vorrà fare”
  • Baglioni sulla sua riconferma e sulla possibilità di un nuovo programma in tv: “Spero di poter fare qualcosa in tv. La tv è il disvelamento massimo rispetto a una personalità. Ma se ne parla dopo: ogni viaggio ha bisogno di essere concluso prima che ricominci”
  • Partono le domande dei giornalisti in sala stampa
  • Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria: “Oggi è un giorno simbolico per la Liguria: dopo 178 giorni è cominciata la demolizione del Ponte Morandi. Simbolico per tutta l’Italia, che non riscatta il dolore ma ricorda le 43 vittime per i quali spero ci sia un momento di ricordo durante il Festival. È assurdo morire per il crollo di un ponte. Anche per questo abbiamo deciso di assegnare il Premio Liguria proprio questa sera. Sanremo è il primo vero momento di riscatto da allora, è la voglia di uscire da un lungo lutto”
  • Claudio Bisio: “Come dice Baglioni, siamo i servitori al servizio del Festival. Una cosa così tecnologica, tutta in diretta, non l’avevo mai fatta nella mia vita”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Virginia Raffaele sullo sketch di ieri con Ornella Vanoni: “Io e la Vanoni potremmo fare un programma in cui lei va e io inseguo, senza scaletta e senza copioni. Ornella Vanoni è un rock & Roll, è punk…”
  • Claudio Baglioni: “Il dirottamento stasera si completa. È la serata più sorprendente, che attendiamo per ritmo, curiosità e livello musicale. Non ci sono duetti, ma collaborazioni e performance anche molto singolari. E il dirottamento prosegue verso la conquista dei giovani: l’età media dei concorrenti di ieri era 37 anni, praticamente un miracolo, visto che generalmente il Festival si mantiene su età molto più alte”. Poi conferma la presenza di Ligabue e del loro omaggio a Francesco Guccini. “Sono contento del lavoro che stiamo facendo e poi trarremo il bilancio definitivo. Cerchiamo sempre di concentrarci sulla sostanza del festival”
  • Il vicedirettore della Rai, Claudio Fasulo, elenca tutti i duetti di stasera
  • Il direttore di Rai 1, Teresa De Santis commenta gli ascolti della terza serata: “Uno share in linea con la seconda serata. Siamo soddisfatti, rispetto alla media degli ultimi 14 anni è lo share migliore. Lo scenario è cambiato: mantenere questo risultato è eccezionale. Sul pubblico tra i 18 e i 24 anni è il record degli ultimi 21 anni. Artisticamente la scelta di Claudio è perfettamente riuscita, garantendo al Festival una tenuta eccezionale nonostante il pubblico di Rai 1 sia molto anziano”. Dopo elenca i benefici di Sanremo 2019 anche sul daytime di Rai 1
  • Ore 12.40: Inizia la conferenza stampa: si parte con il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, che parla delle bellezze della città e del bel tempo di questi giorni

Sanremo 2019 conferenza stampa | Post seconda serata | Giovedì 7 febbraio 2019

Dopo la seconda serata di Sanremo 2019, è tutto pronto nella Sala stampa per una nuova conferenza stampa. Il direttore artistico Claudio Baglioni, la direttrice di Rai 1 Teresa De Santis e il vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo commenteranno con i giornalisti gli ascolti della seconda serata del Festival, in linea con quelli del 2018.

LEGGI ANCHE: Le nostre pagelle della seconda serata del Festival

TPI segue LIVE la conferenza stampa, che inizierà alle 12.30. Ecco tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

Dentro il Rojava, guerra di Siria
  • Si chiude qui la conferenza stampa della vigilia della terza serata del Festival di Sanremo (Qui il nostro live della terza serata)
  • Bisio: “Tutti stimano le imitazioni di Virginia che qui non si possono fare per motivi di tempo, ma vi invito a guardare le gag che faceva con Lillo e Greg. Io sto studiando i loro ritmi. Entro sabato sarò Lillo e Greg”
  • Virginia Raffaele: “Io e Claudio non avevamo mai lavorato insieme, siamo al servizio del Festival e laddove c’è più spazio cerchiamo di fare intrattenimento, la dove ce n’è meno ci mettiamo al servizio. Quando ti chiedono di esserci come conduttore, sai già che farai meno spettacolo che in uno show”
  • Ancora Bisio, interpellato sull’opportunità di dire in diretta tv nome e cognome dei tweet degli haters: “Sono nomi veri, tweet veri. Smettessero di scrivere cose del genere e non li chiameremmo”
  • Bisio: “Amo la musica da sempre, quando si riesce a far ridere in musica faccio bingo. Con Michelle non ci vedevamo da quando lei abbandonò Zelig. Stasera farò una cosa con Virginia”
  • Baglioni scherza con De Santis: “Quando ti vedo in prima fila all’Ariston non capisco se sei lì per guardarci o per controllarci”
  • Bisio specifica: “Quando ho detto che volevo fare la Lega dell’amore ho chiesto se era opportuno visto che ci sono delle elezioni in Abruzzo”
  • De Santis ribadisce che come direttrice potrebbe controllare i contenuti, ma che non lo ha mai fatto: “È un dato di rispetto, perché non sarei intervenuta in alcun modo se non su consigli richiesti. Credo che Claudio possa confermare, stamattina mi ha anche mandato un bellissimo messaggio. Ci sono stati momenti in cui si è parlato di alcune cose, ma fa parte del lavoro di squadra”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Baglioni: “Il fatto di essere l’aggressore artistico del Festival mi farebbe piacere. Bisogna sempre di fare di più. Forse per una missione verso la parte musicale la voglia ci potrebbe essere ma penso che bisogna terminare prima un tratto di strada per poi ripartire. E poi dopo 50 anni mi verrebbe anche di chiudere con il mio lavoro e dedicarmi a quello che mi appartiene e anche evitare di farmi altri nemici, visto che una scelta implica esclusioni”
  • De Santis sulla conferma di Baglioni. “Quando ho parlato di coralità non ho escluso che ad occuparsene possa essere Claudio. Ma ritengo sia un po’ prematuro parlarne. Se ci date il tempo di arrivare alla fine di questa kermesse magari avremo tempo di sederci e riflettere”
  • Baglioni sul tweet di Salvini: “Io credo non ci sia né pace né guerra perché da parte mia guerra non c’è mai stata. Sono felice che ci sia un telespettatore così illustre per Sanremo. Il prossimo anno? Il festival lo faccio io con Pio e Amedeo”, riferendosi allo sketch di ieri sera con i due comici
  • Claudio Bisio: “Sono molto più contento della prima sera, quando io e Virginia eravamo emozionati. Ieri ci eravamo sciolti. Voto per ieri? 7.5. Abbiamo iniziato a divertirci”.

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

Dentro il Rojava, guerra di Siria
  • Virginia Raffaele smentisce di essere stata in playback durante l’interpretazione dalla Carmen di Bizet.
  • Partono le domande dei giornalisti
  • Domani Sergio Sylvestre si aggiunge a Biondo nella serata dei duetti con Irama
  • Claudio Baglioni: “Con Ligabue domani faremo un omaggio a Francesco Guccini. Siamo contenti delle performance di ieri, del fatto che molte canzoni del Festival sono in rotazione radiofonica. Abbiamo sviluppato di più l’intrattenimento. L’anno scorso ero nuovo e quando ci fu quella contrazione di share e sono contento che quella flessione sia molto più contenuta della passata edizione. Mi interessa moltissimo la sostanza del Festival, spero che il nostro lavoro dia modo di raccontare questa storia in modo più approfondito rispetto al gossip o alle cose gregarie”. Poi porge un bouquet di fiori a Teresa De Santis.
  • Fasulo ha svelato l’ordine con cui i 12 cantanti di stasera si alterneranno sul palco: Mahmood, Enrico Nigiotti, Anna tatangelo, Ultimo, Francesco Renga, Irama, Patty Pravo con Briga, Simone Cristicchi, Boomdabash, Motta, Zen Circus, Nino d’Angelo e Livio Cori.
  • Claudio Fasulo: “Siamo veramente soddisfatti, vuol dire che c’è del buono in quello che il nostro direttore artistico ha costruito. I picchi: ascolto 14.259.000 alle 21.49 con Baglioni e Mannoia che cantavano Quello che le donne non dicono, share 54.43 a 00.22 con Pio e Amedeo. 500mila persone hanno guardato il festival su RaiPlay”
  • Teresa De Santis sugli ascolti. “Il secondo giorno è stato quello del calo fisiologico, abbiamo avuto uno share del 47,3%, il calo è stato di 2,2 punti. Siamo più che soddisfatti. Andiamo benissimo tra i laureati ed i giovani. Volevo ringraziare gli amici di Striscia. Dopo essere stata nominata Cavaliere al Merito della Repubblica per riconosciute qualità professionali, il tapiro mi mancava. Staffelli è stato un gentiluomo nonostante la tradizionale rudezza di Striscia”
  • Ore 12.38: apre anche oggi la conferenza l’assessore al Turismo di Sanremo, Marco Sarlo. “La serata di ieri è stata entusiasmante per me, bravissimi i conduttori”

Sanremo 2019 conferenza stampa | Post prima serata | Mercoledì 6 febbraio 2019

Dopo la prima serata di Sanremo 2019, è il momento di commentare tutto in conferenza stampa. Dagli ascolti all’impatto degli ospiti, dalle polemiche alle performance dei 24 cantanti, tutto questo viene discusso nel corso della conferenza stampa di mercoledì 6 febbraio 2019, in Sala Stampa a Sanremo.

LEGGI ANCHE: Le nostre pagelle della prima serata del Festival

Nel corso della conferenza, saranno presenti il vicedirettore di Rai 1, Claudio Fasulo, e il direttore artistico Claudio Baglioni.

TPI segue LIVE l’evento. Ecco tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

  • Ore 14: si chiude la conferenza stampa, appuntamento a questa sera con la seconda serata di Sanremo 2019!
  • Ancora Bisio, su Salvini: “Lo conosco ed è spiritosissimo. L’ho conosciuto a Porta a Porta quando uscì benvenuti al Sud. Lui disse che era un fan di quel film, perché è intelligente. Fu una serata piacevolissima, anzi lo ringrazio perché lui lanciò in qualche modo il film. Ci sono altri più realisti del re. Il monologo? Volevo chiudere col sorriso ma non volevo fare gaffe. E’ stato il monologo più difficile della mia vita perché sentivo la pressione intorno. E’ venuta l’idea a Michele Serra, mio autore, poi l’ho fatto leggere a Baglioni che ha riso, poi a Fasulo. Sentivo la pressione vostra, l’ho riscritto 20 volte. Finito il Festival se volete vi faccio leggere il testo iniziale che era di quattro pagine”
  • Bisio, dopo le critiche dei giornalisti al Festival che “vuole attirare i giovani con La vecchia fattoria”: “Vi anticipo che entro sabato ci sarà un incontro tra noi vecchi e uno della nuova generazione, ma non vi dico chi è”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Fasulo: “I 12 cantanti di stasera saranno, in ordine alfabetico: Achille Lauro, Arisa, Loredana Bertè, Federica Carta e Shade, Ex-Otago, Einar, Ghemon, Il Volo, Nek, Negrita, Daniele Silvestri e Paola Turci”
  • Baglioni sulla conduzione affidata a non-conduttori: “So che tutto questo è assolutamente migliorabile. È vero che forse l’anno scorso era più tradizionale, con Michelle Hunziker che aveva una pratica più assodata di conduzione, ma a me piace l’idea che il Festival possa essere condotto anche da uno come me che non sa nulla di conduzione. Detto ciò, per l’anno prossimo, chiunque venga dopo di me so’ cavoli suoi”
  • Continuano le domande sul futuro di Baglioni, interviene Teresa De Santis: “Che cosa fa pensare che l’espressione “corale” che io ho usato in riferimento al Festival escluda automaticamente Baglioni? E poi, parlare del successore mi sembra ingeneroso nei suoi confronti”
  • Baglioni: “Stasera tra l’altro Virginia farà due grandi esibizioni. Per quanto riguarda il mio futuro, non lo so. Noi navighiamo a vista e soprattutto ho 67 anni, non so quanto a lungo farò ancora questo lavoro”
  • Virginia Raffaele: “Mi sto esercitando ad avere un profilo più istituzionale e meno comico e ho studiato il profilo di Bisio per capire come incastrarci”
  • Come si prepara Virginia Raffaele alla conduzione?

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Il direttore artistico: “Personalmente non ho subito tensioni, a parte qualche dispiacere per alcuni equivoci che si sono sedimentati, ma io mi sento davvero responsabile del Festival. Non permetterei mai di far prevalere il mio astio o il mio successo personale su tutto il resto. Sanremo è sacro, non ci sono mai venuto e forse da casa l’ho sbeffeggiato anche io. Non mi interessa quello che succede sulla mia persona. Il mio lavoro servirà anche per chi verrà dopo”
  • A Baglioni viene chiesto perché sia ieri che oggi in conferenza abbia fatto diversi riferimenti al fatto che potrebbe andar via dal Festival il prossimo anno
  • Baglioni: “Tutte le performance aggiuntive alla gara sono divise nelle varie serate. Ieri lo show è stato messo in secondo piano dalle 24 canzoni, che andavano eseguite tutte insieme. Ieri il Festival è stato fermato per 3 o 4 minuti a causa di un bisogno impellente del pianista, prima della canzone di Patty Pravo”
  • De Santis difende le scelte: “Il Festival è nato in qualche momento di difficoltà, in una fase particolare del Paese. Stasera andrà meglio, e nei prossimi giorni ancora di più”
  • Partono le domande dei giornalisti: “Sicuri che sia stato un Festival innovativo? Sicuri che i giovani abbiano apprezzato le canzoni, i cui testi appaiono deboli, o la riedizione de “La vecchia fattoria?”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Claudio Bisio: “Ho avuto tante esperienze in tv, ma i Telegatti, Zelig, non c’entrano nulla con Sanremo. Ci parleremo tra di noi e con gli autori, perché secondo me meno cose scritte ci sono e meglio è per me e Virginia. Io ho fatto degli errori personali, anche delle gaffe importanti, ma ho sentito molto la tensione. Stasera spero di sciogliermi prima e di non spegnermi. Il momento in cui mi sono ripreso ieri è stato proprio quando ho salutato Bocelli con la mano. Mi sono detto che peggio di così non poteva andare, infatti dopo è andata meglio”
  • Virginia Raffaele: “Non sono una conduttrice, spero di prenderci la mano. Stasera avremo un po’ di tempo in più per fare varietà. L’ansia si sente, soprattutto quando devi dire i nomi dei compositori e dei direttori d’orchestra”
  • Ancora il direttore artistico: “Ieri è durato molto, ma avevamo 24 canzoni. Stasera, con 12 brani, avremo più tempo per il racconto intorno alla musica stessa. La serata durerà un po’ di meno. Gli ospiti di stasera saranno: Fiorella Mannoia, Michelle Hunziker, Marco Mengoni, Laura Chiatti e Michele Riondino, Pippo Baudo, Pio e Amedeo. Inoltre intitoleremo un premio alla carriera a Pino Daniele”
  • Baglioni: “L’avvio di qualsiasi avventura ha bisogno di qualche rodaggio, ma siamo complessivamente contenti di aver fatto ascoltare le 24 canzoni con la miglior qualità possibile e con le illustrazioni. Noi siamo stati un passo indietro, perché in fondo è di canzoni che si parla”
  • Mario Catapano, direttore delle Luci di Sanremo: “Abbiamo un impianto di 560 teste mobili motorizzate, che con le luci bianche arrivano a un totale di 700 proiettori”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Claudio Baglioni consegna dei fiori al direttore generale Teresa De Santis: “Grazie perché ancora ci tiene qui e questa è una nota di merito da sottolineare”.
  • Il vicedirettore di Rai 1, Claudio Fasulo: “Il picco di ascolti è stato durante l’esibizione di Andrea e Matteo Bocelli, con 15.662.000 telespettatori alle 21:46”
  • De Santis snocciola un po’ di dati: “Sulle fasce 15-24, con il 58,4% share, il Festival segna il record dal 1997, +3,8% rispetto allo scorso anno. Sui maschi 15-24 lo share del 54,3% segna il record degli ultimi 17 anni. Da segnalare inoltre l’aumento della fruizione di Rai Play, arrivato a 567.000 contatti, che vale il 18% in più rispetto all’anno scorso. Il traffico sui social è stato elevatissimo (2.800.000 interazioni complessive). Ovviamente l’elemento più commentato è stato la giacca di Claudio Bisio”
  • Il direttore di Rai 1, Teresa De Santis: “È stato il Festival che sognavo dal punto di vista musicale. Baglioni ha fatto un lavoro coraggiosissimo, perché ha deciso di rappresentare il quadro delle nuove produzioni italiane. Una cosa che era stata spesso chiesta negli anni scorsi, ma mai realizzata. Per noi il risultato è ottimo, soprattutto per quanto riguarda le fasce di pubblico più giovani che la Rai ultimamente ha perso. Il pubblico di Rai 1 sta invecchiando e Sanremo da questo punto di vista ci ha dato un risultato che è il migliore degli ultimi anni, in linea con le aspettative.
  • Si parte con un breve saluto dell’assessore al turismo di Sanremo Marco Sarlo
  • Ore 12.30: Puntuali in sala stampa sono arrivati Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio per la conferenza stampa di oggi. Qualche minuto per le foto di rito, poi si comincia

Sanremo 2019 conferenza stampa | Presentazione Festival (9 gennaio 2019)

Il 9 gennaio 2019, al Teatro del Casinò di Sanremo, è stata presentata la 69edizione del Festival di Sanremo affidata – come lo scorso anno – alla direzione artistica di Claudio Baglioni e che andrà in onda dal 5 al 9 febbraio 2019 dal Teatro Ariston.

LEGGI ANCHE: La nostra diretta live di Sanremo 2019

TPI ha seguito LIVE l’evento. Ecco tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

SANREMO 2019 CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE LIVE

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

  • Ore 14:03 – Si conclude qui la conferenza di presentazione del Festival di Sanremo 2019. Prossimo appuntamento con la stampa, il 4 febbraio, per l’ultima conferenza prima delle serate.
  • Baglioni sul possibile premio alla carriera a Peppino Di Capri: “Abbiamo visto le discussioni sui social e le petizioni. Dobbiamo concordarlo con il comune, perché quel premio è intitolato alla città di Sanremo. Vedremo, mi auguro che ci sia questa possibilità”
  • Ancora Baglioni sugli ospiti: “Torneranno sul palco anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi. Se Pippo può essere il quarto del quartetto Cetra di cui parlavamo prima? Non credo. Con lui non so cosa faremo, lui è imprevedibile”
  • Claudio Baglioni sui nomi di alcuni ospiti: “Ci saranno Andrea Bocelli con il figlio, Giorgia, Elisa. Avremo due ospiti cantanti a serata. Se ci saranno ospiti comici? Sono molto in imbarazzo. Avendone già due, non vorrei che loro si arrabbiassero. Posso chiamare degli ospiti comici?”, chiede ai due conduttori

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Teresa De Santis sui costi del Festival: “Negli ultimi 10 anni c’è stata una notevole diminuzione della spesa senza che ci sia stato un calo della qualità del prodotto. Il costo ha una voce fissa, la convenzione con il comune, e i costi vivi di ogni anno. Questi ultimi girano attorno ai 12 milioni di euro. I ricavi, ritengo e spero che possano raggiungere il doppio. O, probabilmente, anche al record.
  • Ancora Baglioni: “Credo che le misure messe in pratica da questo governo e dai precedenti non siano adatte. Detto questo, a noi interessa creare un senso armonico, proprio perché il Paese è terribilmente disarmonico. Vogliamo essere i trombettieri di qualche buona battaglia. Quest’anno ricorre anche il 30esimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. A quel tempo eravamo convinti di vivere un grande cambiamento.  Qui stiamo ricostruendo i muri, non credo che questo faccia la felicità degli esseri umani”
  • Baglioni sulle sue battaglie sull’accoglienza e l’attuale momento politico in Italia: “Da artisti si gode del privilegio di avere un megafono con cui manifestare il proprio pensiero, non solo con l’arte. Le mie manifestazioni andavano in questo senso: a Lampedusa, già 25 anni fa si avvertiva il fenomeno degli sbarchi via mare. L’intenzione della mia manifestazione, che parlava della vita come arte dell’incontro, era dimostrare la nostra preoccupazione per movimenti di esseri umani caduti in mano a illegalità e sfruttamento. La classe politica e l’opinione pubblica ha avuto grandi mancanze, è stato un disastro che avrà ripercussioni grandissime dal punto di vista intellettuale: il nostro Paese è incattivito e rancoroso verso l’altro”
  • Claudio Bisio: “Abbiamo tantissime idee, abbiamo tirato fuori molti nomi. Ovviamente non andranno tutti in porto, per questo è meglio evitare di nominarne alcuni adesso. Però io amo tante cose: amo Gaber, amo Jannacci, qualcosa verrà fuori”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Baglioni sulle canzoni: “Ci sono alcuni estremi formidabili, canzoni tradizionali, che un tempo si sarebbero definite “Sanremesi”, ma anche una certa diversità. Andremo a solleticare il musical o il teatro-canzone. Non ci sarà l’imbarazzo della graduatoria: era solo un rito feroce, è giusto che tutti arrivino fino in fondo al Festival”
  • Ancora Baglioni: “Stiamo pensando a tante persone, ad alcune forme di spettacolo. Siamo tre, potremmo diventare anche un quartetto”
  • Baglioni sulle qualità canore di Bisio: “Ci siamo già misurati una volta a Zelig, anni fa. Bisio mi fece cantare al suo posto una serenata, poi ci siamo sfidati in un duello chitarristico. Lo faremo anche sul palco: lui e Virginia hanno tanti talenti da spendere. Non solo quelli conosciuti (“Alzi troppo le aspettative”, dice Virginia Raffaele. “Io suono l’armonica a bocca”, spiega Bisio). Il palco sarà forse il più grande mai avuto a Sanremo” (“Non ci saranno però variazioni nella capienza”, sottolinea Fasulo)
  • Virginia Raffaele sullo stesso argomento: “Non avendo mai lavorato insieme e avendo dei passati differenti, ma alla fine simili, per quanto mi riguarda mi sperimenterò anche quest’anno. Cercheremo di entrare a tempo nel concorso canoro, ma anche in controtempo delle volte. Cercheremo di colorarlo il più possibile”.
  • Bisio su come sarà la conduzione del Festival: “Né io né Virginia abbiamo niente da dimostrare. La grande novità è lavorare insieme. Il desiderio è fare gruppo, sul palco, anche con Baglioni se ce lo permetterà”
  • Fasulo ancora sul caso Carone: “Quando si parla di censura della Rai bisognerebbe pensarci due volte. La scelta di contenuti del servizio pubblico parla per noi”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Baglioni sull’esclusione (con polemiche) della canzone di Pierdavide Carone e i Dear Jack: “Ho cercato di spiegare a Carone, ma il messaggio è caduto nel vuoto, che non c’è alcuna intenzione censoria. Questo virgolettato è completamente infondato. Mi dispiace, perché Carone l’anno scorso aveva presentato un brano buono. È una graduatoria, che è opinabile, lo è sempre. L’infallibilità non c’è. E in casi del genere ricordo sempre la storia del mio primo provino, quando mi dissero ‘tanto questo non combinerà mai niente’. Errare è umano”
  • Claudio Baglioni sugli ospiti: “Al momento non ci sono ospiti non italiani. L’ospite deve arrivare e portare qualcosa, non solo prendere. Sto aspettando ancora proposte: Sanremo per me è internazionale già di suo, non ha bisogno di figurine non integrabili”
  • Claudio Fasulo sulla decisione di non dare i nomi dei presentatori del DopoFestival: “Ci stiamo ancora lavorando, abbiamo ancora scelte importanti da fare. Non vogliamo lanciarci in voli pindarici. Spero di darveli il 18 gennaio, al pre-ascolto delle canzoni”
  • Iniziano le domande dei giornalisti in sala stampa
  • La responsabile di Rai Pubblicità: “Siamo reduci da due anni record per la raccolta, quest’anno puntiamo a un incremento del 5%. Le pianificazioni saranno sempre più crossmediali, l’intera piattaforma Rai viene usata e sempre più apprezzata dalla nostra clientela. Animeremo la città con la musica: abbiamo stretto una collaborazione con Siae per CasaSiae. Ci piace chiamarlo FuoriFestival”
  • Ancora Claudio Fasulo: Per la prima volta ci sarà un Sanremo By Night con una finestra dal Forte Santa Tecla per mostrare al pubblico cosa succede lì. Qualche informazione anche sulla struttura delle serate: il 5 si esibiranno tutti e 24 i campioni. Il 6 si esibiranno di nuovo i primi 12, il giorno dopo gli altri 12. Tutti saranno valutati da televoto, demoscopica e giuria della sala stampa. Nella serata del venerdì i 24 campioni si ripresenteranno con degli ospiti e con versioni differenti dall’originale dei loro brani. Sabato, poi, si arriverà a un rush finale con i 3 finalisti, prima di annunciare il campione della 69esima edizione”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Claudio Fasulo, capostruttura del Festival: “Vi do qualche numero: anche quest’anno ci sarà il notiziario flash “Prima Festival”, a partire dal 25 gennaio e fino alle serate. La coppia di conduttori del notiziario non la sveliamo ancora, ma avrà le caratteristiche necessarie per questo spazio, in cui verranno fornite anche informazioni e date provenienti dai social e forniti da Tim. Il DopoFestival, invece, al Casinò, sarà un mondo un po’ speciale: a 50 anni dall’uomo sulla luna, lo studio sarà un territorio lunare, pieno di suggestione e fantasia. E Rocco Papaleo ha le caratteristiche giuste. Accanto a lui ci saranno due figure femminili che non sveliamo ancora”
  • Ecco Virginia Raffaele: “A parte gli scherzi stimo molto Claudio Bisio, per me è un mostro (anche) sul palco. Ringrazio molto anche Baglioni, che mi ha voluta nonostante l’anno scorso sia stata un po’ scostumata dandogli dell’anziano. Lo ammetto: non lo era, l’anno scorso. Cercheremo di colorare la musica italiana, con la nostra ironia, tenendo presente che il Festival rimane una gara”
  • Claudio Bisio: “Le diversità tra me e Virginia sono palesi (“Quasi tutte a vantaggio di Virginia”, dice Baglioni). Tra me e lei c’è stato un precedente: avremmo dovuto fare Zelig insieme, ma poi non è stato così. Così una sera l’ho voluta incontrare: lei era afona, mi disse che aveva urlato tanto contro un uomo. Quella volta ci siamo divertiti tanto, pensavo fosse arrabbiata con me”
  • Baglioni sul suo ruolo di “dirottatore artistico”: “Questa è una manifestazione talmente curiosa che è difficile dirottarla, ma l’intenzione è quella di continuare la strada dell’anno passato con senso di responsabilità affinché non sembri soltanto una botta di fortuna gli ascolti e i contenuti dello scorso anno. Proprio per il ricongiungimento di opposti ho pensato di chiamare fratello sole e sorella luna, Claudio Bisio e Virginia Raffaele: ho cercato di prenderla alla leggera, ci volevano due persone che avessero più ironia di me perché lo scorso anno ho finito il serbatoio”

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Interviene Bisio ed è subito sketch comico: “Quando Baglioni mi ha chiamato ho pensato subito al numero dell’edizione del Festival: 69. E subito mi è venuta in mente Virginia. Sì sì, lo yin e lo yang…”
  • Ancora Baglioni: “Se l’anno scorso l’obiettivo era portare l’immaginazione al Festival, quest’anno vogliamo portare l’armonia. Il 69, visto così, richiama molto il simbolo dell’avvicinamento degli opposti”
  • È il turno del direttore artistico Claudio Baglioni: “Le canzoni sono musica da fanteria, un’arte povera, ma riescono laddove tante altre cose non ce la fanno: creano una memoria, sono come dei profumi e noi cerchiamo di salvaguardarle. Abbiamo cercato di confermare alcune piccole conquiste, che si sono rivelate buone: ad esempio il fatto di non eliminare nessuno. Il Festival, per me, non è una trasmissione televisiva. È un evento trasmesso, dunque deve avere un carattere di eccezionalità e soddisfare la voglia del pubblico di ascoltare cose nuove”
  • Teresa De Santis, nuovo direttore di Rai 1: “Negli ultimi anni ho seguito il Festival come vicedirettore, quest’anno ci torno con il nuovo incarico. Sono appassionata di musica, dunque ho preferito legare a Sanremo le mie prime dichiarazioni pubbliche da direttore. Siamo in un momento felice, Baglioni è un primatista: l’anno scorso ha totalizzato gli ascolti migliori degli ultimi 13 anni. Sono felice della presenza di Bisio e Virginia: è un Festival di alto profilo, si sta lavorando a un prodotto altissimo. Stiamo già pensando a qualcosa di speciale per la 70esima edizione dell’anno prossimo”.

Sanremo 2019 conferenza stampa – (Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

  • Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo: “Do il benvenuto a tutti nella nostra città. Voglio annunciare subito che, per il direttore artistico Claudio Baglioni, durante le serate ci sarà la consegna del riconoscimento come “Amico della città di Sanremo”. Negli ultimi due anni ha dato un’attenzione particolare, ha mostrato una sensibilità molto forte”
  • Olmo Romeo, consigliere di amministrazione del Casinò di Sanremo: “Il mio è un breve saluto per esprimere soddisfazione nell’aver riacquistato centralità con il Casinò, è motivo di orgoglio aver legato il nostro teatro a questo genere di eventi. Tutte le trasmissioni collaterali si sono svolti qui, così come Sanremo Giovani: è un nuovo format importantissimo perché ci permette di rivolgerci alle nuove generazioni. Abbiamo recuperato un antico rapporto tra il Casinò e il Festival”
  • Ore 12.40 Sono appena arrivati Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele
  • In realtà la conduzione di Bisio e Raffaele è ormai una certezza: i due attori sono presenti al Teatro del Casinò, luogo della conferenza, e hanno già scattato alcune foto con Claudio Baglioni all’esterno
  • Ore 12.30 – Tra pochi minuti comincerà la conferenza stampa di presentazione del 69esimo Festival di Sanremo. Grande attesa soprattutto per l’ufficialità riguardo ai conduttori, che dovrebbero essere Claudio Bisio e Virginia Raffaele