Me

Virginia Raffaele: carriera, imitazioni e vita privata della comica e attrice romana, presentatrice di Sanremo 2019

Dagli inizi al luna park dei nonni a Roma, fino al grande successo: cosa c'è da sapere sulla bella e brava artista, vera trasformista del mondo dello spettacolo

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 20 Feb. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 26 Feb. 2019 alle 19:33
Immagine di copertina

Virginia Raffaele carriera | Imitazioni | Belen | Carla Fracci | Sanremo

VIRGINIA RAFFAELE CARRIERA – È una trasformista dello spettacolo. Con le sue straordinarie imitazioni ha assunto i panni di tantissimi artisti e showgirl: da Belen Rodriguez a Carla Fracci, da Bianca Berlinguer a Fiorella Mannoia, passando per Anna Oxa e Saveria Foschi Volante. Virginia Raffaele ha conquistato il pubblico italiano grazie alla sua grande comicità, ma non solo: donna di straordinaria bellezza, la comica romana ha dimostrato nel tempo di essere anche un’ottima attrice, ballerina e presentatrice.

> QUI LA NOSTRA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO

> QUI LA DIRETTA DELLA FINALE DEL FESTIVAL

Un curriculum che, alla soglia dei 40 anni, le ha permesso di condurre già due volte il Festival di Sanremo: prima nell’edizione 2016, accanto a Carlo Conti, poi nel 2019, fortemente voluta da Claudio Baglioni.

> QUI TUTTO SU SANREMO 2019

Ecco tutto quello che c’è da sapere su Virginia Raffaele.

Virginia Raffaele carriera | Gli inizi

Virginia Raffaele nasce il 27 settembre del 1980 a Roma. La sua famiglia è una famiglia particolare, composta da circensi: ne è un esempio la nonna, che era un’acrobata cavallerizza che gestiva il circo Preziotti. Anche la giovane Virginia lavora come stuntwoman. I suoi nonni sono i fondatori del luna park dell’Eur, a Roma, dove la ragazza vive la sua adolescenza.

Fin da piccola ha subito chiaro in mente quale strada deve prendere il suo futuro: a 19 anni, infatti, la giovane si diploma all’Accademia Teatro Integrato di Pino Ferrara. Nel frattempo, studia danza moderna e classica all’Accademia Nazionale. Come imitatrice, invece, si distingue già ai tempi della scuola, quando i suoi bersagli preferiti sono… i suoi professori.

Alla soglia dei 20 anni, dunque, ha già tutto il background che, qualche anno dopo, rende il suo nome conosciuto in tutta Italia. In quel periodo, con gli amici Francesca Milani e Danilo De Santis, forma un trio comico, “Due interi e un ridotto”, che si fa notare e rispettare nell’ambito del cabaret.

Da lì arriva anche la chiamata del teatro: Virginia Raffaele recita per Vincenzo Zingaro ne “Le nuvole” di Aristofane e per Pino Ferrara in “L’amore di Don Perlimpino per Belisa”, opera di Federico Garcìa Lorca.

> QUI I VIDEO DELLE SUE IMITAZIONI MIGLIORI

> QUI I LOOK DI VIRGINIA RAFFAELE A SANREMO NEGLI ANNI

Virginia Raffaele carriera | La tv e “Quelli che il calcio”

Molto importante per la sua carriera è la collaborazione che intraprende nei primi anni 2000 con Lillo e Greg, che la portano sia in teatro (con “The Blues Brothers – Il plagio”, “Far West Story”, “La baita degli spettri” e “Intrappolati nella commedia”), sia in televisione, su Rai 2, con il programma del 2005 “Bla bla bla”.

Nel frattempo arrivano anche alcuni ruoli nelle fiction “Compagni di scuola”, con Massimo Lopez, “Il commissario Giusti”, con Enrico Montesano, “Carabinieri” e “Incantesimo”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Dal 2009 lavora con la Gialappa’s Band in “Mai dire Grande Fratello Show”, su Italia 1. Qui prendono vita le prime imitazioni di Virginia Raffaele: la cantante Malika Ayane, la concorrente del Grande Fratello Federica Rosatelli.

Dopo un breve passaggio a La7 e la conduzione di “Radio2 Social Club” con il cantante Luca Barbarossa e il comico Andrea Perroni, la consacrazione per Virginia Raffaele arriva nel 2010, con la chiamata di “Quelli che il calcio”. Nel programma della domenica di Rai 2 la comica propone numerose imitazioni che la rendono famosa, tra cui Renata Polverini, presidente della Regione Lazio e Roberta Bruzzone, criminologa.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Negli studi di “Quelli che il calcio” nascono anche le imitazioni di Belen Rodriguez, Ornella Vanoni, Nicole Minetti e Francesca Pascale, fidanzata di Silvio Berlusconi.

In tv fa parte anche di “Servizio Pubblico” su La7, con Michele Santoro, e conduce la prima edizione degli Mtv Awards a Firenze con il collega Ubaldo Pantani.

Nel 2013 si aggiudica il Premio Regia Televisiva come personaggio rivelazione dell’anno. Nello stesso anno passa anche dal bancone di Striscia La Notizia, con Michelle Hunziker.

Dal 18 maggio 2017 va in onda su Rai 2 il suo primo show televisivo condotto ed ideato da lei stessa, dal titolo “Facciamo che io ero”, mentre dal settembre 2018, sul canale Nove, Raffaele presenta “Come quando fuori piove”, programma con protagonisti vari personaggi di fantasia interpretati tutti da lei stessa.

Nel 2018 è una graditissima ospite dello show di Roberto Bolle, “Danza con me“, su Rai 1, dove si esibisce con il ballerino.

Virginia Raffaele carriera | La polemica al Concerto del 1 maggio

Le imitazioni di Virginia Raffaele, durante tutta la sua carriera, vengono anche molto criticate. Una in particolare: quella della ex presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, messa in scena anche durante vari programmi tv.

A scatenare le polemiche è però la mancata imitazione della presidente della Regione al Concerto del 1 maggio 2012, nel quale è inizialmente prevista. La stessa imitatrice ha spiegato i motivi della decisione, parlando di un ordine dall’alto: “Ci sono stati un attimo di problemi, poi è arrivata la notizia dall’alto e non si è più fatta.

Virginia Raffaele carriera | Il cinema

Sul grande schermo Virginia Raffaele ottiene prima piccoli ruoli, in pellicole come “Ladri di barzellette” e “Romanzo criminale”, poi ruoli più importanti come nel film “Faccio un salto all’Avana” e “Cara, ti amo”.

Nel 2012 recita nella commedia di Fausto Brizzi “Com’è bello far l’amore”, al fianco di Claudia Gerini, Filippo Timi e Fabio De Luigi.

Virginia Raffaele carriera | Sanremo

Il pubblico italiano dimostra di avere un grandissimo apprezzamento per Virginia Raffaele, che si fa apprezzare grazie ai suoi personaggi, alle sue imitazioni, ma anche per la sua innegabile preparazione artistica.

Tutto ciò permette all’attrice comica di fare bella figura anche sul palco più importante d’Italia, quel Teatro Ariston che è la casa del Festival di Sanremo.

Carlo Conti, infatti, nel 2016 la vuole come conduttrice della kermesse canora italiana, con Gabriel Garko e Madalina Ghenea.

Al Festival torna come ospite il 10 febbraio 2017, quando imita l’attrice Sandra Milo.

L’esperienza alla conduzione di Sanremo viene ripetuta da Virginia Raffaele anche nel 2019, dopo la chiamata di Claudio Baglioni.

> QUI LE SUE PAROLE ALLA CONFERENZA DI PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL 2019

Virginia Raffaele carriera | Vita privata

Virginia Raffaele è alta 1 metro e 80 e non nasconde la sua straordinaria bellezza, che coltiva facendo molto sport.

L’attrice e presentatrice è stata a lungo legata sentimentalmente ad Ubaldo Pantani, suo collega imitatore che ha conosciuto nella squadra di “Quelli che il calcio”.  I due sono sempre stati molto riservati sulla loro relazione.

Anche oggi, che la relazione tra i due si è conclusa, la vita privata di Virginia Raffaele rimane un mistero. Si sa solo che non è mai stata sposata e non ha figli. Sui social è molto attenta a non far filtrare nulla della sua sfera intima.

Virginia Raffaele carriera | Social

La grande popolarità di Virginia Raffaele si riflette anche sui suoi canali social, molto seguiti dai fan. Il suo account più seguito è sicuramente quello Facebook, dove conta su oltre mezzo milione di fan.

Su Instagram, l’attrice e comica romana ha oltre 300mila follower. Numeri simili anche su Twitter (QUI il suo canale ufficiale).