Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:22
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Sanremo 2019

Ornella Vanoni, tutto quello che c’è da sapere sulla cantante ospite al Festival di Sanremo 2019

Immagine di copertina

ORNELLA VANONI CARRIERA – Ornella Vanoni è un’artista che non ha bisogno di presentazioni. La sua carriera è partita negli anni ’50 e da allora non si è mai fermata. La celebre cantante è ospite al Festival di Sanremo 2019, in particolare sale sul palco dell’Ariston in occasione della terza puntata della kermesse canora diretta da Claudio Baglioni.

> QUI LA NOSTRA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO

> QUI LA NOSTRA DIRETTA DELLA TERZA SERATA

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sulla terza puntata di Sanremo 2019

Ornella Vanoni è uno dei pilastri della musica italiana. Ma, oltre a cantare, ha anche preso parte a diversi film come “L’idiota”, “La fidanzata del bersagliere” e “Rugantino”. Facciamo un rapido resoconto della sua carriera, in vista della sua presenza a Sanremo 2019.

Ornella Vanoni carriera | Vita privata

Curiosa e anticonformista, Ornella Vanoni è nata a Milano il 22 settembre 1934.

I suoi esordi vanno di pari passo alla relazione avuta con Giorgio Strehler, che ha conosciuto all’Accademia di arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano. Ha vissuto un’intensa storia d’amore con Gino Paoli in seguito al matrimonio con Lucio Ardenzi; da quest’ultimo ha avuto il suo unico figlio Cristiano.

Di Gino Paoli, la cantante ha confessato a Vanity Fair che il loro rapporto “è stato un casino, un amore molto travagliato e forse ho amato Paoli così tanto proprio per questo. Non lo possedevo, non lo avevo. Quando non hai una persona sei portato a credere che l’amore più grande sia quello che ti fa soffrire di più”.

Ornella Vanoni | Carriera | Discografia

Il suo stile musicale è cambiato soprattutto nei primi anni di carriera. Tra i suoi brani più celebri negli anni del debutto non possiamo dimenticare “Tu si ‘na cosa grande” classificatosi al primo posto al Festival di Napoli, “Io ti darò di più” e “La musica è finita” presentati al Festival di Sanremo 1966 e 1967.

Sul palco dell’Ariston è salita 9 nove (otto come concorrente e una come ospite). La prima esperienza è stata nel 1965 con il brano “Abbracciami forte”, a cui sono seguiti “Io ti darò di più” (1966), “La musica è finita” (1967), “Casa Bianca” (1968), “Eternità” (1970), “Io come farò” (1989), “Alberi” (1999) e il più recente “Imparare ad amarsi” (2018). Nel 2009, invece è stata ospite della quarta serata cantando “Egocentrica” e “Una ragione di più”.

Gli album di Ornella Vanoni sono stati pubblicati, oltre che in Italia, anche in Austria, Spagna, Portogallo, Turchia, Grecia, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito, Brasile, Argentina, Messico e Perù. In Italia, sono stati pubblicati ben 53 album in tutta la sua carriera. Il primissimo, intitolato semplicemente “Ornella Vanoni”, è uscito nel 1961.

Nel 1973, la cantante ha fondato la sua casa discografica “Vanilla”. Grazie al sodalizio con Sergio Bardotti, Ornella Vanoni ha realizzato grandi successi nella sua carriera pubblicando brani come “La voglia, la pazzia, l’incoscienza e l’allegria”.

Il suo look è stato rielaborato da stilisti del calibro di Gianni Versace, tramutandola da ragazza sex simbol a donna matura e moderna.

Nel 1984 ha realizzato il disco live “Insieme” con Gino Paoli, con la simbolica canzone “Ti lascio una canzone”.

Il suo ultimo album di inediti “Un pugno di stelle” è uscito nel 2018.

In televisione, l’abbiamo vista in diversi programmi come “Io ci provo”,”L’appuntamento”, “Fatti e fattacci”, “Due come noi” e, più di recente, in “Star Academy” e come coach in “Ora o mai più” (2019).

Al cinema invece ha recitato in pellicole come “Romolo e Remo” (1961), “Col ferro e col fuoco” (1962), “Canzoni in bikini” (1963), “Amori pericolosi” (1964), “I ragazzi dell’Hully Gully” (1964), “Per un pugno di canzoni” (1966), “Cabaret” (1969), “Il mulino del Po” (1971), “I viaggiatori della sera” (1979), “Il cielo sotto la polvere” (2008) e “Ma che bella sorpresa” (2015).

Nel 2019 ha partecipato al Festival di Sanremo in qualità di ospite.

LEGGI ANCHE: Tutti gli ospiti della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo 

Ornella Vanoni carriera | Instagram

La celebre cantante non è immune al fascino dei social: qui trovate il suo account Twitter, qui quello Facebook. Inoltre, potete consultare il suo sito web qui.

Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”
Musica / “Promuovi La Tua Musica”, il 12 settembre a Roma la prima tappa del contest
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Musica / Rovazzi ha perso il tocco magico
Musica / I Maneskin sono primi al mondo su Spotify: su Instagram le loro foto da bambini
Musica / Antonello Venditti: “Io, bullizzato fino ai 16 anni, ho pensato al suicidio. Il ddl Zan ce l’ho dentro”
Musica / Riccardo Muti: “Sono stanco della vita. Dal MeToo alla musica, non è più il mio mondo”