Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

Rula Jebreal sarà a Sanremo: dietrofront della Rai

La decisione è stata presa dalla direttrice di Rai 1 Teresa De Santis durante un vertice con l'ad Fabrizio Salini e il conduttore Amadeus

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 7 Gen. 2020 alle 15:39 Aggiornato il 8 Gen. 2020 alle 19:42
10k
Immagine di copertina
La giornalista Rula Jebral

Rula Jebreal sarà a Sanremo

Rula Jebreal sarà ospite del Festival di Sanremo.

Lo hanno stabilito oggi, martedì 7 gennaio, la direttrice di Rai 1 Teresa De Santis e il conduttore Amadeus durante un vertice con l’amministratore delegato Rai Fabrizio Salini.

La giornalista palestinese naturalizzata italiana, esclusa dal Festival dopo le polemiche esplose sulla sua possibile partecipazione, interverrà sul palco dell’Ariston con un suo monologo sulla violenza contro le donne.

La notizia della presenza di Rula Jebreal tra le 10 donne scelte per affiancare Amadeus sul palco dell’Ariston, diffusa dal sito Dagospia e subito ripresa da tutti i giornali, aveva scatenato violente reazioni sui social, soprattutto da parte dei sovranisti, i quali ricordavano come la Jebreal avesse definito l’Italia “un Paese razzista” in diversi articoli e titoli.

Tra i primi a scagliarsi contro la presenza della palestinese al Festival è stato Daniele Capezzone: “Mi par di capire che con i soldi del canone #Rai #RulaJebreal potrebbe essere incaricata a #Sanremo di spiegarci quanto le facciamo schifo. Se poi qualcuno si lamenterà sui social, seguiranno accuse di: razzismo, sessismo, machismo. Pure nel 2020, ci avete già rotto i co*lioni”, aveva scritto il giornalista su Twitter.

La Rai, per evitare che durante il Festival si parlasse “più di attualità e politica che di canzoni”, aveva così detto no alla partecipazione della giornalista.

Ma anche questa decisione è stata duramente criticata, soprattutto da alcuni esponenti del Pd e di Italia Viva. Tra questi, il presidente dei senatori di Iv Davide Faraone, che aveva definito la giornalista “un’italiana di successo”, a cui non sarebbe stato dato spazio per via della narrazione sovranista e del diktat di Salvini, e che ha portato il caso in vigilanza Rai.

Denuncio pubblicamente un’autentica discriminazione di Stato. Non possiamo stare zitti”, aveva detto Faraone.

Ma oggi piazza Mazzini comunica il suo dietrofront.

La serata in cui Rura Jebreal sarà ospite del Festival è ancora da definire, ma, fa sapere Repubblica, lo spazio sarà adeguato all’importanza del tema.

Leggi anche:

Sanremo 2020, ufficializzato il costo dei biglietti. Scoppia la bufera: “Prezzi esorbitanti”

Sanremo 2020, Rula Jebreal tra le co-conduttrici? Le polemiche dei sovranisti sui social

10k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.