Covid ultime 24h
casi +21.052
deceduti +662
tamponi +194.984
terapie intensive -50

Governo news, Conte riceve l’incarico da Mattarella: “Non sarà un esecutivo contro”. Iniziate le consultazioni del premier incaricato

La diretta della giornata politica

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 29 Ago. 2019 alle 07:19 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:27
0
Immagine di copertina

Governo news: le ultime notizie di oggi, giovedì 29 agosto

GOVERNO NEWS – È il giorno di Giuseppe Conte: oggi, 29 agosto 2019, dopo il secondo giro di consultazioni, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha affidato al presidente del Consiglio dimissionario Giuseppe Conte l’incarico di formare un nuovo governo. A sostegno dell’esecutivo Conte-bis, sta per nascere una nuova maggioranza targata M5S e Pd. “Accetto con riserva, non sarà un governo ‘contro’, ma un governo ‘per'”, ha detto il premier incaricato al Quirinale. Nel pomeriggio ha iniziato le consultazioni con i partiti a Montecitorio. Intanto il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico continuano gli incontri per mettere a punto un programma comune. Qui la diretta con le news della giornata.

SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI CLICCA QUI

(se non visualizzi gli aggiornamenti continua a cliccare)

GOVERNO NEWS: LA DIRETTA LIVE

ore 21.30 – Salvini: “Deluso da Mattarella, mi aspettavo il voto” – “Sono deluso dal presidente della Repubblica, mi sarei aspettato il voto, il diritto di voto agli italiani”: lo ha affermato il leader della Lega Matteo Salvini durante la trasmissione di La7 In Onda. Secondo il ministro dell’Interno uscente, non c’è il “programma chiaro” che chiedeva il Capo dello Stato per un governo che durasse per gli anni restanti della legislatura.

ore 19.00 – M5S: “Voto iscritti valore fondante, non lo barattiamo” – “Far votare i propri iscritti sulle scelte fondamentali per l’Italia è il metodo del Movimento 5 Stelle. Rappresenta da sempre il nostro valore fondante. Sono valori democratici che non barattiamo per nulla e chiediamo vengano rispettati. Il Pd ha i propri organi decisionali, noi abbiamo il nostro: gli iscritti”: lo scrive il Movimento 5 Stelle in un post, pubblicato sul blog.

ore 18,00 – De Micheli (Pd): “Ancora divergenze” – La vicesegretaria del Pd Paola De Micheli, parlando ai giornalisti, fa il punto sul lavoro per il programma di governo con il M5S: “Non vi nascondo che ci sono situazioni che vanno rislte penso alla riforma fiscale e a questioni che riguardano la giustizia, speriamo che il M5S si faccia portatore di alcuni dei punti programmatici. Non vi posso nascondere che ci sono ancora divergenze. Per rilanciare i consumi vogliamo ridurre le tasse dei lavoratori. Non abbiamo un problema Di Maio riteniamo che Conte sia stato indicato dal partito di maggioranza relativa”.

ore 17,50 – Governo news, il calendario delle consultazioni di Conte di domani – Le consultazioni del premier incaricato Giuseppe Conte alla Camera dei Deputati continueranno domani. Oggi il professore ha incontrato i rappresentanti di gruppo misto, Autonomie e Liberi e Uguali. Domani, venerdì 30 agosto, ci saranno colloqui a Montecitorio con i principali partiti. Questo il calendario:

9,30 – “Fratelli d’Italia”
10.30 – “Lega”
11.30 – “Forza Italia”
12,30 – “Partito Democratico”
13,30 – “Movimento 5 Stelle”

ore 17,05 – Meloni: “Manifestazione a Montecitorio il giorno della fiducia” – In mattinata Giorgia Meloni ha annunciato “Una manifestazione di piazza davanti a Montecitorio contestuale al voto di fiducia”. “Appena avremo la data la comunicheremo a tutti gli italiani che non sono d’accordo”, ha detto la presidente di Fratelli d’Italia allo speciale GR ‘Diario della Crisi’. “Non è giusto fare un governo semplicemente per impedire agli italiani di mettercene un altro. Non è democrazia”, ha aggiunto. “Penso che molti italiani la pensino come me. Ho ascoltato il discorso di Conte e mi pare che si sposti molto a sinistra. Per esempio non si è capito cosa voglia fare circa l’immigrazione”.

Matteo Salvini invece ha annunciato una manifestazione contro il governo per il 19 ottobre.

ore 16,30 – Patuanelli (M5S): “Chi tocca Di Maio tocca ognuno di noi” – Il capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato Sergio Patuanelli in conferenza stampa difende Luigi Di Maio, in questi giorni accusato di pretendere posti di vertice nel nascente governo con il Pd, come il vicepremierato o un ministero di peso. “Chi tocca il nostro capo politico – ha detto – attacca ciascuno di noi. Il M5S è un monolite. Qualche volta ci siamo espressi a più voci ma quello che è successo in questo mese di agosto ci ha ricompattato”.

ore 16,20 – Morra (M5S): “Se il ruolo di vicepremier è un macigno Conte e Di Maio risolvano” – In un’intervista a SkyTg24 il senatore M5S Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia: “Per conto mio non c’è nulla di irrazionale nel chiedere un vicepremierato, ma se questo dovesse essere il macigno che grava sulla possibilità di dare al Paese soluzioni e risposte ai problemi, sono certo che Di Maio e Conte penseranno alla soluzione più capace di tutelare i diritti di tutti. Luigi ha detto in più occasioni che nessuno di noi ha l’ambizione personale come stella cometa”.

ore 15,55 – D’Uva (M5S): “Compatti e sorridenti, siamo una squadra” – “Parliamo di temi e contenuti, portiamo avanti il cambiamento che l’Italia merita e aspetta, ci stringiamo compatti e sorridenti. Siamo una squadra”. Il capogruppo M5s alla Camera Francesco D’Uva ha scritto queste parole sui social postando una foto dei capigruppo del Movimento nelle commissioni con il capo politico Luigi Di Maio.

ore 15.52 – Scholz: da Italia buona notizia per l’Europa – Il vicecancelliere e ministro delle Finanze tedesco, il socialdemocratico (Spd) Olaf Scholz, ha dichiarato che l’incarico per la formazione di nuovo governo in Italia è “una buona notizia per l’Europa”.

“Mi rallegro che con ogni probabilità in Italia finisce la crisi di governo e può ora prendere il timone un governo nuovo, stabile e progressista”, ha aggiunto Scholz in una dichiarazione inviata all’Ansa dall’Ufficio stampa del ministero delle Finanze.

15.51 – Conte incontra il gruppo misto alla Camera. Cominciano a Montecitorio le consultazioni del presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte per la formazione del nuovo governo. La prima delegazione ad essere ricevuta, nella sala Busti, è quella del gruppo Misto – Maie.

ore 15.40 – Concluso incontro Conte-Fico – È terminato l’incontro tra Conte e il presidente della Camera Roberto Fico a Montecitorio, dove hanno pranzato insieme. Il colloquio è durato all’incirca due ore mezza. Lo riporta l’agenzia Ansa citando fonti parlamentari.

ore 15.10 – Il calendario delle consultazioni di Conte alla Camera – Oggi pomeriggio, come comunicato in mattinata, comincia il giro di consultazioni del presidente del Consiglio incaricato. Gli incontri si terranno nella Sala dei Busti. Questo il calendario degli incontri di oggi con i gruppi parlamentari (e le relative componenti) di Camera e Senato:

15,20 – Misto – “MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero”
15,40 – Misto -“Più Europa-Centro Democratico”
16,00 – Misto -“Noi con l’Italia”
16,20 – Misto – “Civica Popolare”
16,35 – Misto – “PSI”
16,50 – Misto – “Sogno Italia-10 volte meglio”
17,45 – “Per le Autonomie”
18,15 – “Liberi e Uguali”

ore 14,55 – Delrio (Pd): “D’accordo con M5S su revoca concessioni” – In questa fase di confronto con il Movimento 5 Stelle sul programma per un’alleanza di governo, il Partito Democratico apre alla revisione delle concessioni pubblica. “Una revisione delle concessioni pubbliche, non solo quella di Autostrade, ci trova perfettamente d’accordo. Non c’è alcuna timidezza su questo”, ha detto il capogruppo Dem alla Camera Graziano Delrio. “L’obiettivo è una maggiore protezione dei beni pubblici”, ha aggiunto l’ex ministro delle Infrastrutture.

ore 14,45 – Programma Pd-M5S: convergenza a buon punto – Stando a quanto riporta l’Ansa, dalla riunione di Di Maio con i capigruppo nelle commissioni non sono emerse particolari divergenze con il Pd nel merito dei contenuti. Non sono emerse differenze tali da impedire una condivisione di punti. A partire dalle modifiche ai decreti sicurezza, al nodo del taglio dei parlamentari, alla manovra, la convergenza sul programma sarebbe a buon punto.

ore 14,40 – Programma Pd-M5S: ecco cosa succede ora – L’iter per arrivare a un programma di governo comune Pd-M5S è diverso da quello dell’esecutivo gialloverde. Non ci saranno nuovi tavoli di Pd e Movimento 5 Stelle per parlare di contenuti ma le proposte dei due schieramenti politici verranno direttamente affrontate ad un tavolo con il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte.

ore 14,35 – Aumenta il numero delle proposte M5S – Secondo le ultime indiscrezione nel corso del confronto tra Pd e M5S per mettere a punto un programma di governo dovrebbe essere ampliato il numero dei temi contenuti nella piattaforma per il governo da 10 punti elaborata dal Movimento 5 Stelle.

Questa mattina il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, ha ascoltato i parlamentari capigruppo nelle commissioni e le loro richieste di aggiornamento sui temi di confronto. Ne sarebbe emersa l’esigenza di ricalibrare i punti di programma: la lista potrebbe quindi contenere nuovi spunti e Di Maio ha chiesto ai parlamentari di fare un ultimo screening prima di portare il progetto di programma al tavolo del premier incaricato.

Di Maio aveva esposto 10 punti per un programma comune lo scorso 22 agosto, al Quirinale, al termine del colloquio con il presidente della Repubblica nell’ambito del primo giro di consultazioni.

ore 14,25 – Alle 16 conferenza stampa dei capigruppo M5S – Come riferito da una nota del Movimento 5 Stelle, nel pomeriggio, alle 16, presso la sala stampa della Camera dei deputati, i capigruppo Stefano Patuanelli e Francesco D’Uva e i vice capigruppo Gianluca Perilli e Francesco Silvestri incontreranno la stampa per fare il punto dell’attuale situazione politica.

ore 14,00 – Governo news, nel pomeriggio riunione Pd sul programma – Continua il lavoro di M5S e Partito Democratico per mettere a punto un programma comune di governo. I Dem si riuniscono nel pomeriggio oggi al Nazareno. L’ufficio stampa ha comunicato: “Il Pd è al lavoro sulle linee di indirizzo per il programma di governo. Nel pomeriggio si incontreranno al Nazareno la vicesegretaria del Pd Paola De Micheli, il coordinatore della segreteria nazionale Andrea Martella, i responsabili dei tavoli di lavoro che si sono incontrati nei giorni scorsi e i capigruppo. L’obiettivo è quello di affrontare nel merito i contenuti sui quali si è già avviato un confronto con la delegazione del M5S”.

ore 13,50 – Salvini: “Il 19 ottobre manifestazione a Roma” – Nella sua diretta Facebook Matteo Salvini ha anche parlato di una manifestazione di piazza della Lega per protestare contro la nascita del governo M5S-Pd. “Prepariamo a esserci a metà ottobre, a Roma”, ha detto il leader del Carroccio.

E ancora: “Il 19 ottobre penso a una grande giornata di orgoglio italiano”. “Sabato 19 ottobre sarà la giornata dell’orgoglio della maggioranza operosa, che non va a fare casino ma che vuole un governo che non nasce la notte a Parigi o Bruxelles e che per questo viene ricompensato”, ha detto aggiungendo che ci sarà una manifestazione anche “domenica 15 settembre a Pontida”.

ore 13,30 – Salvini a Conte: “Che ti ha promesso in cambio Bruxelles?”. Matteo Salvini torna a dire la sua sul futuro governo Pd-M5S con un video in diretta su Facebook e si rivolge direttamente al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. (qui l’intervento del leader della Lega)

ore 13,20 – Delrio (Pd): “Basta ambiguità sui temi”. “Quello di Conte al Quirinale è stato un discorso serio, che recepisce alcuni contenuti importanti. Ma ora inizia la parte più difficile e bisogna assolutamente uscire dall’ambiguità su certi temi programmatici. Non è più pensabile essere poco chiari come avvenuto in passato. Il Paese è fermo e ha bisogno di correre, aspetta risposte”. Così Graziano Delrio conversando con i cronisti alla Camera.

ore 13,10 – Romeo (Lega): “Sarà un governo del Pd, il M5S se ne pentirà”. “È chiaro che il governo che si farà sarà un governo del Pd, e i 5 Stelle saranno dei semplici gregari. E rimpiangeranno le riunioni fatte con noi. Diventa un governo egemonico Pd che si rapporta con l’Europa, con un governo telecomandato”. L’ha detto il capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo, intervistato da Radio Cusano Campus.

ore 13,00 – Conte va alla Camera. Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha lasciato palazzo Giustiniani, dove è stato a colloquio per un’ora e mezza circa con la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati. Adesso Conte si reca alla Camera, dove sarà ricevuto dal presidente Roberto Fico. A Montecitorio terrà, tra l’altro, le sue consultazioni.

ore 12,45 – Meloni: “In piazza il giorno della fiducia”. “Ho annunciato una manifestazione di piazza davanti a Montecitorio contestuale al voto di fiducia. Appena avremo la data la comunicheremo a tutti gli italiani che non sono d’accordo. Non è giusto fare un governo semplicemente per impedire agli italiani di mettercene un altro. Non è democrazia”. Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, allo speciale GR ‘Diario della Crisi’, in onda su Rai Radio1.

ore 12,40 – Di Maio: “Al lavoro sul programma”. “Stamattina siamo al lavoro sui temi, sui contenuti, sulle cose da fare. E subito. Il dibattito sugli incarichi non ha mai appassionato il M5S”. Lo scrive Luigi Di Maio in un post in cui annuncia di stare al lavoro con i parlamentari sul programma.

post di maio

ore 12,37 – Marcucci (Pd): “Non farò parte del governo Conte bis”. “Io non farò parte della squadra del nuovo esecutivo- lo dico chiaramente: oggi ancora più di ieri serve stare in Parlamento a presidiare, stimolare e sostenere la sua azione riformatrice. Da 20 giorni dico che non contano le poltrone, ma contano i programmi”. Lo scrive su Facebook Andrea Marcucci, capogruppo del Pd al Senato. “La volontà del Parlamento – prosegue Marcucci su Fb – ha legittimamente piegato lo sgangherato disegno di Salvini”.

ore 12,20 – Governo news, Barillari (M5S) a TPI: “Nel Movimento tanti sono pronti a lasciare”. “L’alleanza con il Pd la pagheremo alle prossime elezioni. Quello che faremo io e altri sarà decidere se restare oppure no, ma sicuramente non andremo in altri partiti né ne fonderemo altri”. A parlare è Davide Barillari, la voce più critica del Movimento 5 stelle in queste ore (leggi qui l’intervista).

ore 12,00 – Salvini: “È un governicchio”. “Un governicchio fondato unicamente sulle poltrone e sull’odio non ha vita lunga. Per loro prima le poltrone, per noi ora e sempre prima gli Italiani!”. Lo scrive sui social il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, allegando l’intervista di ieri a Stasera Italia.

ore 11,40 – Renzi: “Sconfitta l’Opa di Salvini sull’Italia”. “Salvini ha tentato un’OPA sull’Italia. È stato sconfitto. Istituzioni 1-Populismo 0”. Così su Twitter Matteo Renzi, senatore Pd.

ore 11,30 – Governo news, scontro Buffagni (M5S)-Garavaglia (Lega) – Battibecco social per due sottosegretari del governo M5S-Lega, Stefano Buffagni e Massimo Garavaglia. “Occhio ai 18 miliardi di privatizzazioni: Eni, Leonardo, etc… Per un posto in cda questi svendono tutto”, scrive l’ex viceministro leghista Garavaglia. “Tu sei il viceministro all’Economia che ha scritto ed approvato quello però…”, ribatte il M5S Buffagni.

ore 11,20 – Conte dalla presidente del Senato – Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte è giunto a palazzo Giustiniani, dove è a colloquio con la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, cui comunica di aver ricevuto l’incarico di formare un nuovo governo (qui la diretta delle consultazioni di Conte).

ore 11,10 – Conte lascia il Quirinale – Il premier incaricato Giuseppe Conte ha lasciato il Palazzo del Quirinale. Ora cominceranno le consultazioni del presidente del Consiglio incaricato per formare la nuova squadra di governo.

ore 11,00 – Il punto di TPI dal Quirinale

ore 10,50 – Il discorso di Conte dal Quirinale – Giuseppe Conte: “Il presidente Mattarella, che ringrazio, mi ha conferito l’incarico di formare il governo. Incarico che ho accettato con riserva. Oggi stesso inizierò le consultazioni con tutti i gruppi parlamentari. Il Paese ha l’esigenza di procedere con celerità e la priorità è la manovra di bilancio. Preciso subito che non sarà un governo contro, sarà un governo ‘per'”. (puoi leggere qui il testo completo del discorso)

ore 10,30 – Governo news, il comunicato della presidenza della Repubblica – “Il presidente della Repubblica ha ricevuto oggi alle 9:30 al palazzo del Quirinale il professor Giuseppe Conte al quale ha conferito l’incarico di formare il governo, Conte si è riservato di accettare”. Lo afferma il segretario generale della presidenza della Repubblica Ugo Zampetti al termine dell’incontro tra Conte ed il Capo dello Stato.

ore 10,20 – Mattarella ha conferito l’incarico a Conte – Ecco l’annuncio del segretario generale del Quirinale Ugo Zampetti nella diretta di TPI.

ore 9,50 – Le consultazioni di Conte – Si terranno a Montecitorio le consultazioni di Giuseppe Conte per la formazione di un nuovo governo. A quanto si apprende, Conte incontrerà le delegazioni, forse già da oggi, nella Sala Busti. Le dichiarazioni alla stampa si dovrebbero tenere nella Sala della Regina.

ore 9,30 – Conte da Mattarella – Il premier dimissionario Giuseppe Conte è arrivato al Quirinale dal presidente Mattarella. È iniziato il colloquio e non pare sarà breve: il capo dello Stato ha dei “paletti” da piazzare.

ore 9,20 – Crisi Governo news, Renzi: “Salvini esce di scena” – “Oggi, con l’incarico per formare il nuovo governo, Salvini esce politicamente di scena. Qui non si tratta di rivendicare meriti, ma di constatare un fatto: oggi è realtà ciò che un mese fa sembrava impossibile. E questo è un bene per chi crede che la politica sia civiltà e non truce scontro di violenza verbale. Molto è ancora da fare, molte le contraddizioni, molti i problemi aperti. Ma intanto: Istituzioni 1 – Populismo 0”. Lo scrive su Facebook Matteo Renzi.

post renzi

ore 09,10 – Centinaio (Lega): “La partita non è conclusa”. “C’era un grande allenatore del passato che diceva “partita finita quando arbitro fischia” e per me l’arbitro fischia nel momento in cui il Presidente Conte e i Ministri giurano nella mani del Presidente della Repubblica”. Lo afferma il ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, ad Agorà Estate su RaiTre, Centinaio fa inoltre sapere che alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle gli avrebbero riferito che la partita sul governo non è ancora conclusa.

ore 09,00 – Gelmini (Fi): “Governo molto di sinistra”. Il nuovo governo “nasce debole, così come il precedente”. Lo ha detto Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia, intervenendo a Omnibus su La7. “Tra il M5S e il Pd – ha aggiunto – c’è una convergenza a sinistra. Il fallimento del governo gialloverde consegna al Paese l’esecutivo più a sinistra degli ultimi anni. E questa non è una buona notizia per gli elettori di centrodestra.

ore 08,40 – Crisi Governo news, Salvini: “Ho fatto un errore”. Archiviata l’alleanza M5s-Lega, il leader del Carroccio Matteo Salvini, a un passo dal finire all’opposizione dopo aver governato per poco più di un anno, ha ammesso: “Il mio errore? Non mi aspettavo il gesto dei renziani”. Poi calibra: “Il mio un errore? È così se lo si considera in base alle logiche della vecchia politica” (leggi qui l’articolo completo).

governo news

ore 08,30 – Conte da Mattarella alle 9,30. Tra un’ora, precisamente alle 9,30, il premier dimissionario Giuseppe Conte si recherà in Quirinale (segui qui la diretta dell’incontro) dove Mattarella, molto probabilmente gli affiderà l’incarico di formare un nuovo governo in base all’intesa politica tra M5s e Pd. Restano aperti i nodi su ruoli e consenso interno, a cominciare dall’incarico dell’attuale vicepremier e capo politico dei pentastellati Luigi Di Maio e dal voto sulla piattaforma Rousseau. Intanto, ieri sera, Di Maio ha portato i suoi fuori a cena per brindare al governo giallorosso che sta nascendo.

governo news

Qui un riassunto delle ultime tre settimane di crisi

Governo news: la giornata di ieri 28 agosto

La lunga trattativa in casa Pd-M5s si è conclusa, e un’intesa sul governo Conte-bis è stata infine trovata (qui tutte le ultime notizie sulla crisi di governo). Nelle Consultazioni con il capo dello Stato Sergio Mattarella che si sono tenute ieri, 28 agosto, i due partiti hanno ufficializzato di aver trovato l’accordo sul nome del premier, dopo giorni di trattative a ostacoli (qui un riassunto della lunga giornata di ieri). Alla fine del giro di consultazioni il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato Giuseppe Conte in Quirinale per oggi alle 9,30.

Ecco il video di TPI del secondo giro di consultazioni in tre minuti

I commenti di TPI:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.