Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

L’educazione sentimentale nella fase 2

Immagine di copertina
Credit: Ansa

È che la vita, il flusso sentimentale, non ci sta dentro i decreti e non si è ancora abituato del tutto al virus. Sbrodola da tutte le parti, è fatta di migliaia di piccoli particolari che ci vorrebbero milioni di pagine per scriverli tutti, per questo la fase 2 che arriva lunedì, la riapertura senza autocertificazione tenuta in tasca è qualcosa che ha lo stesso sapore della fase prima che non abbiamo ancora digerito, che ci è rimasta attaccata addosso con la casa come forse non l’avevamo mai vissuta prima, spazio quotidiano e costretto dove abbiamo dovuto inventarci per non impigliare gli spigoli di tutte le nostre fasi, della paura, del disorientamento, della speranza e poi della paura ancora e della speranza che si spegneva.

Qualche giorno fa ho accompagnato per la prima volta i miei figli dai nonni. Un saluto veloce, distanziato, con l’ombra delle mascherine a mortificare gli sguardi e con l’atteggiamento affettato di chi proprio non riesce a abituarsi alla paura degli affetti. Li ho osservati, le mie due generazioni che sono le mie sponde, mentre provavano goffi a interpretare questo volersi bene che va dal naso alla fronte, senza potere leggere le rughe dei sorrisi e gli angoli della bocca.I miei figli si sono messi tutti negli occhi, hanno provato a traslocare tutto il corpo nelle pupille per dire l’amore, il dispiacere e il senso di inadeguatezza a cui non riescono a dare un nome. Quanta tenerezza fanno i nonni e i bambini quando devono imparare un nuovo modo di volersi bene. Sono così uguali, così fragili. Lo chiamano distanziamento sociale ma è un riconoscersi nello stesso mare, come due buoni compagni di viaggio, due marinai.

La fase 2 saranno i nostri sguardi che hanno imparato a deviarsi, ad affettarsi dietro le mascherine e che ora vedono il pericolo dappertutto. Sarà questa nuova forma che dobbiamo imparare a indossare, questa affettività che esce a strisce dai pochi buchi che ci sono concessi per avere contatti con il mondo. E poi ci sarà la paura, la paura di chi ha dovuto rendersi conto che il mondo cambia irresistibilmente senza nemmeno avvisarci: chi ha subito un profondo cambiamento non può scrollarsi il dubbio che ne arrivi un altro, ancora peggiore. Volevamo imparare a cambiare il mondo, abbiamo avuto poche settimane per imparare a farci cambiare dal mondo. Buona fase 2, a noi, che abbiamo un vocabolario sentimentale da imparare in fretta e furia.

Leggi anche:

1. Decreto Rilancio, le misure chiave e il testo integrale: ecco cosa prevede / 2. Cosa significa concretamente che ora braccianti, colf e badanti verranno regolarizzati / 3. Decreto Rilancio, le misure chiave e il testo integrale: ecco cosa prevede

4. L’assurdo divieto di respirazione bocca a bocca nella città dell’utopia virologica / 5. Regolarizzazione migranti, la ministra Bellanova in lacrime in conferenza: “Da oggi gli invisibili saranno meno invisibili” / 6. “Io, imprenditore rovinato dal prezzo fissato da Arcuri alle mascherine: lo Stato ci ha abbandonati”

7. “E poi ci sono gli artisti, che ci fanno tanto divertire”. Conte, le parole sono importanti / 8. Clementi a TPI: “Il virus non è più aggressivo, è un dato di fatto. Ma certi altri virologi ragionano con gli algoritmi” / 9. La seconda ondata colpisce i giovani: a Seul il 75% dei nuovi contagiati ha meno di 30 anni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”