Covid ultime 24h
casi +26.831
deceduti +217
tamponi +201.452
terapie intensive +115

Coronavirus ultime notizie: 2.701 morti nel mondo e oltre 80mila contagi. Nuovo caso in Germania: si tratta di un uomo tornato di recente da Milano

Le ultime notizie sul Covid-19

Di Redazione TPI
Pubblicato il 25 Feb. 2020 alle 07:14 Aggiornato il 25 Feb. 2020 alle 21:36
16
Immagine di copertina
Credit: Ansa

Coronavirus ultime notizie: nel mondo 2.701 morti e 80mila contagi

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – Sono 2.701 le persone morte nel mondo a causa del Coronavirus. Il computo totale dei contagi supera gli 80mila. Le persone guarite dal virus sono invece 27.691. In Cina, nella giornata di ieri, sono decedute altre 71 persone, portando il computo totale dei decessi nel paese a 2.663.

Sulla nave Diamond Princess, in quarantena da settimane in Giappone, si è registrato il quarto decesso. Hong Kong ha chiuso le frontiere alle persone che provengono dalla Corea del Sud, secondo paese al mondo dopo la Cina per numero di contagi.

In Italia i contagi salgono a 322 in venti province diverse, le vittime sono 10 (qui tutte le ultime notizie sui contagi in Italia).

Qui di seguito tutte le ultime notizie in tempo reale e il reportage video di Selvaggia Lucarelli nei comuni della zona rossa:

Coronavirus ultime notizie:

Ore 21,30 – Nuovo caso di Coronavirus in Germania – Un nuovo caso di Coronavirus è stato registrato in Germania. Secondo quanto riferito, a essere positivo al Covid-19 è un uomo tornato di recente da Milano.

Ore 20.27 – Jamaica, respinta nave da crociera con italiani a bordo. Passeggero a TPI: “Sorpresi e preoccupati”.

“Siamo partiti domenica da Miami e oggi avevamo la prima tappa in Jamaica, a bordo saremo almeno 200/300 italiani. Dovevamo sbarcare alle nove di questa mattina (ora locale) ma di ora in ora continuavano a fare annunci dicendo che dovevano risolvere un problema con le autorità locali. Avevamo capito tutti che il problema era legato al Coronavirus”. Qui la testimonianza di uno degli italiani a bordo.

Ore 18.29 – Il bilancio aggiornato dei casi in Italia: 10 vittime, tutti anziani

Sale a 322 il numero delle persone contagiate in Italia per il Coronavirus. Il bilancio delle vittime, invece, sale a 10. “Abbiamo registrato la morte di 3 persone in Lombardia” ha spiegato il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, che ha sottolineato che i 3 morti erano ultraottantenni.

Questo il bilancio aggiornato regione per regione: Lombardia 240, Veneto 43, Emilia-Romagna 26, Piemonte 3, Lazio 3, Sicilia 3, Toscana 2, Liguria 1.

Borrelli, poi, ha fornito qualche particolare in più sulle persone decedute: si tratta di due uomini di 84 anni 91 anni e di una donna di 83 anni.

Ore 18.10 – Primo caso a Barcellona è 36enne italiana  

È una donna italiana di 36 anni la prima persona risultata positiva a coronavirus a Barcellona. Tra il 12 e il 22 febbraio la donna ha viaggiato nelle zone di Milano e Bergamo.

Ore 17.23 – Le limitazioni all’estero per gli italiani, paese per paese

Dopo i casi di coronavirus emersi nel nostro paese, diversi Stati hanno preso delle misure che prevedono controlli aggiuntivi o limitazioni per gli italiani che si recano all’estero (qui le misure paese per paese).

Ore 17.19 – Primo caso in Svizzera,”infettato” in zona Milano

Il primo caso di coronavirus in Svizzera, precisamente nel Canton Ticino, riguarda un uomo di 70 anni domiciliato in Ticino che è stato infettato nella zona di Milano durante una manifestazione. Lo ha detto in conferenza stampa a Berna, Pascal Strupler, direttore dell’Ufficio federale della sanità pubblica. L’uomo, che si trova in isolamento in un ospedale del Ticino, è attualmente “stabile”.

ore 16.45 – Positiva anche la moglie dell’italiano a Tenerife

Anche la moglie del medico italiano a Tenerife è risultata positiva al coronavirus, secondo quanto riporta El Mundo. Si tratta del quinto caso in Spagna.

ore 16.11 – Primo caso di coronavirus confermato in Svizzera

C’è un primo caso di coronavirus confermato in Svizzera. Lo hanno indicato le autorità sanitarie svizzere, annunciando una conferenza stampa a Berna. Ieri il consigliere federale Alain Berst aveva presentato una serie di misure supplementari per far fronte all’epidemia in Italia. In particolare maggiore informazione, prontezza operativa e ulteriori esami.

ore 15.42 – Caso a Barcellona, primo in Spagna continentale

​Le autorità catalane hanno confermato un caso di coronavirus a Barcellona, il primo nella Spagna continentale dopo quelli registrati alle Canarie e alle Baleari. Lo ha riferito El Mundo.

ore 15.27 – Iran, contagiato deputato che accusò governo

Il deputato riformista Mahmoud Sadeghi ha annunciato in un tweet di essere risultato positivo al nuovo coronavirus. La notizia arriva dopo quella del contagio del vice ministro della Salute iraniano. Solo ieri, aveva tenuto una conferenza stampa a fianco del portavoce del governo. Ora il nuovo contagio nella classe politica iraniana. Nei giorni scorsi, Sadeghi aveva messo in dubbio la veridicità delle informazioni e dei numeri diffusi dal governo sull’estensione dell’epidemia in Iran e aveva chiesto trasparenza alle autorità.

ore 14.27 – Coronavirus, Usa: “Vaccino sperimentale pronto per test”

Un’azienda farmaceutica ha spedito il primo lotto del suo vaccino contro il coronavirus, sviluppato rapidamente, ai ricercatori del governo degli Stati Uniti, che lanceranno i primi test umani per verificare se il vaccino sperimentale possa aiutare a sopprimere l’epidemia di Covid-19. A rivelarlo è il quotidiano statunitense Wall Street Journal (qui la notizia completa).

ore 13.59 – Austria, 2 italiani 24enni positivi al test. Un caso in Croazia

Due italiani sono risultati positivi al coronavirus in Tirolo (Austria). Hanno entrambi 24 anni, sono originari della Lombardia e vivono a Innsbruck. Come ha riferito il governatore del Tirolo Guenther Platter, i due giovani sono stati contagiati proprio in Lombardia. Platter, confermando la positività al Covid-19 anche al secondo test, ha detto che i due italiani “non sono in pericolo di vita” e al momento accusano febbre. I due giovani ai primi sintomi hanno contattato personalmente il servizio sanitario del Tirolo.

Intanto anche la Croazia ha confermato un caso di coronavirus, il primo per il paese e per tutti i Balcani. Si tratta di un giovane che la settimana scorsa era stato a Milano, ha riferito il primo ministro Andrej Plenkovic, parlando alla stampa dall’ospedale di Zagabria dove è ricoverato il paziente che presenta “sintomi lievi”.

ore 12.45 – Iran, viceministro della Salutepositivo al  test – Il viceministro della Salute iraniano, Iraj Harirchi, è risultato positivo al test per il coronavirus. Lo ha riferito un consigliere. La Repubblica islamica ha almeno 95 casi di Covid-19, e 15 morti finora.

ore 10.00 – Il Regno Unito chiede isolamento a chi ritorna da nord Italia

Le autorità britanniche hanno chiesto ai loro cittadini di ritorno dal nord Italia di rimanere isolati nelle loro case, come misura per contenere la diffusione del coronavirus COVID-19. Il ministro della Salute Matt Hancock ha detto che coloro che tornano dalle zone a nord della città italiana di Pisa non devono lasciare le loro case per 14 giorni. Il provvedimento è consigliato anche a chi è tornato da poco da quelle zone.

“Se ci sono persone che sono state nelle zone colpite che il governo italiano ha messo in quarantena, allora dovrebbero essere isolate, che abbiano o meno i sintomi” del virus, ha detto il ministro alla Bbc. Hancock ha aggiunto che non è a conoscenza di alcun britannico nelle aree di quarantena italiane, dove circa 50.000 residenti non possono uscire per 14 giorni senza un permesso speciale. Nel Regno Unito ci sono 13 persone colpite dalla malattia, ma si tratta di persone che sono state o hanno visitato la Cina.

ore 09.00 – L’Iraq blocca gli italiani

L’Iraq ha esteso indefinitamente il suo divieto d’ingresso ai viaggiatori provenienti da Cina e Iran e ha imposto simili limitazioni alle persone provenienti da Thailandia, Corea del Sud, Giappone, Italia e Singapore, ha riferito oggi il ministro della Salute.

Il divieto d’ingresso riguarda tutti i viaggiatori che provengono direttamente o indirettamente da questi Paesi ma esenta i cittadini iracheni, i diplomatici e le delegazioni ufficiali, ha riferito il ministro nella sua dichiarazione. Agli iracheni è stato inoltre consigliato di non viaggiare in questi Paesi. Le scuole e le università sono state chiuse per dieci giorni a Najaf, dove ieri è stato registrato il primo caso di coronavirus, ed è stato suggerito ai cittadini di non spostarsi all’interno della provincia.

ore 07.00 – Medico italiano positivo a Tenerife

Un medico italiano, in vacanza nel sud di Tenerife, è stato riconosciuto positivo al coronavirus. L’uomo si era recato in una clinica privata perché ammalato, hanno riferito autorità locali. Il paziente è attualmente in isolamento presso la clinica Quiron Sur di Adeje.

Sembra che l’uomo provenga dalla Lombardia, epicentro in Italia del principale focolaio di epidemia di coronavirus. Fonti del centro sanitario hanno riferito che è arrivato alle 13 di ieri con la febbre e che è stato messo in isolamento come misura preventiva.

Le autorità locali delle Canarie hanno fatto sapere che l’uomo è stato trovato positivo al test in loco e che nuovi esami verranno fatti oggi a Madrid, presso il Centro nazionale di microbiologia dell’Istituto Carlos III, come prevede il protocollo immediatamente scattato.

Il medico italiano a Tenerife risultato positivo al test di coronavirus è i terzo caso di contagio in Spagna. “In serata è stato attivato il protocollo per un sospetto caso di coronavirus di un cittadino italiano nel sud di Tenerife. Dopo i primi test alle Isole Canarie, il risultato è positivo”, ha scritto in una nota divulgata su Twitter il presidente della Canarie Angel Victor Torres, segnalando che il paziente è in isolamento e che oggi saranno rifatti i test a Madrid. Gli altri due casi di contagio in Spagna riguardano un inglese, risultato positivo a Mallorca lo scorso 9 febbraio, e un tedesco, risultato positivo a La Gomera il primo febbbraio.

ore 06.00 – Trump chiede al Congresso 1,25 miliardi di fondi di emergenza

La Casa Bianca ha chiesto al Congresso 1,25 miliardi di fondi d’emergenza per combattere il coronavirus, oltre alla possibilità di utilizzare i 535 milioni già stanziati.

Secondo quanto riportano i media Usa, la richiesta è stata appena inviata e l’amministrazione di Donald Trump punta a stanziare almeno 2,5 miliardi di risorse in totali per rispondere all’emergenza posta dalla diffusione del virus cinese. Di questi 2,5 miliardi, un miliardo sarebbe per i vaccini.

Leggi anche:

Coronavirus, i passeggeri che fanno scalo a Fiumicino non vengono controllati. Ministero: “Non c’è bisogno”

Il Coronavirus è la madre di tutte le fake news perché fa leva sulle nostre paure (di V. Petrini)

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Virus Cina: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

Virus Cina | Esclusivo TPI, video dalla Cina: mascherine usate vendute clandestinamente

16
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.