Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Dall’1 febbraio Italia quasi tutta gialla: 5 regioni arancioni

Di Anna Ditta
Pubblicato il 30 Gen. 2021 alle 08:40 Aggiornato il 30 Gen. 2021 alle 12:41
40
Immagine di copertina
Un bar aperto nel centro semideserto di Torino. Credit: ANSA/ALESSANDO DEL MARCO

Da lunedì l’Italia tornerà a essere quasi tutta gialla, ad eccezione di cinque regioni che saranno in fascia arancione. A deciderlo sono le ordinanze firmate dal ministro della Salute Roberto Speranza sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia. Secondo il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, “le curve” di contagi e decessi “decrescono ma molto lentamente. Dunque l’epidemia resta in una fase delicata e non ci dobbiamo rilassare troppo, ma mantenere una grande attenzione”.

Le ordinanze, che entreranno in vigore dal primo febbraio e non dal 31 gennaio come si pensava inizialmente, stabiliscono la zona arancione per Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la provincia autonoma di Bolzano. Le altre Regioni e province autonome saranno in area gialla.

Nessuna Regione sarà in zona rossa, passano infatti in arancione Sicilia e Provincia di Bolzano. Tra le aree “arancioni” che diventano gialle ci sono Lombardia e Lazio, di cui si è discusso in questi giorni, ma anche Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Fvg, Liguria, Marche e Piemonte.

In fascia gialla sono consentiti gli spostamenti anche tra comuni differenti e riaprono bar e ristoranti (fino alle 18). Resta in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5. Rimangono inoltre vietati fino al 15 febbraio gli spostamenti interregionali, anche tra le Regioni gialle. Qui la pagina del ministero della Salute con la classificazione attuale e le regole per ogni zona.

Leggi anche: 1. Vaccino anti Covid, via libera dell’Ema ad AstraZeneca dai 18 anni / 2. Vaccini, l’Ue pubblica il contratto con Astrazeneca: “È chiarissimo, con ordini vincolanti” /3. Andrea Crisanti: “Per toglierci la mascherina ci vorranno due anni”

4. Il dossier dei servizi segreti che allarma il governo: “Contagi sottostimati del 50%” / 5. Massimo Galli: “Le elezioni regionali tra le possibili cause della seconda ondata di Covid in Italia”

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

40
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.