Me
HomeCronaca

Omicidio Sacchi, il mediatore di Del Grosso accusa Anastasiya: ha avuto un ruolo centrale nella compravendita della droga

Secondo uno degli emissari del killer, giunto all'Appio Latino per verificare che il gruppo intenzionato all'acquisto della droga avesse i soldi, la giovane babysitter avrebbe avuto un ruolo centrale nella vicenda

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 7 Dic. 2019 alle 11:33 Aggiornato il 7 Dic. 2019 alle 11:57
Immagine di copertina

Omicidio Sacchi: il mediatore di Del Grosso accusa Anastasiya

Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il cui omicidio continua a essere avvolto nel mistero, avrebbe avuto un ruolo centrale nella compravendita della droga: ad affermarlo è Simone Piromalli, mediatore di Valerio Del Grosso, esecutore materiale del delitto, che accusa la giovane babysitter.

Secondo quanto ricostruito fino ad ora, infatti, la sera in cui avviene l’aggressione, il 23 ottobre, Valerio Rispoli e Simone Piromalli vengono inviati all’Appio Latino da Valerio Del Grosso, il pusher che dovrebbe vendere la droga al gruppo di amici di Luca Sacchi (qui il suo profilo) e che poi sparerà a quest’ultimo, per verificare che effettivamente i ragazzi abbiano i soldi per acquistare gli stupefacenti.

Chi sono i due ragazzi di San Basilio fermati per il delitto di Luca Sacchi a Roma: Valerio Del Grosso e Paolo Pirino

I due raccontano due versioni discordanti sulla trattativa, ma che coinvolgono in entrambi i casi la babysitter di origine ucraine.

Chi è Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma il 23 ottobre scorso

Secondo Valerio Rispoli, infatti, quando lui è arrivato di fronte al pub John Cabot per verificare che Giovanni Princi e altri suoi amici avessero il denaro per acquistare la droga, una ragazza si era avvicinata al gruppo, aveva lasciato uno zaino in prossimità di una macchina e si era allontanata.

A quel punto, Giovanni Princi, amico del liceo di Luca Sacchi, aveva preso lo zaino, di colore rosa e da donna, e lo aveva aperto, mostrando agli intermediari di Del Grosso i soldi. Dopodiché aveva richiuso lo zaino e lo aveva nuovamente appoggiato alla vettura. Lo zaino, dunque, veniva ripreso da una ragazza che successivamente si allontanava nuovamente.

L’altro mediatore, Simone Piromalli, che secondo quanto svela Il Messaggero è ritenuto dalla procura “il più sincero con ogni evidenza”, racconta di tre ragazzi e una ragazza interessati alla trattativa.

Questi dovrebbero essere Luca Sacchi, Giovanni Princi, Domenico Costanzo Munoz, che a breve potrebbe essere indagato per favoreggiamento, e Anastasiya Kylemnyk. Secondo Piromalli, però, la trattativa si è svolta in maniera diversa da come raccontata da Rispoli.

Omicidio Sacchi, Munoz ha trattenuto Luca fuori dal pub? Scatta l’ipotesi del favoreggiamento

Piromalli, infatti, racconta di aver visto una ragazza che apriva uno zaino di colore rosa dal quale estraeva una mazzetta di soldi. Piromalli in seguito rivedrà la giovane “in ginocchio che teneva per il braccio un ragazzo disteso a terra sanguinante”.

In entrambe le versione dei due mediatori, dunque, Anastasiya Kylemnyk ha un ruolo centrale nella trattativa per l’acquisto della droga.

Un racconto che smentisce la versione della ragazza, la quale ha smentito di aver partecipato a qualsiasi scambio di sostanze stupefacenti, affermando anche che i soldi nel suo zaino le erano stati messi da Giovanni Princi senza sapere a quanto ammontasse la cifra.

Leggi anche: 

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Anastasiya aveva 70mila euro per acquistare 15 kg di droga, Luca forse non sapeva: la ricostruzione dell’omicidio Sacchi alla luce delle ultime novità

“Andiamo a mangiare un panino”: Alfonso Sacchi rivela le parole di Giovanni Princi subito dopo la morte del figlio Luca | VIDEO

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Le parole del padre del ragazzo ucciso a Roma: “Mio figlio non c’entra nulla con la droga. Anastasiya? Dice la verità altrimenti è una diva di Hollywood” | VIDEO

“Qui non è il Bronx”: viaggio nell’Appio Latino di Roma, che piomba nell’orrore dopo l’assassinio di Luca Sacchi

Anastasiya al gip: “Non sapevo dei 70mila euro nello zaino”

La fidanzata di Luca, Anastasiya, aggredisce i giornalisti | VIDEO

Delitto Sacchi, la conferma dei magistrati: “Anastasiya e il pusher Princi avevano una relazione”

Delitto Sacchi, le immagini riprese fuori dal pub negli attimi del delitto | FOTOSEQUENZA