Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Omicidio Luca Sacchi: la fidanzata Anastasiya aggredisce i giornalisti | VIDEO

Immagine di copertina

Intanto la posizione della compagna 25enne della vittima resta in bilico: la giovane sarà risentita in procura nei prossimi giorni

Omicidio Luca Sacchi: la fidanzata Anastasiya aggredisce i giornalisti

Continuano senza sosta le indagini sull’omicidio di Luca Sacchi: mentre i sospetti su Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata del ragazzo ucciso a Roma il 23 ottobre scorso, aumentano, la giovane aggredisce i giornalisti in un video trasmesso da Chi l’ha visto? nella puntata andata in onda nella serata di mercoledì 30 ottobre.

È una Anastasiya (qui il suo profilo) esasperata quella che aggredisce i giornalisti fuori dall’abitazione in cui viveva il fidanzato Luca Sacchi, in via Vittorio Fiorini, nel quartiere Appio Latino. Le immagini, trasmesse nel corso della puntata di Chi l’ha visto?, risalgono a diversi giorni fa. La giovane di origine ucraine, infatti, non frequenta casa Sacchi già da alcuni giorni, così come anche dichiarato dal papà di Luca, Alfonso, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nella giornata di ieri, mercoledì 30 ottobre.

Omicidio Luca Sacchi, le parole del padre del ragazzo ucciso a Roma: “Mio figlio non c’entra nulla con la droga. Anastasiya? Dice la verità altrimenti è una diva di Hollywood” | VIDEO

Nel filmato si vede la giovane scendere dall’auto per intimare con rabbia ai giornalisti di andare via.

La posizione di Anastasiya Kylemnyk che, come ricordato anche dai legali della famiglia Sacchi allo stato attuale delle cose resta quella di “persona offesa” di uno scippo trasformatosi in un tragico omicidio, continua comunque a essere in bilico.

Chi è Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso Roma il 23 ottobre scorso

Nel racconto della babysitter 25enne su ciò che è accaduto la sera del delitto vi sono alcune contraddizioni che non convincono gli inquirenti. La ragazza, infatti, ha sempre detto di essere stata aggredita alle spalle, di aver ricevuto un colpo alla testa e di aver perso i sensi mentre Luca veniva colpito alla testa da uno sparo.

La droga, le contraddizioni della fidanzata, il silenzio degli assassini: quello che non torna nell’omicidio di Luca Sacchi

Tuttavia, sia le telecamere di sorveglianza che un testimone oculare, smentirebbero questa tesi. Al momento dell’aggressione, Luca Sacchi non si sarebbe trovato in compagnia della fidanzata Anastasiya, come da lei sostenuto, ma da solo.

Resta da chiarire, poi, la vicenda della droga. Secondo un contatto comune tra la vittima e il suo assassino, infatti, i due aggressori si sarebbero recati da San Basilio al quartiere Appio Latino per vendere una partita probabilmente di hashish.

I due, però, avrebbero deciso di non vendere gli stupefacenti e di rapinare la ragazza, che nel suo zaino aveva i soldi per acquistare la merce.

Una tesi smentita dalla stessa Anastasiya, che ha affermato che “la droga non c’entra”. La giovane dovrà chiarire questi e altri aspetti agli inquirenti, che nei prossimi giorni dovrebbero nuovamente sentirla in procura.

“Qui non è il Bronx”: viaggio nell’Appio Latino di Roma, che piomba nell’orrore dopo l’omicidio di Luca Sacchi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il tribunale di Roma: “Gli immobili dei tedeschi vanno pignorati per risarcire le vittime del nazismo”
Cronaca / Maria Giovanna Maglie ricoverata: “Sono in ospedale da due mesi, fatemi gli auguri”
Cronaca / Napoli, 13enne disabile picchiata da un gruppo di coetanei per un like a un ragazzo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il tribunale di Roma: “Gli immobili dei tedeschi vanno pignorati per risarcire le vittime del nazismo”
Cronaca / Maria Giovanna Maglie ricoverata: “Sono in ospedale da due mesi, fatemi gli auguri”
Cronaca / Napoli, 13enne disabile picchiata da un gruppo di coetanei per un like a un ragazzo
Cronaca / Individuato il camionista che ha investito Davide Rebellin
Cronaca / “I pediatri hanno troppi pazienti”: coppia non riesce a far visitare il figlio di 20 mesi con la febbre alta per una settimana
Cronaca / “Il lockdown lo ha cambiato”: le ombre sulla morte di Riccardo Faggin prima della sua (finta) laurea
Cronaca / Trento, lei vuole lasciarlo e lui tenta di strangolarla: arrestato un 40enne
Cronaca / Covid, la Corte costituzionale salva l’obbligo vaccinale: ricorsi inammissibili e non fondati
Cronaca / Costringono la sorella 15enne a prostituirsi per sfamare la famiglia in Romania: condannate
Cronaca / Allegri, l’ex compagna Claudia assolta: “Non spese per sé i soldi destinati al figlio”