Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:25
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Approvato il nuovo Decreto Draghi. Lombardia in zona rossa fino all’11 aprile: “Troppa pressione sugli ospedali”

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi 31 marzo 2021 in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Le restrizioni per arginare la diffusione del Covid-19 continuano a essere in vigore in Italia e nel resto d’Europa. Per quanto riguarda i vaccini, in Italia finora sono state somministrate 9,8 milioni di dosi a fronte di 11,2 milioni consegnate [3 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi raccomandate – qui i dati in tempo reale]. Di seguito tutte le ultime notizie di oggi, mercoledì 31 marzo, sul Covid-19 in Italia e nel mondo, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 22 – La Francia in lockdown – La Francia passa in zona rossa totale: lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron, in un discorso alla nazione trasmesso su tutte le tv. Le regole di “allerta rafforzata” disposte per la regione di Parigi e altri 18 territori “saranno estese in tutto il paese”, compresa la chiusura dei negozi non essenziali e il coprifuoco dalle 19. Dopo un anno quindi Macron richiude le scuole. Da martedì prossimo sono previste una settimana di insegnamento a distanza, poi due settimane di vacanze per tutti (come era previsto ma senza diversificazioni regionali), quindi dal 26 aprile il rientro per materne ed elementari con medie e licei a distanza. Dal 3 maggio, tutti di nuovo in classe (qui la notizia completa).

Ore 20,00 – Approvato il nuovo Decreto Draghi – Il Cdm ha approvato il nuovo DECRETO DRAGHI. Ecco cosa prevede:
• “Scudo” per vaccinatori che seguono regole
• Stop deroghe Regioni su scuole in presenza
• Obbligo vaccino anche a farmacisti
• Stop a visite agli amici in zona rossa fino al 30 aprile
• Concorsi pubblici in presenza dal 3 maggio

Ore 17.50 – Recovery Fund, Camera: Aula approva risoluzione maggioranza – Con 412 voti a favore, 11 contrari e 44 astenuti l’Aula della Camera approva la risoluzione di maggioranza sulla proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), il programma di investimenti che l’Italia deve presentare alla Commissione europea nell’ambito del Next Generation EU. Il gruppo di Fdi si è astenuto.

Ore 17.10 – La Lombardia in zona rossa fino all’11 aprile: “Troppa pressione sugli ospedali” – “La Lombardia continuerà a essere zona rossa ancora per un po’”. Troppo alta la pressione sugli ospedali: 862 pazienti ricoverati in terapia intensiva, altri 7.109 posti letto occupati negli altri reparti Covid. La zona rossa dovrebbe dunque essere confermata per un’altra settimana (fino all’11 aprile). Lo ha confermato il presidente della Regione, Attilio Fontana.

Ore 15.36 – EMA, su AstraZeneca benefici superano i rischi – L’Agenzia europea per i Medicinali (EMA) ritiene, “come comunicato il 18 marzo, che i benefici del vaccino AstraZeneca nella prevenzione del Covid-19, con il rischio associato di ospedalizzazione e morte, superino i rischi di effetti collaterali”. In una nota divulgata oggi in riferimento alla segnalazione di rarissimi casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino della casa farmaceutica anglo-svedese, l’EMA ha spiegato che “maggiori dati e consigli per gli operatori sanitari e il pubblico sono disponibili nelle informazioni sul prodotto del vaccino e nella relativa comunicazione diretta con gli operatori”. “Le persone vaccinate devono essere consapevoli della remota possibilità che si verifichino questi tipi molto rari di coaguli di sangue”, prosegue l’Agenzia. “In caso di sintomi indicativi di problemi di coagulazione come descritto nelle informazioni sul prodotto, bisogna immediatamente rivolgersi a un medico e informare gli operatori sanitari della loro recente vaccinazione”.

Ore 14.20 – AstraZeneca:”Tornare a fiducia e frenare emotività elevata” – “Bisogna tenere conto dei dati e della scienza: questo è un primo elemento importante per far tornare la fiducia. L’altro è che sempre più persone si stanno vaccinando anche in Italia con AstaZeneca. Le persone ricorderanno di essersi vaccinate ed è importante per far tornare la fiducia e frenare l’emotività forse un po’ elevata che c’è stata nelle ultime settimane”. Lo ha detto l’ad di Astrazeneca in Italia, Lorenzo Wittum, al webinar organizzato dall’American Chamber of Commerce in Italy. Wittum ha anche spiegato che gli effetti collaterali del vaccino di AstraZeneca “sono allineati agli effetti collaterali di tutti i vaccini”.

Ore 13.29 – Covid, in Francia attese nuove restrizioni – Il governo francese potrebbe inasprire le restrizioni per frenare la diffusione del Covid, mentre Oltralpe continuano ad aumentare i ricoveri ospedalieri. In serata, il presidente francese Emmanuel Macron si rivolgerà al Paese per annunciare ulteriori misure a livello nazionale dopo aver optato in precedenza per una serie di restrizioni a livello regionale, contro il parere del Cts transalpino. Il capo dello Stato si rivolgerà alla nazione con un discorso in televisione atteso per le ore 20.

Ore 12.00 – Vaccino, Burioni: “Efficacia su bimbi cruciale per battere virus” –“Il vaccino Pfizer sembra essere sicurissimo ed efficacissimo anche tra i 12 e i 15 anni. Questo è un dato fantastico che se confermato (e secondo me lo sarà) risulterà fondamentale per sconfiggere COVID-19”. Lo scrive su Facebook il virologo Roberto Burioni.

Ore 10.30 – Vaccini: in arrivo 500mila dosi Moderna in Italia – Sono in arrivo nell’hub militare di Pratica di Mare, tra stasera e domani, circa 500mila dosi del vaccino Moderna, che saranno poi distribuite nelle varie regioni.

Ore 09.00 – Dopo stop a voli 3.000 spagnoli bloccati in Marocco – I cittadini spagnoli bloccati in Marocco dopo che il Paese nordafricano ha sospeso i voli con quello iberico per motivi sanitari sono “circa 3.000”. Lo ha detto Arancha Gonzalez, ministra degli Esteri spagnola, in un’intervista alla radio Onda Cero. Si tratta principalmente di turisti, ha aggiunto. Gonzalez ha invitato a “evitare viaggi” in questo periodo: “Come noi imponiamo restrizioni ad altri Paesi, anche altri lo fanno. Quando succede questo, non vale poi alzare il telefono e chiedere al Governo che risolva il problema”, ha aggiunto.

Ore 07.00 – Covid, il Canada sospende AstraZeneca per gli under 55 – Dopo la decisione di ieri della Germania, anche il Canada ha deciso di sospendere le somministrazioni del vaccino Astrazeneca, in questo caso per le persone sotto i 55 anni di età. La decisione è arrivata in seguito alle raccomandazioni del National Advisory Committee on Immunization. “C’è una sostanziale incertezza sui benefici di somministrare Astrazeneca agli adulti sotto i 55 anni considerati i potenziali rischi”, ha detto il vicepresidente della commissione, Shelley Deeks.

Ore 06.30 – Vaccino, Landini: “Serve una legge che obblighi il personale sanitario” – “Credo che il governo debba fare una legge sull’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario. Noi stiamo trattando con Orlando per vaccinare nei luoghi di lavoro nel rispetto delle regole” Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, a Di Martedì su La7.

COVID. COSA È SUCCESSO IERI

AstraZeneca cambia nome: il vaccino ora si chiama Vaxzevria. Il vaccino anti Covid AstraZeneca cambia nome: ora si chiama Vaxzevria. Il cambio di denominazione è stato all’approvato dall’Ema il 25 marzo a seguito di una richiesta da parte del gruppo farmaceutico anglo-svedese. (Qui l’articolo completo)

Vaccini anche a chi ha il domicilio in un’altra Regione: la nuova ordinanza. Le Regioni dovranno vaccinare anche i domiciliati per lavoro e chi assiste un familiare nel loro territorio. Non solo vaccini anti Covid ai residenti quindi. È quanto ha disposto con un’ordinanza il commissario straordinario all’emergenza Coronavirus il generale Francesco Paolo Figliuolo. Una buona notizia per tutti coloro che risultano residenti in una città ma che di fatto vivono e lavorano in un’altra. Così sarà sufficiente avere il domicilio per l’inoculazione del siero. (Qui l’articolo completo)

Nuova ordinanza: quarantena e tampone anche per chi rientra da Paesi Ue – Il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà in mattinata un’ordinanza che dispone, per arrivi e rientri da Paesi dell’Unione europea, tampone in partenza, quarantena di 5 giorni e ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. La quarantena è già prevista per tutti i Paesi extra Eu. È quanto si apprende da fonti del Ministero della Salute.

Il premier Mario Draghi si è vaccinato con AstraZeneca – Il premier Mario Draghi si è vaccinato contro il Covid con il siero anglo-svedese AstraZeneca. Lo riferisce Palazzo Chigi secondo cui il presidente del Consiglio e la moglie Maria Serenella Cappello si sono sottoposti alla vaccinazione anti-Covid nell’hub della Stazione Termini, a Roma, così come previsto dal calendario della campagna vaccinale predisposto dalla Regione Lazio. Qui la notizia completa.

“Dati falsificati per non fare scattare la zona rossa”: in Sicilia 3 arresti, indagato assessore Razza – Gli episodi di falso documentati dal mese di novembre sono circa 40, l’ultimo dei quali risalente al 19 marzo 2021. Ai domiciliari alcuni dipendenti dell’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia. Qui la notizia completa.

Il Governo alle Regioni: no alle zone gialle, ma ok a riaperture automatiche con buoni dati – Nel decreto che il governo si appresta a presentare mercoledì in Cdm (la riunione si terrà alle 17,30), verrà confermato che non ci sarà il ritorno delle zone gialle. Ma ci potrà essere – come ha spiegato il ministro per gli Affari regionali Gelmini – un automatismo per il quale se i dati dovessero migliorare ci sarebbero “riaperture mirate senza il bisogno di approvare un nuovo provvedimento. Allo stesso tempo questo – ha aggiunto l’esponente di FI – non è il momento per dire ‘riapriamo tutto’. Fino al 15-20 aprile ci vorrà ancora molta attenzione”. La maggioranza dei presidenti di Regione ha chiesto che dopo Pasqua ci sia il ripristino delle zone gialle, ma per ora invano. “Serve dare un segnale”, il ‘refrain’. Soprattutto chi è in zona arancione punta ad entrare in un colore a più basso rischio.

Leggi anche: 1. Nessuno ha il coraggio di chiamarlo col suo nome: quello di Draghi sui vaccini è (vero) sovranismo /2. Il cavillo del Governo che inguaia le Regioni: le norme Covid in vigore sempre con un giorno di ritardo /3. L’Africa e la pandemia dimenticata (di S. Mentana)

4. Anche in zona rossa scuole aperte (fino alla prima media) e niente “giallo” fino al 30 aprile: le misure del nuovo Decreto anti-Covid /5. Draghi: “Al vaglio sanzioni per operatori sanitari non vaccinati. Scuola riapre fino alla prima media” /6. Zona rossa e arancione: come cambiano i colori delle regioni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Cronaca / Quando esce The Post Internazionale in edicola, città per città
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Cronaca / Quando esce The Post Internazionale in edicola, città per città
Cronaca / Positivi al Covid, accompagnano i figli a scuola prima dell’esito del tampone: due classi in quarantena
Cronaca / “Il Covid non esiste”: maestra trevigiana no vax e no mask ricoverata in terapia intensiva
Cronaca / Brunetta: “Adesso basta smart working, con il Green Pass tutti i lavoratori potranno tornare in presenza”
Cronaca / Barbara Palombelli sui femminicidi: “Bisogna chiedersi se le donne hanno avuto comportamenti esasperanti”
Cronaca / Green pass per tutti i lavoratori: multe fino a 1.500 euro e stop allo stipendio per chi non ha la certificazione
Cronaca / Alessandro Barbero contro il Green Pass: "Così la sinistra si piega ai padroni"
Cronaca / Rt ancora in calo in Italia, lieve diminuzione di ricoveri e terapie intensive