Covid ultime 24h
casi +8.864
deceduti +316
tamponi +146.728
terapie intensive -67

Covid, ultime notizie. Accordo con Spallanzani per sperimentare Sputnik. Da Lunedì Sardegna e Molise arancioni. AstraZeneca, la prima dose al Generale Figliuolo e al capo della Protezione Civile Curcio

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 20 Mar. 2021 alle 08:32 Aggiornato il 20 Mar. 2021 alle 13:55
12
Immagine di copertina
Credits: Ansa

Covid, le ultime notizie di oggi (20 marzo 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – In Italia sono più di 7 milioni le persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino [qui i dati in tempo reale] e due milioni quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose. Di seguito tutte le ultime notizie di oggi, sabato 20 marzo, sul Covid-19 in Italia e nel mondo, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 13 – Zingaretti: accordo con Spallanzani per sperimentare Sputnik – “Tra qualche giorno verrà sicuramente stipulato con l’istituto Spallanzani un primo accordo per una sperimentazione sotto forma scientifica del vaccino Sputnik in attesa, naturalmente, dell’approvazione formale dell’Ema per quanto riguarda lo studio sulle varianti dei vaccini”. Lo ha detto il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, in visita al centro vaccinale dell’auditorium Parco della Musica. “Questa è una buona notizia perché ci permette di fare un salto in avanti – ha sottolineato Zingaretti – rispetto alla necessità in questo momento dell’approvvigionamento dei vaccini”.

Ore 11,20 – AstraZeneca: Von der Leyen, rispetti consegne o blocco export – La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha minacciato di bloccare le esportazioni del vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca se la compagnia non rispetterà le consegne previste per l’Unione Europea. “Abbiamo l’opzione di bloccare le esportazioni pianificate”, ha dichiarato Von der Leyen alla testata tedesca Funke, “questo è il messaggio per AstraZeneca: rispettate il vostro contratto con l’Europa prima di iniziare le spedizioni verso altri Paesi”.

Ore 10 – AstraZeneca, la prima dose al Generale Figliuolo e Curcio – Questa mattina il commissario straordinario e il capo della Protezione Civile all’hub della Cecchignola. Il Commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo e il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio si sono vaccinati oggi con il siero di Astrazeneca. La somministrazione alla città militare della Cecchignola a Roma. Sia Figliuolo sia Curcio, sottolinea una nota della struttura commissariale, “si sottoporranno al vaccino Astrazeneca contro il Covid19, nell’ambito della regolare programmazione vaccinale”.

Ore 8,30 – Il virus circolava a Wuhan già a ottobre 2019 – Con due mesi di anticipo rispetto ai primi casi documentati di dicembre 2019. A rivelarlo uno studio sulla rivista Science. “Il nostro studio – afferma Joel O. Wertheim dell’Università della California a San Diego – nasce dall’esigenza di capire per quanto tempo il virus potrebbe aver circolato inosservato nella popolazione umana”. Il team ha considerato la diffusione dell’infezione a Wuhan prima del blocco, la diversità genetica del virus in Cina e i rapporti dei primi casi nella nazione orientale.

Ore 8 – Ieri sera a prima conferenza stampa del premier. Draghi a TPI: “Sospendere AstraZeneca? Nessun errore. Non ho agito per interessi tedeschi”. Ma non spiega. “Lo stop non è stato un errore, mettetevi nei miei panni. Interessi tedeschi? No. Abbiamo deciso la sospensione perché Ema si è presa una settimana per valutare i rischi”: così il premier Mario Draghi rispondendo alla domanda del direttore di TPI Giulio Gambino nel corso della conferenza stampa sul decreto sostegni. (Qui il video e l’articolo)

Ore 8 – Approvato il Decreto Sostegni – Il premier dopo il CdM che ha approvato il Dl Sostegni: “È la massima risposta che potevamo dare, ci sarà un nuovo scostamento col Def. Dall’8 aprile 11 miliardi alle imprese. Il condono delle cartelle è limitato, si riferisce fino a 10 anni fa, occorre una riforma della riscossione”. Salvini: abbiamo detto stop con i multati a vita.

Ore 8 – Vaccini, Draghi: “Regioni in ordine sparso e questo non va bene. Prenderò l’AstraZeneca subito”- 
Draghi alla domanda sullo Sputnik riprende la linea Merkel: “Pragmatismo”. “Se il coordinamento Ue non va, si fa da soli”. Il Mes? “Prima serve un piano per la sanità, altrimenti potremmo buttare i soldi e con questi tassi d’interesse non è una priorità”.

Ore 8 – Scuola, Draghi: “Sarà la prima a riaprire quando la situazione dei contagi lo permetterà” – Sul turismo, il premier è certo che “tornerà a prosperare”. “Ci sono oltre 100 progetti fermi, servono semplificazioni”.

Ore 7,30 – L’indice RT sopra 1 in 16 Regioni, da Lunedì Sardegna e Molise arancioni. Rischio alto in 10. – In Piemonte e Friuli Venezia Giulia indice sopra 1,25, compatibile con uno scenario di tipo 3. L’Iss: necessario mantenere rigorose misure di mitigazione nazionali’. Sono in Italia 25.735 positivi in Italia nelle ultime 24 ore, 386 i morti. Tasso di positività al 7%. (Qui l’articolo completo)

Ore 7,30 – L’Europa ha superato la soglia del milione di morti – Da inizio pandemia 37 milioni e 222 mila contagi in 51 Paesi, somministrate in media 12 dosi di vaccino ogni 100 persone.

COVID, cosa è successo ieri

Cambiano i colori delle Regioni: Sardegna e Molise arancioni, Campania ancora rossa – Il Ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in serata nuove ordinanze che entreranno in vigore a partire da lunedì 22 marzo. Lo si legge in una nota del ministero. Passano in area arancione Sardegna e Molise. Viene prorogata l’ordinanza in scadenza relativa all’area rossa in Campania. Restano in zona rossa fino a Pasqua anche Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Piemonte, Marche, Lombardia, Campania, Trento, Puglia e Veneto. Il Lazio, confermata Regione rossa, potrebbe però passare all’arancione lunedì 29 marzo, visto che il valore Rt è già sceso dall’1,25 di venerdì scorso all’1,06 di oggi, ma per cambiare colore è necessario che resti basso per due settimane consecutive. Se l’incidenza si confermerà bassa per i prossimi sette giorni, dunque, lunedì 29 Roma potrebbe tornare arancione. Qui l’articolo completo

Cdm su decreto sostegni iniziato con tre ore e mezza di ritardo – Il Consiglio dei ministri sul decreto sostegni previsto per le 15 è iniziato con tre ore e mezza di ritardo a causa di frizioni sullo stralcio delle cartelle. (Qui un approfondimento) Slitta pertanto la conferenza stampa del premier Mario Draghi, inizialmente prevista per le 18 di oggi (Ecco dove vederla).

Il bollettino di oggi della Protezione Civile – Secondo il bollettino di oggi, venerdì 19 marzo, sul Covid in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 25.735 i nuovi casi, contro i 24.935 di ieri, e 386 i morti (ieri erano stati 423) su 364.822 tamponi effettuati (+11mila in più di ieri, quando ne sono stati effettuati 353.737). Il tasso di positività è stabile al 7 per cento. Qui il bilancio completo

Puglia, Emiliano chiede zona rossa rafforzata: “Necessario stringere ulteriormente” – “Stiamo ragionando sull’ipotesi di stringere ulteriormente le misure rispetto a quelle previste dal governo nella zona rossa”. A dirlo il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. “Dobbiamo spingere tutte le aziende a lasciare a casa il numero più alto possibile di persone per evitare che si contagino sul luogo di lavoro”.

Dl Sostegni, bozza: 200 milioni per wedding e settori più colpiti – In arrivo un fondo di 200 milioni da ripartire tra le regioni e le province autonome da destinare ai settori più colpiti dall’impatto della pandemia, compresi il comparto del wedding e le imprese esercenti attività commerciali e ristorazione nei centri storici. Lo prevede la nuova bozza del decreto Sostegni che approderà oggi in Consiglio dei ministri.

Francia raccomanda AstraZeneca solo per chi ha più di 55 anni – L’Alta autorità per la Salute francese ha raccomandato l’uso del vaccino AstraZeneca soltanto per chi ha più di 55 anni. L’organismo francese ha aggiornato le raccomandazioni sul vaccino dopo la sospensione per tre giorni a causa di un possibile legame con i casi di trombosi emersi in Europa.

Iss: Rt Italia stabile a 1,16 – È stabile l’indice Rt in Italia: nell’ultima settimana è a 1,16, come la settimana scorsa. “Nel periodo 24 febbraio – 09 marzo 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,16 (range 1,02 – 1,26), sempre sopra uno in tutto il range”. Sono i dati emersi dal monitoraggio della Cabina di Regia ministero della Salute-Iss.

Aifa revoca lo stop alle vaccinazioni. Ripresa alle ore 15.30 di oggi – Via libera anche dall’Agenzia italiana del farmaco per il vaccino di AstraZeneca: “Il comitato di Aifa ha ratificato e l’Agenzia ha poco fa revocato il divieto d’uso per il vaccino di AstraZeneca” ha detto il direttore generale Nicola Magrini, durante la conferenza stampa organizzata dal ministero della Salute in seguito al pronunciamento dell’Ema sul vaccino Astrazeneca. “I benefici del vaccino AstraZeneca superano di gran lunga i rischi, e che il vaccino è sicuro ed efficace per ogni fascia di età. Non è associato a un aumento di rischio tromboembolico né ci sono problemi relativi ad alcuni lotti”. A proposito dei rari casi di trombosi registrati dopo la somministrazione di AstraZeneca (25 su 20 milioni di dosi), Magrini ha detto: “Il nesso causale non è provato, ma l’attenzione resta alta”. Il vaccino resterà raccomandato “senza sostanziali controindicazioni per l’uso”. L’articolo integrale. 

Ordine medici Udine: “Personale sanitario allo stremo” – “Il personale sanitario è allo stremo e in un crescendo di accessi al Pronto soccorso e nei reparti, da settimane ormai i medici stanno affrontando turni massacranti per garantire, in una situazione sempre più al limite della sostenibilità, le cure essenziali a tutti i cittadini”. Lo afferma in una nota il presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Udine, Gian Luigi Tiberio. “Anche sull’ospedale di Udine – sottolinea – la pressione e’ altissima, ogni giorno di più”.

AstraZeneca, D’Amato: “Nel Lazio recupereremo in una settimana” – “Recupereremo le somministrazioni di AstraZeneca perse in una settimana a partire da oggi pomeriggio alle 15”. Lo ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, a margine dell’inaugurazione di 18 terapie intensive per il Covid-19. “Saranno chiamate automaticamente le persone che riceveranno un sms con il giorno e la nuova data nello stesso luogo della precedente prenotazione – ha spiegato – aumenteremo le ore di somministrazione anche negli orari notturni”.

Mosca, accordo per produrre 200 mln dosi Sputnik in India – Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha trovato un accordo con Stelis Biopharma per la produzione in India di 200 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik V contro il Covid-19: lo riferisce l’agenzia di stampa Ria Novosti citando lo stesso Rdif. “Il Fondo russo per gli investimenti diretti e Stelis Biopharma annunciano un partenariato per la produzione e la fornitura di almeno 200 milioni di dosi del vaccino russo contro il covid Sputnik V che consentirà la vaccinazione di 100 milioni di persone”, si legge nel comunicato ripreso da Ria Novosti.

Germania oltre 17 mila contagi, allarme rosso Pasqua – Un nuovo deciso balzo dei nuovi contagi da Covid-19 in Germania: sono 17.482 le infezioni registrate nelle 24 ore, stando ai dati del Robert Koch Institut, il centro epidemiologico nazionale. Si tratta di un aumento di circa 5000 casi rispetto allo stesso giorno della settimana scorsa. I decessi sono invece cresciuti di 226 unità. “È altamente probabile che a Pasqua avremo una situazione simile a quella registrata prima di Natale, con molti contagi e molti decorsi gravi della malattia”, ha detto questa mattina il vicepresidente del Robert Koch Institut, Lars Schaade. Il quale ha lanciato un appello ai tedeschi: “Passate la Pasqua solo nella cerchia piu’ stretta e rinunciate ai viaggi”.

AstraZeneca soddisfatta per decisioni su sicurezza vaccino – “AstraZeneca accoglie con favore le conclusioni dell’ Ema e dell’agenzia britannica del farmaco (Mhra) sulla sicurezza del suo vaccino”. Lo rende noto in un comunicato il gruppo anglo-svedese.

I Paesi che riprenderanno la vaccinazione con AstraZeneca – Sul caso della sospensione del vaccino Astrazeneca, dopo il parere positivo dell’Ema interviene il presidente del Consiglio Mario Draghi: “Ricomincia la somministrazione, farne un numero maggiore”. Secondo l’Agenzia europea, “I benefici del vaccino AstraZeneca sono superiori ai rischi”. Germania, Francia e Bulgaria riprenderanno le vaccinazioni nelle prossime ore, la Spagna mercoledì prossimo. Svezia e Norvegia invece attenderanno ancora.

Leggi anche: Come cambiano i colori delle Regioni: tutta Italia in rosso o in arancione, Sardegna resta in area bianca; // 2. Draghi: “Nuove restrizioni necessarie per limitare i morti. Per i vaccini attendano tutti il proprio turno”; // 3. Dal 15 marzo scompare l’area gialla, zona rossa nazionale a Pasqua: ecco le restrizioni decise oggi dal governo nel nuovo decreto anti-Covid; // 4. La pandemia economica non ha bollettini quotidiani, ma in Italia ci sono un milione di poveri in più (di Giulio Cavalli)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.