Covid ultime 24h
casi +16.232
deceduti +360
tamponi +364.804
terapie intensive -55

Come cambiano i colori delle Regioni: tutta Italia in rosso o in arancione, Sardegna resta in area bianca

Di Antonio Scali
Pubblicato il 12 Mar. 2021 alle 08:11 Aggiornato il 12 Mar. 2021 alle 19:18
69
Immagine di copertina

Rosso, arancione, giallo: come cambia il colore delle regioni

Come ogni venerdì, oggi la cabina di regia che riunisce Ministero della Salute e Cts ha deciso sul cambio di colore delle regioni italiane con una sostanziale novità: ovvero che da lunedì 15 marzo al 6 aprile non vi saranno più, per effetto del nuovo decreto anti-Covid approvato nella tarda mattinata di venerdì 12 marzo dal governo, le zone gialle. In questo mese, infatti, tutte le Regioni che avranno dati da area gialla, saranno comunque inserite in arancione. Questo significa che da lunedì 15, ad eccezione della Sardegna che rimarrà in fascia bianca, tutte le Regioni italiane saranno in fascia arancione o, peggio ancora, in rosso.

Queste misure sono state prese per contrastare la situazione epidemiologica in Italia che è in netto peggioramento, con l’indice Rt medio nazionale, calcolato sui casi sintomatici, che è pari a 1,16, in aumento rispetto alla precedente rilevazione. Di seguito, i cambi di colore delle Regioni, che saranno operativi da lunedì 15 marzo, secondo gli ultimi dati della cabina di regia.

Il colore delle regioni: da giallo ad arancione

La Liguria, la Valle d’Aosta, la Calabria e la Sicilia passano dal giallo all’arancione per effetto del nuovo decreto del governo che abolisce fino al 6 aprile le zone gialle. Secondo i dati, comunque, ad eccezione della Sicilia le altre tre Regioni sarebbero comunque passate in zona arancione. Restano in zona arancione, inoltre, Toscana, Abruzzo e Umbria.

Da giallo a rosso

Lazio e Puglia fanno addirittura il doppio salto passando dalla zona gialla direttamente a quella rossa a causa del repentino peggioramento della situazione epidemiologica.

Da arancione a rosso

Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia, Provincia Autonoma di Bolzano (che si era già messa autonomamente in fascia rossa, ma sulla quale sono ancora in corso delle verifiche), Provincia autonoma di Trento passano dall’arancione al rosso, andandosi ad aggiungere, oltre che al Lazio, alla Basilicata, sulla quale però sono ancora in corso delle verifiche, e a Campania e Molise che si trovano in fascia rossa già dalla settimana scorsa.

Ricapitolando, quindi, da lunedì 15 marzo saranno 11 più le Regioni in area rossa.

Come cambia il colore delle regioni

Abruzzo resta arancione
Basilicata attualmente rossa, ma verifiche in corso
Provincia autonoma Bolzano attualmente rossa, ma verifiche in corso
Calabria da gialla ad arancione

Campania resta rossa
Emilia-Romagna da arancione a rossa
Friuli-Venezia Giulia da arancione a rossa

Lazio da gialla a rossa
Liguria da gialla ad arancione
Lombardia da arancione a rossa

Marche da arancione a rossa
Molise resta rossa
Piemonte da arancione a rossa

Puglia da gialla a rossa
Sardegna resta bianca
Sicilia da gialla ad arancione

Toscana resta arancione
Provincia autonoma Trento da arancione a rossa
Umbria resta arancione
Val d’Aosta da gialla ad arancione
Veneto da arancione a rossa

Leggi anche: 1. Vaccini, l’Aifa vieta un lotto del vaccino Astrazeneca in Italia. Stop anche in altri 6 Paesi europei dopo trombosi sospette / 2. Dpcm, il governo verso la nuova stretta: mezza Italia in zona rossa, lockdown a Pasqua / 3. Covid, 6 Regioni rischiano la zona rossa. Nuova stretta per mezza italia

4. L’Europa ha pochi vaccini, ma ha esportato 34 milioni di dosi / 5. Non mancano solo le dosi, ma anche i vaccinatori. La proposta degli infermieri: “Bisogna andare anche nelle case” / 6. Vaccini, polemica per i politici-avvocati che soffiano il posto agli anziani

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

69
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.