Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie dall’Italia e dal mondo. P. Chigi: “Il generale Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid”. Cremona e provincia Como in arancione scuro

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi (1 marzo 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Sono oltre 4 milioni gli italiani che hanno ricevuto almeno la prima dose del vaccino contro il Covid-19, a fronte di 5,8 milioni di dosi consegnate (qui i dati in tempo reale). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, lunedì 1 marzo 2021, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 20,20 – Da 6 marzo in zona rosa chiuse tutte le scuole – Dal 6 marzo in zona rossa chiuse tutte le scuole, compresi asili e scuole elementari. È quanto emerge al termine della riunione a Palazzo Chigi tra il governo e gli esperti in materia sanitaria.

Ore 19,40 – Cremona e provincia Como in “arancione scuro” – Oltre alla provincia di Brescia, in Lombardia andranno in fascia “arancione scuro” anche 15 comuni della provincia di Mantova, una decina in provincia di Pavia, diversi comuni della provincia di Milano, una decina di comuni della provincia di Cremona, capoluogo compreso, e tutta la provincia di Como, capoluogo compreso. La decisione, secondo quanto riferisce Agi, arriva su indicazione della commissione indicatori. Le ordinanze in questione entreranno in vigore a partire dal 3 marzo e dureranno una settimana.

Ore 19,00 – Usa: “Rischio quarta ondata con varianti” – Il direttore del Centers for Disease Control and Prevention, Rochelle Walensky, ha lanciato l’allarme su una possibile “quarta ondata” di contagi negli Usa legata alle nuove varianti del Covid. “Con questo livello di casi – ha dichiarato – e con la diffusione delle varianti, stiamo completamente perdendo il terreno che avevamo guadagnato”. Nell’ultima settimana, infatti, è stato registrato un aumento del due per cento dei contagi.

Ore 17,30 – Il bollettino – Secondo il bollettino di oggi, lunedì 1 marzo, sul Covid in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 13.114 i nuovi casi, contro i 17.455 di ieri, e 246 i morti (ieri erano stati 192), a fronte di 170.633 tamponi effettuati (ieri erano stati 257.024). Il tasso di positività sale al 7,8 per cento, rispetto al 6,7% di ieri. Le persone attualmente positive al Covid sono 424.333 (+1.966). Il bilancio delle vittime ammonta a 97.945 (+246). I guariti invece sono 2.416.093 (+10.894), per un totale di 97.945 casi (+13.114): questi i dati completi resi noti oggi nel bollettino sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 19.112 (+474) sono ricoverati in ospedale, 2.289 (+58) necessitano di terapia intensiva, 402.932 mentre si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra il maggior incremento di casi è l’Emilia-Romagna con 2.597 nuovi contagi, seguita dalla Lombardia con 2.135 e dalla Campania con 1.896 nuovi casi. Il bollettino.

Ore 16,00 – Chi è Francesco Paolo Figliuolo, nuovo commissario all’emergenza Covid – Francesco Paolo Figliuolo, originario di Potenza, è un alpino. Dal 7 novembre 2018 è il Comandante logistico dell’Esercito. In passato ha ricoperto i seguenti incarichi: Capo ufficio generale del Capo di Stato maggiore della Difesa, comandante del Contingente nazionale in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione ISAF e come Comandante delle Forze NATO in Kosovo (qui il suo profilo).

Ore 15,50 – Nuovo commissario, Salvini: “Via Arcuri, missione compiuta” – “Rimosso il commissario Arcuri, al suo posto designato il generale di corpo d’armata Francesco Paolo Figliuolo. Grazie presidente Draghi. Missione compiuta”, è il commento del segretario leghista Matteo Salvini. Il leader del Carroccio aveva chiesto la revoca del ruolo ad Arcuri subito dopo la nascita del nuovo esecutivo.

Ore 15,35 – P. Chigi: “Il generale Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid” – “Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19”. Lo si legge in una nota diffusa dall’ufficio stampa di Palazzo Chigi. “A Domenico Arcuri i ringraziamenti del Governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese”, conclude la nota (qui la notizia completa).

Ore 15,15 – Ue, il 17 marzo proposta pass Covid per tornare a viaggiare – “Il 17 marzo la Commissione europea presenterà un pacchetto” con il pass verde Covid “che si concentrerà sui viaggi e la revoca delle restrizioni, per una riapertura comune sicura”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Esecutivo comunitario, Margaritis Schinas, alla conferenza stampa al termine della videoconferenza dei ministri della Salute Ue.

Ore 14,35 – Regno Unito: “Su passaporto vaccinale ci coordineremo con Ue” – L’ipotesi di un passaporto vaccinale destinato a facilitare certe attività per chi sia già immunizzato dal Covid è sul tavolo del governo britannico di Boris Johnson solo come una possibilità da valutare e sarà oggetto di discussioni coordinate con l’Ue prima di qualunque decisione. Lo ha precisato oggi un portavoce di Downing Street ai giornalisti. “Stiamo approfondendo la questione”, ha ripetuto il portavoce dopo la recentissima apertura di un cauto spiraglio da parte di Johnson, il cui governo aveva inizialmente mostrato scetticismo su un’ipotesi poco in linea con la tradizione liberale del Regno.

Ore 14,20 – Ue, presto più consegne, prepararsi a vaccinazioni di massa – “Le consegne” dei vaccini “aumenteranno nei prossimi mesi, in linea con i nostri accordi. È essenziale essere preparati per le vaccinazioni di massa, per far fronte al crescente ritmo delle consegne. Dobbiamo continuare a vaccinare il più rapidamente possibile, specialmente di fronte alle nuove varianti”. Così la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, alla videoconferenza dei ministri dell’Ue. “È fondamentale che non vi sia alcun intervallo tra le dosi” di vaccino “consegnate e le dosi somministrate e che nessun vaccino sia inutilizzato”, ha avvertito.

Ore 14,10 – Ue, Ema snellirà le procedure per i vaccini per renderle più veloci – L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) snellirà le procedure per i vaccini per renderle più veloci. Lo riporta un flash dell’agenzia Ansa. L’Ema “snellirà le procedure per renderle il più veloci possibile e lavoreremo con la nostra task force industriale insieme al Commissario Breton per aumentare la produzione”, ha annunciato la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, alla videoconferenza dei ministri Ue. “Grazie a questo puntiamo ad avere nei prossimi mesi accordi di acquisto anticipato nuovi o adeguati per le varianti dei vaccini”.

Ore 12,50 – Ue, Von der Leyen: “Questo mese proposta per i pass verdi Covid” – “Questo mese presenteremo una proposta legislativa per il pass verde digitale. L’obiettivo è certificare che le persone sono state vaccinate, i risultati dei test di quanti non si sono potuti immunizzare, e informazioni sulla ripresa dal Ccovid. Rispetterò la protezione dei dati, la sicurezza e la privacy”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, su Twitter.

Ore 12,40 – Vaccini, Salvini: “Italia per conto suo o non ne usciamo” – “Sul fronte vaccini l’Italia si muova per conto suo, altrimenti non ne usciamo”. Così a Cagliari il leader della Lega Matteo Salvini, parlando con i cronisti in tribunale dove è atteso per un processo nel quale è parte lesa. “Visto che i vaccini non arrivano dall’Europa, allora è giusto andare a cercarli laddove ci sono – ha chiarito – anche oggi ho sentito tre Regioni che stanno andando lente sul piano di vaccinazione perché mancano le fiale”. Quindi, ha ribadito, “o arrivano quelli previsti o è giusto guardare altrove”.

Ore 12,20 – Speranza: “Curva dei contagi sta risalendo in modo significativo” – “La curva dei contagi sta risalendo in modo significativo e abbiamo bisogno ancora di batterci con energia”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto alla presentazione del Programma nazionale esiti (PNE) Edizione 2020, realizzato dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas). “Da tutte le regioni – ha aggiunto – arrivano segnalazioni di una curva che risale. Basta vedere i numeri dei contagi dell’ultima settimana, che sono cresciuti in maniera significativa rispetto alle settimane precedenti”. Qui la notizia completa.

Ore 11,40 – Vaccini, Tajani: “Sostituire Arcuri. Ue velocizzi autorizzazioni” – “Fare in fretta per vaccinare gli italiani. Il governo nomini subito un nuovo responsabile, al posto di #Arcuri, che si occupi di approvvigionamento e organizzazione. L’Ue velocizzi le autorizzazioni prendendo contatti anche con la Russia”. Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, Coordinatore nazionale di Forza Italia.

Ore 11,20 – Partita sperimentazione vaccino italiano Takis – Al via la sperimentazione del vaccino tutto italiano anti Covid-19 ideato dalla Takis di Castel Romano (Roma) e sviluppato in collaborazione con la Rottapharm Biotech di Monza. Il primo volontario sano degli 80 previsti per la fase 1 è stato vaccinato oggi nell’ospedale San Gerardo di Monza, uno dei tre centri italiani che, in collaborazione con l’Università di Milano-Bicocca. Coinvolto nella sperimentazione clinica con l’Istituto Nazionale Tumori Fondazione Pascale di Napoli e l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma e l’Ospedale San Gerardo di Monza.

Ore 11,25 – In Regno Unito ora è caccia alla variante brasiliana – Mentre sembra essere ora sotto controllo la cosiddetta variante inglese del Covid (meno 40% di nuovi contagi nell’ultima settimana grazie al terzo lockdown nazionale e alle oltre 20 milioni di persone vaccinate sull’isola almeno con la prima dose), il Regno Unito rialza la guardia contro la ‘variante brasiliana’, che si teme possa essere ancor più aggressiva e contro la cui diffusione è meno certa l’efficacia dei vaccini al momento disponibili. I casi tracciati nelle ultime ore sono in effetti solo 6 a livello nazionale (3 identificati in in Inghilterra, altri 3 – separatamente – in Scozia), ma le autorità sanitarie e di governo britanniche hanno lanciato l’allarme definendo la comparsa di questa mutazione “preoccupante”.

Ore 10,40 – Alto Adige, primi due morti per variante sudafricana – In Alto Adige si sono registrati i primi due decessi di pazienti Covid colpiti dalla variante sudafricana. La notizia è stata confermata dall’Azienda sanitaria. Cresce il numero di comuni nella zona di Merano “isolati” proprio per limitare la diffusione della variante sudafricana. Per entrare e uscire da questi comuni serve un tampone non più vecchio di 72 ore. Durante questi test a tappeto sono stati identificati altri quattro casi di variante sudafricana.

Ore 07,00 – Sardegna in zona bianca: ristoranti aperti fino alle 23, coprifuoco alle 23.30 – La Sardegna che oggi debutta in zona bianca, prima regione in Italia, sarà sorvegliata speciale per i prossimi 15 giorni, per scongiurare un’impennata dei contagi di Covid. I ristoranti potranno restare aperti fino alle 23, mentre bar, pub, caffetterie e simili fino alle 21, tranne che nei comuni in lockdown, cioè Bono, La Maddalena e San Teodoro, tutti nel Nord Sardegna. Lo prevede un’ordinanza notturna firmata dal presidente della Regione, Christian Solinas, che già ieri aveva anticipato l’intenzione di procedere con la massima cautela. Resta confermato il divieto di assembramento così come l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto, mentre il coprifuoco viene solo parzialmente allentato: non si potrà circolare fra le 23.30 e le 5 del mattino successivo, salvo le eccezioni già previste per le zone gialle.

Palestre, scuole di danza (purché senza contatto), centri commerciali anche di sabato e domenica, musei e luoghi di cultura potranno riaprire con successivi provvedimenti specifici e con prescrizioni, d’intesa col tavolo tecnico composto anche da rappresentanti del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità. La Regione ha chiesto alle prefetture di rafforzare i controlli delle forze dell’ordine nell’isola per garantire il rispetto delle prescrizioni e delle misure di contenimento dell’epidemia.

Ore 06.00 – In Francia 19mila nuovi casi e 122 morti – Nelle ultime 24 ore in Francia si sono registrati 19.952 nuovi casi di infezione da Covid-19. I nuovi decessi sono 122.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Il bollettino di domenica – Secondo il bollettino di oggi, domenica 28 febbraio, sul Covid in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 17.455 i nuovi casi, contro i 18.916 di ieri, e 192 i morti (ieri erano stati 280), a fronte di 257.024 tamponi effettuati (ieri erano stati 323.047). Il tasso di positività è al 6,7% (ieri al 5,8%). (I dati completi)

Firmata ordinanza zona arancione provincia Frosinone – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato un’ordinanza per istituire la zona arancione nei Comuni ricadenti nel territorio della provincia di Frosinone a causa della forte incidenza e crescita dei casi da Covid 19″.  È quanto annuncia con una nota la Regione Lazio.  “Restano ferme le misure già dettate – si sottolinea – per i Comuni di Torrice e Monte San Giovanni Campano (zona rossa)”. Le disposizioni dell’ordinanza entrano in vigore dalle ore 1:00 del 1 marzo 2021 e per i 14 giorni successivi.

Milano, Sala: “Ieri in Darsena c’erano 200 agenti, non si poteva di più” – C’erano duecento agenti e rappresentanti delle forze dell’ordine ieri in Darsena: è questa la risposta che il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha dato alle critiche per quanto è successo ieri sui navigli con “migliaia e migliaia di persone”. “E, che piaccia o no – è sbottato su Facebook -, di più non si poteva metterne, perché la città è grande e va gestita nella sua interezza”. “Sarebbe stato meglio chiudere nel pomeriggio la Darsena? Ma secondo voi, chi stava in giro sarebbe stato a casa o sarebbe andato da qualche altra parte?”, ha aggiunto il sindaco.

Da domani più di un alunno su tre a casa in Dad – Oltre 3 milioni di studenti da domani seguiranno le lezioni da casa: 800 mila bambini della scuola dell’infanzia e primaria, quasi mezzo milione di alunni delle medie e 1 milione e 800 mila studenti delle superiori. E’ la valutazione del sito specializzato Tuttoscuola, che ha esaminato il numero degli alunni in Dad dall’Alto Adige alla Basilicata, calcolando che in totale uno su tre degli 8,5 milioni di iscritti resteranno a casa. Degli 8,5 milioni di alunni iscritti nelle scuole statali e paritarie domani saranno a scuola in presenza due alunni su tre. Le situazioni estreme vedono i 207.268 alunni della Sardegna tutti a scuola in presenza, grazie al fatto che la regione è stata dichiarata zona bianca, mentre all’opposto i 994.993 alunni della Campania saranno costretti a starsene a casa per consentire a tutti i loro insegnanti, secondo quanto disposto dal presidente regionale De Luca, di sottoporsi alla vaccinazione.

Vaccini, il governo punta a raggiungere le 600mila dosi somministrate al giorno. Il piano con la Protezione Civile – Oggi le somministrazioni giornaliere sono poco più di 100mila, l’obiettivo del nuovo governo è quello di raddoppiare questa media in un mese, per arrivare a pieno regime a somministrare oltre 600mila dosi al giorno. Qui la notizia completa

Vaccini, Magrini (Aifa): “Sputnik? Ottimo, ma prima servono i dati” – “Sputnik ha dati interessanti, ma andrà approvato prima dall’Ema, come Unione Europea. Se l’Italia volesse fare una decretazione d’urgenza per saltare questo passaggio, è una scelta politica, non tecnica”. A parlare così del vaccino russo anti-Covid è Nicola Magrini, direttore dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, in un’intervista al Corriere della Sera. Qui la notizia completa.

Usa, Fda approva in via definitiva vaccino J&J – La Food and Drugs Administration ha dato il via libera all’autorizzazione di emergenza per il vaccino monodose contro il Coronavirus prodotto da Johnson & Johnson. Si tratta del terzo siero anti Covid approvato negli Stati Uniti dopo quelli sviluppati da Pfizer/BioNTech e Moderna. L’agenzia Usa ha constatato che il vaccino prodotto dalla compagnia statunitense è “altamente efficace nel prevenire le formi gravi di Covid-19, incluse quelle derivanti dalle nuove varianti”.

Il parere del Cts: in zona rossa chiuse anche elementari e medie  – Scuole, di ogni ordine e grado, da chiudere nelle zone rosse, anche quelle locali, presenti nelle regioni gialle. E protocolli invariati nelle aree arancioni e gialle con la didattica in presenza al 50 per cento nelle scuole superiori. Con la possibilità di prevedere però restrizioni ulteriori, prescindendo dal colore, quando viene superata una determinata soglia di incidenza: si balla tra i cento casi di contagio settimanali ogni 100mila abitanti rispetto agli attuali 250. E’ quanto valutato dal Cts in una riunione conclusa ieri sera, il cui verbale è stato trasmesso ai ministri competenti. Gli esperti suggeriscono una modulazione delle misure, differenziando tra Comune o Provincia in base all’andamento della curva dei contagi su base territoriale e non più a livello regionale. Qui tutti i dettagli.

Leggi anche: 1. Tutti esaltano il silenzio di Draghi, ma se il Governo non parla si rischia solo più confusione (di Giulio Cavalli); // 2. Salvini: “Lockdown a Pasqua irrispettoso”. Zingaretti gli risponde: “Continua a sbagliare”; // 3. Covid, 6 regioni rischiano la zona arancione. Stretta rafforzata per Bologna; // 4. Draghi al vertice Ue chiede di accelerare sui vaccini e invoca la linea dura per le aziende inadempienti; // 5. Vaccino, Merkel: “Tutti d’accordo su passaporto sanitario digitale in Ue. Pronti per l’estate”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scuola, presidi e sindacati in rivolta contro governo: “Risposte certe o si torna alla Dad”
Cronaca / Ma allora non era tutta colpa di Azzolina: ecco tutti i flop sulla scuola del Governo dei Migliori
Cronaca / Gelmini: "Senza vaccinazione estesa rischio chiusure"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scuola, presidi e sindacati in rivolta contro governo: “Risposte certe o si torna alla Dad”
Cronaca / Ma allora non era tutta colpa di Azzolina: ecco tutti i flop sulla scuola del Governo dei Migliori
Cronaca / Gelmini: "Senza vaccinazione estesa rischio chiusure"
Cronaca / Il 57,2% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / Morto suicida il medico Giuseppe De Donno: tra i promotori della cura al plasma contro il Covid
Cronaca / "Non chiamateci no vax": un giorno a Roma insieme ai manifestanti contro il Green Pass
Cronaca / Scuola, in arrivo il piano per il rientro in presenza. Sindacati: "Fuorviante parlare di obbligo vaccinale"
Cronaca / Alluvioni e frane nel Comasco: torrenti di fango lasciano isolati gli abitanti | VIDEO
Cronaca / Bologna, picchia la compagna incinta in hotel: era lì per partecipare a un talent show
Cronaca / 24 morti e 4.522 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,9%