Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Coronavirus, a Napoli sperimentato un farmaco su due pazienti gravi: “Risultati in 24 ore”

Non è un farmaco specifico per il Covid19 ma è d'aiuto ai pazienti per uscire dalla terapia intensiva. I medici napoletani hanno iniziato la sperimentazione dopo un consulto con i medici cinesi

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 11 Mar. 2020 alle 11:35
639
Immagine di copertina
Medici in azione Credits: Ansa

Per il Coronavirus al momento non esiste un farmaco. Ma i medici di Napoli da qualche giorno stanno sperimentando una cura che, pur non essendo specifica per il Covid-19, può aiutare i pazienti malati a superare il momento della terapia intensiva. Si chiama Tocilizumab ed è un medicinale che viene utilizzato solitamente per limitare gli effetti collaterali provocati da alcuni farmaci immunoterapici.

Il dottor Paolo Ascierto è il direttore dell’Immunoterapia Oncologica dell’ospedale “Pascale” di Napoli e ha raccontato a Fanpage: “Lo abbiamo provato su un paziente in terapia intensiva e un altro paziente in divisione ebbene in appena 24 ore abbiamo avuto ottimi risultati tanto che oggi valutiamo di stubare il paziente in terapia intensiva. Visiti i risultati iniziamo immediatamente l’uso sperimentale su altri due pazienti affetti da Coronavirus”.

Questo farmaco neutralizza l’interleuchina 6, la proteina che è il principale vettore dell’infiammazione polmonare prodotta dal Coronavirus, questo permette di far recuperare al paziente le sue capacità respiratoria in 24/48 ore, sono risultati molto importanti. Il Tocilizumab agisce quinti sugli effetti della malattia e non sulla malattia stessa, ma producendo un miglioramento delle capacità respiratorie permette la possibilità di uscire dalla terapia intensiva e di avviarsi ad un percorso di fuoriuscita dalla malattia.

I buoni risultati registrati a Pechino e la collaborazione dei medici cinesi con l’Azienda ospedaliera dei Colli e l’Istituto dei tumori di Napoli hanno fatto sì che il farmaco venisse sperimentato anche nel nostro Paese. In Cina infatti il farmaco è stato sperimentato su 21 pazienti con risultati ottimi su 20 di loro.

Leggi anche:

1. Il testo integrale del decreto che “chiude” l’Italia intera / 2. Terapie intensive al collasso: “Rischio calamità sanitaria”/ 3. Coronavirus, farmacisti italiani senza mascherine ad alto rischio contagio: l’Esercito potrebbe produrle “ma il Ministero non ce l’ha mai chiesto”

4. Coronavirus, l’esperto: “L’epidemia non finirà quest’anno” / 6. Coronavirus, il grande esodo degli incoscienti: centinaia di persone in fuga dalla Lombardia nonostante l’invito a restare a casa. Video reportage da Milano Centrale

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

639
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.