Coronavirus in Italia, ultime notizie. Bollettino: oggi 386 nuovi casi e 3 morti. Spallanzani, parte sperimentazione del vaccino sull’uomo. Treviso, 129 positivi in centro d’accoglienza

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 30 Lug. 2020 alle 06:35 Aggiornato il 30 Lug. 2020 alle 19:22
17
Immagine di copertina

Coronavirus in Italia, le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – La pandemia di Coronavirus in Italia ha contagiato finora 247.158 persone, provocando 35.132 morti. La curva epidemica è nella sua fase bassa, mentre il Covid-19 continua a invece a registrare numeri crescenti in altre parti del mondo, in primis Usa e Brasile (qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo). Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, giovedì 30 luglio 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 19,20 – Pregliasco: “C’è  preoccupazione per aumento casi” – “Se il trend di crescita dei casi sarà costante nei prossimi 3/5 giorni bisognerà agire con interventi di educazione alla salute e di rinforzo delle attività di tracciamento”. Lo afferma all’agenzia di stampa Agi il virologo Fabrizio Pregliasco, commentando l’impennata dei contagi (386 nelle ultime 24 ore) che si è verificata in Italia. “Siamo di fronte a un’onda più alta delle altre”, osserva Pregliasco. “Può preoccupare se verrà confermata nei prossimi giorni. Così siamo ancora nell’ottica di una situazione che vede la capacità di individuare questi casi, quindi io ne vedrei l’aspetto positivo”. “Ma – sottolinea il virologo – se il trend andrà verso la crescita, come è successo in Francia e in Spagna, allora bisognerà rinforzare l’azione di tracciamento e invitare al buonsenso i cittadini che devono aiutare con il loro comportamento un lavoro non facile”. I cittadini hanno abbassato la guardia? “Un po’ si – annota Pregliasco – ma ripeto, dobbiamo essere sereni. Io sono ottimista, anche se prudente”.

Ore 17,15 – Il bollettino della Protezione civile di oggi – È di 12.230 persone attualmente positive (-386 rispetto a ieri), 199.796 guariti (+765), 35.132 morti (+3) per un totale di 247.158 casi (+386), il bilancio odierno relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino diffuso dalla Protezione Civile e dal ministero della Salute. I ricoverati con sintomi sono 748 (+17), i pazienti in isolamento domiciliare sono 11.435 (-412) e quelli in terapia intensiva sono 47 (+9). Oggi sono stati effettuati 61.858 tamponi, contro i 56.018 di ieri. Il rapporto tra tamponi positivi e tamponi effettuati è dello 0,62 per cento (ieri era 0,51 per cento). Il maggior numero di contagi è stavolta in Veneto (112), seguito da Lombardia (88), Sicilia (39), Emilia-Romagna (35), Lazio (18), Campania (16), Liguria e Friuli (13), Toscana (11) e Piemonte (10). Nessun nuovo contagio in Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata. Qui il bollettino completo.

coronavirus bollettino oggi

Ore 16,15 – Speranza: “Europa preoccupa, priorità è difesa del Paese” – “In questi mesi siamo riusciti a piegare la curva del contagio, grazie soprattutto ai comportamenti virtuosi degli italiani e a misure molto dure adottate dal governo e dalle regioni. Siamo fuori dalla tempesta ma non siamo ancora in un porto sicuro, e intanto la situazione internazionale è purtroppo sempre più complicata. E purtroppo anche nella nostra Europa, soprattutto nei Balcani, ma ahimè vediamo negli ultimi giorni segnali non positivi anche da Francia, Spagna e Germania”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo al question time al Senato sulla questione dei ricongiungimenti delle famiglie binazionali. “In questo contesto – ha spiegato – sono stato costretto a firmare ordinanze molto stringenti anche nei confronti di due paesi europei, Romania e Bulgaria, scelte dolorose ma indispensabili per difendere il nostro paese e non vanificare i sacrifici enormi che gli italiani hanno compiuto finora. Il tema mi sta particolarmente a cuore, fa parte di diritti costituzionali riconosciuti nel nostro paese, ma la priorità assoluta in questo momento è tenere la curva epidemiologica sotto controllo”.

Ore 14,45 – De Laurentiis contro il Cts: “Cervelloni o cervellotici. O il paese si riprende o fallisce” – Il presidente del Napoli Calcio, Aurelio De Laurentiis, si scaglia contro il Comitato tecnico-scientifico: “Abbiamo questi geni del comitato scientifico, non so dove li abbiano rintracciati. Sono capoccioni perché sono grandi cervelli o perché sono solo cervellotici che non sanno prendersi le responsabilità?”, ha detto il presidente a margine dell’assemblea della Lega Serie A. “O il paese riprende o fallisce. Ora non siamo solo sotto schiaffo ma sotto terra, se ci vogliono mettere anche una lapide sopra”. De Laurentiss ne ha avuto anche per l’Uefa, in vista della partita di Champions League in calendario la prossima settimana a Barcellona: “La sfida col Barcellona è sempre una grande partita, ma la Uefa non ha ancora deciso se si giocherà in Catalogna o no. È come se stessimo a scuola. Alla Uefa nessuno sa fare impresa”.

Ore 13,20 – Spallanzani, parte la sperimentazione del vaccino sull’uomo: 45 volontari – All’istituto Spallanzani di Roma, da sempre in prima linea nella lotta al Covid-19, inizia la sperimentazione del vaccino sull’uomo dopo mesi di test sugli animali. Inizierà adesso una fase di reclutamento di 45 volontari. Questi i requisiti: giovani fino a 55 anni e sani. I volontari verranno divisi in tre gruppi, con una somministrazione che avverrà secondo un ciclo di 2,7,15 e 30 giorni per i primi tre pazienti, poi con gli altri 12 di ogni gruppo. Se i test andranno bene e non ci saranno complicazioni, si convocherà un secondo gruppo di volontari, stavolta di età compresa tra 65 e 75 anni. Obiettivo è scoprire la quantità minima di vaccino capace di sviluppare anticorpi. Ad annunciare la nuova fase della sperimentazione è stato il direttore generale dello Spallanzani, Marta Branca, a Repubblica.

Ore 11,15 – Treviso, 129 migranti positivi in un centro di accoglienza. Salvini furioso – E’ stato completato il giro di tamponi effettuati sui migranti presenti nel centro di accoglienza dell’ex Caserma Serena di Casier, nel Trevigiano, e i risultati fanno strabuzzare gli occhi: su un totale di 315 test per il Coronavirus, infatti, sono stati trovati ben 129 ospiti positivi. Tutti sono asintomatici e sono stati immediatamente isolati all’interno della struttura. Anche chi è risultato negativo dovrà osservare un periodo di quarantena obbligatoria. Tra una settimana sia gli operatori sia gli ospiti saranno nuovamente testati. Non si è fatto attendere il commento alla notizia di Matteo Salvini, che su Twitter ha scritto: “Immigrati mandati a Treviso, ben 129 trovati positivi al Virus! Se tornerà l’epidemia, sappiamo chi ne sarà colpevole”.

Ore 08,30 – Nuove linee guida per la ripartenza: ok a discoteche, eventi e fiere – In vista della riapertura delle discoteche e della ripartenza di sagre, fiere ed eventi – inizialmente prevista per lo scorso 14 luglio e poi rimandata in attesa di tempi più “maturi” a livello di misure di sicurezza – ci sono una serie di novità riguardanti le regole per il contenimento dei contagi da Coronavirus. Il governo, infatti, dopo aver prorogato lo stato di emergenza di altri tre mesi e fino al prossimo 15 ottobre, metterà ora a punto insieme alle Regioni tutti i dettagli al fine di garantire che la ripresa di alcune attività avvenga in condizioni di sicurezza e scongiurare l’esplosione di nuovi focolai epidemici. Leggi la notizia completa.

Ore 07.00 – Nelle Marche aumentano i contagi: 17 in 24 ore. Colpa (anche) di un focolaio – Le Marche sono una delle regioni in cui preoccupa maggiormente l’aumento di contagi negli ultimi giorni. Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono stati 17, a fronte degli 11 del giorno precedente. La provincia più colpita continua ad essere quella di Pesaro-Urbino, che nella giornata di ieri ha fatto registrare 11 casi. Molti di questi sono legati al focolaio che si è sviluppato a Montecopiolo a una cena di classe, e in seguito al quale è stato disposto un cordone sanitario con l’isolamento di numerose persone.

Ore 06.30 – Il Cdm approva il decreto sulla proroga dello stato di emergenza – Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute, Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020. Il testo proroga, dal 31 luglio al 15 ottobre 2020, le disposizioni di cui ai decreti legge nn. 19 e 33 del 2020 che consentono di adottare specifiche misure di contenimento dell’epidemia.

CORONAVIRUS ITALIA – COSA È SUCCESSO IERI

Il Senato ha approvato lo scostamento di bilancio: 170 sì – La maggioranza passa il delicato sullo scostamento di bilancio. L’Aula del Senato ha approvato il provvedimento proposto dal governo con 170 sì: 10 voti in più rispetto alla necessaria maggioranza assoluta. I voti contrari sono stati 4, gli astenuti sono stati 133. Il centrodestra alla fine ha optato per l’astensione.

Il bollettino della Protezione civile – È di 12.616 persone attualmente positive (+7 rispetto a ieri), 199.031 guariti (+275), 35.129 morti (+6) per un totale di 246.776 casi (+289), il bilancio relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino diffuso dalla Protezione Civile e dal ministero della Salute. Qui il bollettino completo.

Coronavirus in Italia, Arcuri: “Daremo 11 milioni di mascherine al giorno alle scuole” – “L’8 settembre è il termine per l’avvio delle consegne dei banchi, prolungabile al massimo fino al 12 settembre considerando che il 14 inizia l’anno scolastico”. Lo ha affermato il commissario straordinario all’emergenza Covid Domenico Arcuri, parlando alla Camera. “Sui banchi abbiamo fatto il possibile”, ha aggiunto Arcuria. Il commissario ha poi spiegato che alle scuole saranno consegnate 11 milioni di mascherine gratuite al giorno.

Proroga Stato d’emergenza, Conte alla Camera: “Non è una scelta liberticida” – Il premier Giuseppe Conte è intervenuto a Montecitorio per l’informativa sulla proroga dello stato d’emergenza fino al 15 ottobre. “Non è una scelta liberticida”, ha dichiarato Conte. “Ci sono i presupposti per l’attivazione dei poteri”. Tra le misure rese possibili dallo stato di emergenza – ha sottolineato il premier – ci sono “l’attivazione delle zone rosse e l’approvvigionamento di mezzi mobili come le navi quarantena”. Conte ha ricordato che uno degli obiettivi prioritari ora è la riapertura della scuola e che “l’interruzione dello stato d’emergenza al 31 luglio rovinerebbe lo stato di prevenzione e salute faticosamente costruito in questi mesi”. Un nuovo lockdown? “Se non si condivide la necessità di prorogare l’emergenza lo si dica in modo franco al governo, ma non si faccia confusione sulla popolazione, perché oggi sui social c’è qualche cittadino convinto che prorogare lo stato d’emergenza significhi rinnovare il lockdown dal primo agosto. Non è affatto così”.

Leggi anche:

1. Vittorio Sgarbi: “Vergognatevi di attaccare Andrea Bocelli. Imbecilli” | VIDEO / 2. Quando Bocelli era positivo al Covid e diceva: “Il virus è una tragedia, dono il plasma per fare la mia parte” / 3. Fontana: “Non mi dimetto e la Regione non ha sborsato un euro. Il conto alle Bahamas? Trasparente”

4. Sgombero di Castel Romano, Ass. 21 luglio: “Con norme Covid non è possibile a settembre” / 5. Coronavirus, lo studio sui Paesi che hanno riaperto le scuole: i bambini si infettano raramente / 6. Coronavirus, il vaccino di Oxford in farmacia da gennaio. Il prezzo? 2-3 euro

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

17
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.