Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Bollettino: oggi 11.705 nuovi casi e 69 morti. Conte presenta il nuovo Dpcm: tutte le nuove restrizioni

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 18 Ott. 2020 alle 07:39 Aggiornato il 18 Ott. 2020 alle 22:16
6
Immagine di copertina

Coronavirus in Italia, le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – L’Italia fa i conti con la risalita dei contagi e il Governo è pronto a varare un nuovo Dpcm anti-Coronavirus. L’ultimo bollettino riferisce di 11.705 nuovi casi e 69 morti in 24 ore, sebbene a fronte di oltre 146mila tamponi. La seconda ondata preoccupa tutta Europa, mentre l’epicentro della pandemia resta concentrato tra Stati Uniti, Brasile e India (qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo). Di seguito tutte le ultime notizie sul Coronavirus in Italia di oggi, domenica 18 ottobre 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 22.15 – Cosa prevede il nuovo Dpcm – In questo articolo tutte le nuove restrizioni contenute nel nuovo Dpcm presentato stasera dal premier Conte.

Ore 22.30 – La conferenza stampa di Conte – “Questo provvedimento deve consentirci di attraversare questa ondata di contagi. Non possiamo perdere tempo, dobbiamo scongiurare un nuovo lockdown generalizzato. La strategia non è e non può essere la stessa della primavera. In questi mesi abbiamo lavorato intensamente. Dobbiamo tutelare sanità ed economia, usando un principio di proporzionalità e adeguatezza. Martedì o mercoledì andrò in Parlamento per illustrare le misure del Dpcm”, ha detto il premier. Qui tutte le sue parole.

Ore 21,20 – Conferenza stampa di Conte alle 21.30 – Inizierà alle 21.30 circa la conferenza stampa con cui il premier Conte esporrà le nuove restrizioni contenute nel nuovo Dpcm. QUI LA DIRETTA DELLA CONFERENZA DI CONTE

Ore 19,45 – Vertice Governo-Regioni finito, a breve Conte in conferenza – Si è concluso il vertice fra governo e Regioni sulle nuove misure da adottare per contenere l’epidemia di Coronavirus. A breve il premier Conte si presenterà in conferenza stampa per illustrare le nuove restrizioni.

Ore 19,00 – Conte in conferenza stampa intorno alle 20 

Ore 17,00 – Il bollettino della Protezione civile – Le persone attualmente positive in Italia salgono a 126.237 (+9.302 rispetto a ieri), i morti totali a 36.543 (+69), e i guariti a 251.461 (+2.334), per un totale di 414.241 casi (+11.705): questo il bilancio della pandemia da Coronavirus emerso dal bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Ieri erano invece stati registrati 10.925 contagiati e 47 morti. Dei 126.237 pazienti attualmente positivi, 7.131 sono ricoverati con sintomi (+514), 750 sono in terapia intensiva (+45) e 118.356 sono invece in isolamento domiciliare (+8.743). Nella giornata di oggi sono stati effettuati 146.541 tamponi, contro i 165.837 di ieri e i 150.377 dell’altroieri. Per quanto riguarda le singole Regioni, sono 2.975 i nuovi casi in Lombardia, 1.376 quelli in Campania, 1.198 nel Lazio, 1.123 in Piemonte e 906 in Toscana. Nessuna Regione ha registrato zero nuovi contagi. Qui il bollettino completo.

coronavirus bollettino oggi

Ore 15,45 – Convocato vertice alle 16 su Dpcm – Il premier Giuseppe Conte ha convocato una nuova riunione alle 16 a Palazzo Chigi sul nuovo Dpcm.

Ore 14,50 – Locatelli (Css): “Se arriveremo a 600mila contagi, pandemia fuori controllo” – Se il numero di contagiati da coronavirus arriverà o arrivasse in Italia a quota 600mila, allora sì che si potrebbe parlare di pandemia fuori controllo”. Lo ha detto il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, intervenendo al programma tv In mezz’ora in più, su Rai3, parlando del Covid-19. “Non siamo in una situazione di panico né di allarme, solo un terzo del numero di ieri di positivi è in soggetti sintomatici, mentre a febbraio e marzo erano tutti sintomatici”.  Locatelli ha spiegato che pur essendo “indubitabile che ci sia stata forte crescita” dei numero di contagi negli ultimi giorni non si può parlare di crescita esponenziale, perché non c’è il prodotto di una variabile per un numero fisso e quindi è diversa da quella lineare, dove c’è un numero che si aggiunge al precedente.

Ore 13,45 – De Micheli: pronti potenziare trasporti con bus turistici – C’è massima disponibilità da parte del ministero dei Trasporti nel dare il proprio supporto, con una serie di interventi, per far sì che il sistema trasporti non sia congestionato e quindi possa favorire la diffusione dei contagi da Covid-19. Lo ha detto, si apprende da indiscrezioni, il ministro Paola De Micheli durante il vertice di questa mattina tra alcuni ministri, Regioni, Anci, Upi, Protezione civile e commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus. Secondo il ministro, “ci sono già 1628 bus turistici in circolazione e siamo disponibili a potenziare” il sistema trasporti.

Ore 13,00 – Vertice Governo-Regioni, i Comuni chiedono provvedimenti su orari scuole – All’incontro con il Governo sulle nuove misure anti-Coronavirus i Comuni chiedono di prendere immediate decisioni sugli orari di ingresso e di uscita degli studenti delle superiori. Lo afferma il presidente dell’Anci, Antonio Decaro. “Il ministro dei Trasporti dice che non si può incrementare ulteriormente l’offerta del trasporto pubblico. E contemporaneamente il ministro dell’Istruzione dice che per rimodulare gli orari e scaglionare gli arrivi degli studenti della scuola superiore, alleggerendo così la pressione sul trasporto pubblico, dovremmo fare incontri con qualche migliaio di dirigenti scolastici. A questo punto – sottolinea – tra due settimane staremo ancora parlando di cosa fare. Noi sindaci riteniamo, invece, indispensabile una disposizione urgente e nazionale che disciplini gli orari di ingresso e di uscita degli studenti delle scuole superiori. È passato il tempo delle conferenze di servizi”, conclude.

Ore 10,45 – Iniziato il nuovo vertice Governo-Regioni – Iniziato pochi minuti fa nella sede del ministero degli Affari regionali il vertice tra Governo e Regioni – con partecipanti tutti collegati da remoto – per mettere a punto le regole del nuovo Dpcm contro la diffusione del Coronavirus in Italia. Il provvedimento, salvo modifiche dell’ultim’ora, è atteso già stasera o al massimo domani. Al summit partecipano i ministri della Salute Roberto Speranza, dell’Istruzione Lucia Azzolina, degli Affari regionali Francesco Boccia, dell’Università Gaetano Manfredi, dei Trasporti Paola De Micheli, il commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli e svariati rappresentanti di Regioni e Comuni.

Ore 10,30 – Roma, morto un medico del San Camillo: bloccati i ricoveri – All’Ospedale San Camillo un medico di 50 anni è morto dopo essere risultato positivo al Covid-19. Come riporta il Messaggero, era un otorino e ha prestato servizio in ospedale di Roma fino a quando non ha iniziato a manifestare i sintomi della malattia. Non è stato ancora accertato dove il medico sia stato contagiato, ma nell’ospedale sono partite le operazioni di tracciamento. La Asl ha bloccato tutti i ricoveri nella struttura. Qui tutti i dettagli.

Ore 07,40 – Nuovo Dpcm: le possibili misure – Oggi, probabilmente in serata, sarà varato il nuovo Dpcm anti-Coronavirus. Sulle restrizioni è in atto un confronto serrato nella maggioranza e con gli enti locali. Sembra tramontata nelle ultime ore l’ipotesi di introdurre un coprifuoco dalle ore 22, ma è possibile che si imponga a bar e ristoranti di anticipare l’orario di chiusura – che l’ultimo, recentissimo, Dpcm fissava alle 24 – alle 23 o alle 22. Le altre misure sul tavolo riguardano lo stop agli sport di contatto, limitazioni per palestre e piscine, l’inizio delle lezioni a un orario differenziato per le scuole superiori, lo smart working al 75% e un abbassamento della capienza consentita del trasporto pubblico. Qui tutti i dettagli.

Ore 07,00 – Dpcm, stamattina nuovo vertice Governo-Regioni – Questa mattina si terrà un nuovo confronto tra Governo e Regioni sulle nuove misure per contenere il contagio da Coronavirus in Italia. Il tavolo è stato convocato dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, e vi parteciperanno rappresentanti di Regioni, Anci e Upi, il ministro della Salute Roberto Speranza, la ministra della Scuola Lucia Azzolina, la ministra dei Trasporti Paola De Micheli, il ministro dell’Università Gaetano Manfredi, il commissario all’emergenza Domenico Arcuri e il capo della Protezione civile Angelo Borrelli.

CORONAVIRUS, COSA È SUCCESSO IERI

Coronavirus in Italia, il bollettino del 17 ottobre – Il bollettino del 17 ottobre sulla diffusione del Covid-19 in Italia registra 10.925 nuovi casi e 47 nuovi decessi. Le persone positive sono complessivamente 116.935 (+9.623 rispetto al giorno precedente), ci cui 6.617 ricoverati con sintomi (+439), 705 in terapia intensiva (+67) e 109.613 in isolamento domiciliare (+9.117). Dall’inizio della pandemia il numero si contano finora 36.474 morti e 249.127 guariti (+1.255), per un totale di 402.535 casi registrati. Rispetto al bollettino del 16 ottobre risultano effettuati 165.837 tamponi. Per quanto riguarda le singole regioni, sono 2.664 i nuovi casi in Lombardia, 1.410 quelli in Campania, 994 nel Lazio, 972 in Piemonte e 879 in Toscana. Nessuna Regione ha registrato zero nuovi contagi. Qui il bollettino completo.

Smart working e trasporto pubblico, le raccomandazioni del Cts – Il Comitato tecnico-scientifico ha diffuso nuove raccomandazioni per contenere la diffusione del Coronavirus in Italia. Il Cts raccomanda di: incentivare lo smart working pubblico e privato, rispettare il numero massimo di commensali nei ristoranti, limitare fiere, eventi e assembramenti di qualsiasi tipo. Gli esperti suggeriscono poi di considerare anche l’adozione di orari scaglionati per l’ingresso in presenza degli studenti universitari e delle scuole di secondo grado e di rafforzare la medicina del territorio, eventualmente con il supporto del sistema nazionale di Protezione civile. “Un’importante criticità – rileva inoltre il Comitato – è rappresentata dal trasporto pubblico locale”.

Confcommercio: “A rischio decine di migliaia di imprese, evitare il lockdown” – “Questa nuova emergenza sanitaria, con coprifuochi e chiusure anticipate dei pubblici esercizi, aumenta l’incertezza e mette a rischio decine di migliaia di imprese”. Lo afferma il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, secondo cui “sono prioritarie misure efficaci anti Covid e con una economia già in ginocchio va assolutamente evitato un secondo lockdown”. Il Governo, conclude Sangalli, “deve sostenere con maggiori e più veloci indennizzi le imprese in difficoltà, altrimenti a fine anno rischieremo gravi, gravissime conseguenze per l’occupazione”.

Leggi anche: 1. Allarme terapie intensive: ecco la situazione regione per regione. Se i casi aumentano non siamo pronti / 2. Il mistero delle 1.660 terapie intensive pronte all’uso che le Regioni non hanno ancora attivato / 3. I presidi contro De Luca: “No alla didattica a distanza. La scuola non si ferma” / 4. “Ora fermiamoci 3 settimane”: parla Crisanti / 5. “Giusto il coprifuoco a Roma e Milano”: lo dice Bassetti, il prof del “virus indebolito” / 6. L’allarme dei medici di famiglia: “Nel Lazio sommersi da telefonate”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

6
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.