Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Temptation Island ha un problema con il sessismo

Di Iole Perito
Pubblicato il 17 Set. 2020 alle 16:59 Aggiornato il 17 Set. 2020 alle 16:59
283
Immagine di copertina

Ci voleva quest’ultima edizione di Temptation Island condotta da Alessia Marcuzzi per farci capire che il dibattito più acceso da qui a Natale non sarà l’esito del referendum sul taglio dei parlamentari, non sarà la pensione di Al Bano, o le divisioni sul Recovery fund e nemmeno la solita tiritera sulla crisi di governo perennemente dietro l’angolo. No. Dopo la prima puntata della nuova infornata di coppie che lo staff di Maria De Filippi va appositamente a pescare fra quelle esistenze subumane che hanno il preciso obiettivo di avvelenarci le nottate e i risvegli, d’ora in avanti al centro dei discorsi del Paese Italia, anno 2020, non può che esserci il ‘Davide-pensiero’, a occhio e croce anno 10 avanti Cristo.

Quando sembrava di aver toccato ampiamente il fondo con le stagioni precedenti e la rappresentazione costante della donna cornificata, della donna zerbino, della donna approfittatrice e della donna mortificata da offese che neanche al tempo dei Flintstones (vip o sconosciuta poco importa, perché il “viaggio nei sentimenti” rende tutte uguali), ecco che la produzione del programma è riuscita a superarsi. Un’impennata di indignazione ha travolto dopo la mezzanotte le Stories di mezzo Instagram, i lanci su Twitter, i post su Facebook. Al punto che all’alba mancava solo l’intervento del Presidente del Consiglio.

Osservatori, utenti social e marche di costumi da bagno scosciati chiedono a gran voce l’intervento della produzione della trasmissione Mediaset che ormai scandaglia gli abissi dell’antropologia meglio di Geo&Geo, su un fatto che a confronto Pietro Delle Piane che dava della vecchia sfigata ad Antonella Elia viene oggi derubricato a bambino arrabbiato che si può persino riabilitare. In sintesi, il caso del giorno riguarda l’ennesimo caso (dis)umano con le scene del pinnettu e del falò andate in onda a tarda sera e relative a Davide e Serena. Ovvero dopo che la bile delle spettatrici era già abbastanza compromessa dalla visione di Sofia (che poverina merita un capitolo a sé), la quale aveva scelto di uscire dal villaggio dopo un nano secondo che era entrata nel villaggio insieme a un fidanzato convinto a uscire a forza con lei. Tutto questo perché all’ingresso nel bungalow lui aveva avuto il coraggio di rivelare a dei perfetti estranei quanto non era mai stato capace di confessare a lei, e cioè che l’aveva tradita. Ma il peggio non era mica il tradimento. Amedeo (nome del fedifrago) ha dato il peggio proprio nell’impietosirsi accettando di uscire dal programma con Sofia che lo implorava con lo sguardo di non lasciarla anche se non la ama, che pazienza, è un dettaglio da nulla visto che lei è capace di amare per due.

E infatti lui aveva proprio la faccia di chi anziché a casa con la propria compagna sta andando a farsi tatuare i testicoli, per dire che non si è visto un atto d’amore ma un’addolorata beneficenza. Sorvolando sul resto della fauna conosciuta in questa prima fantastica puntata, si giunge dritti a Davide, giustappunto, un’illuminazione su tutto ciò che una donna deve scansare nella vita. Roba che, se fosse per lui, Samantha Cristoforetti come concezione di Spazio avrebbe solo il perimetro interno della sua abitazione. Davide era fidanzato con la migliore amica di Serena. Entrambi hanno tradito e lasciato i rispettivi partner, si sono messi insieme. E fin qui nessuno scandalo, capita nelle migliori famiglie.

Ma Davide non si fida di Serena proprio perché si è unita a lui tradendo l’ex fidanzato, con lei non litiga perché, dice, “non è degna”, non le consente di indossare bikini succinti e tante altre cose però le permette, questo sì, di mangiare e di respirare. Davide è gelosissimo a causa “di quell’evento”, che sarebbe l’essersi innamorati l’uno dell’altra pur essendo impegnati, e della fidanzata Serena dice testuale: “Fortunatamente o sfortunatamente, io ho il controllo sulla sua mente, quindi mi tiro quello che voglio dalla sua bocca. L’ho fatta cancellare dai social, niente palestra, niente amiche. Se lei vuole uscire con le amiche io la faccio anche uscire però magari per il fatto che mi sia stato sottratto del tempo io la distruggo la sera dopo”.

Con una precisazione: “Io non permetterei – sottolinea Davide – che lei facesse la stessa cosa con me”. Cioè: Davide “concede” questo e Davide non “concede” quello. Serena può fare questo e poi non può fare quello, a seconda delle decisioni del suo lui. Le associazioni a tutela delle donne si sono fatte subito sentire. Perché ci sarebbe addirittura da ironizzare se non fosse che (Davide, ascolta, abbiamo un video per te) l’argomento rimanda a problemi tipo la violenza di genere che di norma inizia sempre in forma di violenza verbale e psicologica, nonché alla donna trattata come un oggetto, eccetera eccetera. Nulla da riderci o scherzarci su, insomma. Così, attenzione: il dibattito targato “Temptation Island” e non di certo “Amore criminale”, è adesso ufficialmente aperto: è giusto – si chiede la rete – mandare in onda determinati messaggi attraverso un programma in prima serata che dovrebbe rimanere nell’ambito dell’intrattenimento e invece sconfina in qualcos’altro? Un programma che, inoltre, è risultato essere campione di ascolti battendo i numeri dell’atteso ritorno di Alberto Angela su Raiuno con “Ulisse, il piacere della scoperta”. La scoperta, per i telespettatori di Canale 5, è che a breve troveranno un vaccino anti-covid ma non una cura contro i tanti Davide del mondo. Con il web che urla: “Serena, salvati da questo virus”.

283
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.