Covid ultime 24h
casi +17.083
deceduti +343
tamponi +335.983
terapie intensive +38

L’avvocato di Johnny Depp: “Carriera e reputazione distrutte”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 28 Lug. 2020 alle 19:00 Aggiornato il 28 Lug. 2020 alle 19:01
69
Immagine di copertina

Johnny Depp e Amber Heard, finito il processo. L’avvocato: “Carriera distrutta”

Dopo tre settimane di accuse pesantissime e retroscena raccapriccianti si concludono oggi, 28 luglio 2020, le udienze del processo intentato da Johnny Depp contro il “Sun” che lo ha accusato di essere un “picchiatore della moglie” (con l’ex moglie Amber Heard, 34 anni, come principale testimone a favore degli imputati). L’attore ha deciso di procedere contro il tabloid, come ha detto l’avvocato della star David Sherborne nell’arringa finale, perché l’etichetta di “violento” “distrugge la sua reputazione e pone fine alla sua carriera a Hollywood”.

Intanto, in attesa della sentenza (arriverà tra qualche settimana), lo scenario che si è rilevato nelle diverse udienze alla Corte di Londra è quello che le persone ricorderanno. Nelle varie fasi del processo in aula infatti si è detto di tutto. L’attore, famoso per tanti film di successo, ha ammesso l’abuso di droghe e di aver colpito per sbaglio l’ex moglie nel tentativo di difendersi da un pugno, ma ha negato di aver alzato le mani sulla Heard nei 14 episodi che sono stati sviscerati in aula. Depp ha detto che le foto dei lividi di Amber, usate come prova, fanno parte di un dossier falso, costruito per diffamarlo. Infine ha negato di aver minacciato di uccidere l’ex moglie, e accusato Amber di essere stata “irascibile e infedele”.

Insomma, un ritratto poco edificante per Depp che ha anche raccontato come è riuscito a dilapidare una fortuna (650 milioni di guadagni quando è entrato nel cast dei “Pirati dei Caraibi”), indebitandosi con il fisco per 100 milioni di dollari perché i suoi consulenti non hanno pagato le tasse per 17 anni. Alla fine, anche se Depp dovesse vincere la causa, dopo tutto quello che si è sentito, non è detto che riesca a “ripulire la sua reputazione per ritornare sul set”. Anche se c’è qualcuno che ipotizza una “rezione” in stile Kate Moss che dopo lo scandalo che la investì riuscì a tornare sulle passerelle come se niente fosse successo. A differenza della Moss però per Depp gli appuntamenti in tribunale non sono finiti: Johnny, infatti, ha fatto causa all’ex moglie per diffamazione (attraverso un articolo del Washington Post che parla di abusi domestici) chiedendo 50 milioni di dollari di risarcimento e il nuovo processo dovrebbe tenersi negli Stati Uniti nel 2021. Pronti per il secondo round?

Leggi anche: 1. Johnny Depp in ospedale dopo le violenze subite dall’ex moglie: le foto shock / 2. Amber Heard tradiva Johnny Depp con Cara Delevingne ed Elon Musk / 3. Johnny Depp contro l’ex moglie Amber Heard: “Voglio annegarla e bruciarla”

69
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.