Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:49
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Senza categoria

Fontana in Procura a Bergamo, i cittadini lo contestano: “Non dimentichiamo la mancata zona rossa”

Immagine di copertina
Una delle manifestanti Credits: Val Seriana News

Una manifestazione pacifica contro il governatore della Regione Lombardia ascoltato oggi dalla magistratura sulla mancata zona rossa in Val Seriana

Fontana in Procura a Bergamo contestato dai cittadini: “Non dimentichiamo”

Al grido di “Bergamo non dimentica”, diverse persone sono scese in piazza oggi, venerdì 29 maggio, davanti alla Procura di Bergamo per protestare contro la gestione dell’emergenza Coronavirus in Regione Lombardia. La manifestazione ha accompagnato l’arrivo in Procura del governatore Attilio Fontana, convocato dai pm come persona informata sui fatti nell’ambito dell’inchiesta sulla mancata chiusura del Pronto soccorso di Alzano, sui morti nelle Rsa e sulla mancata istituzione di una zona rossa nella Bergamasca, su cui TPI ha pubblicato un’inchiesta in più parti.

Manifestazione contro Fontana: le foto

Manifestanti fuori dalla Procura di Bergamo
Credits: Val Seriana News
“Bergamo non dimentica”
Credits: Val Seriana News

Una manifestazione tranquilla e tenuta sotto controllo dalle forze dell’ordine che, per scongiurare il rischio di tensioni, si sono schierati in tenuta antisommossa (caschi in testa e scudi in pugno) davanti ai manifestanti. Molti gli striscioni esposti dai cittadini, da “Fontana, Bergamo non dimentica” a “15mila morti in Lombardia, non ci dimenticheremo di questa strage”. L’audizione del governatore è iniziata poco prima delle 10 di questa mattina davanti al pool dei pm coordinato dal procuratore Maria Cristina Rota. Insieme a Fontana oggi sarà ascoltato anche Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia.

L’audizione di Gallera

Ieri invece è stato convocato dalla Procura l’assessore al Welfare Giulio Gallera: “Noi aspettavamo Roma, fino all’inizio di marzo avevamo sempre proceduto d’accordo con il governo su quel tipo di provvedimenti”, avrebbe detto Gallera ai magistrati sulla mancata istituzione della zona rossa, che invece a Codogno in provincia di Lodi, era scattata appena un giorno dopo la scoperta del paziente.

Al momento però non sono ancora trapelate dichiarazioni su un altro aspetto della storia: le possibili pressioni del mondo economico contro la chiusura della Val Seriana, dove si concentrano aziende con fatturati importanti.

L’inchiesta di TPI sulla mancata chiusura della Val Seriana per punti:

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / “In passato abitavo ai Parioli e avevo tre Ferrari”. La storia di Alberto che oggi vive per strada
Cronaca / Insulti a David Sassoli dopo la morte, denunciato noto attivista No Vax
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / “In passato abitavo ai Parioli e avevo tre Ferrari”. La storia di Alberto che oggi vive per strada
Cronaca / Insulti a David Sassoli dopo la morte, denunciato noto attivista No Vax
Cronaca / Silvestri: “Covid come influenza? C’è il rischio di variante più feroce in autunno”
Cronaca / Covid, Ema frena sulla quarta dose. Studio Israele: “Parziale protezione contro Omicron”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Cronaca / Stretto di Messina, i no pass restano ancora bloccati (e spuntano gli scafisti)