Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Inchiesta della Procura di Bergamo sulla mancata zona rossa, Fontana e Gallera convocati come teste

Immagine di copertina
Giulio Gallera e Attilio Fontana Credits: ANSA

La Procura della Repubblica di Bergamo oggi, mercoledì 27 maggio, ha convocato il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore al Welfare con deleghe alla Sanità Giulio Gallera come persone informate sui fatti nell’inchiesta aperta sulla mancata chiusura del pronto soccorso dell’ospedale di Alzano Lombardo e per i fascicoli aperti in merito alle morti nelle Rsa lombarde. Oggetto dell’incontro con i pm sarà anche la mancata istituzione della zona rossa tra Alzano e Nembro oggetto di altre indagini della Procura bergamasca. Secondo quanto si apprende, l’appuntamento con l’assessore Gallera è per domani 28 maggio e quello con il governatore Fontana è per venerdì 29 maggio. Mentre è già stato convocato nei giorni scorsi dalla Procura di Bergamo il direttore generale della Sanità, Luigi Cajazzo.

L’inchiesta della Procura di Bergamo per epidemia colposa è partita l’8 aprile 2020 grazie alle numerose denunce di operatori sanitari e cittadini raccolte anche da Francesca Nava su TPI, che ha portato avanti un’inchiesta giornalistica in più parti e sul caos presso il pronto soccorso di Alzano (e sulla mancata zona rossa di Alzano e Nembro), che ora si è trasformata anche in un e-Book. Lì dove tutto iniziò: quel 23 febbraio, come abbiamo denunciato lo scorso marzo, al Pesente Fenaroli succede un po’ di tutto: nonostante fossero stati accertati due casi Covid-19, il pronto soccorso chiude e riapre inspiegabilmente dopo 3 ore, senza essere sanificato.

Nella nostra inchiesta in più parti, noi di TPI ci siamo chiesti perché i ricoverati con sintomi sospetti furono ricoverati insieme agli altri pazienti? Perché quel 23 febbraio l’ospedale è stato brutalmente riaperto? Perché una serie di tamponi furono trasportati da Alzano al Policlinico San Matteo di Pavia per le analisi? Perché la direzione sanitaria si è lasciata scappare di mano la situazione, portando così i contagi a moltiplicarsi a dismisura? Adesso la sarà la Procura di Bergamo a verificare le responsabilità di questo disastro colposo che poteva essere evitato e che invece ha portato alla morte di 4500 persone. Anche attraverso le domande al governatore Fontana.

L’inchiesta di TPI sulla mancata chiusura della Val Seriana per punti:

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Siccità, l’ordinanza del sindaco di Castenaso (Bologna): “Dal parrucchiere vietato il secondo lavaggio della testa”
Cronaca / Aborto Usa, il vescovo di Ventimiglia-Sanremo: “Sentenza giusta, spero presto anche in Italia”
Cronaca / Lodi, trovato morto con la gola tagliata ex sindaco di Corte Palasio
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Siccità, l’ordinanza del sindaco di Castenaso (Bologna): “Dal parrucchiere vietato il secondo lavaggio della testa”
Cronaca / Aborto Usa, il vescovo di Ventimiglia-Sanremo: “Sentenza giusta, spero presto anche in Italia”
Cronaca / Lodi, trovato morto con la gola tagliata ex sindaco di Corte Palasio
Cronaca / Milano, preparano le strisce di cocaina sulla metropolitana e la sniffano davanti a tutti: il video shock
Cronaca / Roma, enorme incendio sull’Aurelia: esplodono 50 bombole di gas, 35 intossicati
Cronaca / “Ai giovani manca sacrificio, a 15 anni lavoravo in un bar per un gelato”: bufera su Hoara Borselli
Cronaca / Festival della Filosofia di Veroli 2022: il programma e gli ospiti
Cronaca / Gran Sasso, perde la corda durante una arrampicata e precipita nel vuoto: morto il fotografo Gianluca Gasbarri
Cronaca / Morto Leonardo Del Vecchio: le cause della morte del secondo uomo più ricco d’Italia
Cronaca / È morto Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica: aveva 87 anni