Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Caso Gregoretti: la ricostruzione della vicenda per cui Salvini rischia di finire a processo

Immagine di copertina
A sinistra la nave Gregoretti (Credit: Ansa). A destra il leader della Lega Matteo Salvini (Credit: ANSA/ANGELO CARCONI)

Caso Gregoretti: la ricostruzione della vicenda per cui Salvini rischia di finire a processo

Oggi, 12 febbraio, il Senato è chiamato a votare sull’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, segretario della Lega, sul caso Gregoretti.

Il voto è un passaggio necessario per mettere sotto processo il leader della Lega, perché Salvini gode dell’immunità parlamentare e che all’epoca dei fatti contestati era ministro dell’Interno. Per questa ragione, il tribunale dei ministri di Catania ha chiesto al Senato (ramo del parlamento cui appartiene Salvini) l’autorizzazione a procedere nei confronti del leghista.

Ma per quale motivo il leader leghista rischia di finire a processo? Ecco una ricostruzione del caso Gregoretti-Salvini.

Caso Gregoretti, un riassunto della vicenda

Il caso Gregoretti risale all’estate del 2019, quando Matteo Salvini – all’epoca ministro dell’Interno nel primo governo Conte – impedì per più di tre giorni lo sbarco di 131 persone tratte in salvo nel Mediterraneo centrale dalla nave della Marina militare Gregoretti.

La nave si era diretta verso Lampedusa ma il Viminale aveva negato lo sbarco e l’unità militare italiana era rimasta diversi giorni in mare in attesa che la commissione europea riuscisse ad ottenere da cinque Paesi la disponibilità ad accogliere parte dei migranti. Solo il 31 luglio, l’allora ministro dell’Interno aveva dato l’autorizzazione allo sbarco dei migranti dalla nave militare, avvenuto poi nel porto di Augusta.

Secondo l’accusa, il leader della Lega avrebbe “privato della libertà personale i 131 migranti bloccati a bordo della nave Gregoretti della Guardia Costiera italiana dalle 00:35 del 27 luglio 2019 fino al pomeriggio del 31 luglio”.

Salvini è stato quindi accusato dal Tribunale dei ministri di Catania di sequestro di persona aggravato, perché commesso da un pubblico ufficiale e con l’abuso dei poteri inerenti alle funzioni esercitate ma anche per essere stato commesso in danno di minori.

Nel formulare questa accusa, il Tribunale ha rigettato la richiesta di archiviazione avanzata dal procuratore di Catania Carmelo Zuccaro, secondo il quale l’allora ministro dell’Interno aveva esercitato una prerogativa politica e non c’erano gli estremi per il configurarsi del reato di sequestro di persona.

Sul caso Gregoretti-Salvini si è già espressa la Giunta delle immunità del Senato, che il 20 gennaio scorso ha dato il via libera alla richiesta di autorizzazione a procedere. In quell’occasione, il presidente della Giunta, il senatore Maurizio Gasparri, aveva chiesto agli altri membri di votare “no” al processo a Salvini, negando quindi l’autorizzazione a procedere nei confronti del leader della Lega. Lo stesso capo del Carroccio, però, aveva chiesto ai suoi di votare sì: “Votate per mandarmi a processo e la chiariamo una volta per tutte”, ha detto.

A febbraio del 2019, la Giunta del Senato votò “No” alla richiesta di autorizzazione a procedere verso il leader leghista per il caso Diciotti, ma all’epoca la Lega era ancora al governo ed era alleata col Movimento Cinque Stelle. Ora, con i nuovi equilibri di maggioranza, l’esito del voto sarà probabilmente diverso.

Leggi anche:
Gregoretti, il discorso di Salvini in Senato: “Voglio essere processato per spiegare ai miei figli che non sono un criminale”
Caso Gregoretti, il Senato vota “sì”al processo per Salvini. Il leader leghista: “Totale fiducia nella magistratura”
Cosa succede adesso che il Senato ha dato l’autorizzazione per processare Salvini
Caso Gregoretti-Salvini, il Senato approva l’autorizzazione a procedere
L’hashtag #iostoconsalvini non ha salvato Salvini dal processo sulla Gregoretti (di F. Salamida)
Caso Gregoretti, Casini vota contro il processo a Salvini: “La ruota gira, domani potrebbe capitare a Zingaretti” | VIDEO
Gregoretti, Salvini chiede rispetto per i figli: “Su questo perdo la pazienza” | VIDEO
Caso Gregoretti, Giulia Bongiorno: “Salvini non spinga per il sì al processo”
Giancarlo Giorgetti a TPI: “Sul caso Gregoretti è in corso un processo politico”
Ti potrebbe interessare
Politica / Bufera sul giornalista Rai: “Il nonno di Calenda fece Pinocchio, tutto torna”. E il leader di Azione risponde
Politica / Il leader dei Gilet Arancioni Pappalardo si candida: “Fuori dalla Nato e ritorno alla lira italica in 48 ore”
Politica / Accordo Calenda-Renzi, è quasi fatta: “Si pensa a liste e simboli”
Ti potrebbe interessare
Politica / Bufera sul giornalista Rai: “Il nonno di Calenda fece Pinocchio, tutto torna”. E il leader di Azione risponde
Politica / Il leader dei Gilet Arancioni Pappalardo si candida: “Fuori dalla Nato e ritorno alla lira italica in 48 ore”
Politica / Accordo Calenda-Renzi, è quasi fatta: “Si pensa a liste e simboli”
Politica / Casalino: “Non mi candido per proteggere Conte. Per la gente sono ancora l’ex Grande Fratello”
Politica / Tabacci: “Di Maio? È il mio figlio politico. Con il Pd siamo gli interpreti dell’agenda Draghi”
Politica / Di Battista spiega perché non si candida con il M5S: “Grillo padre padrone, sotto di lui non ci sto”
Politica / La strategia di Meloni: “È in vantaggio, ad agosto meglio stare in silenzio e non disturbare la gente”
Politica / Altro che agenda Draghi: il prossimo governo dovrà attuare 434 decreti lasciati in sospeso dai migliori
Politica / Elezioni 2022, De Masi smentisce le voci su una possibile candidatura: “Non correrò con M5S”
Politica / Calenda: “Accordo con Renzi non è scontato. Sottrarrò voti a Meloni”