Usa, pallottola vagante uccide bambina di 8 anni durante manifestazione Black Lives Matter

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 6 Lug. 2020 alle 16:08
627
Immagine di copertina
Credits: Ansa foto

Una bambina di 8 anni è rimasta uccisa ad Atlanta, negli Usa, durante una sparatoria avvenuta in un parcheggio, dove uomini armati hanno aperto il fuoco contro l’auto sulla quale si trovavano la piccola e sua madre. Secoriea Turner, questo il nome della bambina, è stata uccisa nella notte di sabato, raggiunta da un proiettile vagante mentre era in auto con la madre e un’amica dopo aver tentato di entrare in un parcheggio. Alla guida dell’auto si trovava una terza persona, un uomo. La bambina, ferita nella sparatoria, è morta in ospedale poco dopo, secondo quanto riferito dalla polizia e dai media locali. L’incidente è avvenuto in un’area che da settimane è occupata in ricordo di Rayshard Brooks, afroamericano ucciso dalla polizia.

“Avete sparato e ucciso una bambina. Adesso è abbastanza”: è sceso in campo il sindaco di Atlanta, l’afroamericana Keisha Lance Bottoms, per intimare ai manifestanti di lasciare l’area. “Ad un certo punto qualcuno ha aperto il fuoco e diversi proiettili hanno colpito l’auto”, ha spiegato la polizia. Il sito, il parcheggio all’esterno di un ristorante fast food Wendy’s, era occupato dai manifestanti da quando, proprio in quel punto, un afroamericano, Rayhard Brooks, il 12 giugno è stato ucciso dalla polizia.

Il sindaco, dopo una notte in cui ad Atlanta ci sono state decine di altre sparatorie, ha detto ai manifestanti che devono sgomberare la zona:  “Ora chiediamo un’azione per Secoriea Turner e per tutte le altre persone raggiunte da spari ad Atlanta la scorsa notte. Quel che è troppo è troppo. Se volete che la gente ci prenda seriamente e non volete che si disperda questo movimento, noi non possiamo perderci l’un l’altro”.

Anche la madre della bimba ha parlato alla stampa: “Capiamo la frustrazione per Rayshard Brooks”, ha detto, con il volto straziato e la voce rotta. “Ma noi non abbiamo nulla a che vedere con quella vicenda. Non avevamo fatto nulla, la mia bambina non faceva nulla di male. E avete ucciso una bambina di 8 anni”.

Leggi anche: 1. Black Lives Matter, a Bristol i manifestanti buttano giù la statua di uno schiavista | VIDEO 2. La storia va studiata, non cancellata. Abbattere i monumenti è pericoloso“ 3. La violenza di Minneapolis è anche la risposta ai mandati di Obama, il presidente nero che ha amplificato le paure dell’America bianca (di M.Vigneri) 4. In migliaia a Roma per George Floyd: piazza del Popolo è da brividi | VIDEO

627
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.