Black Lives Matter, a Bristol i manifestanti buttano giù la statua di uno schiavista | VIDEO

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 7 Giu. 2020 alle 20:33 Aggiornato il 7 Giu. 2020 alle 20:40
576

Black Lives Matter, a Bristol i manifestanti buttano giù la statua di uno schiavista | VIDEO

A Bristol, nel Sud-Ovest dell’Inghilterra, i manifestanti scesi in piazza a sostegno del movimento americano Black Lives Matter oggi hanno abbattuto la statua del trafficante di schiavi Edward Colston. Un gesto forte, attraverso il quale le persone scese in strada a protestare per la morte di George Floyd hanno voluto dimostrare la loro solidarietà nei confronti degli afroamericani.

I video, circolati da subito sui social, mostrano i dimostranti legare con una corda la statua di bronzo eretta nel 1895 per poi tirarla giù tra le urla e gli applausi dei presenti. Dopo esserci saltati sopra, i manifestanti hanno poi fatto rotolare la statua fino al porto, dove l’hanno gettata nel fiume Avon. Edward Coltson era un filantropo, commerciante di schiavi e deputato inglese nato a Bristol che ha sostenuto e dotato scuole, case di cura, ospedali e chiese la città inglese come anche Londra. Il suo nome è commemorato in diversi punti di Bristol, tra strade e scuole.

Leggi anche: 1. Proteste George Floyd, la bambina al poliziotto: “Ci sparerai?”. Lui la consola: “Siamo qui per proteggerti” 2. Proteste in Usa, ultime notizie. Il Pentagono contro Trump per la scelta di impiegare l’esercito. Arrestati altri tre poliziotti per la morte di Floyd /3. La figlia di 6 anni di George Floyd: “Mi manca il mio papà, giocava sempre con me. Da grande voglio diventare medico per aiutare gli altri”/

4. “Il gigante buono”: chi era l’afroamericano morto soffocato dalla polizia negli Usa / 5. George Floyd, l’autopsia indipendente smentisce quella delle autorità: “Morto per asfissia” / 6. Usa, quei poliziotti che si uniscono alle proteste: “Marciamo insieme” | VIDEO /

576
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.