Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Cosa è successo oggi nel mondo oltre al Coronavirus, dagli Stati Uniti all’Indonesia

Il Nepal è diventato il primo Paese del mondo a rendere l'insegnamento dello Yoga obbligatorio, Joe Biden ha vinto le primarie democratice in tre Stati, in Brasile è nato il primo tapiro selvatico dopo un secolo

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 18 Mar. 2020 alle 21:15 Aggiornato il 18 Mar. 2020 alle 21:18
13
Immagine di copertina

Notizie dal mondo oltre al Coronavirus: cosa è successo il 18 marzo?

USA – Primarie dem: Biden travolge Sanders e si avvicina alla nomination – L’ex vice presidente Usa Joe Biden ha vinto le primarie democratiche di Florida, Illinois e Arizona, sconfiggendo il rivale Bernie Sanders e garantendosi un vantaggio importante per la nomination dem e avvicinandosi alla sfida a Donald Trump alle elezioni Usa 2020 il prossimo 3 novembre. I tre Stati portano in dote 411 delegati di cui 219, il bottino più ricco, è della Florida. “La corsa per la nomination è finita. Questa è la realtà”, ha scritto su Twitter l’ex advisor di Barack Obama, David Axelrod. “A questo punto nel 2016 Barack Obama era avanti su Hillary Clinton di 100 delegati. Alla fine di questa serata il vantaggio di Joe Biden sarà tre volte tanto. Nessun democratico ha mai recuperato un simile deficit”, ha sentenziato Axelrod Qui la notizia completa.

NEPAL – L’insegnamento dello Yoga a scuola diventa obbligatorio – Il Nepal è diventato il primo Paese al mondo a rendere l’insegnamento dello Yoga obbligatorio a scuola. Dal prossimo mese, ovvero dall’inizio del nuovo anno scolastico, il piccolo Paese dell’Himalaya renderà lo Yoga una vera e propria materia d’insegnamento insieme alla matematica o alle scienze per gli studenti di tutti i gradi. Centinaia di migliaia di alunni delle elementari e delle superiori penderanno parte ai corsi settimanali obbligatori, che si sostituiranno alle ore di educazione fisica o di svago, in cui i più piccoli erano abituati a giocare, e in cui ora apprenderanno la storia dello Yoga, la pratica dell’Ayurveda e la neuropatia, una medicina alternativa che prevede la cura autonoma di se stessi. La notizia completa

EGITTO – Arrestate la scrittrice Ahdaf Soueif e la tutor di Regeni –  Quattro persone, fra cui tre familiari di Alaa Abdel Fatah, uno dei più famosi prigionieri politici egiziani, volto simbolo della rivolta di Piazza Tahrir del 2011, sono state arrestate al Cairo mentre protestavano contro il divieto di contatto con i prigionieri imposto dalle autorità a causa dell’epidemia di Coronavirus. Si tratta di Ahdaf Soueif, scrittrice e attivista politica, Mona Seif, sorella di Alaa e come lui attivista, di sua madre Laila Soueif e di Rabad al Mahdi, professoressa dell’American University del Cairo, la tutor che seguiva dal Cairo le ricerche del ricercatore italiano morto a febbraio del 2015, Giulio Regeni. L’arresto è avvenuto in diretta Facebook.

Le notizie di oggi nel mondo oltre il Coronavirus

CIADIl Paese restituirà all’Angola 100 milioni di dollari in bestiame – Il Ciad restituirà all’Angola un debito di 100 milioni di dollari sotto forma di bestiame. Lo riferisce il quotidiano angolano Jornal de Angolaprincipale quotidiano del Paese, considerato molto vicino al governo. Dal 2017 il Ciad ha un debito di 100 milioni di dollari con l’Angola, uno tra i paesi africani più ricchi, che però negli ultimi anni ha attraversato una forte crisi, dovuta soprattutto a lunghi periodi di siccità che, tra le altre cose, ha creato grandi problemi agli allevamenti di bovini. Per questo motivo, i due paesi si sono accordati per il pagamento del debito attraverso la spedizione e la consegna, nei prossimi 10 anni, di 75mila capi di bestiame per un valore totale di 100 milioni di dollari americani (88 milioni di euro). Riporta la BBC che più di mille mucche sono già arrivate via nave nella capitale dell’Angola, Luanda, come prima tranche del pagamento e altri 3.500 capi sono attesi entro la fine del mese di marzo. La notizia completa

INDONESIATerremoto di magnitudo 6.3 al largo delle coste – Una scossa di terremoto di magnitudo 6.3 è stata registrata al largo delle coste indonesiane. Lo rende noto l’Istituto geofisico americano Usgs. Non è stato lanciato alcun allarme tsunami. Lo ha fatto sapere l’Istituto metereologico e geofisico indonesiano. Per ora non sono segnalati vittime o danni, anche se la scossa è stata avvertita con forza in particolare nell’isola di Bali.

BRASILENasce il primo tapiro selvatico in un secolo – Dopo i devastanti incendi in Amazzonia, dal Brasile arriva una buona notizia per l’ecosistema locale: per la prima volta da un secolo un tapiro selvatico è nato e presto un secondo dovrebbe vedere la luce. A riferirlo è il Guardian, precisando che il mammifero a strisce bianche e nere è stato avvistato nella riserva di Guapiaçu, nella foresta atlantica alle porte di Rio de Janeiro. Per gli scienziati, che hanno analizzato il video ripreso nella riserva naturale e rilanciato dai media locali, la nascita di un tapiro selvatico segna il successo del programma di reintroduzione del mammifero, avviato 8 anni fa. Specie in pericolo, il tapiro selvatico è considerato un “guardiano della foresta” proprio per il ruolo vitale giocato nella dispersione dei semi. La nascita risalirebbe a gennaio e presto un secondo cucciolo di tapiro potrebbe raggiungerlo: dalle immagini è possibile vedere anche un esemplare femmina visibilmente incinta.

Se siete comunque interessati alle notizie sul Coronavirus, trovate qui e qui le dirette di TPI con le ultime news dell’Italia e dal mondo.

Leggi anche:

1.Coronavirus, il videomessaggio dalla Siria colpita dall’emergenza acqua: “Italiani, siamo con voi” 2. Antartide, nuovo caldo record, superati i 20 gradi: le terribili immagini delle isole senza neve

3. Usa 2020, mini Tuesday per le primarie democratiche: vittoria di Joe Biden in quattro stati su sei. Sanders sempre più lontano 4. È morto lo scrittore e attivista politico russo Eduard Limonov

13
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.