Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Guerra in Siria, Diario dal Rojava: Kobane, Ain Issa, Amude e Dirbesyie attaccate dalla Turchia nonostante la tregua, ma i curdi resistono

Immagine di copertina

Il racconto del conflitto dall'inviata sul campo di TPI, Benedetta Argentieri

Guerra Turchia-curdi: diario dalla Siria – 25 ottobre

Di Benedetta Argentieri, inviata per TPI nel Rojava

Non solo combattenti ma anche abili diplomatici. Mouzlum Abdi, comandante delle Forze Democratiche Siriane, ha interdetto i nemici e stupito tutti gli altri. Nelle ultime 48 ore, quando tutto sembrava perso, Abdi si è mosso con cautela e fermezza. Donald Trump lo ha ringraziato e invitato a Washington per una visita, lui ha risposto che ci penserà.

> Il bollettino di TPI sulla guerra in Siria, con le ultime notizie

Poi ha trattato con i russi per quel che riguarda il nuovo accordo tra Turchia e Russia. “Abbiamo anche noi i nostri piani. Ci sono delle condizioni su cui siamo d’accordo, altre no. Continueremo a discutere, soprattutto del destino della nostra gente. E continueremo a discutere su come rispondere agli attacchi della Turchia”.

L’operazione “sorgente di pace” infatti va avanti, nonostante le FDS abbiano rispettato una parte dell’accordo che prevedeva un loro parziale ritiro dal confine. Tutta l’area tra Serekanye e Tal Abyad (circa 110 chilometri in lunghezza e 30 di profondità) è stata abbandonata dalle FDS, come previsto dalla tregua.

Nonostante ciò le milizie scatenate dalla Turchia hanno continuato gli attacchi in altre aree, sempre con l’appoggio di Ankara. Kobane, Ain Issa, Amude, Dirbesyie, tra le aree attaccate dalla Turchia. Ma per il momento continua la resistenza, e le milizie turche non riescono a penetrare le linee dei curdi.

Ma si ripetono video violenti pubblicati in rete. Nell’ultimo si vede un miliziano con in braccio una donna urlare “l’abbiamo catturata” e in maniera ironica affermare: “Lunga vita al Rojava”. Immagini che fanno tornare in mente quelle del 2014 di ISIS e usata come propaganda per incutere paura. A Tal Abyad le forze turche hanno imposto di nuovo il velo a tutte le donne. Mentre aumentano le denunce di saccheggio.

Nel frattempo, come previsto dall’intesa tra Mosca e Ankara, sono cominciati i primi pattugliamenti del confine al di fuori della zona cuscinetto. Due veicoli blindati con bandiera russa, hanno pattugliato tra Amude e Qamishli, entrando in una parte della città. Una sorpresa visto che fino ad oggi i russi non sono mai andati oltre a Kobane. “Allora è vero sono arrivati”, sospira un uomo camminando per strada.

Leggi anche:

La guerra della Turchia in Siria: il diario del 18 ottobre

La guerra della Turchia in Siria: il diario del 17 ottobre

La guerra della Turchia in Siria: il diario del 16 ottobre

La guerra della Turchia in Siria: il diario del 15 ottobre

La guerra della Turchia in Siria: il diario del 13 ottobre

Altro che difendere i curdi, Putin vuole prendersi il Medio Oriente (di Giulio Gambino)

La guerra della Turchia contro i curdi in Siria: tutta la storia in versione breve, media e lunga

Caro Pd, perché sostieni ancora l’ingresso della Turchia in Europa?

L’intervista di TPI alla deputata Pd Lia Quartapelle: “Chiederemo il ritiro del contingente Nato dalla Turchia”

Siria, parla a TPI la Ong italiana colpita dall’esercito turco: “Le bombe di Erdogan ci stanno distruggendo”

Armi alla Turchia: il governo dice nì (di Giulio Gambino)

Chi sono i curdi e perché non sono mai riusciti ad avere uno loro Stato

Tutte le ultime notizie sulla guerra in Siria

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown