Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Elezioni Usa 2020, Trump: “Accetto la nomination. La scelta è tra il sogno americano e il socialismo”

Immagine di copertina
Credits: Republican National Convention V/CNP via ZUMA Wire

Elezioni Usa, Trump: “La scelta è tra il sogno americano e il socialismo”

Con la quarta e ultima giornata si è chiusa la convention repubblicana negli Usa in vista delle elezioni presidenziali del 3 novembre 2020: sul palco del South Lawn, il prato a sud della Casa Bianca, è salito il presidente Donald Trump che, in un discorso di oltre un’ora, ha trovato il modo di rivendicare quanto è stato fatto in questi quattro anni e di attaccare i democratici, su tutti il candidato Joe Biden. “Queste sono le elezioni più importanti della storia del nostro Paese – ha dichiarato il tycoon davanti ai circa 1.900 ospiti, tutti sprovvisti di mascherina e senza l’ombra del distanziamento sociale – e voi dovete decidere tra sogno americano e agenda socialista”. La scelta degli elettori americani, ha precisato Trump, sarà “fra due opposte visioni del mondo”.

“Joe Biden – ha continuato Trump – ha chiamato l’America un luogo d’ingiustizia politica: come sperano di guidare il Paese, quando in realtà lo vogliono abbattere? E poi, l’agenda di Joe Biden è Made in China. La mia è completamente americana”. Il candidato democratico è stato definito “il cavallo di Troia della sinistra più estrema”. “Col vostro voto – ha detto Trump rivolgendosi alla platea – sceglierete se proteggeremo le leggi o daremo carta bianca agli anarchici violenti, gli agitatori, i criminali che minacciano i nostri cittadini”.

Il leader repubblicano ha voluto rispondere ai democratici, che nei quattro giorni della loro convention – complici gli scontri di questi giorni tra polizia e manifestanti del Black Lives Matter dopo la sparatoria che ha coinvolto l’afroamericano Jacob Blake in Wisconsin – hanno ritratto un’America violenta, fuori controllo e pericolosa. “Non viviamo in un Paese ammantato di buio, siamo la torcia del mondo”, ha affermato Trump più volte durante il suo discorso. “Accetto la nomination con speranza e ottimismo – ha aggiunto – e sono pronto ad accogliere tutti, democratici, indipendenti, chiunque vorrà condividere i nostri valori”.

Poi, Trump ha parlato del suo programma: “Creerò dieci milioni di posti di lavoro nei prossimi dieci mesi, taglierò le tasse, ripristinerò la legalità nelle città sconvolte dalle proteste”. Ma soprattutto: “Entro la fine dell’anno vi darà un vaccino anti-Covid”. Una promessa, questa, già ribadita ieri dal suo vice, Mike Pence. Prima del Coronavirus, ha detto infatti il presidente Usa, le cose in America andavano bene: “Abbiamo portato l’economia ai livelli più alti della Storia”. E oggi l’economia può tornare a volare “solo se verrò rieletto”, ha chiosato.

Leggi anche: 1. Elezioni Usa 2020, la convention repubblicana. Trump all’attacco della “sinistra socialista”. Haley: “Non siamo razzisti” / 2. Usa, la campagna elettorale è iniziata. Biden: “Liberiamo l’America da Trump” / 3. Elezioni Usa 2020, Obama alla convention democratica: “È in gioco la democrazia, Trump tratta la presidenza come un reality” / 4. Usa 2020: perché, nonostante sia molto indietro nei sondaggi, Trump può ancora vincere le elezioni / 5. Convention repubblicana, l’intervento di Melania Trump: “Basta violenza. Votate Donald, vi aiuterà” / 6. Elezioni Usa 2020, Pence: “Con Trump legge e ordine, entro fine anno un vaccino anti-Covid”

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane